Torino-Giampaolo, l’allenatore giusto al momento sbagliato: un flop non solo suo

Il tema / Gli alibi e le colpe oggettive del tecnico di Giulianova, esonerato dalla panchina del Torino dopo 18 partite di campionato e soltanto 13 punti conquistati

di Nicolò Muggianu

Dalla serata di ieri è ufficiale: Marco Giampaolo è stato sollevato dal suo incarico e non è più l’allenatore del Torino. Una notizia che era nell’aria dalla serata di sabato e che pone ufficialmente fine al tortuoso percorso in granata del tecnico di Giulianova, cominciato il 7 agosto scorso tra la perplessità generale. Ebbene sì: già alla vigilia della sua avventura sulla panchina del Torino, i dubbi di tifosi e addetti ai lavori nei confronti del nuovo tecnico erano molti. Dubbi legati principalmente al fatto che non c’erano le condizioni per varare la rivoluzione tecnico-tattica che Cairo e Vagnati volevano: dall’assenza di un ritiro vero e proprio al poco tempo tra le due stagioni, passando per il fatto che sarebbe servito rivoltare la rosa che si era salvata a due giornate dalla fine l’anno precedente per poter permettere a Giampaolo di impiantare il suo credo calcistico, da tanti considerato eccessivamente “dogmatico”. Il cosiddetto “Maestro” ha poi dimostrato di non essere un integralista a tutti i costi, ma era ormai troppo tardi.

Giampaolo

ALIBI – Molto difficile dire che le colpe di questa prima metà di stagione da retrocessione del Torino siano solo di Giampaolo, che in effetti più di qualche alibi a cui aggrapparsi ce l’ha. A partire dall’ultimo mercato estivo operato dalla società: un mercato rivelatosi completamente inadeguato alle necessità del mister che, al di là delle dichiarazioni pubbliche ai giornalisti, non avrebbe certo disdegnato l’arrivo di un regista e di un trequartista di ruolo. Due posizioni di campo che l’ex mister di Milan e Sampdoria ha provato dapprima a “tappare” con Rincon e Lukic, per poi arrendersi all’evidenza dei fatti e abiurare quel 4-3-1-2 tanto caro da una vita intera per un più mazzarriano 3-5-2. Già quello, probabilmente, avrebbe dovuto essere un chiaro campanello d’allarme per tutti.

LEGGI ANCHE: Il calcio secondo Nicola: “Dai giocatori pretendo razionalità e determinazione”

GENOA, ITALY – NOVEMBER 04: Marco Giampaolo head coach of Torino FC before the Serie A match between Genoa CFC and Torino FC at Stadio Luigi Ferraris on November 4, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

COLPE OGGETTIVE – Ma, detti gli alibi, ci sono anche le colpe oggettive imputabili al tecnico. Su tutte quelle relative alle prestazioni e ai punti raccolti dal suo Toro: 13 in 18 giornate, con una media di 0,72 punti a partita e ancora nessuna vittoria casalinga in campionato. Il tempo per migliorare le cose c’è stato ma la scintilla giusta non è mai scoccata. Che dire poi delle enormità di rimonte subite da Belotti e compagni: una brutta abitudine che la squadra si portava dietro dalla stagione precedente, ma sulla quale Giampaolo non è stato in grado di incidere in alcun modo. In ultima istanza, si può dunque dire che Marco Giampaolo al Torino non è stato altro che l’allenatore giusto al momento sbagliato. Già alla fine del calciomercato era chiaro che il tecnico abruzzese avrebbe fatto molta fatica e il finale è stato quello annunciato.

LEGGI ANCHE: Nicola e il Toro, dal gol promozione al Fila: i granata puntano sul senso di appartenenza

43 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Minin2001 - 2 mesi fa

    Qui le responsabilità sono di Tutti. Cairo è un incompetente (nel calcio) che evidentemente si sta infilando in una situazione sempre più senza via d’uscita e si circonda di persone che non lo aiutano.Basta sentirlo parlare per capire che non capisce un acca di calcio. Un azienda pessima con dipendenti e collaboratori non all altezza.E Giampaolo è uno di questi dipendenti, responsabile come tutti gli altri nell aver accettato un posto da allenatore senza un progetto e di aver sbagliato sul campo pressoché tutto. E’ incredibile come una squadra mediocre ma non da ultimo posto in classifica sia riuscita a racimolare 13 punti in mezzo campionato. Ed inoltre è da Mazzarri che ci ostiniamo a giocare a calcio con una punta di ruolo, un mezzo trequartista (verdi, Berenguer, Lukic etc… tra l ‘altro tutti fuori ruolo) e 8 giocatori tra cui solo difensori terzini e centrocampisti di rottura. Ma quale squadra in Europa decente gioca oggi con un 3-5-1-1 o meglio un 5-3-1-1 con soli centrocampisti di rottura?….che calcio si può proporre con questi schemi e con questi interpreti? un calcio brutto e vecchio d 40 anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pimpa - 2 mesi fa

    Mah,io continuo a rimanere senza parole.
    Io credo che bisogna essere crudi nell’analisi, quindi non incompetenti e non buoni.
    È da circa un anno che non scrivo quasi più ma qualcuno di voi mi ricorderà e si ricorderà che fin da quando c’era Ventura ho sempre sostenuto che c’è del dolo in società,cioè nel presidente perché certe scelte non possono giustificarsi solo con l’incompetenza.
    Se tu chiami ad allenare Ventura Mihajlovic Mazzarri Longo e Giampaolo, ho sempre detto, te le vai a cercare. Il curriculum di questa gente doveva sconsigliare di avvicinarli, come doveva sconsigliare di avvicinare Vagnati.
    Qualsiasi allenatore venga avvicinato dal Toro deve essere necessariamente scarso, questo è, come necessariamente scarso deve essere qualsiasi giocatore si sia comprato o si comprerà salvo rarissime eccezioni.
    Vogliamo parlare di Nicola? Cuore toro,Mantova e tutto quanto, magari ci farà salvare ma più in là del Crotone e del Genoa non va.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leojunior - 2 mesi fa

      Ma dai …. ma come si fa a dire certe cose, sei un/una No-MASK No-VAX?. Ma voi davvero pensi che Cairo butti 50 milioni di euro per Zaza e Verdi e paghi allenatori sperando di affossare la squadra, e non per incompetenza. Ma dai…
      Quanto all’ultima su Nicola, ti ricordo che Conte è partito dal Siena, Arezzo e Bari, mentre Sarri dell’Eccellenza. Perchè parlate giusto per dire qualcosa….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pimpa - 2 mesi fa

        Tanto per iniziare non parlo per dire qualcosa altrimenti starei sempre su questo sito a commentare, cosa che ho smesso di fare. Poi non capisco che legame ci sia tra le mie idee e i No vax o no mask.
        Infine si, ribadisco che ci sia del dolo nel comprare gente che col calcio non ha niente a che fare, siano allenatori o giocatori o dirigenti.
        Forse perché preferisco sempre una persona cattiva a una scema o forse perché, mi dico, se è certo che farai la scelta sbagliata o che ti affiderai a gente che te la farà fare (perché questo dicono tre lustri di niente), continuando imperterrito dimostri che vuoi cocciutamente continuare nel solco della tradizione. Ti auguro buona giornata con profondo rispetto per le tue idee.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. iard68 - 2 mesi fa

    “L’allenatore giusto al momento sbagliato”. E va beh… Pensa se fosse arrivato quello sbagliato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ku - 2 mesi fa

    Il suo curriculum con questo parla di 8 esoneri, possibile che sono tutti stupidi a non capire il credo del Maestro? Certo Torreira,Ramirez poi magari Halland come spalla di Belotti e Ramos a guidare la difesa poteva cambiare la musica. Ma parliamo del Torino FC che ha già l’ottavo monte ingaggi e mi pare che i risultati ottenuti non lo rispecchino. Poi paghiamo per buoni i cadaveri, è vero anche quello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toroperduto - 2 mesi fa

    Va bene dai Giampaolo merda ok bravi tutti avete il vostro colpevole..

    Dopodiché la domanda è:

    Ma quale cazzo è l’allenatore giusto?

    E in ogni caso metti anche che abbiamo preso sempre allenatori cessi che per colpa loro non hanno fatto rendere le squadre, secondo voi questi allenatori chi li ha portati?

    Quando sentirò un giornalista che chiederà a Cairo” mi scusi ma lei non si sente un fallito nel mondo del calcio”?
    Allora eiaculerò per giorni.

    Ma tanto siamo diventati talmente insulsi che non siamo neanche degni di interesse per il calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Junior - 2 mesi fa

    L’allenatore paga sempre per tutti. Doveva dimettersi appena vista la campagna acquisti insulsa? Forse. Ma con questa gestione non credo si possa pretendere più di tanto.
    ho gia detto io avrei tenuto Moreno per garantire continuità, non potevamo permetterci un nuovo ciclo con una sessione di mercato così corta e con una squadra sfaldata e non retrocessa per un miracolo. Cairo ha come al solito fatto i conti senza l’oste e non può essere esonerato (sfortunatamente). Al limite avrei preso un altro allenatore con le stesse caratteristiche e probabilmente Giampaolo in un momento successivo quando la squadra era già ben assestata. Penso abbiamo uno dei più alti turnover di allenatori al mondo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 2 mesi fa

      Se avessero preso i nomi che circolavano in estate: G.Ramirez,Joao Pedro,Torreira e Andersen,forse staremmo qui a parlare d’altro!Ma coi se i coi ma non si fa la storia.Come al solito erano solo chiacchiere e in questo il nostro presidente è da finale di Champions!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. tric - 2 mesi fa

        Nemmeno con Messi Giampaolo avrebbe combinato qualcosa. E’ esaurito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. filippo67 - 2 mesi fa

          Beh certo,mettendo Messi come difensore centrale per colpire di testa sui calci d’angolo,puo’ darsi,un po’ come”abbiamo adattato Rincon”

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Junior - 2 mesi fa

        Questo non lo sappiamo. Probabile con quei giocatori che hai menzionato saremmo qui a discutere d’altro. Ma Ragiono con i dati alla mano. E non credo la situazione attuale non era prevedibile.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. filippo67 - 2 mesi fa

          Infatti,non potremmo mai saperlo,quello che mi da fastidio è stata l’ennesima presa in giro,nomi buttati a casaccio e come volevasi dimostrare ne fosse arrivato uno!Solo per illuderci come sempre ormai.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. MarchigianoGranata - 2 mesi fa

    Al netto delle colpe di GP il problema principale è solo e soltanto Cairo ( Vagnati quasi inutile quanto Bava).
    1° Cairo non doveva prendere quel tipo di allenatore.
    2° non gli ha dato i giocatori adatti al suo credo.
    3° lo doveva cacciare via già a novembre con una situazione già compromessa.
    4° credo, anzi sono convinto che l’ intenzione del mandrogno sia quella di farci scendere in B, raccattare più soldi possibili ( paracadute e vendita giocatori) e abbandonarci al nostro destino vendendo la società per quattro spicci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granata78 - 2 mesi fa

    Al di là delle colpe societarie, che per inciso sono enormi a partire dalla scellerata decisione di non sostituire Petrachi, Giampaolo era l’allenatore sbagliato e lo si sapeva benissimo già quest’estate. Allenatore sopravvalutato ed esaltato da certa stampa quando il suo curriculum parla chiaro. Se fai 13 punti con una rosa che, pur con tutti i limiti che ben conosciamo, fino a poco più di un anno solare fa era a metà classifica con vista europea vuol dire che l’allenatore ha enormi responsabilità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 2 mesi fa

      Poco più di un anno solare….
      Non ti sembra un lasso di tempo abbastanza rilevante da far credere, tenuto anche conto dei numerosi cambi alla guida tecnica, che non daranno mai più quello che hanno dato sporadicamente una volta sola?
      E soprattutto cosa faremo se non danno quello che hanno dato allora?
      Continueremo a cambiare allenatori su allenatori tenendo questi giocatori in attesa che arrivino i risultati fatti quell’unica e sola stagione?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata78 - 2 mesi fa

        Appunto… la rosa non darà più quello che ha dato, ma allora il merito era dell’allenatore (Mazzari, che qui venne crocifisso come il peggiore di tutti gli allenatori) e il demerito oggi va anche dato all’allenatore per la stessa ragione. Io non voglio risparimiare critiche alla società, ma il tono assolutorio con cui si valuta Giampaolo lo trovo irritante oltre che completamente sbagliato visto che sue responsabilità oggettive ci sono eccome, primo fra tutte l’idea di far costruire dal basso la squadra. Se non hai gli uomini (colpa della società) trovi una strada alternativa, perchè un allenatore è pagato anche per quello. Solo in pochi club al mondo (e forse nemmeno in quelli) con budget enormi l’allenatore ha i giocatori che vuole.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Leojunior - 2 mesi fa

    Ma dai, GP è indifendibile. Ci saranno una marea di errori a monte, ma di certo non siamo piu scarsi come rosa di Crotone, e Spezia. In precampionato siamo riusciti a perdere con la Pro-Vercelli, e in Coppa Italia siamo stati presi a pallonate dal Lecce che abbiamo battuto solo ai supplementari. Alcuni dicono che hanno visto sprazzi di bel gioco… io ho solo visto dei gran lanci lunghi di Bremer o Lyanco, e qualche ripartenza di Belotti.
    Dai … sarà anche una brava persona ma ho dimostrato di essere inadeguato sia sotto il profilo tecnico che come motivatore. Ma ve le ricordate le partite con Longo? senza pubblico di sentivano solo le sue urla…. una mitica ad insultare Ora Aina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 #prexit - 2 mesi fa

      Infatti ha tenuto la stessa media punti di Giampaolo…il problema non era Longo come non lo era Giampaolo. Questa squadra ha mollato di botto nell’estate 2019. Mazzarri riusciva a tenerla insieme alla meno peggio ma andato via lui non è servito cambiare DS e allenatori. È una caduta senza fine e Nicola probabilmente ne farà a sua volta le spese. Chiediti perché Longo si è rifiutato di tornare. Lo ha fatto (mia opinione) perché ha toccato con mano e non ci tiene a bruciarsi ancora. Perché se lo scorso anno ha potuto partire dai 27 punti di Mazzarri, quest’anno si parte da 13… sarà retrocessione certa se Nicola non farà un miracolo epocale. E io spero lo faccia, ovvio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Fantomen - 2 mesi fa

    Cairo sbaglia a prendere il DS che sbaglia a prendere l’allenatore è a fare il mercato……Giampaolo da uomo sbagliato nel posto sbagliato nel momento sbagliato sbaglia a non dire come stavano le cose perché al toro l’ha voluto a tutti i costi Vagnati quindi non poteva dargli dell’incompetente è stato zitto e si è preso tutte le colpe…….e Vagnati ieri era con Nicola n tribuna anziché in una cantina a nascondersi dalla vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. puliciclone11 - 2 mesi fa

    Avendone cambiati 14 in 15 anni (praticamente uno a stagione di media) non si è ancora capito quale sia l’allenatore ideale per noi….mi sembra che il vero problema sia chi in questi 15 anni purtroppo non è cambiato mai!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_in_Romagna - 2 mesi fa

      L’unico che gli teneva testa ed è rimasto 5 anni ci ha portati dal guano della B a vincere a Bilbao. Nonostante il nano gli abbia smantellato la squadra ogni anno (Ogbonna, D’Ambrosio, Immobile, Cerci, Darmian e chissà quanti altri)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. puliciclone11 - 2 mesi fa

        Certo, se consideri la durata di Ventura (che ha fatto buone cose sono d’accordo) la media peggiora ulteriormente…da far cadere le braccia!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Torosempre - 2 mesi fa

    A me spiace per Giampaolo, una persona sempre lineare, volenterosa,perfetta.

    Il problema non è l’allenatore, come vado dicendo da anni sono i due leccapiedi che circondano il presidente.

    Se guardiamo le statistiche si notano bene tre periodi Cairo: prima di Petrachi, con Petrachi, 6 mesi dopo Petrachi.

    Penso che Cairo non abbia ancora capito che nelle competizioni serve l’anima e non le balle politically correct.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. dattero - 2 mesi fa

    va bene essere aziendalista,il mondo della carta stampata è cosi,potrei anche dire asservito,ma con questo articolo si va oltre,questa è pura piaggeria. quanto mi manca il vero giornalismo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Pavl73 - 2 mesi fa

    No
    Scrivete le cose come si devono scrivere
    L’allenatore giusto al posto sbagliato fino a che ci sarà questa società!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. luna - 2 mesi fa

    Due errori strategici di Giampaolo, accettare una rosa incompleta di suo, a prescindere dal fatto che non siano state tenute in considerazione le sue indicazioni.
    Il secondo, provare a vincere le partite (e non sempre) l’ultimo quarto d’ora.
    Poteva osare di più, il 90% del fallimento va attribuito alla dirigenza, che da anni inspiegabilmente, investe per un buon organico ma senza riuscire a completarlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Robertina - 2 mesi fa

    Redazione, non potreste evitare di mettere ancora la foto di questo barbone…. peggiore allenatore in 114 anni di storia???
    Di sfiga si retrocede…..
    Abbiamo un nuovo mister… coraggioso e indomito..,..

    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luizmuller - 2 mesi fa

      Nicola mi dicono (chi lo conosce) sia anche una brava persona, corretta e rispettosa del prossimo, non avrebbe mai insultato, dandogli del barbone, una persona che non conosce.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bacigalupo1967 - 2 mesi fa

      Abbiamo anche un fake di nome robertina ci mancava proprio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. gigioscal - 2 mesi fa

      Robertina ma potresti farci il favore di sparire tu con i tuoi modi volgari ed arroganti da questo forum, non sentiremo la tua mancanza te lo assicuro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. tric - 2 mesi fa

    Non diciamo sciocchezze. Mister agonia è una frana da anni. Averlo assunto è stata un’incredibile boiata di Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. christian85 - 2 mesi fa

    Ciao Daniele,
    io direi che ogni allenatore che venga ad allenare il Toro finchè ci sarà, si troverà sempre e comunque nel momento sbagliato e al posto sbagliato.

    Ventura e Mazzarri hanno fatto bene, perchè sono 2 allenatori dalle spalle larghe e con i loro 3-5-2 sono andati avanti cn il poco materiale che avevano a disposizione.

    Ovviamente questa “fortuna” mica può durare tutte le volte, sperando di barboneggiare a ogni mercato e sperare di cavarsela, prima o poi, i nodi vengono sempre al pettine…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

      Ciao Christian,
      Concordo e più o meno è ciò che ho scritto.
      Sarebbe andato male chiunque, ma un ideologo come GP ancora di più …peraltro penso non sia neanche tanto equilibrato psicologicamente, senza offesa.. per lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bordeauxgranata - 2 mesi fa

      Assolutamente vero, difatti i due da te citati erano e solo gli unici due allenatori con una carriera importante passati a Torino ( Ventura non in termini di risultati ma si esperienza, lasciamo stare il dopo nazionale)…il resto erano allenatori emergenti o con poche pretese…eccetto forse Colantuono e de Biasi probabilmente…
      Su Miha ho opinioni contrastanti, gran motivatore ma pecca in quanto a tattica…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Nero77 - 2 mesi fa

    Urbanetto se voleva puntare sulla mediocrità, sul centro classifica e sperare nell allineamento cosmico tra Giove e Saturno per vedere qualche risultato positivo,Gp era l allenatore ideale..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Dal momento che si era in una situazione difficile per il calciomercato e che Cairo non voleva comunque investire, la scelta di un tecnico come GP è stata la ciliegina sulla torta.
    Avremmo avuto bisogno di un allenatore esperto e pratico e non di uno sperimentale frustato senza neanche uno dei giocatori richiesti per il suo gioco.
    Tempesta perfetta. Solo non ho capito se si tratta di malafede o incompetenza senza fine.
    O tutte e due le cose

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 2 mesi fa

      Io non ho mai pensato alla malafede ma a questo punto mi vengono seri dubbi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Mimmo75 #prexit - 2 mesi fa

    Articolo incredibile! Capro e Vagnati avrebbero voluto la rivoluzione ma non è stato possibile attuarla? Ma stiamo scherzando? Poverini! Articolo incredibile perché premette tutto ciò e poi da a Giampaolo parte della colpa per la situazione in cui ci troviamo? Cioè mi chiedono di attraversare l’oceano promettendomi un panfilo, alla fine mi consegnano un canotto bucato e mi devo sentir dire che è anche colpa mia se affondo? Non volete proprio prendere atto che se in un anno siamo al quarto allenatore il problema non può essere di questi ultimi. Ma basta per la miseria, bastaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Robertina - 2 mesi fa

      Vorrei proprio conoscere nome e cognome dei 53 mi piace…..

      Si chiamano tutti Mimmo?????

      Ahahahah ahahahah ahahahah
      Ahahahah ahahahah ahahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pavl73 - 2 mesi fa

        No no
        Io condivido ciò che dice Mimmo
        Completamente!!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Robertina - 2 mesi fa

          ma sei sempre tu…
          ma quanti nickname hai???
          Mimmo75
          Mimmo75 prexit
          Pavl73
          Contrabbasso granata…

          Redazione vigilare per favore…..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. gigioscal - 2 mesi fa

        pure io!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy