Torino, niente giro palla e poco filtro: i limiti della mediana emergono sempre più

Focus / Il derby è stato perso in mezzo al campo, dove i granata sono calati con il passare dei minuti anche per i mancati ricambi in mediana

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Il Torino, nel derby, ha perso ancora in rimonta e si conferma la peggior difesa della Serie A (24 reti subite alla pari con la neo promossa Crotone). Dare tutta la colpa ai difensori o a Sirigu è limitante. Si deve piuttosto guardare alla fase difensiva, alla quale partecipano tutti, dagli attaccanti al portiere. È chiaro che il reparto più delicato è il centrocampo, che deve saper far filtro e anche tenere palla nel momento di difficoltà. Il fatto che la maggior parte dei gol presi arrivano negli ultimi 15 minuti (10 su 24, ovvero il 41%) è un dato indicativo. Nel derby il trio formato da Meité, Rincon e Linetty si è tutto sommato comportato bene nel primo tempo, ma nella ripresa è calato vistosamente.

LEGGI ANCHE: Torino, incubo derby persi nel finale: la storia si ripete da 8 anni

LIMITI – Il problema è che nell’arco della partita raramente il centrocampo granata sembra in possesso della gara. È lampante da tempo la mancanza di qualità, che emerge soprattutto quando si affrontano le squadre più importanti del campionato. In mediana il Toro far girare la palla e a dettare i tempi, due aspetti fondamentali sia per gestire il vantaggio sia in situazioni di parità o svantaggio. E qui non possono che essere chiamati in causa i tre giocatori che da inizio stagione Giampaolo ha individuato chiaramente come titolari del reparto, a prescindere dal modulo. Meité è troppo discontinuo. Nelle ultime partite ha fatto vedere segnali di crescita, ma manca ancora la continuità nei 90 minuti e tra una partita e l’altra. Rincon si conferma tutto tranne che un regista, nonostante il suo indubbio impegno, e forse affidargli compiti da regista offusca anche le sue qualità di interditore. E Linetty, per ora, non ha dimostrato di valere i soldi spesi per il suo cartellino. L’unica attenuante che i 3 possono avere è che fin qui hanno giocato sempre e riposato poco. Quindi è comprensibile come nel finale possano essere a corto di fiato. Ma qui dunque il discorso si lega ai ricambi che mancano o non convincono.

LEGGI ANCHE: Toro, pochi cambi e tardivi: Giampaolo ritiene poco affidabile chi ha in panchina?

RICAMBI – Jacopo Segre è sempre stato utilizzato con il contagocce tranne che in Coppa Italia, sintomo che Giampaolo non si fidi ancora pienamente della mezzala adattato a regista. Amer Gojak è fermo da settimane per il coronavirus e comunque prima dello stop aveva fatto vedere come abbia ancora bisogno di tempo per inserirsi. Il ritorno di Daniele Baselli potrebbe ridare linfa a una mediana che non funziona. Il centrocampista di Manerbio comunque rientrerà da un lungo stop ed è difficile sapere quando potrà effettivamente tornare al top della forma. Nel derby, insomma, si è visto come la mancanza di ricambi in mediana faccia la differenza. Pirlo a gara in corso ha inserito due centrocampisti (Ramsey e McKennie) e la squadra è progressivamente cresciuta, mentre il Torino calava. Perso definitivamente il controllo della mediana, è arrivata la vittoria bianconera.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. andrea.messineo - 2 mesi fa

    Il centrocampo del Torino è stato progressivamente indebolito dal 2016/17, cioè dall’addio di Ventura. È diventato un reparto muscolare e nulla più. Da quel momento anche la difesa e le corsie laterali hanno perso qualità. Il trequartista Ljajic è stato mandato via ed in attacco è rimasto solo Belotti. L’exploit dei 63 punti con Mazzarri sono stati illusori. Molto migliore il Toro di Immobile e Cerci, che si è confermato in parte l’anno successivo senza di loro con una buona Europa League ed un nono posto (che le stava stretto). Dopo il tanto decantato record di punti cosa è rimasto? Solo macerie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. miele - 2 mesi fa

    Articolo che riesce a scoprire l’acqua calda. Sono almeno 2 anni, ad essere ottimisti, che il Toro è senza un centrocampo degno della serie A. Molti di noi l’hanno scritto e ripetuto fino allo sfinimento. Ma per il volpone eravamo a posto così. Nell’ultimo mercato, viste le teorie di Giampaolo, la società (Cairo) aveva rassicurato l’allenatore sull’acquisto di un regista, una mezzala ed un rifinitore. Di tutti questi, è arrivato un modestissimo Linetty. Niente regista (tanto c’è Rincon piedi a zoccolo e niente rifinitore visto che Verdi può tranquillamente coprire il ruolo. Parola del volpone). Ora, qualcuno osa scrivere queste cose. La squadra ha anche molti altri problemi, ma assumendo un allenatore poco elastico come Giampaolo, sarebbe stato doveroso dotare la squadra di questo tipo di giocatori. Non averlo fatto ci sta portando in serie B e non penso che questi pensieri turbino più di tanto Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ghiry7 - 2 mesi fa

    Ma va?! È da fine mercato che tutti diciamo queste cose, e il bel trio Cairo-Vagnati-GP a raccontarci che Rincon può fare il regista, che Meitè era seguito dal PSG e che del trequartista non c’era bisogno..era L’UNICO reparto da rivoltare completamente, anche un allenatore dei pulcini lo aveva capito.
    Questo scempio è colpa vostra bel terzetto, a maggior ragione perché le raccontavate sapendo di mentire e prenderci per il c**o.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giancarlo - 2 mesi fa

    Apprezzo l’ottimismo di PaCo68. e tutto girasse per il verso giusto le tue osservazioni sarebbero corrette, in quei tempi, come si dice, avremmo visto i salici fare l’uva, ma purtroppo così non è. In mediana serve almeno uno/due elementi di personalità che sappiano guidare il reparto, qualsiasi sia il modulo applicato. Si leggono sui giornali nomi importanti, con un paio di loro la squadra cambierebbe totalmente, ma qui torniamo alle dolenti note: non si tratta di grossi sforzi economici per tesserarli, ma di ingaggi pesanti. La società (Cairo) se la sente di creare turbative economiche nello spogliatoio? Ha voglia di dare un segno di esserci? Io sono sempre stato ottimista ed è per questo che mi sono rovinato la bile, il fegato, lo stomaco, etc., etc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granataLondinese - 2 mesi fa

    Bella quella foto di quei tre, Meite’ un eterno incompiuto, uno che perde palla, rallenta il gioco. E’ come Boye, inutile, come Lyanco, tanta tecnica per le VHS ma non partita dopo partita.

    Rincon, promosso playmaker, regista e cos’altro, non ha mai inciso, non ha mai fatto la differenza, se non primo per cartellini gialli e falli pericolosi davanti alla squadra.
    Incomiabile per l’impegno, buono per la serie B.
    Persino Gazzi era meglio.

    Linetty boh, forse e’ troppo reggere da solo il centrocampo con quei due intorno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. PaCo68 - 2 mesi fa

    Troppi commenti estremisti ma purtroppo concordo che la mediana di oggi è un problema. Se l’obiettivo è far correre la palla Rincon non può che stare in panchina (anche se ovviamente apprezzo l’impegno e la tenacia del giocatore). Sono convinto che abbiamo sia i giocatori per giocare con difesa a 4 che con difesa a 5, eventualmente con la possibilità di essere duttili … magari sfruttando il buon piede di Lyanco alla bisogna in linea o di fronte a Buongiorno e Bremer. Sulla mediana / trequarti volendo un po’ di giocatori buoni li avremmo con Segre, Lukic e Gojak… e fra due settimane speriamo Baselli. Davanti poi , so che continuano a dichiararlo malato , ma insisto con il Gallo metterei Millico è l’unico che vede la porta sul serio … insistere sugli scarponi senza zucca è puro masochismo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

    noi ci si era già arrivati da un sacco di tempo redazione

    piuttosto dei giornalisti bravi si sarebbero chiesti e sarebbero andati a chiedere perché da anni questa società non pone rimedio all’evidente carenza di qualità a centrocampo di questa squadra, l’avrebbero martellata e la martellerebbero ogni giorno sull’inascoltabile panzana che rincon può fare il play

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Nero77 - 2 mesi fa

    Squadra depressa,senza palle e spina dorsale,lo specchio del maestro!Fallito vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. michelebrillada@gmail.com - 2 mesi fa

    non si puo fare il giro palla ne veloce ne lento con rincon e meite fanno schifo non capaci a giocare a calcio sirigu fantasma deve stare fuori squadra zaza deve andare in tribuna il mister deve andarsene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fabrizio - 2 mesi fa

    Ecco… Ordine di scuderia. DAre le colpe all’allenatore cosi’ il presinulla la sfanga di nuovo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. fabrizio - 2 mesi fa

    Anche mia figlia di 3 lo avrebbe capito. Cairo no…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. rossogranata - 2 mesi fa

    Perfetto! sono d’accordo su tutto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy