Torino, il pagellone di fine 2020: Zaza 5.5, il Covid l’ostacola ma gli errori pesano

I voti / Gli errori a Firenze e soprattutto nel Derby pesano un macigno. Ha, però, avuto poca continuità a causa del Covid e di infortuni muscolari

di Andrea Calderoni

Sotto le Feste su Toro News torna l’appuntamento con i pagelloni di fine anno: a ogni giocatore assegneremo un voto che riassuma la prima parte della stagione 2020/2021, ossia il periodo che va da settembre a dicembre. Buona lettura.


Il rendimento di Simone Zaza nella prima parte della stagione non raggiunge la sufficienza. L’attaccante lucano, ostacolato anche dal Covid, non ha giocato con regolarità e ha commesso tanti errori. Dal punto di vista realizzativo è a quota 2 reti stagionali, equamente distribuite tra campionato e Coppa Italia. Le presenze, invece, non raggiungono la doppia cifra: 7 in Serie A, 6 delle quali da titolare, ed una nella coppa nazionale contro l’Entella. Non soltanto il Covid ha fermato Zaza, ma anche un problemino muscolare. Ancora una volta, dunque, da settembre ad oggi l’ex nazionale azzurro non è stato all’altezza della situazione, non riuscendo a supportare in maniera concreta e costante Andrea Belotti. Non è stato in grado di dare continuità al positivo finale della scorsa stagione, anche perché la richiesta di Marco Giampaolo è diversa rispetto a quella di Moreno Longo, l’unico allenatore in grado di rendere quanto meno funzionale Zaza nelle ultime deludenti stagioni granata.

TURIN, ITALY – DECEMBER 12: Simone Zaza of Torino F.C. and Kevin Bonifazi of Udinese Calcio battle for the ball during the Serie A match between Torino FC and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on December 12, 2020 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

PARTITA TOP – Nel giorno dell’acciacco muscolare di Belotti nel prepartita, Zaza ha sfornato la miglior prestazione stagionale: era il 22 novembre, lo stadio era il “Giuseppe Meazza” di Milano e l’avversario era l’Inter di Antonio Conte. In quel match Zaza non soltanto riuscì a segnare il suo unico gol in questo campionato, ma diede una grande mano alla sua squadra nella prima ora di gioco, dialogando al meglio con Simone Verdi fino a quando quest’ultimo non uscì per infortunio. Un’altra discreta prestazione Zaza l’ha offerta la settimana dopo in casa contro la Sampdoria.

LEGGI ANCHE: Torino, il pagellone di fine 2020: Rodriguez 5.5, tanta fatica e poche cose positive

PARTITA FLOP – Zaza ha miseramente fallito l’appuntamento con il gol nel Derby della Mole. Sarebbe potuto valere lo 0 a 2 alla mezz’ora del primo tempo. Tuttavia, contro la Juventus l’episodio più grave l’ha visto protagonista all’uscita dal campo a circa un quarto d’ora dalla fine con i granata ancora avanti 0 a 1. Una reazione fuori luogo nei confronti del tecnico e la scellerata decisione di tornare anzitempo negli spogliatoi senza seguire il finale in panchina con i compagni. Un gesto che testimonia meglio di qualsiasi altro la fragilità mentale dello Zaza versione granata delle ultime tre stagioni. Da rimarcare, inoltre, il disastroso passaggio sbagliato a Firenze nella prima giornata sul punteggio di 0 a 0. Con un po’ più di precisione avrebbe messo Belotti davanti al portiere e le cose al “Franchi” e forse nella stagione del Torino sarebbero potute cambiare.

VOTO – Complice il Covid e il problema muscolare, Zaza si merita un 5.5 in pagella. Le poche partite nelle gambe e i tanti giorni ai box rappresentano una piccola scusante per un giocatore che avrebbe dovuto cambiare volto all’attacco granata nell’estate 2018 quando è stato acquistato e invece ha deluso a più riprese. L’attaccante lucano resta sempre un giocatore discusso sul mercato. Tra qualche settimana capiremo se proseguirà fino a fine stagione con il Torino. Certo è che da gennaio a giugno non ci saranno più scusanti e il rendimento dovrà necessariamente essere diverso.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granatadellabassa - 4 settimane fa

    Ormai ho perso ogni speranza in Zaza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mp63 - 4 settimane fa

    Forse il voto è troppo basso. Per quanto riguarda lo stipendio. Per la resa mi associo agli altri commenti. In serie B e legapro ci sono attaccanti che sono molto più forti e meno pagati, molto meno pagati. Certo che al Toro sta bene. Guadagna bene e sono 3 anni che prende tutti in giro con il suo impegno. Certo è l’amicone di tutti i compagni ma nel calcio è anche lui un professionista. Nel Toro ci sono stati anche giocatori dotati di tecnica non eccelsa ( Gazzi e Vives per fare 2 nomi recenti) ma sono ancora rimpianti da molti tifosi. Nel toro si gioca con grinta, si combatte e si esce dal campo con onore. Mi dispiace per il ragazzo perchè potrà essere una brava persona ma con il suo fare indolente si rende antipatico e mediocre come giocatore. Voto 4. Pensare che gioca con un ragazzo d’oro, il gallo Belotti, ma mi sembra che non impari nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

    Se Cairo merita 7 come presidente, il 5,5 a Zaza è più che meritato anzi gli sta pure un pochino stretto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GranataFinchCampo - 4 settimane fa

    5,5 non è una media, ma la somma dei voti delle sue stagioni al Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Agnolotto - 4 settimane fa

      Si cosi ha senso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. vertigo.19777 - 4 settimane fa

    Zaza inutile. Zaza sta al calcio come Alfonso Signorini in un harem di donne single…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. paviagranata - 4 settimane fa

    5,5? Ma per favore. Un 3 è regalato. Per noi un giocatore insignificante ed inutile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. altoro - 4 settimane fa

    Il carattere assolutamente presuntuoso e indolente dell’attaccante lucano lo rendono sostanzialmente inviso a numerosi tifosi granata, quali il sottoscritto. Tuttavia egli è l’unico calciatore della rosa a disposizione del tecnico Giampaolo di cui ho periodicamente modificato la mia opinione personale durante queste due stagioni e quasi mezza, in corso, ossia dal periodo di Agosto 2018 quando fu ingaggiato dalla Società granata. All’alba del nuovo anno il bilancio globale del rendimento di Zaza rimane largamente insufficiente, quindi nettamente inferiore alle aspettative sia della stampa specializzata sia dell’intero popolo granata. Purtroppo ho riscontrato una clamorosa alternanza di atteggiamento mentale e quindi di approccio individuale alle partite in genere in cui è stato utilizzato dal tecnico di turno, quindi nel passato Mazzarri e Longo, attualmente Giampaolo che hanno reso talvolta assolutamente ondivago quindi oscillante la mia valutazione personale sul rendimento dello stesso attaccante lucano. Concordo con la Redazione di ToroNews che la prestazione allo stadio Meazza di Milano contro Inter, circa un paio di mesi fa, è stata la migliore prestazione stagionale di Zaza Tuttavia tale determinazione e applicazione è sempre stata saltuaria e occasionale, quindi non è mai stata accompagnata dalla necessaria continuità richiesta ad un calciatore che è rientrato in patria, dopo una biennale esperienza positiva in Spagna nel Valencia, con l’esplicito e pubblico proposito e ambizione personale di rientrare nel giro azzurro della Nazionale italiana. A questo proposito, alla data odierna, la sua “mission” personale è miseramente naufragata proprio a causa di un atteggiamento e un approccio individuali alla partita in genere frequentemente sbagliato, come la settimana scorsa a Napoli quando è entrato in campo nel finale della stessa con un atteggiamento assolutamente indolente e svogliato quando, al contrario, avrebbe dovuto sputare sangue fino al 96° minuto della medesima nella difesa del temporaneo vantaggio della formazione granata contro il Napoli. Inoltre, ribadisco, ritengo che nell’ambiente egli è assolutamente sopravalutato, sotto l’aspetto tecnico e , di conseguenza, economico in quanto nel contratto quadriennale, firmato con la Società granata, egli percepisce un ingaggio in esponenziale crescita annuale, ossia dal milione e mezzo netto della prima stagione all’attuale un milione e ottocentomila netti di quella, la terza, in corso. Pertanto in considerazione del suo rendimento globale assolutamente insufficiente in rapporto ai sopracitati onerosi costi a libro paga, ritengo assolutamente opportuno e quindi auspicabile che durante l’imminente sessione invernale di mercato la Società granata possa individuare una Società che effettua una offerta, assolutamente accettabile anche a prezzo di saldo, per scaricare il milionario attaccante lucano. Amen. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Emilianozapata - 4 settimane fa

    Per me Zaza è quello che faceva lo spaccone quando giocava per i gobbi; è quello del ridicolo balletto davanti al portiere della Germania Neuer ai quarti di finale degli Europei 2016 con conseguente figura di m…in virtù del rigore sbagliato in compagnia del suo degno amico, l’impomatato Pellè; è quello che si fa ammonire quasi sempre; quello che quando c’è non esiste ma fa danni. Mi domando perché giochi nel Toro. Per me Zaza vale 3 a prescindere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granataLondinese - 4 settimane fa

    Dai avanti coi 5.5 politici dettati da RCS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. vertigo.19777 - 4 settimane fa

    5,5?!!! Ma per favore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Agnolotto - 4 settimane fa

      Semplicemente ridicolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy