Torino, i pagelloni della stagione – Mazzarri 5, è il naufragio del suo progetto tecnico

Torino, i pagelloni della stagione – Mazzarri 5, è il naufragio del suo progetto tecnico

I voti finali / 27 punti conquistati, poi il tracollo e l’addio: è naufragato il progetto di Mazzarri

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

La parabola di Walter Mazzarri rappresenta al meglio ciò che è stata questa stagione per il Torino. E purtroppo, nonostante le ottime premesse, non si può che accettare un giudizio insufficiente. Da qualsiasi lato la si veda, il progetto tecnico costruito da Mazzarri, che aveva prodotto ottimi frutti nella stagione precedente (quella dei 63 punti) è improvvisamente naufragato. Il gioco non è mai decollato ma nel girone d’andata il Toro ha girato comunque a 27 punti in classifica (come nel 2018/2019). Una quota raggiunta, a dire il vero, anche grazie a partite vinte fortunosamente con episodi favorevoli e tante parate di Sirigu (vedi le partite contro Atalanta, Genoa e Bologna). È a partire dal secondo tempo della partita esterna contro il Sassuolo che è iniziato (in termini di risultati) il tracollo che ha portato i granata a doversi salvare a due giornate dal termine in casa della SPAL. Non serve ricordare quanto la squadra fosse allo sbando e neanche i risultati delle partite contro Atalanta e Lecce. Mazzarri ha lasciato una squadra spremuta all’osso, con pochissime energie fisiche e mentali. Insomma, il bilancio parla di un eliminazione nel play-off di Europa League contro un super Wolverhampton, 27 punti conquistati in classifica e il cammino in Coppa Italia interrottosi a Milano nei quarti di finale. Ma per giudicare un’esperienza di questo genere non bastano numeri e statistiche: il naufragio del Torino è stato anche e soprattutto il naufragio di Mazzarri e del suo progetto. E così, nel giro di qualche mese, un capitano di lungo corso si è trasformato nel timoniere del Titanic.

LEGGI ANCHE: Toro, così giocherà Giampaolo: in fase difensiva linea alta e marcature a zona

LEGGI ANCHE: Calciomercato Torino: Vagnati e Massara, accordo di massima per Rodriguez

49 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mp63 - 1 mese fa

    Mazzarri forse non ha tutte le colpe ma non è di certo un’allenatore di primo livello. Tra lui e Ventura hanno fatto danni con l’esclusione delle seconde linee e giovani ( Benassi ). Ma questa è la politica del presidente Cairo. Essendo un maestro ( fino a prova contraria ) nella gestione delle aziende ha messo sempre nei posti chiave persone che dovevano avvallare le sue ideee. La società è sana economicamente ma sulle scelte tecniche ( e aprire un pò di più la borsa ) forse dovrebbe dare più libertà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabrizio - 1 mese fa

    eh si. Vladimir Cairo ha dettato la linea. Sempre colpa di altri…. E’ tutta la societa’ che ha fallito..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Rimbaud - 1 mese fa

    Mazzarri ha fallito e quindi non può essere sufficiente, siamo d’accordo. Ma la società (ovvero Cairo perchè ricordo che siamo stati più di un anno senza nemmeno il ds) non lo ha supportato per nulla nè sul mercato nè dentro lo spogliatoio. Il suo era un gioco fisico, è lapalissiano che per una squadra che fa della corsa e della marcatura a tutto campo i suoi segni distintivi la forma fisica sia fondamentale. E’ altrettanto evidente che iniziando la stagione già a luglio, per una formula di preliminari quantomai scellerata 16 giocatori non fossero sufficienti. L’Espanyol è persino retrocesso, nonostante le disponibilità economiche del patron, a noi è andata meglio nonostante il braccino. Può piacere o non piacere, ma è un tecnico che i risultati li ha sempre portati a casa. Una sola cosa contesto ed è la gestione di Ljajc e Iago. Quel tridente da sogno non andava smontato, ma anche qui la colpa è di una società che, a mio avviso, non ha saputo scegliere quello che era il giusto tecnico dopo miha, ovvero un tecnico da 433 che valorizzasse quanto di buono aveva lasciato il serbo, lavorando sul resto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cup - 2 mesi fa

    Troppo bene il girone di ritorno dello scorso anno, troppo male quello di ritorno di quest’anno. Questa squadra vale 27 punti a girone (ottenuti nei rispettivi gironi di andata degli ultimi due campionati), ovvero 54 a campionato (8° posto), ottenibili con impegno e serietà da parte dei giocatori, capacità e intelligenza da parte dell’allenatore. In ogni caso non è una squadra da Europa League. Poteva esserlo se ci fosse stata meno presunzione da parte del Presidente che invece di pensare a rinforzare la squadra a dovere (prendere Verdi non ha significato questo, dato che altri erano i ruoli “deboli”), si è pavoneggiato per un’altro ingresso in Europa da “opportunisti”. Guarda caso, ogni volta che ci hanno spinti in Europa la squadra è andata peggio l’anno dopo. Questo perchè quando arrivi più in alto di quanto vali, devi poi metterti d’impegno per confermarti, non sederti per compiacerti. Ora si riparte con giocatori di mezza tacca e si prospettano campionati da 10°-12° posto. Peccato pechè di qui sono passati Sirigu, Belotti, N’Koulou, Izzo, Ansaldi, alcuni dei quali hanno forse tradito, ma avevano qualità. Ora si ricomincerà da Petriccione e c.: dove vogliamo andare?!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 1 mese fa

      L’anno di Bilbao però la qualificazione ci è stta negata per un gol regolarisismo annullato a maxi non dimentichiamolo, oltre che alla papera di padelli (nanche qui stendiamo un velo pietoso)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maxx72 - 2 mesi fa

    É stata tutta colpa di Mazzarri invece il boss non ha nessuna colpa. Punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      E Lyanco dove lo mettiamo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 1 mese fa

        Lyanco lo mettiamo sul primo charter per Lisbona. Amico risanato delle balle sto Lyanco.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BarberaPa - 2 mesi fa

    Ha perso completamente le redini dello spogliatoio e questo non può essere solo colpa sua. Non aveva un DG, non aveva un DS. L’anno prima, in cui la squadra lo seguiva ha ottenuto ottimi risultati a mio parere. Mazzarri di sicuro non brilla per il bel gioco ma perlomeno ha un’idea di come giocare e fare punti sporchi e brutti nelle partite difficili e che alla fine del campionato ti portano a lottare magari per qualche piazzamento importante. Quest’anno è mancato tutto, sono mancati gli uomini per prima cosa. Colpa sua è stata quella di accettare una rosa a dir poco corta. Gli avessero dato quello che chiedeva quest’anno avremmo avuto tutta un’altra annata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Donato - 2 mesi fa

      Sono assolutamente d’accordo. Aggiungiamo l’ambiente tutt’altro che benevolo verso di lui ed il gioco è fatto. Lo 0-7 con l’Atalanta e il 4-0 di Lecce sono stati un evidente ammutinamento della squadra.
      Spero vadano via tutte le mele marce, e non sono poche. La difesa imperforabile dello scorso anno è diventata la più battuta quest’anno. A voi la sentenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 2 mesi fa

      Nessuno di noi è mai stato presente nello spogliatoio o alle riunioni dirigenziali ad ascoltare ciò che veniva detto o chiesto, ma è indiscutibile che più volte Mazzarri stesso ha dichiarato di preferire, anzi volere, la “panchina corta”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Donato - 2 mesi fa

        Proprio per evitare gazzarre stile Millico ed Edera

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BarberaPa - 2 mesi fa

          Parigini, Bonifazi e Laxalt sono stati ceduti per tale motivo. Cominciavano ad essere un problema a livello di spogliatoio e dato i problemi che già c’erano si è optato per tagliarli

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

          Si ma le “gazzarre” fanno parte di questo sport sopratutto a questi livelli, uno è pagato 2 milioni di Euro proprio perchè si presume che sappia gestirsele.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ciccio Graziani - 2 mesi fa

    Mazzarri e’ stato lasciato solo da una societa’ incompetente e prossimativa. La squadra non giocava bene, ma e’ sempre stata in linea di galleggiamento. Il girone di andata e’ finito con buoni 27 punti, i numeri sono numeri. Sono convinto che con lui al timone la squadra non si sarebbe mai trovata in lotta per non retrocedere. Questo lo dobbiamo a Longo, che non era all’ altezza. Forse lo sara’ in futuro, ma ora ci ha quasi affondato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13985182 - 2 mesi fa

    Quando i giocatori sono con te diventi un mago in caso contrario…
    uno dei suoi difetti è quello di assumersi colpe. É sempre colpa di altri, dei giocatori, del tempo, della sfortuna… col Verona 0-3 partita vinta. Sbagli i cambi, dai fiducia agli avversari e per poco la perdi. Commento: i giocatori mi hanno tradito. Da lì in poi gli si sono girati contro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      Però non ha mai detto il perché lo abbiano tradito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 2 mesi fa

        Evidentemente perché ha saputo farsi volere tanto, tanto bene dai
        “suoi ragazzi”…!
        E non solo da quei cattivoni che alcuni co-tifosi chiamano “tronisti”: scapestrati, sbandati, presuntuosi, incapaci non-giocatori di scuola granata.
        A quanto pare anche i diligenti padri di famiglia, e i ragazzi “per bene”, quelli senza tatuaggi né gel nei capelli, italiani e stranieri, più giovani e meno giovani, quelli da Mazzarri stesso sempre prescelti ed apprezzati, gli hanno “girato i denti”….!!!
        Mazzarri l’unica vittima, e i giocatori tutte carogne ingrate e colpevoli??
        Può darsi… Tutto può essere..
        Certo è che lo 0-7 subito in casa dall’Atalantae e il 4-0 di Lecce sono bei ricordi per noi tifosi..
        Perle che per sempre macchieranno l'”onore” della nostra squadra, e che solo il Signor Mazzarri ha saputo “regalarci”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Donato - 2 mesi fa

          Perle perlomeno condivise da chi è sceso in campo e si è letteralmente scansato davanti alle discese avversarie. Come si era scansato nella gara di andata coi Wolves per poi non giocare al ritorno. Adesso diamo anche colpa a Mazzarri. Ma in campo ci sono andati loro e quanto visto nelle due partite che hanno scritto la vergogna dice di una banda di rammolliti col culo pagato a peso d’oro.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

            E’ proprio questo il punto: Mazzarri ha praticamente glissato sul caso N’Koulou riabbracciando il figliol prodigo dopo appena due settimane da un fatto GRAVISSIMO ma ha messo fuori rosa Parigini reo di aver dichiarato che stava bene ma non giocava. Pesi e misure con differenze abissali. Lo so anch’io che N’Koulou era praticamente insostituibile e che Parigini non è un campione ma così non si fa.
            Quando Parigini è dovuto andare via ha ricevuto un messaggo di solidarietà via social da più di mezza squadra, lui più di tutti, a dimostrazione che lo spogliatoio era dalla sua parte quindi non col mister.

            Questo è solo uno dei Grandi errori commessi dal Mazzarri.

            Mi piace Non mi piace
        2. ddavide69 - 2 mesi fa

          Mazzarri può essere considerato tutto fuorché una vittima. Un professionista che guadagna 2 milioni di euro l anno , ha il diritto – dovere di imporre alcune scelte. Evidentemente ha peccato di presunzione , cosa che invece è una caratteristica di Cairo , il quale di nuovo ha pensato di poter bastare da solo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 1 mese fa

            Héctor Belascoarán,ddavide69,
            Eurotoro grazie per aver detto esattamente ciò che penso anche io..
            Prendo atto che non sono la sola a cercare di azzardare certi messaggi, di far passate certe idee.
            Meno male!!
            Anche perché constato che, dette da voi, le stesse cose sono ben accette, magari non condivise, ma ben accette!!
            Nessun attacco personale, per fortuna!

            Mi piace Non mi piace
          2. ddavide69 - 1 mese fa

            Mah , a volte anche io mi i…..o e alla fine ,seppur importante, si tratta solo di calcio. Sono stufo di questa situazione e credo che molti battibecchi a volte purtroppo poco rispettosi, dipendono anche dalla frustrazione di veder sempre calpestate le nostre ambizioni.

            Mi piace Non mi piace
  9. eurotoro - 2 mesi fa

    il ciclo Mazzarri è stata la fase offensiva piu scadente di tutti i cicli che ho visto..anche il ciclo Colantuono era piu efficace con il mono schema cross a giro di Gasbarroni x Rolando!..siccome ho ammirato la sua rReggina ed il Napoli di Cavani credo che si sia incartato da solo non sfruttando gente come verdi jago baselli zaza belotti berenguer di certo non inferiori ai giocatori di quella Reggina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Donato - 2 mesi fa

      Jago e Baselli sempre in infermeria. Non mi pare che il primo abbia mostrato granché poi a Genova, giocando pochi minuti. In quanto a Zaza…. siamo ancora alla ricerca di un allenatore che sappia sfruttare le sue immense doti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Kieft - 2 mesi fa

    È arrivato e ha subito messo in panchina Ljiaic per far giocare berenguer, non ha mai dato un gioco al toro ma bravissimo a preparare le contromosse per gli avversari e creare occasioni con le palle inattive sfruttando ( Nkoulu de silvestri e Izzo), io in due anni a parte con la Samp di Giampaolo non ricordo una vittoria netta su un avversario … …anzi molto spesso le piccole ci hanno messo in difficoltà…. avrà anche vinto un paio di partite contro l’Atalanta di gasperini, sempre grazie a sirigu, ma con il gioco di gasperini il suo non gioco lo fa impallidire come i risultati della squadra bergamasca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Junior - 2 mesi fa

    L’allenatore paga per tutti. WM paga anche per colpe non sue. Certo ha delle responsabilità, avevamo una squadra morta. Ma il principale responsabile è la società. Mandato via Petrachi, non c’è stato un giusto ricambio ed invece di comprare un buon centrocampista, hanno speso tutti quei soldi per Verdi. Il caso NKoulou, gestito male, ha anche contributo allo sfaldamento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxgemelli - 2 mesi fa

      Petrachi non è stato mandato via, ma si era già accordato con la Roma , comportandosi in modo scorretto nella vicenda Nkoulou, al quale aveva promesso di portarlo con lui a Roma . E che non fosse una bella persona, lo ha dimostrato anche nella Capitale, dove lo hanno buttato fuori dopo neanche un anno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 mesi fa

        Era da marzo che Cairo sapeva se ne sarebbe andato e non ha fatto NULLA per sostituirlo in tempo con l Europa da giocare. Imperdonabile.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Donato - 2 mesi fa

          A me pare che se ne sia andato alla chetichella comportandosi da pezzo di merda. Ma se tu hai informazioni migliori diccele. A Roma lo hanno sbattuto fuori dopo 6 mesi, evidentemente il successo gli ha dato alla testa

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 2 mesi fa

            Pezzo di m… ,magari, ma sono uscite notizie sui suoi accordi con la Roma già a marzo. È imperdonabile per un presidente di una società di serie a, arrivare alle qualificazioni per l Europa senza un ds per fare mercato, a meno che….

            Mi piace Non mi piace
      2. Junior - 2 mesi fa

        A Roma è un’altra situazione. Pallotta ha appena venduto ed è contestatissimo dai tifosi. Petrachi, sebbene considero scorretto il suo comportamento verso di noi, ha delle qualità e lo ha dimostrato portando al Toro diversi giocatori con cui la società ha vissuto per anni con le rispettive plusvalenze. Criticabile o no questi sono i fatti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Bela Bartok - 2 mesi fa

    Secondo me ha semplicemente sbagliato a non fare la preparazione atletica e poi ha insistito nell’errore scegliendo di non fare mai un richiamo, nemmeno nelle pause per la nazionale. A gennaio eravamo fermi, qualsiasi avversario sembrava volasse contro di noi. E non è un caso che a fine stagione siamo risultati ultimi per chilometri percorsi. A me non dispiaceva come allenatore ma per uno della sua esperienza è stato un errore madornale che quasi ci è costato la retrocessione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Messere Granata - 2 mesi fa

    Mazzarri, tra le altre cose, ha pagato anche l’esortazione, rivolta alla Squadra, di prendere come esempio Chiellini, ignorando la sentenza della Corte dell’Aja che proibisce qualsiasi tipo di Apologia di Gobbismo. Rapporto incrinato, allenatore esonerato. Avanti i prossimi. Chissà quali altre “gaffes” ci riserveranno? Chiedere del Capo Gaffeur.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. nonnogranata - 2 mesi fa

    Secondo me l’inizio del tracollo è coinciso con l’incredibile rimonta subita a Verona : lì qualcosa si è rotto nella testa di allenatore e squadra…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. maxxx - 2 mesi fa

    5? Sconfitti in casa dal Lecce a cui abbiamo regalato 6 punti su sei,sconfitti in casa dalla Spal, sconfitta storica in casa con l’Atalanta, una squadra senza anima, senza cervello,, senza polmoni. Totale mancanza di gioco, di schemi d’attacco, la squdra pensava solo a distruggere il gioco degli avversari ed i giocatori picchiavano come fabbri. Molti ricordano il settimo posto dell’anno scorso e lo giudicano un buon risultato. Si, forse, se non si guarda alle occasioni mancate: sconfitte, sempre in casa, contro le ultime, contro un Empoli che stava retrocedendo e che ci ha rifilato 4 reti. Dai, per favore. Ora, finalmente è tornato a fare quello che deve fare un ex tecnico come lui: darsi alla pesca amatoriale in riva al Tirreno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il Giaguaro - 2 mesi fa

      Maxx non posso che concordare con te, l’anno dei 63 punti è un anno di cui rammaricarsi per le sconfitte con le ultime (altrimenti in Europa si entrava tranquilli dalla porta principale). Le colpe da Ventura in poi, oltre a quelle tattiche, sono principalmente mentali. La Società Torino FC, al di là degli investimenti o non investimenti di Cairo, ha sempre avuto una mentalità perdente. A Cairo e ai suoi (troppo pochi) collaboratori rimprovero l’incapacità di creare un team con la mentalità vincente. Che, attenzione, non vuol dire dover vincere sempre… Vuol dire avere la condizione mentale di battere regolarmente chi è più debole, quasi sempre chi è al tuo livello e giocartela al meglio con chi è più forte, anche perdendo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BarberaPa - 2 mesi fa

        Bravissimo hai centrato perfettamente il problema! Abbiamo comunque il settimo monte ingaggi della serie A ma a ste fighette nessuno che gli stia sul collo per farli rendere per quanto percepiscono!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 2 mesi fa

      Maxxx: ha parlato lei anche per me!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 2 mesi fa

        Sono contento che con almeno un maxx lei vada d’accordo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 2 mesi fa

          Questione di “x”, evidentemente!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Bastone e Carota - 2 mesi fa

    Avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni a giugno 2019. Aveva in saccoccia un buon campionato da 63 punti e la prospettiva di non ottenere giocatori validi. Avrebbe salvato la faccia e mostrato la responsabilità dei vari cairo, petrachi, comi, ecc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granataLondinese - 2 mesi fa

    Allora, finalmente hanno sistemato i commenti? Avete smesso di bannarmi?

    Ci tengo a scrivere che il Wolverhampton e’ arrivato ai QUARTI di Europa League.
    E sono pure arrivati SETTIMI in Premiere League.

    Cosa c’entra questo con Mazzarri?

    Abbiamo puntato TUTTE le aspettative della MAGGIORPARTE dei giocatori sull’EL.

    Mazzarri (e la societa’, col non mercato) l’hanno preparata MALISSIMO!

    Ora, e’ vero che il Milan e’ stato defilato all’ultimo, ma noi dovevamo andare con l’atteggiamento di una comparsa, di una partitella impegnativa ma comunque estiva.

    Non un o la va o la spacca, era praticamente certa l’esclusione.

    Quello, ha influenzato il resto della stagione, giocatori depressi.

    Si e’ promesso l’Europa a tutti (anche tentendo gente che voleva andare via, dai stai, che andiamo in europa) ma non si sono dati i mezzi ne all’allenatore ne alla squadra di restarci per almeno un paio di turni.

    E’ vero che potevamo trovare un avversario meno ostico, ma e’ anche vero che Mazzarri (un grande punto?) ha fallito MISERAMENTE la stagione proprio per questo incidente.

    Fondamentalmente non ha piu’ recuperato la squadra da li in poi.

    Passi il brutto gioco (gia’ visto l’anno scorso) ma l’anno scorso riusci’ a motivare tutti a dare il 120% per andare in Europa, una strategia che poi non ha pagato, finiti ed usciti in europa la squadra si e’ persa.

    Andava esonerato prima, prima del mercato di gennaio (dove ci tengo a ricordare abbiamo perso Iago e Bonifazi, infortunati e scarsi magari ma sarebbero stati utili come il pane nelle ultime giornate).

    E quindi mazzarri NON E’ UN GRANDE. PUNTO. E grazie Longo che hai salvato la baracca.

    Gianpaolo? Datemi Sarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. granataLondinese - 2 mesi fa

    test

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Messere Granata - 2 mesi fa

      Se tu avessi scritto toast, invece di test, un “più” l’avresti preso. Da Comi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. user-13958142 - 2 mesi fa

    La squadra non lo seguiva più e siamo stati costretti a cambiarlo, detto ciò sappiamo benissimo che ha pagato colpe che non solo non erano tutte sue ma che erano quasi esclusivamente di altri. Nessun allenatore neanche il più scarso al mondo può mettere i giocatori loro malgrado in condizione di perdere 7-0 con l’Atalanta o 4-0 col Lecce

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. MASSIMO64 - 2 mesi fa

    Sono assolutamente d’accordo con Mimmo.Premettendo che e’ un allenatore che predilige in modo esagerato il non gioco;nello scorso campionato pero’e’stato lasciato solo da una societa’ inesistente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Mimmo75 - 2 mesi fa

    Dare 5 a Mazzarri che aveva chiesto apertamente 4 rinforzi di livello (rileggersi l’intervista post Lazio ultima giornata campionato 2018/19) vuol dire esonerare Cairo da ogni responsabilità: tempi e modi del mercato, gestione DS, gestione tifosi, promesse sbandierate e non mantenute. Ci siamo salvato proprio grazie ai 27 punti di Mazzarri e nonostante Cairo gli diamo 5!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 2 mesi fa

      La socita’ prende un bel 4, ci mancherebbe, ma Mazzarri ha perso la squadra una volta usciti dall’Europa.

      Se era onesto parlava a tutti prima della partita, gli diceva, sentite, ho chiesto dei rinforzi, non sono arrivati, Verdi l’ultimo giorno, cosi’ siamo nettamente inferiori.

      Potete fare il miracolo ma la vedo dura, per cui prepariamoci alla disfatta.

      Invece ha puntato un’intera stagione su una maledetta partita, ha fallito alla grande.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy