Torino: rispetto alla scorsa stagione tre punti in meno, più gol presi e meno realizzati

Torino: rispetto alla scorsa stagione tre punti in meno, più gol presi e meno realizzati

L’analisi / Dopo 12 giornate, i granata la scorsa stagione avevano collezionato più punti. Peggiora sia l’attacco che la difesa

di Marco De Rito, @marcoderito
torino

Il Torino 2019-20 è peggiore rispetto a quello della stagione precedente. I granata hanno messo in cascina 14 punti, rispetto ai 17 che avevano guadagnato dopo 12 giornate. Attualmente la squadra di Mazzarri si trova al 12° posto, mentre l’anno scorso a questo stesso punto del campionato era al 10°. La differenza principale, con la formazione dell’anno scorso, sono le maggiori sconfitte. Quest’anno il Torino perde di più e pareggia meno, le vittorie restano invariate tra i due campionati. In 12 partite sono arrivate 4 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte. Nel 2018-19 lo score era di 4 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte.

Leggi anche: Brescia-Torino 0-4, le statistiche: granata superiori anche nei numeri

RENDIMENTO – Il Torino versione 2018/2019 in difesa era più organizzato e subiva meno, per la precisione due reti in meno (15 nel 2018-19, 17 quelle di questo campionato). In attacco aveva siglato 17 gol, due reti in più rispetto a quelli di quest’anno. Il fatto che Simone Zaza abbia svolto tutta la preparazione in granata e l’acquisto di Simone Verdi in extremis non hanno portato per ora l’apporto sperato alla fase offensiva granata, che fa peggio rispetto ad un anno fa. La differenza reti oggi è negativa di due gol, mentre l’anno scorso era positiva di due marcature. Insomma, il Toro prende più gol e ne fa meno: un dato che non può certo promuovere Mazzarri e i suoi uomini per quanto fatto fino ad oggi.

Classifica Serie A 2019-20

SINGOLI – Se l’attacco è andato peggio rispetto all’anno scorso, la colpa non è del Gallo. Belotti ha infatti migliorato la sua prolificità. In entrambi i campionati, per il capitano granata le presenze sono state le medesime alla dodicesima giornata. In campo in tutte le gare. Quest’anno però è già arrivato a quota 7 gol (di cui quattro su calcio di rigore). Nel campionato scorso, dopo 12 partite, era fermo a 4 reti. Nel reparto avanzato manca sicuramente l’apporto dell’infortunato Iago Falque – la passata stagione in 9 partite aveva messo a segno 2 reti – ma sembra mancare soprattutto quello di Daniele Baselli. Nelle prime dodici giornate dell’anno scorso l’ex Atalanta aveva messo in cascina 3 reti, quest’anno è ancora a secco. Questo è dovuto soprattutto al cambiamento di posizione del giocatore, che adesso è impiegato maggiormente in fase d’interdizione, ma l’attacco sembra risentirne e Verdi, al momento, non sta riuscendo a colmare il problema.

 

 

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

    3 Punti non sono tanti, ma possono diventarlo. L’anno scorso alla dodicesima giornata avevamo subito 3 sconfitte (Roma, Napoli e Parma), pareggiato (5 volte) con Inter, Bologna, Udinese, Atalanta e Fiorentina. Vittorie (4) solo con Spal, Chievo, Frosinone, e Samp.
    Quest’anno 3 sconfitte in più e tre pareggi in meno, alla fine pesano “solo” 3 punti. Con i tre punti per la vittoria, tra pareggio e sconfitta, a volte cambia poco. Penso che il nostro valore e le prospettive si possano valutare meglio dopo l’Inter. Se vinciamo, non solo i punti di differenza con l’anno scorso diventano uno soltanto, ma a quel punto avremo già giocato con M…de, Napoli, Atalanta, Cagliari, Lazio e appunto Inter. Ossia le prime in classifica. Non è impossibile vincere con i nerazzurri se giochiamo come l’anno scorso. Ma quella partita diventa spartiacque. Vincendo penso che possiamo pensare ad un campionato per lottare per il 6°-7°posto, se perdiamo o pareggiamo, forse il galleggiamento a metà classifica sarà il nostro campionato. Però la società un regista veloce e dai piedi buoni a Gennaio lo deve prendere!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. suoladicane - 3 mesi fa

    @ardi
    è vero la difesa non sta facendo come lo scorso anno, e qui che il mister secondo me testimonia una ostinazione controproducente ed anche arrogante, metti la difesa a 4 da subito, il centrocampo a 3 e l’attacco a tre forse ne gioverà il gioco ma soprattuto la fase difensiva; però ho capito che il codardo ha paura “e se si fa male un terzino non ho il cambio”, beh se si fa male un terzino, adatterai un centrale pazienza, meglio che adattare sistematicamente gli esterni e le mezze ali a fare i trequartisti
    poi aggiungo: è inutile dire che vorresti 4 cambi quando non fai nemmeno i 3 che prevede il regolamento
    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. NEss - 3 mesi fa

      Non fa 3 campi proprio perche’ ha paura di bruciarsi l’ultimo in caso di necessita’.
      Ne avesse a disposizione 4 ne cambierebbe 3 e si terrebbe uno di scorta.

      Io sarei favorevole ai 4 (o anche piu’) cambi solo se si imponesse anche un salary cap. Non credo succedera’ mai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. NEss - 3 mesi fa

        Un compromesso potrebbe essere 3 cambi piu’ il portiere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. suoladicane - 3 mesi fa

        si è vero, però nello sport occorre anche rischiare qualcosa, altrimenti non vai da nessuna parte, ed infatti il torino fc non va da nessuna parte

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ardi - 3 mesi fa

    Quattro vittorie in dodici partite delle quali la metà con squadre da retrocessione. L’unica differenza di questo Toro rispetto all’anno scorso è che la difesa non sta facendo bene così perdiamo anziché pareggiare. Ma così da sempre senza gioco in attacco non si va da nessuna parte e si continua a vincere poco. Mazzarri out

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Madama_granata - 3 mesi fa

    Le scorsa stagione, a questo punto, il Torino era “in fiducia” e “in ascesa”!
    Ora è una squadra insicura e disorientata, che lotta solo grazie ad alcune eccellenze e ad una parte dei suoi giocatori, i più grintosi, quelli attaccati alla maglia, granata, quelli che combattono per “rimanere a galla”!
    Credo che dobbiamo tutti ringraziare e rendere onore al nostro Capitano Belotti, a Sirigu, ad Ansaldi, a Rincon, a Baselli, ad Izzo, a De Silvestri, a Zaza, a Falque, a Bonifazi, a Berenguer, a Bremer, a Verdi e a Laxalt.
    Insomma a tutti coloro che, indipendentemente dal bel gioco e dai successi in campo, almeno ce la mettono tutta, corrono, si impegnano, si dannano l’anima, non tirano mai indietro il piede.
    A tutti coloro che, lottando, rappresentano lo Spirito ed il Cuore-Toro e dimostrano il loro attaccamento ai nostri colori.
    Poi, speriamo che il buon gioco, i risultati e le vittorie arrivino presto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 3 mesi fa

      Anche lo scorso anno, in questo periodo, la squadra era in difficoltà, ora è ancora peggio, il girone d’ andata si chiuse a 27 punti, pochissimi, quest’anno 14 punti in 12 gg, per raggiungere la miseria dello scorso anno si devono fare 13 punti in 7 gare, ad oggi é pura utopia, preghiamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. suoladicane - 3 mesi fa

      ahahahahah
      madama faceva prima a scrivere Meitè, Aina e Dijdi fate le valige visto che non mettete la gambina……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Andrea63 - 3 mesi fa

    C’è poco da dire mi sembra appurato che di gioco Mazzarri neanche a parlarne, purtroppo io direi che le colpe vanno suddivise equamente con la società sarò ripetitivo ma il nostro centrocampo ha poca qualità e non da oggi quindi se si migliora atleticamente e si arriva prima sulke seconde palle la situazione può migliorare ma se aspettiamo un lampo di genio dai nostri centrocampisti rimarremo delusi come sempre!!!! Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. okami - 3 mesi fa

    quindi tutto questo casino per tre punti di meno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rogozin - 3 mesi fa

      Tutto sto casino perché si sperava di essere più avanti rispetto all’anno scorso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. rogozin - 3 mesi fa

        Ritorno sulla totale inutilità dei “+” e dei “-“; il contenuto del mio post è certamente indiscutibile: la maggioranza dei tifosi
        e credo anche la società , sperava di essere più avanti in classifica a questo punto. La delusione e le altre reazioni sono conseguenza del rendimento penoso della squadra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 3 mesi fa

    1 cosa ha sistemato mazzarri: il gallo segna i rigori, poi puo’ essere un preparatore per carita’.

    cmq palle in movimento zero, o la strappiamo agli avversari ma tre passaggi e assist per il gallo non si e’ mai visto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Luke69 - 3 mesi fa

    ..il famoso percorso di crescita di cui parla Il Presiniente , ovvero era difficile migliorare questa squadra, avendo la difesa meglio dei gobbi e Messi non era in vendita
    Grazie Presidente e con questi sono 15 gli anni di prese per i fondelli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 3 mesi fa

      Io credo che anche Cairo si senta preso per i fondelli da Mazzarri, allenatore a cui ha dato fiducia e dal quale è stato mal ripagato.
      Mai il nostro Presidente si era reso disponibile a spese così elevate x accontentare l’allenatore di turno e mettergli a disposizione i calciatori richiesti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke69 - 3 mesi fa

        Verdi non è stato ancora pagato tranne una prima tranches di 5ml , visto che il pagamento è dilazionato in 5 anni, in più se lo vende prima dei due anni il 50% andrà a ADL , quindi Cairo trascorsi i due anni lo rivenderà a 25 e non ci perderà un bel niente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. suoladicane - 3 mesi fa

          beh, bisogna vedere se lo trova il pollo che gli da 25 mio per Verdi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. suoladicane - 3 mesi fa

        mah, non credo si senta così, lo avrebbe licenziato;
        inoltre in una società che chiuderà comunque in passivo nel 2020 non sarebbe la spesa per un nuovo mister a peggiorare la situazione dei conti, non più di tanto; piuttosto c’è da chiedersi cosa ci sia davvero dietro gli acquisti di zaza e verdi a questi prezzi

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy