Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Torino, Meité in versione mezzala: il francese prova a restare protagonista

TURIN, ITALY - JULY 16:  Soualiho Meite (R) of Torino FC is tackled by Lasse Schone of Genoa CFC during the Serie A match between Torino FC and  Genoa CFC at Stadio Olimpico di Torino on July 16, 2020 in Turin, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Focus on / Il francese dovrà ripetersi sui livelli post-lockdown. Contro il Novara ha iniziato da titolare e con il piede giusto

Andrea Calderoni

Soualiho Meité ha iniziato il nuovo corso di Marco Giampaolo titolare. Contro il Novara nella prima amichevole stagionale del Torino ha ricoperto lui il ruolo di mezzala destra dal primo minuto. Tra l'altro, si è disimpegnato piuttosto bene, dimostrando di essere tornato abbastanza in forma dalle vacanze agostane. A proposito d'estate, è stata certamente molto positiva per il francese. La fase post-lockdown l'ha visto assoluto protagonista nel Torino di Moreno Longo. Insieme a Gleison Bremer, è stato colui il quale ha elevato maggiormente il livello delle proprie prestazioni.

BUONA LA PRIMA - A differenza di Tomas Rincon regista, Meité mezzala contro il Novara ha piuttosto convinto. Ora, però, starà a lui fare ulteriori passi in avanti per assicurarsi dapprima la permanenza in granata (ad oggi dovrebbe rimanere, ma è risaputo che in periodo di calciomercato tutto può sempre accadere) e poi un posto da titolare nello schieramento di Giampaolo. Diciamo che chi ben comincia è alla metà dell'opera e Meité ha mosso bene il suo primo passo nella nuova annata.

SENZA LUKIC - Ad oggi, 31 agosto, è lui primo nelle gerarchie granata nel ruolo di mezzala destra (a sinistra Karol Linetty) e il match amichevole di sabato l'ha confermato. C'è da dire che, però, non ha sfidato gli azzurri Sasa Lukic, alle prese con un affaticamento. Il serbo può essere una valida alternativa di Meité. Inoltre, anche dal mercato in entrata del Torino potrebbero arrivare ulteriori novità che aumenterebbero la concorrenza per il francese classe 1994 pronto ad iniziare la sua terza stagione sotto la Mole. Starà perciò al transalpino nato a Parigi dimostrare a Giampaolo che può essere il tassello giusto nella mediana granata, riprendendo un percorso che sembrava essersi interrotto e che invece questa strana estate ha illuminato di nuovo.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso