Sospensione Serie A, ipotesi non assegnazione del titolo: modalità e precedenti

Altre tre volte nella storia del calcio nostrano si è optato per la non assegnazione dello Scudetto: una soluzione che scontenterebbe tutti

di Nicolò Muggianu

Sono tre le ipotesi sul tavolo della FIGC in caso di pervenuta impossibilità di concludere il campionato di Serie A 2019/2020 a causa dell’emergenza Coronavirus. Tra le possibilità prese in considerazione dalla Federazione, oltre alla cristallizzazione della classifica all’ultima giornata disputata per intero (la 25°) e all’introduzione dei playoff e dei playout, c’è anche quella della della non assegnazione del titolo sportivo.

Sospensione Serie A, ipotesi cristallizzazione della classifica: in cosa consisterebbe

MODALITÀ – Un’eventualità che, come per le precedenti, sarà presa in considerazione dalla FIGC soltanto se alla prossima riunione federale in programma il 23 marzo non sussistano le condizioni sanitarie necessarie per riprendere regolarmente l’attività sportiva. Quella della non assegnazione del titolo è, di fatto, di una sotto-opzione della già citata opzione di cristallizzazione della classifica (LEGGI QUI). Anche in questo caso, infatti, la Serie A si fermerebbe alla 25° giornata di campionato; l’ultima svolta per intero da tutte e venti le squadre. A differenza dello scenario precedente però, non sarebbe la Juventus ad essere eletta Campione d’Italia. Lo Scudetto rimarrebbe ufficialmente “non assegnato”, con la conseguenza di un vuoto nell’albo d’oro del nostro campionato per la stagione 2019/2020.

I PRECEDENTI – Uno scenario già presentatosi tre volte nella storia del calcio nostrano, dal 1904 – allora la Serie A si chiamava Prima Categoria – ad oggi. Il primo episodio risale al 1915: all’alba della Prima guerra Mondiale, il torneo venne interrotto nel mese maggio senza l’assegnazione del titolo di campione del Girone Finale Nord. Il titolo rimarrà vacante per molti anni, e tutt’oggi non esiste certezza riguardo a quando venne ufficialmente assegnato al Genoa. Successivamente, nel 1927, lo Scudetto non fu assegnato in seguito allo scandalo corruzione che vide coinvolto il Torino. Titolo revocato ai granata e contenzioso ancora in atto oggi tra Torino e Bologna. Il caso più recente risale invece alla stagione 2004/2005, con l’assegnazione e la successiva revoca del titolo alla Juventus a causa dello scandalo Calciopoli.

LEGGI ANCHE: Sospensione Serie A, ipotesi playoff e playout: ecco come funzionerebbero

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. loik55 - 9 mesi fa

    ??Da dove arrivano queste notizie prive di una traccia di logica ed equita sportiva. Se cristallizzi la classifica lo farai nel momento in cui almeno tutti hanno affrontato tutti gli altri…ovvero fine girone di andata.
    eppure le fonti giornalistiche tacciono?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy