Torino, Nicola e la missione salvezza: squadra a -1 a 20 partite dal termine

Focus on / Il Torino è ad un punto dalla zona salvezza. L’esperienza del nuovo tecnico in queste condizioni dovrà essere un valore aggiunto

di Andrea Calderoni

Nuova rivoluzione tecnica in casa Torino. In 12 mesi 4 allenatori: dal naufragio di Walter Mazzarri alla salvezza di Moreno Longo, dal fallimento del progetto societario impostato con Marco Giampaolo al tentativo di risalita di Davide Nicola, che oggi ha diretto il suo primo allenamento. L’ex Crotone e Genoa eredita una squadra in zona retrocessione, ma ad un solo punto dalla salvezza. Avrà a disposizione 20 partite nella sua seconda vita granata per trascinare Belotti e compagni alla salvezza. Chiuderà venerdì sera il girone d’andata a Benevento, poi tutto il girone di ritorno a partire dal match con la Fiorentina in casa.

TURIN, ITALY – JANUARY 16: Andrea Belotti of Torino reacts after the Serie A match between Torino FC and Spezia Calcio at Stadio Olimpico di Torino on January 16, 2021 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

SITUAZIONE – Nicola eredita una situazione molto complessa ma non disperata. È complessa perché il Torino osservato sabato ha dato l’idea di una squadra già rassegnata, che appariva già disarmata. Ma non si può considerare disperata la situazione considerando la compattezza della classifica e le tante formazioni immischiate nella lotta per non retrocedere. In tal senso anche il bel Benevento di Pippo Inzaghi se dovesse perdere venerdì non potrebbe sentirsi tranquillo dopo comunque un ottimo girone d’andata. Rispetto agli scorsi anni, tuttavia, una differenza esiste nel torneo di Serie A: al giro di boa non ci sono squadre “materasso” già fortemente indiziate alla retrocessione. Nelle scorse stagioni, ad esempio, il Frosinone e la Spal giunti a questo punto avevano già un piede in Serie B. Stavolta, la concorrenza è mediamente di livello più alto nel senso che ad oggi tutte le squadre sono vive, compreso il Crotone ultimo che ha rifilato 4 reti al Benevento proprio domenica scorsa.

MERCATONicola riceve il testimone da Giampaolo in un momento della stagione diverso rispetto a quello in cui salì sull’imbarcazione granata Longo al posto di Mazzarri. Il mercato, infatti, è ancora aperto e dal mercato si deve attingere per cercare di migliorare la situazione. Le lacune qualitative, soprattutto in mezzo al campo, fin qui sono state fin troppo evidenti. Nello stesso tempo se altri scontenti volessero accasarsi altrove, sarebbe buona cosa non trascinarseli dietro fino a giugno. Tutte queste valutazioni, comunque, dovranno essere fatte velocemente in queste ore perché di tempo il Torino ha poco. La battaglia per non retrocedere in qualsiasi categoria è diversa rispetto ad ogni altra. Servono testa, cuore e temperamento. Nella rosa granata in pochi hanno lottato per salvarsi nella loro carriera, fatta eccezione per la scorsa stagione. Nicola, invece, di sfide salvezza ne ha condotte tante. In tal senso la sua esperienza dovrà essere un valore aggiunto per la rincorsa del gruppo granata.

57 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. stanislaobozzi - 1 mese fa

    forza davide
    forza toro
    CAIRO VATTENE !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maxx72 - 1 mese fa

    Ripeto la ricetta di Davide Nicolas Fulgenzio: scarpate sui denti (cit.Christian) e pince fino a far uscire sangue dal culo.
    Ora questi hanno proprio rotto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 1 mese fa

      Ancora una cosa: per me Nicola ad accettare quel contratto é stato troppo capo. Ha due palle quadrate quell’uomo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Rambo Policano - 1 mese fa

    Buonasera a tutti…solo un pazzo innamorato perso del toro avrebbe accettato una missione così….Longo non si è fatto fregare una seconda volta perché già scottato…Il buon Nicola ha accettato clausole che avrebbero fatto scappare a gambe levate qualsiasi allenatore con un minimo di dignità.
    Ma noi siamo innamorati a tal punto di questi colori,da perdere la ragione,trascurare la famiglia,i doveri…e se potessimo chiunque di noi si prodigherebbe a salvare quest’accozzaglia di bipedi viziati che portano addosso indegnamente i nostri amati colori…
    Ora…prendiamo per buono che ancora non abbia comprato nessun giocatore perché non certo di confermare Giampaolo, non resta che attendere…ben consci che a gennaio non è che abbiamo mai visto mirabilie dal presiniente…
    A me preoccupa molto la scarsezza atletica di questa squadra…si può essere scarsi fin che vuoi tecnicamente,ma intanto arriva prima dell’avversario sul pallone,fai vedere che sputi sangue…in fondo ci basterebbe questo…credo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bertu62 - 1 mese fa

    Buonasera a tutti….
    I temi sono molti ed i punti “caldi” ancora di più ma limitiamoci a soli 3: Passatp, presente e futuro…
    Passato: Giampaolo ed il Suo esonero…. L’errore più grosso, commesso (tanto per dire una novità) da Cairo, è stato quello di aver preso Giampaolo SENZA che Vagnati, Direttore Sportivo, ne sapesse nulla e senza (addirittura) che avesse avallato la scelta (che invece Vagnati avrebbe fatto prendendo Semplici)…Errore che poi è stato ABNORMENTE amplificato dal non-mercato fatto dal DS che, oltretutto, aveva dei “paletti” ben imposti da Cairo SIA come limite di spesa SIA come “sfoltimento” della rosa, paletti sui quali Vagnati si è schiantato e con Lui la possibilità di Giampaolo di avere quei giocatori FONDAMENTALI per il Suo modo di fare calcio….Oltre a questa situazione già di per sé abbastanza brutta s’è aggiunta una situazione di spogliatoio (come evidenziato anche da un Alexandro Berenguer nella recente intervista in occasione della vittoria del Suo Atletico Bilbao della Coppa di Spagna) che è andata via via deteriorandosi da un anno buono a questa parte ed i cui tragici risultati sono visibili scorrendo l’attuale classifica…
    Presente: il buon Davide Nicola di fatto eredita la squadra che aveva Mazzarri l’anno scorso, che poi è stata a Sua volta ereditata da Longo e che di fatto ha costituito l’ossatura portante di quella di Giampaolo, 3 allenatori per un “amalgama” di giocatori i cui singoli valori sono ben al di sopra dell’attuale terz’ultimo posto ma che tutti assieme danno esattamente questo risultato…Il compito NON FACILE di cui Nicola s’è assunto l’onere è proprio quello in cui hanno fallito i precedenti 3 Mister: “trasformare” un’accozzaglia” di giocatori IN UNA SQUADRA (cosa che sembrerebbe facile e scontata ma che in realtà, EVIDENTEMENTE, non lo è)…
    Futuro: personalmente, dato che Nicola risulta avere SOLO un contratto di 6 Mesi, coglierei l’occasione per far capire ad alcuni giocatori INDEGNI cosa voglia dire professionalità, senso del dovere, rispetto per la maglia e rispetto per i compagni ed i tifosi, lasciandogli ampia scelta dei metodi e dei mezzi con cui “farglielo capire”, ad oggi per come siamo messi (sia in classifica sia per la mancanza di rispetto che hanno gli avversari verso di noi) non salverei nessuno anche se fosse costato 22Milioni e anche se prendesse lo stesso stipendio del Gallo (per intenderci, se ti comporti da m**rda Ti tratto da m**rda) e piuttosto che mandarli ancora in campo giocherei ed al limite PERDERI con i vari Segre Singo Buongiorno Gojak Lukic e qualche altro, il tutto ovviamente in attesa che Cairo si decida a mollarci avendo nel frattempo ottenuto anche l’ultima goccia di sangue….
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

    Noi siamo i tifosi più litigiosi d’Italia… Preciso che il tentativo di trovare elementi di ottimismo era relativo alla sola ipotesi della retrocessione. Il fatto di essere a rischio di cascarci già è un dramma.
    Ma d’altra parte ho scritto chiaramente nella premessa che il gioco è orribile, l’atmosfera peggio e noi tifosi sempre più divisi anche quando non serve. Il post diceva solo oggettivamente e senza tema di smentite che dalle ultime 8 partite in poi ci sono almeno 4 squadre che hanno fatto peggio di noi. Questa è storia ed è un dato. Per il resto come si può pensare che un tifoso del Toro oggi possa essere soddisfatto di squadra, allenatori, DS e Presidente? Stiamo uniti fratelli!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      No no ma io l ho capito il tuo discorso.
      Lo posso anche condividere, è per questo che ti chiedo perché è stato fatto fuori Giampaolo e perché adesso dobbiamo andare sul mercato.
      Leggo di gente che dà del minorato mentale a Giampaolo e poi nello stesso momento chiede che vengano comprati quattro giocatori.
      Se vogliamo essere uniti come giustamente dici tu dobbiamo anche cercare di parlare seguendo delle logiche non dicendo una cosa che immediatamente contraddice quella appena detta.
      Tutto lì.
      Il pessimismo mio personalmente nasce dal fatto che a differenza di molti qua sopra non consideravo né minorati mentali e né incapaci né Mazzarri né Longo e né Giampaolo, per cui non credo che Nicola abbia nulla più e nulla meno di questi citati, per cui magari ci salveremo per il rotto della cuffia ma con questi giocatori le probabilità sono le stesse che c’erano con Giampaolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

        Ciao, non voglio entrare nella diatriba era meglio GP (da tenere) o D. Nicola. Non sono in grado di rispondere. Potremmo valutarlo già venerdì. Poi per natura sono pessimista cosmico che in confronto Leopardi era Briatore. Cerco elementi razionali per combatterla ma, vista la situazione della squadra, sono difficili da trovare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toroperduto - 1 mese fa

          Ahahahah
          Quella su Leopardi non è male 😀

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

        Appunto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ForzaGranata - 1 mese fa

    Confido nei 3 punti che ci spettano dalla partita co a Lazio…
    Dai Davide, fai tirare fuori le palle a sti debosciati!
    FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TifoTORO - 1 mese fa

      Già. In effetti. Chi sa quale sia la situazione riguardo quella partita?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pulster - 1 mese fa

    Purtroppo prenderli a calci in culo non sarebbe una soluzione, anche se lo meriterebbero….bastone e carota come con gli asini, perché sono una massa di asini, trasmettere un po di grinta, il senso di appartenenza lo accantonerei, non credo ne comprendano il significato, con la speranza di portare a casa la pelle dell’orso….sono giocatori di calcio di livello, sanno come uscirne, se solo lo volessero, purtroppo sono viziati e prezzolati, questo gioca a loro favore.
    Discorso mercato: vorrei imputare il ritardo a causa dell’ipotetico avvicendamento di allenatori previsto già da tempo; anche se Urbanetto il portafoglio non vuole in ogni caso aprirlo, non mi aspetto molto dalla società; non ci rimane che sperare nel Buon Nicola, la mia non è rassegnazione, purtroppo è una constatazione pura e semplice; con questo non vuol dire che non sia incazzato come un puma, ma da un presidente del genere non mi aspetto grandi cose….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bischero - 1 mese fa

    Perché continuate a sperare nel mercato? Èiniziato da 15 giorni e sono 6 mesi che si sa cosa manca. Oramai mi sembra evidente che non arriverà nessuno ma anzi ci saranno tagli per abbattere il monte ingaggi. Dobbiamo essere realisti e guardare in faccia la realtà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Grizzly - 1 mese fa

      La cosa più inquietante è pensare che quelli che arrivano possano essere addirittura peggio di chi va via…. vedi Berenguer->Verdi, Aina->Murru, Meité-Mastro geppetto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gianluca - 1 mese fa

    @Siculo ottimo. ottimo davvero. Io non voglio essere ottimista a prescindere, ma queste sono le analisi che andrebbero proposte. Serve positività anche laddove non se ne vede. Negli ultimi anni, il Torino ha sempre gettato al vento stagioni oltre le sue incapacità, perché fra giornali, squadra e tifosi si sono create situazioni di “depressioni” periodiche con partite buttate via “ad minchiam”. Ricordo un ko in casa ocn il Verona nell’anno di Bilbao, con lo stadio mormorante, con un punticino che cammin facendo sarebbe tornato comodo. E di esempi così ce ne sono mille. Ricordo un ko casalingo autunnale contro la Fiorentina che sembrava la fine di tutto… e poi invece, se solo avessimo portato a casa qualcosina… forse ci sarebbe stato spazio per un migliore sprint finale. L’anno di Cerci e Immobile abbiamo svoltato nelle ultime nove partite, mica prima.
    Voglio dire che siamo esattamente a -1 dall’obiettivo e mancano venti partite. Ergo è tutto da giocare. E bisogna ffrontare ogni singola partita per portare a casa il massimo. Magari un punticino a Benevento, uno con la Fiorentina, poi si può perdere a Bergamo senza perdere la testa e andare a Cagliari per prendere un altro punticino. Ovvio che scendendo in campo senza ansia, ma con l’idea di vincere (sotto sotto, senza affanno), magari una volta tanto sarà il Cagliari a scoprirsi e ad andare in crisi. E poi a forza di piccoli passi anche il morale potrebbe migliorare.
    Non so se il mio messagio si è capito, voglio intendere che sarebbe importante non farsi mai coinvolgere troppo dall’emotività di un frangente. Poi chiaro che la squadra ha problemi a costruitre gioco e manca di un paio di centrocampisti con gamba e tecnica (uno offensivo e uno più difensivo). Però serve positività o almeno sangue freddo, scusate la ripetizione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

      CONCORDO e speriamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Junior - 1 mese fa

      Il problema è una situazione trascinata da anni e di mala gestio. Se fosse stata un’annata storta, sarebbe stato compreso. Qua la situazione è grave perché siamo di fronte ad una crisi di identità della squadra (e forse della società) perché quei valori che ci contraddistinguono e sui cui facevamo leva per vincere le partite non ci sono più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

      Gianluca mi dici cosa ti fa essere ottimista? Che spunti vedi? Perché dovrebbe cambiare l’inerzia che si trascina da oltre 1 anno? Quale tasto va toccato che Mazzarri, Longo e Giampaolo non hanno già toccato? Sono serissimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 1 mese fa

        Vivo circondato di milanisti. Questi sono stati sbattuti fuori dall’Europa per inadempienze economiche a nostro vantaggio. E dodici mesi fa (un anno) erano a pari punti, se non dietro a noi. Impazzisco a vedere cosa è successo. A mio suocero Calabria e Calhanoglu li avrei comprati da tempo, li avrebbero cacciati a calci, oggi giocano come due fuoriclasse!! Per svoltare non serve molto. Per loro è stato Ibra + un ragazzo di Torino che tifa Toro (credo) e si chiama Massara, anche se non compare molto. Io dico che se si trova un punto su cui cambiare la psicologia di squadra, si può ancora raddrizzare la baracca. Non per vincerle tutte, chiaro, ma per fare 38-40 punti sì. Ovvio che parte tutto da Cairo. Ma anche giornalisti e stampa devono contribuire nel loro piccolo e piccolissimo. Ad esempio la cacciata di Mazzarri è stata una follia. Ed è nata dall’emotività di uno 0-7 che se permetti mi ha stomacato, ma se lo porta via il vento se devi uscire dalla melma. Capita. Lo metti da parte, ingoiando il rospo. Infatti a San Siro andammo ai supplementari, la squadra assorbì. Però a Lecce ormai Mazzarri lo avevamo cacciato, come ambiente, e la squadra non giocò. In quei frangenti, en capiteranno ancora, servirà più freddezza. E in questa stagione bisognerà accettare che i punti si possono fare tutti anche alla fine. Non sarà mai finita, finché lo dirà l’aritmetica e servirà ogni pareggio, senza mai lasciarsi prendere dalla disperazione per uno 0-0 che non si sblocca, sbilanciandosi e perdendo. Sabato, ad esempio, abbiamo rischiato e il punticino in fondo ci consente di non essere ultimi. Capisco che è uno schifo, ma bisogna essere pragmatici.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

          Si Gianluca, ti seguo ma solo fino a un certo punto. Perché quel che dici tu presuppone un ambiente paziente e una visione. Cairo ha logorato il primo e ha dimostrato ampiamente di non avere e forse di non voler avere la seconda. Per questo temo che la B sia praticamente certa. Ma non vedi che a momenti finisce il mercato e non ha mosso un dito se non per sfoltire? Nonostante lacune abnormi e ataviche.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Gianluca - 1 mese fa

        Se questa squadra vale 27 punti, per dire. Ne deve fare 28. Non 26. Bisogna stare attaccati a ogni singolo punto. Non si può prendere il 2-3 dall’Udinese o il 3-4 della Lazio. Non si può giocare svagati in casa contro il Cagliari. Quei punti sono pesantissimi. E nascono anche dall’incapacità all’Olimpico di mettersi lì umilmente in difesa come talvolta facciamo fuori casa. Psicologia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. bertu62 - 1 mese fa

        @Gianluca, ho aspettato un po’ a risponderTi e nel frattempo ho avuto modo di leggere altri commenti Tuoi e di altri in merito ed ora Ti dico che c’è del vero in alcune cose che dici e c’è anche del falso….Ho letto spesso che si è data la colpa di tutto a Giampaolo, perché a dire dei soliti sapientoni era “maestro di sto c**” e metteva male la squadra, la faceva giocare male, era tardivo nei cambi ed oltretutto li faceva “sbagliati” oltre ad aver fatto fare a Vagnati acquisti sbagliati…
        Ora, a parte il fatto che è tutto da dimostrare che ci sia Giampaolo dietro a tutti gli acquisti (resto dell’idea, conoscendo Cairo, che in realtà ci sia IL SUO zampino), è INNEGABILE che in realtà GLI UNICI giocatori che Giampaolo ha sempre USATO nel Suo modo di giocare, 3/4rtista e play basso, NON SIANO MAI stati presi, resta oltretutto il fatto che in tante occasioni pur avendo a disposizione una squadra ZOPPA, MONCA, PRIVA di quegli interpreti FONDAMENTALI era riuscito a portarci in una posizione di vantaggio, alle volte ANCHE DI 2 GOL, fino a che poi “qualcosa” smetteva di funzionare! 23 punti persi da situazioni di vantaggio NON SONO INVENTATI ma SONO FATTI. Una panchina che dire RACCAPRICCIANTE è riduttivo NON E’ un’invenzione MA E’ UN FATTO. Un Belotti costretto a giocare SEMPRE perché SENZA SOSTITUTO E’ UN FATTO non è un’opinione!
        Francamente è inconcepibile come qualcuno possa anche solo pensare che ci sia la regia di Giampaolo dietro a tutto questo, e lo è ancora di più quando ci rendiamo conto che stiamo parlando di Torino cioè di Cairo! Cairo che ha speso 22MIlioni per Verdi e che lo vediamo giocare anche quando E’ PALESEMENTE da panchinare, Cairo che ha speso 12Milioni per Zaza e che lo vediamo ancora in Rosa perché Cairo ha vallato un contratto di 5 anni a 1,5Milioni netti/anno! Sono queste le cose che, personalmente, mi fanno ribrezzo, leggere di tifosi contenti che Cairo abbia gettato fango addosso all’ennesimo allenatore che HA TRADITO negandogli i giocatori DI RUOLO per il Suo gioco, tifosi contenti che sia arrivato l’ennesimo “cuoreToro” come era già Longo salvo poi “stupirsi” del Suo mancato rinnovo!
        Il male del Toro, di QUESTO Toro sappiamo tutti benissimo CHI E’ e DOVE STA: proprio lassù in cima, seduto arrogante sul Suo scranno, gli auguro si trasformi presto in ARA. —-
        Oggi è arrivato Nicola, benvenuto ed auguri a Davide: gli auguro di non fare la fine del Suo predecessore Moreno, usato eppoi gettato via come un straccio vecchio, ma ho i miei dubbi….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Toroperduto - 1 mese fa

      A me sembra che chi vuole dispensare pillole di ottimismo lo faccia perché fa figo andare controtendenza.
      Non solo ma noto che ci sia proprio una cieca miopia tra quello che possono essere le valutazioni che uno scrive e quello che è l’incitamento alla squadra.
      Non è che se uno non è ottimista vuol dire che gufa.

      Non sapevo che ottimismo volesse dire mentire sulle lucide analisi

      È vero che l’ottimista è colui che dice che va tutto bene anche quando tutto va male, ma qua si parla dati alla mano e campionati alla mano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. ddavide69 - 1 mese fa

      Se fai 3 punti nelle prossime 4 partite , quando pensi di vincere? Ricordo che se facessimo 1 punto a partita arriveremo a 33. Secondo te ci si salva con 33 punti? La politica dei piccoli passi…..mah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

    Gli è andata peggio di Longo che almeno partiva da 27 punti. Gli è andata peggio di Longo anche riguardo alla posizione nei confronti dello spogliatoio. A Moreno poco meno di 6 mesi di contratto, a Nicola 18 mesi ma con clausole che lo espongono al ricatto (eventuale, ovvio) dei calciatori se tutto non filerà liscissimo. Perché è prevista la rescissione a giugno in caso di retrocessione. Ma non solo… dovrà salvarci con una media punti superiore a 1.4 a partita. E così se il buon Nicola dovrà fare molta attenzione a non urtare la “sensibilità” dei calciatori, non dovrà alzare la voce, né portare in ritiro, né punire chi lo meriterà e neanche tenere troppo in panchina Tizio piuttosto che Caio, altrimenti il dispettuccio sarà dietro l’angolo…muoia Sansone e tutti i filistei… Bravo Urbano Capro, bravo, complimenti davvero: sette!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dingo68 - 1 mese fa

      Qualsiasi tua teoria è invalidata dal presupposto della media punti, perché, aritmeticamente per salvarci da qui alla fine del campionato basterebbero 2 punti e non perdere lo scontro salvezza con chi ci precede di 1 punto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

        ? Mi sembra ci sia un grosso errore in questa aritmetica. Non hai tenuto conto che tutti devono giocare ancora con tutti gli altri. Quello che scrivi varrebbe se le partite che mancano fossero solo quelle che dici.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

        Non è una teoria. Nel contratto è proprio previsto che non basterà salvarci ma dovrà farlo con una media punti superiore a 1,4 a partita.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

          mi riferivo ai conti aritmetici di Dingo86 non alla tua analisi. Ciao

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

            Rispondevo a Ringo. Ciao anche a te.

            Mi piace Non mi piace
  11. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

    Alcune, necessarie, note d’ottimismo. E’ vero che il Toro gioca male, anzi malissimo a volte, che spesso tutti ripetiamo che siamo da serie B, etc. Però ho voluto vedere come se la passano le altre squadre coinvolte nella lotta per la retrocessione oggi o che lo potranno essere in futuro.
    Per capire l’andamento delle classifica basta cercare i siti che mostrano questi dati. Risulta che in base alle ultime 3, 4, 5, 6, 7 e 8 giornate i punti raccolti dal Toro ci porterebbero ampiamente in zona salvezza. In pratica ci sono tante squadre che ultimamente stanno facendo peggio di noi, che paghiamo un inizio di campionato terribile anche se, secondo me, di maggior bel gioco e rimonte incredibili degli avversari. Questi i risultati:
    – ultime 9 partite: 18° (serie B)
    – 8 partite: 17° (salvo)
    – 7 partite: 16° (salvo)
    – 6 partite: 13°!! (salvo a pari punti con Spezia, Sassuolo(!!!) e Bologna
    – 5 Partite: 13° a pari punti con altre 4 squadre
    – 4 partite: 12° (peggio di noi: Sassuolo, Fiorentina, Udinese.

    Insomma l’andamento della squadra dalla 9^ giornata in poi e nel confronto con le altre squadre non è proprio da serie B.
    Il problema è che i fatti e il gioco poi mi preoccupano e dunque qualche appiglio di speranza dobbiamo pur trovarlo.
    FVCG Sempre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MarchigianoGranata - 1 mese fa

      Il problema è che le altre squadre si stanno rinforzando mentre il mandrogno per ora ha sfoltito e dubito fortemente che vorrà fare acquisti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toroperduto - 1 mese fa

      Scusa siculo.
      Perché abbiamo mandato via Giampaolo?
      Non solo ma perché dopo averlo mandato via chiediamo alla società di intervenire sul mercato?
      Boh.
      O la squadra ha chiesto il suo allontanamento oppure boh.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

      Quindi è stato un errore esonerare Giampaolo…aveva ragione quando diceva che la squadra era in crescita? Certo, una crescita lentissima…ma i dati gli danno ragione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Allora bastava tenere Giampaolo, trend positivo, due pedine dal mercato, e basta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

        Non solo, il rischio è che il lavoro psicologico che Giampaolo aveva faticosamente affrontato si annulli per tornare al punto di partenza. Esempio: Izzo e Sirigu ora sono più contenti di restare?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. piermariogiugiar_14944775 - 1 mese fa

    Va ultrabene il buon Nicola, cuore granata e gran cuore di allenatore, ma se la dirigenza non si da una mossa con gli opportuni inserimenti di ricambi validi, visto che il mercato di riparazione è oltre la metà del suo svolgimento, e non dei soliti scarti, Nicola dovrà arrampicarsi sugli specchi !!
    Avete capito cari Signori Cairo e Vagnati ? Siete ciechi, rancini, incompetenti o menefreghisti ? Con queste qualità si va dritti in serie B.
    E poi una bella strizzata di palle a questi giocatori cosiddetti professionisti, che si guardino bene allo specchio, anzi davanti allo schermo che trasmette la registrazione della partita con lo Spezia. Vergogna !!
    Un granata incazzato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. una parola. - 1 mese fa

    ci fosse uno che dice che serve un regista…. mahhhhhhhh…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. LeoJunior - 1 mese fa

    Solita gestione isterica di un malato cronico di tirchieria. Risparmia, risparmia, risparmia poi se ne esce con una cazzata e butta soldi e quindi risparmia, risparmia, risparmia!
    Prima butta soldi con GP e poi tira il collo a Nicola. Prima butta soldi con Verdi e Zaza e poi va su Diaw o come caspita si chiama!
    Siamo alla follia. Speriamo nel cuore di Nicola.
    Numericamente l’impresa è fattibile. Di fatto si tratta di fare un girone di ritorno leggermente meglio di Crotone Parma e una tra Cagliari, Genoa. Non impossbile contando che Spezia e Benevento possono anche crollare e ci sono anche Udinese e Fiorentina.
    Ma tutto dipende da come smuove i giocatori. Sono curioso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Junior - 1 mese fa

      Non credo sia un tirchio ma spende male i soldi. Alla fine per verdi, zaza, niang e qualche altro ne ha sborsato di milioni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Renato - 1 mese fa

    La matematica dice che dobbiamo fare 27 punti in 20 partite per essere certi della salvezza. Su come farli dipende dal nuovo allenatore certo, ma anche dalla società, perchè non ci può certo giocare con Zaza e Verdi in attacco e Rincon in regia e questo a prescindere dal modulo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SempreTORO - 1 mese fa

      …ci sono da aggiungere i tre punti della partita con la Lazio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Cuore Granata - 1 mese fa

    Io penso che invece bisogna prendere giocatori che hanno la cazzimma per lottare
    Anche a me piace Vazquez però anche Kurtic ci servirebbe come rimpiazzo di Meite
    L’ideale sarebbe Kurtic mediano difensivo Vazquez per accendere gli attaccanti
    Per l’attacco non è facile perché penso che la Fiore sia come noi devono uscire dalla zona calda e quindi non penso ci diano Kuame(magari!!!)
    Quindi anche gente come Sanabria o Diaw potrebbero andare bene
    Ricordiamoci che siamo nella zona retrocessione e molti calciatori non sarebbero attratti a venire a lottare per non retrocedere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. CUORE GRANATA 44 - 1 mese fa

    Se fosse vero,sottolineo se, che Nicola per ottenere la conferma automatica del contratto per 18 mesi dovrebbe raccogliere 30 punti nelle prossime 20 partite beh….Posso comprendere(fino ad un certo punto)la conferma automatica legata alla salvezza…Se Davide agguantasse la salvezza anche a meno di 43 punti non verrebbe confermato?Se le condizioni fossero realmente queste le definirei “clausole capestro” accettate solo per il grande amore verso la ns. maglia.Di più ed ancora il tutto dipenderebbe,al di là dei Suoi meriti\demeriti,sopratutto da come i giocatori intenderanno “gestire”sino a fine Stagione quello che sembra essere,almeno a mio parere,il vulnus tra loro e Società.Riterrei necessaria\utile qualche precisazione anche in merito a “sala mensa\relax”.Anch’essa è correlata ai 43 punti?Questo Torino fc è simile ad uno scrigno colmo di sorprese..Sempre FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luizmuller - 1 mese fa

      Chiedo scusa, ho letto poco fa su altro sito che dovrebbe fare 1,4 punti a partita, corrispondenti a 28 punti. Sommati ai 13 attuali danno un totale di 41, uno in più dello scorso campionato, il peggiore del Toro in A da molto tempo. A me non pare una “clausola-capestro”, semmai un incentivo a fare il meglio. Se poi nella trattativa, a contropartita, Nicola ha preteso di mettere ul contratto che verranno acquistati i giocatori di cui ha bisogno, ancora meglio, sarebbe un buon accordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 1 mese fa

        teniamo conto che quella clausola è per l’automatismo del rinnovo. Nulla toglie che se ci salva comunque o anche se andiamo in B ma ci piace come ha lavorato, possono confermarlo.
        Io non credo sia questo il problema: di fatto l’automatismo è con la salvezza. Dubito ci si salvi a 35 punti!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

          Se va avanti così il campionato ci si salva a 30.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. eurotoro - 1 mese fa

    la situazione è complessa però bisogna rimettersi a posto a livello atletico e mentale…sotto con gli allenamenti x chi vuole restare…via alle trattative anche in prestito x chi vuole andare subito…non voglio piu leggere di ipotetici scontenti..promesse non mantenute e bambinate varie! ora il gioco si fa’ duro! presto che è tardi!…la retrocessione sarebbe un fallimento x tutti!..dirigenti preparatori atletici e giocatori( 7°monte ingaggi)…e soprattutto una mazzata x noi tifosi..che non meritiamo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Kaimano - 1 mese fa

    Ragazzi sequestrate Vagnati perchè ho paura che faccia altre cazzate…sembra, secondo Sky, che voglia spendere 4 milioni per Kurtic.
    Vuole Diaw del Pordenone quando è stato chiesto Sanabria.
    Nel frattempo il Parma sembra che stia kiudendo per Vazquez che a noi servirebbe come il pane.
    Questo come è riuscito a diventare DS con queste conoscenze calcistiche limitate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Ma sai,
      Se Verdi è arrivato al Toro per 25 milioni allora anche Vagnati può essere tranquillamente un DS

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. generazionenuova - 1 mese fa

    Per i trascrosi di Nicola -1 sono bruscolini 😀

    Tuttavia la sfiga in quest’annata “stregata” c’entra poco. E’ chiaro che sia tutto un circolo vizioso che va invertito.
    Cambiare il capo-voga va bene, ma ben piu’ importante occorre dare un messaggio ai rematori, togliendo le mele marce ed inserendo gente sveglia.

    NON SI PUO’ ASPETTARE L’ULTIMA ORA PER PRENDERE I (presunti) RINFORZI NECESSARI!!!

    Questo e’ il vero messaggio che va data allo spogliatoio se lo si vuole risollevare subito!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. bordeauxgranata - 1 mese fa

    Titolo fuorviante per fare abboccare i creduloni, qui nessuno contesta l’impossibilità di salvarsi per la situazione classifica, ma semplicemente per i dati oggettivi riguardo la corsa e le qualità tecnica a nostra disposizione.
    Sarei preoccupato pure se avessimo avuto per miracolo un margine di +5/6 punti sul terzultimo posto, proprio perché questa squadra é allo sbando e in caduta libera.
    Poi, ben venga un cambio di marcia insperato, ma ad oggi non si può pensare di andare a Benevento e fare la partita, o ricevere la Fiorentina e schiantarli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Mi sembrano peggio delle pubblicità ingannevoli..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. luizmuller - 1 mese fa

      Una squadra “allo sbando e in caduta libera” non credo che sarebbe in grado di andare a San Siro e costringere la capolista ai supplemmentari e poi ai rigori, difendendosi come leoni fino alla fine (e senza Belotti per 92’): è successo giusto una setimana fa, prima della brutta figura con lo Spezia. “Allo sbando e in caduta libera” erano un anno fa, dopo gli 11 gol presi, a zero, in due partite, fra Atalanta e Lecce, adesso direi proprio di no. Comunque vedremo, la prima verifica già venerdì sera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 1 mese fa

        Ma di cosa stiamo parlando?!della coppa Italia??in cui tutte le big hanno faticato perché in sostanza non glie ne frega una mazza?!o vogliamo parlare delle sconfitte interne con Udinese e Cagliari?o magari dello schifo visto con Bologna,Verona e Spezia?e sto tralasciando le rimonte subite, roba da manicomio, chiaro segno di mancanza di palle da parte della squadra

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. fandangogranata - 1 mese fa

    La salvezza è ampiamente alla nostra portata, il problema è che non ho mai visto dei “professionisti” così svogliati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy