Torino, dopo Joao Pedro ecco Ferrari: di fronte un altro ex obiettivo di mercato

Focus On / Dalla vicenda ingarbugliata del mercato, al campo: Ferrari sfida la squadra granata da ex obiettivo

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Dopo la sconfitta contro il Cagliari, guidato da quel Joao Pedro che il Torino aveva provato a prendere in estate, i granata cercano i primi punti della stagione contro il Sassuolo di un altro giocatore che in estate era stato trattato dalla società e che avrebbe potuto giocare questa sfida con la maglia del Torino: si tratta di Gian Marco Ferrari (QUI i dettagli). Il difensore di De Zerbi si troverà ad affrontare la squadra che lo ha cercato in estate ma che non è riuscita a completare l’acquisto.

VERONA, ITALY – NOVEMBER 04: Gian Marco Ferrari of Sassuolo in action during the Serie A match between Chievo Verona and US Sassuolo at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on November 4, 2018 in Verona, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

LA VICENDA – Il Torino infatti è stato per settimane alla ricerca di un centrale difensivo, per cercare un sostituto di Lyanco: il brasiliano sembrava in partenza e si stavano tenendo d’occhio le possibili alternative, ricercate soprattutto tra i giocatori conosciuti da Marco Giampaolo. Oltre al giocatore del Sassuolo, c’è stato un forte interesse per Joachim Andersen, danese del Lione già allenato dal tecnico granata alla Sampdoria. Ma entrambi gli affari non sono stati chiusi, e il Toro ha quindi evitato di vendere Lyanco, che peraltro era stato rivalutato da Giampaolo (tanto che, come si è visto domenica scorsa, contro il Cagliari ha giocato titolare).

LE PAROLE – Ma precedentemente un tentativo del Torino per Ferrari c’era stato eccome. L’offerta, però, non era stata ritenuta congrua dal club neroverde. Tanto da indurre l’amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali ad affermare pubblicamente: “Dal Toro non abbiamo mai avuto alcun tipo di richiesta, se non dal procuratore con un’offerta che non è accettabile per quello che è il valore del giocatore. Da non prendere in considerazione minimamente“. Secondo alcune indiscrezioni di quei giorni, l’offerta del Torino per il centrale si aggirava intorno ai 7 milioni di euro (QUI i dettagli). Come detto, nulla di fatto. Ed ora, dopo questa vicenda di mercato, Ferrari si presenta da avversario con la voglia di fare bene e magari di lasciare qualche rimpianto al Toro.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Garnet Bull - 1 mese fa

    Verrai umiliato dal gallo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. eurotoro - 1 mese fa

    …quindi? che? ci purghera’ pure lui?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. PignaL - 1 mese fa

    Però, articolo di spessore

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy