Torino sette volte rimontato: da inizio anno sono 19 punti persi

Torino sette volte rimontato: da inizio anno sono 19 punti persi

Approfondimento / Le difficoltà nella gestione del match dovute a carenze tecniche e fisiche

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Uno dei tanti problemi evidenziati dal Torino di questa stagione risiede nella gestione del proprio vantaggio. Con la partita persa contro la Lazio sono sette le volte in cui i granata sono stati rimontati in questa stagione. In totale fanno diciannove punti potenziali in meno. Un dato che deve far riflettere. E non tanto a fantasticare su dove potrebbe essere ora il Toro in classifica se fosse riuscito a mantenere quelle situazioni di vantaggio, perché una squadra raccoglie sempre quanto semina.

LEGGI ANCHE: La lettera del giornalista-tifoso: “Toro, e se fosse meglio retrocedere?”

LEGGI ANCHE: Torino, ecco la Juventus: il derby per salvare un’intera stagione

NASCITA DEI PROBLEMI – Calendario alla mano, è chiaro che questi problemi sono iniziati quando la squadra ha smesso di girare al meglio. Il primo caso è stato quello di Parma-Torino al “Tardini” del settembre scorso, quando i granata riuscirono a ribaltare il gol iniziale di Kulusevski pur giocando in 10; dall’1-2, complice l’espulsione di Bremer, il match finì 3-2. Si passa a dicembre, a quella gara clamorosa in casa Hellas, in cui i granata passarono dal condurre 0-3 a farsi rimontare sul 3-3 nella mezzora finale. Quella partita è un caso emblematico e non a caso rappresenta l’inizio di questo trend negativo. Da quel momento i granata sono stati rimontati altre cinque volte e una sola volta sono riusciti a evitare la sconfitta.

GESTIONE – Limitarsi a trovare responsabilità nella condizione mentale della squadra sarebbe troppo limitante. Nelle gare si è evidenziata anche una cattiva predisposizione della squadra nella gestione delle situazioni. Le carenze tecniche si sono viste eccome quando si trattava di dover tenere palla per addormentare la gara o far girare a vuoto gli avversari. Anzi, spesso i granata sono stati in balia degli avversari, che hanno potuto mantenere il pallino del gioco, prendendo coraggio e ribaltando il risultato. Nel 2020 solamente tre volte il Toro è riuscito a mantenere il vantaggio: contro la Roma, contro il Bologna e contro l’Udinese. Negli ultimi due casi soprattutto la squadra ha sofferto oltre modo ed è riuscita a conservare la vittoria anche grazie alle parate di Sirigu. La dinamica della gara contro la Lazio potrebbe considerarsi nella norma se si ricorda che i biancocelesti sono tra l’altro la squadra che ha saputo conquistare più punti da situazioni di vantaggio (22), al pari dell’Atalanta. Ma l’ultima gara si inserisce alla perfezione in un trend assolutamente negativo. Il Toro non sa gestire le gare. E quei 19 punti in meno ne sono la dimostrazione.

LE PARTITE IN CUI IL TORO È STATO RIMONTATO (tra parentesi i punti potenziali persi)

• Parma-Torino 3-2 (3 punti), da 2-1 per i granata a 3-2 per i ducali.

• Hellas Verona-Torino 3-3 (2 punti), da 3-0 per il Toro all’incredibile pareggio degli scaligeri.

• Torino-SPAL 1-2 (3 punti)

• Sassuolo-Torino 2-1 (3 punti)

• Torino-Sampdoria 1-3 (3 punti)

• Torino-Parma 1-1 (2 punti)

• Torino-Lazio 1-2 (3 punti)

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. MASSIMO64 - 1 mese fa

    (A)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MASSIMO64 - 1 mese fa

    E’proprio il fattore di una mentalita’ di gioco troppo rinunciataria che fino ad ora Longo non è’ riuscito ha modificare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Roberto - 1 mese fa

    Sempre che si vada in vantaggio…… casualmente….. Perché non mi sembra che inizi la partita e proviamo, come fanno tutte le squadre, a costruire, verticalizzare, o semplicemente velocizzare un’azione…. Succede rarissime volte, anche se possiamo puntare la porta, belotti a parte, si ritorna dal portiere….. Inconcepibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. valex - 1 mese fa

    Per forza che ci rimontano tutti, basta guardare le partite. Ogni volta che la cairese va in vantaggio, l’unica cosa che fa è chiudersi senza provare minimamente a giocare per consolidare il risultato. Segnano un gol al 5° minuto e hanno la presunzione di mantenere il risultato per altri 85 minuti. Da quel momento inizia il festival dei passaggi laterali dei mediani e dei retropassaggi di gatto silvestro & C.
    Con una simile mentalità perdente non puoi far altro che farti rimontare e perdere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy