Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Spal-Torino 1-1, Verdi: “Deluso dalle mie prestazioni. L’anno prossimo servirà altro”

FERRARA, ITALY - JULY 26: Simone Verdi of FC Torino celebrates after scoring a goal during the Serie A match between SPAL and  Torino FC at Stadio Paolo Mazza on July 26, 2020 in Ferrara, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Le voci / Al termine della gara è intervenuto il 24 granata autore della rete del provvisorio vantaggio

Redazione Toro News

Al termine di Spal-Torino è intervenuto ai microfoni di Torino Channel Simone Verdi, autore del gol del provvisorio vantaggio: "Credo sia uno dei gol più belli che abbia fatto in Serie A, se non il più bello. La prima volta che mi esce una parabola così, sono stato bravo e meno male è andata bene perché sono riuscito a portare in vantaggio la squadra. Peccato per il risultato perché volevamo vincere a tutti i costi. Negli spogliatoi ci siamo detti poco e niente, eravamo tutti in silenzio. Sapevamo quanto vale questa squadra e il potenziale che abbiamo. Volevamo vincere e non ci siamo riusciti. Ci teniamo la salvezza, ma sappiamo che possiamo e dobbiamo fare di più. La partita ce l'aspettavamo così. Vero che le motivazioni erano diverse, ma loro arrivavano da un risultato brutto con la Roma e non avrebbero voluto farne un altro. Poi nessuno ti regala niente. Questa è una stagione storta. L'anno prossimo dobbiamo avere non una, non due, ma tre marce in più. Questa società merita di più. Io per primo posso devo fare di più".

Mauro Berruto chiede a Verdi un commento sulla sua stagione: "Nella prima parte della stagione sono stato al di sotto delle aspettative di tutti e io ero il primo ad essere insoddisfatto. Sono un ragazzo molto introverso ma anche molto autocritico. So di non aver rispettato le aspettative di tutti e anche le mie. Il lockdown mi ha fatto bene mentalmente, perché mi ha fatto recuperare energie nervose. Ogni volta provavo in ogni modo a ribaltare la stagione brutta. Vero che si gioca ogni tre giorni, ma da un certo punto di vista mi piace perché quando si lavora tanto in settimana per prepararsi alla partita c'è molto tempo per sprecare energie nervose. Così invece si prepara la partita e si gioca, senza tempo per pensare".

Sulle prossime partite che rimangono di questo campionato, contro Roma e Bologna: "Saranno due partite difficili, perché affronteremo due squadre forti. Noi ora dobbiamo cercare di fare punti per superare qualche squadra che ci sta sopra. L'obiettivo minimo è raggiunto, ora cerchiamo di recuperare qualche posizione".

"SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

tutte le notizie di

Potresti esserti perso