Torino, il pagellone di fine 2020: Rodriguez 5.5, tanta fatica e poche cose positive

I voti / Arrivato nella sessione estiva di calciomercato dal Milan, lo svizzero non ha saputo finora convincere del tutto pur giocando in diverse posizioni.

di Redazione Toro News

Sotto le Feste su Toro News torna l’appuntamento con i pagelloni di fine anno: a ogni giocatore assegneremo un voto che riassuma la prima parte della stagione 2020/2021, ossia il periodo che va da settembre a dicembre. Buona lettura.


Da quando veste la maglia del Torino, Ricardo Rodriguez ha fatto intravedere sia cose positive che negative, ma è lecito chiedere più continuità e solidità a un giocatore della sua esperienza, anche europea. Giampaolo lo ha impiegato sia da terzino sinistro in una difesa a 4 che da centrale sinistro quando ha deciso di giocare a 3 dietro; a Napoli, infine, Rodriguez ha fatto anche il quinto di centrocampo a sinistra. Lo svizzero ha dimostrato di sapersi adattare a giocare in più posizioni ma non ha quasi mai brillato davvero. In diverse occasioni il Torino ha subito gol in azioni nate dalla zona di campo da lui presidiata e inevitabilmente è coinvolto nelle responsabilità nel contesto della difesa più battuta del campionato sino ad ora. 

NAPLES, ITALY – DECEMBER 23: Ricardo Rodriguez of Torino F.C. is challenged by Hirving Lozano of SSC Napoli during the Serie A match between SSC Napoli and Torino FC at Stadio Diego Armando Maradona on December 23, 2020 in Naples, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)PARTITA TOP – Come si diceva, non c’è stata una partita in cui Rodriguez abbia decisamente brillato. Forse le cose migliori lo svizzero le ha mostrate nella partita dello scorso 4 novembre fuori casa contro il Genoa, unica vittoria del Toro in campionato. Entrato al 53^ per dare una mano alla retroguardia, Rodriguez si rese protagonista di un paio di belle chiusure difensive che consentirono ai granata di portare a casa i 3 punti. Discreta anche la prova offerta a Napoli da laterale di centrocampo, o per meglio dire da quinto di difesa a sinistra.

TURIN, ITALY – DECEMBER 12: Roberto Pereyra of Udinese Calcio is put under pressure by Ricardo Rodriguez of Torino F.C. during the Serie A match between Torino FC and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on December 12, 2020 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

PARTITA FLOP – La partita in cui Rodriguez ha sofferto di più è stata probabilmente quella contro il Cagliari del 18 ottobre, terminata 2-3 a favore dei sardi. In quella partita, il Cagliari ha maramaldeggiato sul fronte sinistro della difesa del Torino, con lo svizzero e Linetty che furono regolarmente sopraffatti dalle sfuriate del terzino Zappa e del mediano Nandez. Non è stata quella l’unica occasione in cui la squadra di Giampaolo ha sofferto particolarmente sul fronte sinistro, specie sui cambi di gioco degli avversari.

TURIN, ITALY – DECEMBER 20: Emanuel Vignato of Bologna battles for possession with Ricardo Rodríguez of Torino during the Serie A match between Torino FC and Bologna FC at Stadio Olimpico di Torino on December 20, 2020 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

VOTO – Il difensore svizzero si aggiudica per ora un 5.5, voto che evidenzia la non sufficienza nella maggior parte delle sue prestazioni da quando veste la maglia granata ma che non si allontana troppo da un 6 al quale può tranquillamente ambire nel pagellone di fine stagione. Oltre a migliorare la fase difensiva, da lui è lecito aspettarsi anche qualcosa di interessante dalle palle inattive: Rodriguez, infatti, in più di una occasione ha dimostrato di essere un ottimo battitore mancino di calci piazzati andando vicino al gol (ha spiccato in particolare la traversa colta contro l’Udinese).

 

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. altoro - 4 settimane fa

    Personalmente ritengo Rodriguez il terzino sinistro più statico in circolazione sull’intero pianeta del calcio professionistico. Personalmente non ricordo assolutamente di aver visto un terzino che nella corsia sinistra di sua esclusiva competenza non effettua assolutamente mai una incursione nè tantomeno un cross in area. Neppure il mediocre ma volenteroso DeSilvestri, le cui prestazioni nel TORO si sono protratte per quattro stagioni, è assolutamente mai giunto ad un livello così basso di rendimento. Alcuni colleghi milanesi affermano convinti che sul terreno di gioco dello Stadio Meazza non si era mai visto un terzino così scadente. Infatti al Milan l’esplosione del fenomeno Teo Hernandez lo ha relegato in panchina durante l’intero campionato della scorsa stagione. Nel modulo della difesa a tre nello specifico ruolo di “braccino” posizionato sul centro sinistra della stesso reparto arretrato il suo rendimento è leggermente migliore. Rodriguez riveste tale ruolo specifico nella Nazionale Svizzera il cui tasso tecnico globale è assolutamente mediocre in quanto attualmente la stessa nazionale elvetica occupa le ultime posizioni del ranking delle nazionali europee. Le uniche caratteristiche positive dell’esperto calciatore svizzero di origine cilene è quella di essere dotato di un ottimo senso della posizione e di una buona abilità tecnica nella battitura delle punizioni da fermo dal limite dell’area avversaria. Fratelli granata del forum, personalmente ritengo che tali doti di Rodriguez siano assolutamente insufficienti, sotto il globale aspetto tecnico-tattico, per giustificare il suo ingaggio milionario. Amen. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. christian85 - 4 settimane fa

    La cosa che mi fa innervosire è che sta gente di m*****, soprattutto lui, per accettare di venire al Toro non solo ci ha pensato e ripensato, ma a condizioni sue e del suo agente.

    A livello di mercato però non si può dire nulla perchè è un acquisto mirato, ma i soldi che prende il signorino non sono meritati e lo stesso vale anche per Linetty, un altro che per venire da noi si è visto raddoppiare il suo ingaggio da quando era alla Samp.

    Migliorano i loro ingaggi faraonici ma il Toro peggiora finendo nel nulla.

    Rodriguez oltretutto era un giocatore che aveva bisogno di ritrovare stima e nemmeno la contestazione prima con l’Udinese è servita a qualcosa.

    Non è normale che un ragazzino come Singo che ci mette il cuore e la grinta percepisca nemmeno la metà dell’ingaggio di uno stronzo kebabaro del genere. Assurdo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cuore granata 69 - 4 settimane fa

    Ha un buon calcio da fermo…ma un terzino in una difesa a 4 dovrebbe saper anche spingere e crossare…non lo fa mai ..e spesso si perde l’uomo alle spalle..a volte mi pare giochi col freno a mano tirato..adesso capisco il.milan appena arrivato Theo Hernadez che rispetto a lui è un fenomeno lo ha relegato in panchina fisso..è un giocatore che quando gioca bene prende 6 massimo 6.5…li invece ci voleva spinta e cross per il gallo…copia e incolla con Laxalt giocatori normalissimi che trovi pure in italia..un pellegrini che oggi è al genoa sicuramenre meglio di Rodriguez per citare il primo che mi è venuto in mente..o Biraghi che l’Inter svendeva anche..almeno spingono e crossano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Forzatoro - 4 settimane fa

      L’unico problema di quelli che hai citato è che non si chiamano pellgrinho o Biragovic, sennò sarebbero considerati in modo molto diverso…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy