La lettera del giornalista-tifoso: “Toro, e se fosse meglio retrocedere?”

Lettere alla redazione / Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviataci dal giornalista dell’Ansa Enrico Marcoz

di Redazione Toro News

La redazione di Toro News torna ad aprire le colonne della prima e più grande testata on-line dedicata al Torino FC ai suoi lettori, i quali da sempre meritano di avere spazio. Inviateci agli indirizzi redazione@toronews.net o gianluca.sartori@toronews.net articoli su qualsiasi argomento legato al mondo Toro: i più meritevoli e significativi saranno settimanalmente pubblicati sul nostro sito.

Oggi è il turno di Enrico Marcoz, giornalista dell’Ansa e tifoso del Toro. Enrico lancia una provocazione sull’immediato futuro del Torino…


La sofferenza è nel Dna di ogni tifoso granata. Ma l’agonia a cui stiamo assistendo da qualche mese è forse pure troppo. Squadra demotivata, tecnicamente imbarazzante e bloccata dal tarlo della paura. Sulle cause finora ipotizzate – dal mancato pagamento del premio Europa League a scelte sbagliate di calciomercato – non posso esprimermi perchè non vivo quello spogliatoio. Certo che le ultime partite hanno messo in luce la pochezza calcistica di questo gruppo che arranca verso la salvezza. Salvezza ancora raggiungibile solo grazie a quei pochi punti accumulati nella prima fase della stagione.

E poi? Le prospettive, per assurdo, sono persino peggio della realtà. E’ arrivato un nuovo ds ed è stata la promosso Moretti a team manager. Ma sulla prossima stagione le ombre sono più delle luci. La squadra, è evidente, è da rifare. Da conservare come fossero una ‘specie protetta’ Sirigu e Belotti, ma non sarà facile. In difesa Nkoulou e Izzo hanno la valigie pronte, il centrocampo è da ricostruire così come l’attacco (la sterilità offensiva lo dimostra). Aina, Zaza e Verdi sul mercato valgono un quarto di quanto abbiamo speso per prenderli. Certamente la società, già in affanno per l’emergenza Covid, non metterà sul tavolo vagonate di milioni. Anzi. Il ds dovrà agire con scambi e acquisti di prospettiva low cost. Il rischio è di trovarci a settembre con la stessa squadra priva dei più forti, puntellata da qualche ex Spal di lungo corso (vedi Fares) e destinata a fare la Cenerentola del torneo. Un rischio forte.

Allora forse è meglio retrocedere già quest’anno e cominciare subito la ricostruzione. Si, retrocedere in B. Tra l’altro in caso Cairo volesse vendere – come molti tifosi auspicano – la società sarebbe molto più appetibile nella serie cadetta. A quel punto si potrebbe ripartire da zero o quasi, con un gruppo che sappia ridare entusiasmo alla piazza depressa dalla bruttezza vista in questa stagione. Lo abbiamo già fatto in passato e possiamo rifarlo. Forse lo scrivo per scaramanzia, forse per rabbia, forse comincio a crederci un po’”.

Enrico Marcoz, giornalista tifoso

145 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TorelloRomano - 4 mesi fa

    Cambia spacciatore. Quello attuale ti vende robaccia. Ti ha fulminato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Veyser - 4 mesi fa

    La maggior parte dei tifosi vuole che Cairo venda??? E questa certezza da dive salta fuori??? Meglio retrocedere così la società è più appetibile….. certo in B la rosa varrebbe la metà….. che strani tifosi del Toro scrivono….. boh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nitrotoni - 4 mesi fa

    Solo uno juventino di m…. Può dire meglio la b …. Ma vaffa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Red - 4 mesi fa

    Ma retrocedi te

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maxxx - 4 mesi fa

    C’è qualcuno che crede che nella malaugurata ipotesi di retrocessione Cairo cederebbe la società? Io no. Lui (Cairo), il Toro se lo tiene stretto stretto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. granataLondinese - 4 mesi fa

    Ma nessuno ha mai ipotizzato che i giocatori bloccati ad inizio anno in un certo senso anche inconscio si siano lasciati andare in B perche’ cosi’ alla fine avrebbero una scusa plausibile per andarsene?

    Nessuno ha mai ipotizzato che Cairo in quel modo venderebbe tutti ‘a pezzi’ facendo molti soldi, visto che il toro in A non se lo compra nessuno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. maxx72 - 4 mesi fa

    E aprendo il sito si continua a vedere in primo piano l’articolo di questo ubriacone, in redazione sono dei provocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Luigi-TR - 4 mesi fa

    mi basta il titolo non ho neanche la voglia di leggere il resto
    ma dico…stiamo scherzando ?!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. tric - 4 mesi fa

    giornalista tifoso … gobbo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. drino-san - 4 mesi fa

    Complimenti a enrico marcoz e a voi che pubblicate una roba del genere. Fatevi furbi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. sigfabry - 4 mesi fa

    Al caro prawda
    Con l’ultimo commento ti sei superato ,ora sono un sostenitore di Cairo sotto falso nome. Perché ritengo che paragonare la gestione di una squadra come l’Atalanta al Toro è praticamente impossibile indipendentemente da chi sia il presidente dell’una o dell’altra squadra .
    Fare un paragone ora che sono la squadra rivelazione degli ultimi anni é oggettivamente poco sportivo. Sinceramente non mi sono mai stati particolarmente simpatici ma dopo l’ultima partita mi stanno veramente sulle scatole e mi urta anche il solo sentirli nominare, figuriamoci cosa provo a dover leggere che ce li dobbiamo porre a modello.
    Le cifre del loro stadio sono quelle che ti ho scritto , se cerchi bene trovi anche degli esposti(non miei) alla procura sull’argomento. Fai un piccolo sforzo per amore della verità, che mi sembra sia un tuo saldo principio!!!
    Ti do anche un altro esercizio da fare, visto che fra noi l’economista sei tu ,fammi una onesta valutazione di un immobile da vendere tenendo conto che ha un contratto di locazione in essere che rende 450000€ annui e che il lotto che vendo ha anche permessi e autorizzazioni per costruire aree commerciali …..questi dati li devi cercare tu.
    Mi fido che farai una stima onesta.
    Mi hai messo in bocca anche che non vorrei pagare l’affitto del Filadelfia.
    Dove lo avrei scritto lo sai solo tu ,e ti ripeto invece che il Filadelfia è storia e basta leggerla e anche qui si trattava di un confronto fra avere come dirimpettaio la Juve rispetto all’Albinoleffe. Anche questo concetto stravolto ,trasformato in perché non voglio pagare l’affitto, alla Sisport era peggio . Il bello è che ti ho pure risposto ,e li proprio t’è partito il delirio, Cairo lo poteva comprare ,ma Cairo ne ha chiesto lo scorporo bla bla .
    Ma se lo hanno dovuto pregare per fargli tirar fuori meno di un milione e mezzo mi pare. Se ti ricordi ste cose mi spieghi l’accanimento di oggi,era chiaramente un pezzente.
    Che progettualità ci avevate visto al tempo,o almeno su questo eravamo dalla stessa parte?
    Fece una serie di cose allucinanti , era insopportabile e soprattutto era onnipresente, un incubo.
    Ma comunque al primo tentativo con una squadra inventata dal nulla e una dose consistente di buona sorte centrammo la promozione in serie A
    Ma che squadre avevamo te lo ricordi?
    Quelle erano da vergognarsi sul serio,mezzo piede di uno, un quarto per 3 mesi di un altro, dai prestamelo se ti serve te lo riporto, 4 appoggiati, 2 regalati 3 affacciati 6 protestati 4 ricercati e comunque praticamente tutti sotto il livello minimo di decenza.
    Lo hanno raggirato e ci hanno tirato sole per buoni 5 anni,poi ha cominciato a capirci qualcosa.
    Anche se la vera svolta per smettere di essere una barzelletta la dobbiamo a Ventura, diamo a Cesare quel che è di Cesare
    Ma non mi sembra che ci fosse tutta sta contestazione ,per vedere qualcosa abbiamo dovuto farci umiliare anche in serie B.
    Ovvio che poi vi prendo in giro se leggo ragionamenti su digeribilità o meno di una possibile svolta societaria a fronte di una retrocessione,io credo anzi di essere stato delicato a buttarla sullo scherzo.
    Se nemmeno su questo arrivate ad una constatazione amichevole,con ammissione di colpa, vi confesso che si rischia il penale !!!!!
    Ho scritto erroneamente minusvalenza e hai ragione ma il concetto dell’esempio non muta,di certo non è stata una cessione dettata da interessi economici della società, ma contingenti allo scarso feeling tra giocatore e mister, mettici poi che il procuratore è riuscito a fargli quasi raddoppiare lo stipendio e questo è ,ma tutta questa storia di cui abbiamo dovuto parlare 20 volte era solo un esempio della diversa pressione fra le due piazze. Minus plus, ammortamento e Bilanci ,non hanno alcun ruolo significativo rispetto al concetto espresso . Mi spiace visto che pensi sia una mia lacuna e infatti punti molto su questo ,ma non è che si parli di fisica quantistica . Io ho sbagliato a scrivere , ma ti rifaccio notare che anche se a bilancio 2019 con la cessione hai una piccola plusvalenza, nei bilanci precedenti gli ammortamenti sono costi che hai sostenuto,capito genio della finanza! Ma poi parliamo di un giocatore bravo, acquistato dalla Roma a un ottimo prezzo reduce da due buone stagioni e di 27 anni età di massimo realizzo economico. E alla fine dei conti ci abbiamo rimesso,e non poco, per far contento quel beota di Mazzarri.
    E ancora più di qualcuno imputa alla società anche questa operazione, figurati cosa si scatenerebbe con cessione sistematica dei più redditizi stile Dea, e non ti far abbagliare dagli ultimi 2 anni, i cicli finiscono.
    Ho un vuoto di memoria aiutami ,Verdi quanto lo abbiamo pagato per metterlo nel suo ruolo?
    Interpretato in maniera diversa ovviamente, comprato a 27 anni,ottima stagione due anni fa e poi praticamente fermo un anno,non parlo del rendimento di questa stagione per decenza.
    Allora mi confermi circa 22 milioni , contratto 4 anni, attento,senti questa che voglio il parere di un’esperto, che lo sai che io sto in difficoltà,troppo complicato per me , matematica copiavo, però a pallone e sport in genere non avevo problemi.
    Tu mi insegni che ci sarebbe un ammortamento annuale di circa 5,5 ; trascorsi 3 anni con noi lo vendiamo a 7,5 milioni e quindi al bilancio 2022 avremo una bella plusvalenza di 2 milioni ,confermi?? Quindi magari andasse così,soldi facili.
    Devo solo dire grazie a voi se la finanza comincia a farmi meno paura.
    Ora rigirami pure questa frittata,che così la verità è che toccherà buttarla nella spazzatura.
    Ora ti confesso anche una malignità che da un po’ mi ronza in mente , io noto da qualche tempo che i giocatori della Dea corrono troppo più di tutti gli altri e sono tutti avvelenati al limite dell’esaltazione. Ovviamente io li condannerei anche se innocenti,lo ammetto , ma ogni volta che li vedo giocare mi ricordano la juve di lippi. La rammenti ???
    Concludendo, sei libero di insultarmi, prendermi in giro e dire quello che vuoi,solo una cortesia ,non mi infilare in frasi dove hai visto e capito su di me e su minchiate da mezzi froci. Tipo cambio il nick, sostenitori di Cairo ne ho letti tanti ……perché oltre ad essere fuori strada, e non sai di quanto, che non sarebbe nemmeno un problema.
    Lo scrivere certe cose ti sminuisce tantissimo.
    Io ho tutti i difetti del mondo,sono ignorante irriverente rompo le scatole forzo ogni situazione,impulsivo,fumantino, diplomazia zero, ma comunque a modo mio ti rispetto e di certo non ti penso a tramare o a fingere e ancora meno sono qui per conto o tornaconto di chicchessia .
    Io tifo e sostengo solo il Toro ,ed anche se non saremo d’accordo su nulla ,su di te non faccio congetture e anche se ci diciamo di tutto alla fine penso che vuoi bene al Toro e questo mi basta e quindi non ce l’avro mai con te . Poi non mi tengo nulla quindi il rancore non mi appartiene.
    Un abbraccio tesori miei e sempre FORZA TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. drino-san - 4 mesi fa

      Ma sai che sui giocatori dell’atalanta i dubbi li ho anch’io? Sarà il buon vecchio cebion di cannavaro?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Prawda - 4 mesi fa

      Ascolta hai fatto un monologo lunghissimo ma bastava che ti rileggivi le castronerie che avevi scritto, provo ad aiutarti:
      – “All’Atalanta lo stadio lo hanno ceduto gratuitamente ,prima di dire cazzate e fare i saputi senza sapere un’emerita cippa di nulla, ragionate con la vostra testa e informatevi”. Non e’ vero, l’Atalanta lo stadio lo ha pagato ed il prezzo e’ frutto di una perizia di una societa’ esterna al Comune, magari sbagliata a tuo dire ma non credo visto che quando si determina un prezzo si deve tenere in considerazione chi potrebbe acquistare quel bene e le condizioni in cui si trova la struttura. Nel caso dello stadio di Bergamo e’ un impianto di 100 anni fa che non aveva nemmeno i requisiti per l’omologazione UEFA, i potenziali acquirenti erano due ma difatto vi era solo l’Atalanta, per l’esposto in procura mi sembra sia gia’ stata chiesta l’archiviazione e lo stesso TAR nell’esaminare il ricorso dell’Alninoleffe non aveva trovato nulla da eccepire sulla procedura e sulla cifra.
      – “Ljajic ,non è stata una plusvalenza leggili i bilanci,ma sul serio senza che li citi e basta, Bilancio 2019 Ljajic lo trovi nella sezione creditizia ,certo , ma a noi è costato circa 9 milioni e dal Besiktas ne abbiamo presi circa 7”. Castroneria che nemmeno uno studente del primo anno di economia scriverebbe e che semplicemente denota l’ignoranza, nel senso di non conoscenza, di una determinata materia. Ljajic e’ stata una plusvalenza, lieto che alla fine tu l’abbia compreso. Tra l’altro Ljajic non veniva da stagioni brillanti quando e’ stato acquistato, a Firenze era stato mandato via ed a Roma aveva sostanzialmente fallito, infatti il prezzo 8,5M era proprio la conseguenza di essere una scommessa ed a Torino e’ stato molto altalenante; non si possono certo definire molto buone le due stagioni, non c’era la coda per prenderlo e chi alla fine lo ha preso vuole gia’ disfarsene per cui a me personalmente piaceva ma non abbiamo perso un campione.
      – “Guarda il Filadelfia faccio solo un esempio,le verità a Torino non sono a colori ,sono ancora in bianco e nero . La Juve ha potuto comprare il delle Alpi senza problema , noi solo per poterci allenare al Filadelfia paghiamo una rata di affitto di poco inferiore alla rata del mutuo che la Juve paga per l’acquisto dello stadio”. Tu hai messo insieme una proprieta’ con un affitto, concetto che non ha alcun senso ma soprattutto e’ stata una scelta di Cairo che avesse voluto avrebbe potuto tranquillamente comprare il Filadelfia e costruirci sopra un centro sportivo ma ha preferito non investire nulla e tenersi i soldi in tasca. La storia del Filadelfia poi non ha alcun senso, parliamo di una societa’ fallita, quindi e’ normale che non sia piu’ del Torino.
      – “Ci stanno facendo storie per tutto e paghiamo tutto noi, affitto manutenzione ordinaria e straordinaria ,alla sisport l’affitto era più caro,ma farse ti sfugge il particolare che i pagamenti venivano riconosciuti alla MP Service S.r.l., società che detiene il controllo del centro di allenamento utilizzato dal club granata e che fa comunque riferimento al gruppo Cairo”. Il Torino paga oggi meno di quanto pagava alla Sisport per avere una struttura nuova, piu’ grande ed in uso esclusivo. Tralascio la stupidaggine della MP che non detiene alcun controllo ma era semplicemente la tramite a cui il Torino pagava l’affitto della Sisport e che poi MP girava alla FCA proprietaria dell’impianto.
      Non le ho scritte tutte perche’ rischierei di farla troppo lunga ma dopo tutte queste castronerie riesci a concludere “Se cortesemente eviti anche tu di farmi perdere tempo e magari informati meglio prima di precisare senza precisione” ed e’ sinceramente risibile.
      Per quanto riguarda l’esempio Verdi, parti da un dato credo errato perche’ in questo momento e’ un prestito con obbligo di riscatto e quindi il suo ammortamento non e’ nemmeno iniziato; in ogni caso non si puo’ analizzare una sola posta di bilancio perche’ avrebbe ben poco senso, direi che per quello visto finora molto difficilmente Verdi diventera’ una plusvalenza ed il rischio concreto e’ quello di avere semmai una minusvalenza importante od in alternativa un aumento nei costi per il personale, stipendi, e di ammortamento.
      L’Atalanta e’ la nona squadra per chilometri percorsi, certo rispetto al Torino che e’ ultimo corrono molto di piu’ ma se a tuo parere loro avrebbero “preso qualcosa”, non so cosa potrebbero aver preso le otto che corrono ancora di piu’.
      Io non insulto proprio nessuno, hai scritto dei dati inesatti ed io te li ho semplicemente fatti notare; come hai chiaramente difeso questa gestione, assolutamente legittimo da parte tua farlo, pero’ senza cercare di cambiare i numeri, perche’ le opinioni sono sempre rispettabili ma i dati, soprattutto quelli di bilancio sono oggettivi.
      Infine tra Atalanta e Torino la principale differenza e’ che da una parte c’e’ una societa’ che sta facendo tutti i passi per far crescere la squadra sia sotto l’aspetto sportivo che sotto l’aspetto patrimoniale, mentre dall’altra c’e’ una societa’ a cui dei risultati sportivi non e’ mai importato nulla, senza alcuna programmazione, senza investimenti, interessata unicamente ad aspetti extracalcistici.
      Con questo finisco e ti auguro una buona giornata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. TOROPERDUTO - 4 mesi fa

      A Sigfabry,
      Però e che cazzo più conciso che sono solo le 16 e ho già sonno.
      Ovviamente scherzo non sul fatto che ho sonno e che anche se le cose che hai scritto fossero state le più interessanti mi sarei addormentato lo stesso perché non le ho neanche lette, mi addormenta la sola lunghezza :p

      Mi è caduto però l’occhio su quello che dici dei giocatori dell’Atalanta.
      Non avere dubbio alcuno, sono dopati, stai pur tranquillo, hanno uno dei centri medici più all’avanguardia quindi come dici giustamente tu sono esattamente come era la Juve.
      Tra un po’di anni verrà fuori.

      Zeman ha già lanciato la frecciata e quando la lancia lui…..

      Però resta il fatto che noi i giocatori proprio non li sappiamo scegliere, il caso Verdi è lampante, mi permetto di criticare il tuo giudizio sull’attribuire le colpe a Mazzarri, non è questione di ruolo, Verdi è un mezzo giocatore che mai avrebbe reso per quella cifra e un presidente che vuol stare in serie A non può spendere quella cifra.
      In ogni caso nessuno mi leva dalla testa che si trattava di un affare di Cairo con de Laurentiis.

      In ogni caso non sappiamo proprio fare programmazione di campagna acquisti, prova ne è che i nomi sono sempre gli stessi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Fede Granata - 4 mesi fa

    Vede Sig. MArcoz Lei ha dimenticato di scrivere una cosa. Premettendo che nessuno vorrebbe il Toro in serie B , ma provocazione x provocazione Lei non ha scritto che ora come ora il Torino ha tifosi da Serie B..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. maxx72 - 4 mesi fa

    Ma perché uno apre toronews e deve trovare in primo piano un articolo del genere?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

      Consolati fratello è iniziata temptation island.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 4 mesi fa

        La mia trasmissione preferita.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

          Hai tradito Maria??

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. TOROPERDUTO - 4 mesi fa

            No,
            Ha tirato Maria

            Mi piace Non mi piace
          2. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

            La Maria si tira?

            Mi piace Non mi piace
          3. maxx72 - 4 mesi fa

            Sono troppo vecchio per i pipotti se vi riferite a quello, no Maria non si tradisce tanto sono a orari diversi.

            Mi piace Non mi piace
  14. sigfabry - 4 mesi fa

    @prawda
    8 milioni e 600 mila euro. Unica offerta al minimo consentito, accettata, c’era in realtà un altro offerente, ma l’offerta è stata dichiarata inammissibile Entrambe ,le offerte erano condizionate una sola accettata e quindi accettate le condizioni dell’Atalanta.Inoltre gli hanno scontato dei lavori di ristrutturazione e al netto il dovuto è 6340000 euro,per uno stadio di proprietà e con l’approvazione su tutte le varie aree di sviluppo commerciale é un prezzo di mercato?. Caro Prawda ,non mi andava di spiegare tutto , ma era pianificato con lo sponsor pronto. Se per te non é una cessione di favore uno stadio a queste condizioni ,rispetto la tua opinione. Con il nostro affitto a quelle cifre ci coprivi tranquillamente sia acquisto che ristrutturazione , ma di quanto cresce il valore e la redditività di una società di calcio con lo stadio di proprietà ?
    Ljajic ,non è stata una plusvalenza leggili i bilanci,ma sul serio senza che li citi e basta, Bilancio 2019 Ljajic lo trovi nella sezione creditizia ,certo , ma a noi è costato circa 9 milioni e dal Besiktas ne abbiamo presi circa 7.E’ proprio come dici tu molto chiaro,e il nocciolo della questione non era sulle cifre, ma sulla paternità del trasferimento . Che vede il calciatore e il mister protagonisti e non la società . Capitolo Filadelfia e chiudo che veramente non ne posso più .Lo stadio é stato costruito dal conte Enrico Marone di Cinzano al tempo presidente del Toro dopo l’acquisto dell’area su cui edificarlo. Nostro al 100%, a seguito della tragedia di Superga , per problemi finanziari Ferruccio Novo fu costretto a darlo in garanzia alla federcalcio .Ma comunque la proprietà dello stadio è sempre stata del TORO, fino al 1995,quando il Torino lo ha ceduto gratuitamente alla fondazione ,creata proprio con l’intento di recuperare l’impianto . Presidente era Calleri, ma a creare la situazione fu il sindaco Novelli. Ci stanno facendo storie per tutto e paghiamo tutto noi, affitto manutenzione ordinaria e straordinaria ,alla sisport l’affitto era più caro,ma farse ti sfugge il particolare che i pagamenti venivano riconosciuti alla MP Service S.r.l., società che detiene il controllo del centro di allenamento utilizzato dal club granata e che fa comunque riferimento al gruppo Cairo.
    Tu di che Filadelfia parli?
    Questa è storia ,quindi mi sembra che anche su questo sei ferrato a modo tuo.
    Se cortesemente eviti anche tu di farmi perdere tempo e magari informati meglio prima di precisare senza precisione. Sarebbe opportuno . E sono rimasto sul vago, se vuoi le versioni integrali ci sentiamo al telefono è più pratico .
    Ciao tesoro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Ma tu sai come funziona il meccanismo di ammortizzamento di un bene in una società? Se la società acquista un bene a 10 milioni è la società che dichiara il tempo di ammortamento. Se l ammortamento è di 5 anni per esempio significa che la società reputa di ripagarsi in 5 anni l investimento . Non è che un bene è eterno e quindi se l ho pagato 10 milioni dopo 20 anni lo devo rivendere almeno a 10 altrimenti ci ho perso. Il bene (il giocatore mi ha fruttato sponsor, punti in classifica, introiti da botteghino, merchandising… se l Iajic è stato pagato 9, e l ammortamento ad esempio era su 5 anni , dopo 3 anni il valore residuale era dei 3/5 di 9 milioni ossia 3.6 milioni. Se è stato venduto a 7 c è stata plusvalenza. Questo è il meccanismo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. sigfabry - 4 mesi fa

        E insistono,la questione era su come i tifosi del Toro ancora rompono il cazzo per la cessione effettuata, non per scopo di lucro, ma per convenienza più che altro del diretto interessato e del mister che non lo voleva, e tu e quell’altro ne siete un’altra prova in diretta . Vediamo se riscrivete su questa cosa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 4 mesi fa

          Siamo tutti deficienti , l unico che sa tutto sei tu . Sopra hai parlato tra le altre cose di plusvalenza su liajc. Comincio a pensare che non riesci neppure a comprendere ciò che scrivi tu stesso. Dici che lisi è stato venduto con minusvalenza e questo NON È VERO. È chiaro?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Prawda - 4 mesi fa

      Perdonami non ti chiamero’ tesoro che riservo solo a mia moglie, detto questo sei riuscito a scrivere delle castronerie ancora piu’ eclatanti delle precedenti ed era oggettivamente difficile.
      Intanto lo stadio dell’Atalanta e’ stato acquistato e non regalato come da te scritto in precedenza, per lo meno su questo ci sei arrivato, il bando era pubblico ma secondo te uno stadio a Bergamo chi avrebbe potuto acquistarlo?
      Tra l’altro mi dispiace ma il prezzo di acquisto esatto e’ 8,6M con rialzo del 10% rispetto al prezzo base, nemmeno questo sei riuscito a capire, non hanno scontato nessun lavoro di ristrutturazione che avrebbe avuto ben poco senso visto che l’impianto sara’ gradualmente abbattutto e ricostruito.
      Ljajic e’ una plusvalenza, davvero non sai nemmeno che si ammortizzano i giocatori e come si calcola una plusvalenza? Non devi prendere la cifra d’acquisto come hai fatto tu ma la cifra di vendita a cui va sottratto non quanto e’ stato pagato ma quanto restava da ammortizzare, significa che non certo eclatante ma e’ stata una plusvalenza, come lo e’ stata anche per Niang. Tra l’altro sui bilanci e’ scritto, ovviamente bisogna saperli leggere e temo che per te qui comincino i problemi.
      Anche sul Filadelfia per non smentirti scrivi castronerie; che importanza ha chi era il proprietario del vecchio stadio Filadelfia, quello non esiste piu’ da anni; se non lo sai te lo dico io quando Cairo acquisto’ dal curatore fallimentare il vecchio titolo del Torino calcio ed i diritti di immagine della vecchia societa’ oltre ai pochi trofei rimasti, gli fu offerto di acquistare anche i ruderi, quello che restava, del vecchio Filadelfia ma Cairo non era interessato.
      Il Filadelfia, meglio il centro di allenamento, che e’ stato realizzato dove una volta c’era lo stadio Filadelfia, e’ stato realizzato unicamente grazie ai fondi di Comune e Regione, con quello che ha messo Cairo si sono pagati a malapena i tendoni oscuranti voluti da Ventura, mi sembra quindi del tutto normale che paghi un affitto su una proprieta’ pubblica. Paga la manutenzione ordinaria, quella straordinaria su una struttura nuova non esiste, resta il dato che per una struttura nuova che ha in esclusiva, 24 ore su 24, piu’ grande e decisamente migliore rispetto alla precedente, paga meno di quanto pagava MP per la Sisport; poi MP pagava anche la manutenzione di una villa a Forte dei Marmi ma forse ci facevano degli allenamenti estivi particolari, magari ne sei a conoscenza.
      Un consiglio: evita di parlare di cose che conosci male, il bilancio da quello che scrivi e’ evidente sia un argomento di cui ignori anche le basi, lascia perdere e soprattutto visto che non sai con chi parli, non fare il gradasso, il tempo semmai lo perdo io a spiegarti o a tentare di spiegarti cose ovvie anche ad uno studente del primo anno di Economia; io di bilanci nella mia vita, per lavoro, ne ho dovuti guardare tanti e conosco, al contrario di te, molto bene come si leggono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garnet Bull - 4 mesi fa

        Ti quoto al 100% @prawda

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Bischero - 4 mesi fa

      Sigfabry ma per tutte queste stupidaggini hai fatto un corso accelerato o ti ha scritto tutto il nano di masio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ddavide69 - 4 mesi fa

    Sigfabry , sei senza argomenti e in quanto a cazzate non sei secondo a nessuno. Io ho banalizzato facendo l esempio della vendita di un un’appartamento, so anche io che si tratta di una cosa molto più complessa, ma il discorso è: vuoi vendere? Ti affidi ad una società che tratta questo tipo di materia come hanno già fatto altri. Oppure pensi che al Milan i compratori li abbiano trovati i tifosi? Oppure che qualcuno abbia suonato alla porta do Berlusconi o thohir? Ma pensi quando scrivi oppure offendi e basta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sigfabry - 4 mesi fa

      Non ti voglio offendere ,prendere un po’in giro quello lo ammetto e se ti sei offeso mi scuso.
      Ora seriamente, forse tu sai qualcosa che io non so,o mi é semplicemente sfuggita la notizia ,ma io non ho mai letto o sentito nulla che potesse far intendere che Cairo sia intenzionato a vendere il Toro .
      Dimmelo che voglio leggerlo, sarebbe la prima cosa positiva sul Toro dopo mesi.
      Fammi sapere
      Ciao

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 4 mesi fa

        Mah, io sotto ho risposto a Robros58 che non mi risultava che cairo avesse messo in vendita la società ad un prezzo congruo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. sigfabry - 4 mesi fa

          Quindi la fonte della notizia sei Tu?
          Vabbè

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Prawda - 4 mesi fa

    Leggo delle castronerie terrificanti e quindi, precisando che ognuno ha diritto ad avere le proprie opinioni e quindi anche ad apprezzare Cairo pur non comprendendone le possibili ragioni, i dati non sono invece oggettivi:
    – Cairo non investe nulla nel Torino, ci sono i bilanci a dimostrarlo, Cairo ha semplicemente usato una parte degli utili accumulati con cinque bilanci chiusi in attivo e portati a patrimonio netto, con i quali ha pareggiato le perdite degli esercizi degli ultimi due anni.
    – Vendere una societa’ di calcio non e’ come vendere un appartamento ma non si puo’ certo nemmeno aspettare che un possibile acquirente venga a bussare alla porta, ci sono societa’ specializzate che si occupano di ricercare possibili compratori. Se uno vuole vendere ed il prezzo e’ quello corretto di mercato un acquirente si trova, il problema e’ che non mi pare che Cairo abbia alcuna intenzione di vendere.
    – Cairo non ha speso piu’ di Percassi, anche qui basta prendere i bilanci di entrambe le squadre per verificarlo.
    – L’Atalanta, che premetto non mi piace e non deve diventare un modello a mio parere, ha pero’ fatto significativi investimenti, sia nel centro sportivo di Zingonia di cui e’ proprietaria da anni e che e’ stato ampliato e ristrutturato, arrivando ad 8 campi, sia nello stadio di proprieta’ che dovrebbe essere pronto nel 2021.
    – Non e’ vero che lo stadio sia stato ceduto gratuitamente, prima di scrivere sarebbe meglio informarsi, l’Atalanta ha pagato quasi 9M nel 2017 il vecchio stadio al Comune e ne spendera’ circa 30M per la ristrutturazione.
    – Che il Torino paghi un affitto per utilizzare una struttura non di sua proprieta’ e dove la collettivita’, leggasi comune e regione, si e’ fatta carico della ricostruzione mi sembra del tutto normale. Non si puo’ paragonare un bene di proprieta’ privata, con uno pubblico ed in affitto; il Torino tra l’altro pagava molto di piu’ quando si allenava alla Sisport, di quanto non paghi oggi per il Filadelfia, dove tra l’altro usufruisce di
    strutture migliori. Poi se si vuole discutere della quota di cessione del Delle Alpi ai gobbi, delle modalita’, dei terreni della Continassa, quello e’ un altro discorso che pero’ con il Filadelfia non ha nulla da spartire.
    – Infine la cessione di Ljajic ha generato una plusvalenza e non una minusvalenza, come e’ facilmente verificabile nel bilancio 2019 del Torino.
    Ribadisco si possono avere opinioni diverse ma se parliamo di cifre, queste non sono soggettive e non sono opinabili, soprattutto nel caso del Torino sono chiarissime.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      C è gente che parla così…tanto per parlare…oltretutto dicendo che gli altri sparano cazzate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Prawda - 4 mesi fa

        Buona serata Davide.
        Io scrivo su TN con il medesimo nickname da parecchi anni e di sostenitori di Cairo ne ho, purtroppo, letti tanti. La maggior parte non scrive piu’ o per meglio dire ha molto semplicemente cambiato nick, perche’ i numeri del Torino sono evidenti per chi abbia voglia di leggerli e non cerchi di cambiarli.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13967438 - 4 mesi fa

    E vabbè. Sorbiamo anche la cazzata del “è meglio retrocedere”.
    Come poi fosse facile tornare su.
    Ma lasciamo perdere.
    L’unico fatto che conta è salvarsi, se poi il proprietario si levasse dalle balle lasciando nelle mani di qualche soggetto di eguale patrimonialità ma con un minimo di ambizione e attitudine a non cadere nell’errore quindecennale del “the pres is all” sarebbe l’ottimo.
    Ma tanto saremo in serie A con Cairo anche l’anno prossimo.
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. sigfabry - 4 mesi fa

    @rza 78
    Ancora con l’Atalanta, non è un paragone ,e comunque ti sbagli . Il presidente è un arricchito ignorante e molto poco attento ai diritti dei lavoratori.
    Principalmente ramo immobiliare e gestione conto terzi catene negozi al dettaglio soprattutto abbigliamento, anche marchi famosi,se un po’ te ne intendi di questi settori sai che onestamente è impossibile arricchire così tanto in Italia proprio non si può; si venderebbe pure i figli se ci fosse la possibilità.Hanno venduto il loro giovane più forte in prospettiva senza averlo mai fatto giocare in prima squadra.
    Da noi ci sono ancora tifosi che rompono le palle e criticano per la cessione di Ljajić , fatta dalla società per accontentare allenatore e giocatore generando infatti un evento non usuale per noi , una minus valenza e su un giocatore valorizzabile visto quanto ci era costato, ieri ne ho lette più di una di critiche alla società su questo. Il modello Atalanta è un modo molto in voga su tuttosport & Co , per far passare la nostra società come una banda di incapaci ; che a sua volta è un modo molto viscido e scorretto di colpire Cairo colpendo il Toro, e invece di incavolarvi,per il Toro ovviamente,di Cairo chissenefrega, le riportate come vostre analisi da intenditori .
    Il DS è un separato in casa ha litigato con tutti, non sono certo,ma dovrebbe essere più di un anno che non va allo stadio a vedere la sua squadra. A Bergamo la seconda squadra é L’Albinoleffe ,nata dall’unione dei due paesi Albino e Leffe per l’appunto . Media spettatori paganti in casa ,circa cento .
    Tutta Bergamo è per la squadra , politicamente umanamente ,a tutti i livelli .Torino è una delle piazze più complesse in assoluto, ma al mondo; tutti gli svantaggi della grande piazza , ma senza goderne i vantaggi . Guarda il Filadelfia faccio solo un esempio,le verità a Torino non sono a colori ,sono ancora in bianco e nero . La Juve ha potuto comprare il delle Alpi senza problema , noi solo per poterci allenare al Filadelfia paghiamo una rata di affitto di poco inferiore alla rata del mutuo che la Juve paga per l’acquisto dello stadio .
    All’Atalanta lo stadio lo hanno ceduto gratuitamente ,prima di dire cazzate e fare i saputi senza sapere un’emerita cippa di nulla, ragionate con la vostra testa e informatevi.
    Guardate gli organigrammi di cosa, Comi e Moretti rispetto ai tuoi eroi calciatori di Bergamo sono Maradona e Pelé.
    Masticano di calcio, ma per cortesia , poi mi domando che cosa ne sapete?Ammettetelo è quello che leggete su tuttosport,la stampa e compagnia cantante ,quindi un cazzo di nulla ,se non la valanga di stronzate costante che ci propinano da anni, leggermente personalizzato.
    In Italia la società con una struttura superiore alle altre, e di parecchio, escluse milanesi e Juve che sono un discorso a parte, é solo l’udinese , che ha 28 punti ,meno di noi e di quasi tutti . Quindi??? Ne deduci cosa?? Che masticano di calcio troppo in fretta e quindi digeriscono male,bravo !!!
    Vagnati chi cazzo è ?? Ti poni le domande sbagliate .
    Comincia da:
    Ma chi cazzo sei tu???
    Continuando con:
    Quante enormi cazzate sono riuscito a scrivere in meno di sei righe ???
    Ti aiuto, più di 10.
    Tante.
    Troppe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garnet Bull - 4 mesi fa

      Sono d’accordo con tutto e fammi aggiungere qualcosa sui giornali di cui parli, anzi una sola parola, PREZZOLATI

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 4 mesi fa

      Guarda i risultati dei soggetti che hai elencato e poi rileggiti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. lucapecc_908 - 4 mesi fa

    Io mi chiedo, ma questi fantomatici giornalisti vedono le partite delle altre squadre? Conoscono le situazioni delle altre società? Sanno in quale palude sta affondando da tempo non solo il calcio ma l’intero sistema sport italiano, se non l’intero paese.
    Se noi mangiamo merda e cicoria non è che in casa di tante altre squadre si festeggia a caviale e champagne.
    Persino due società superprotette come Roma (che è sempre coperta da Unicredit) e Milan non trovano acquirenti all’altezza.
    Ci sono molti dubbi sul Verona, che ha azzeccato una stagione super ma ha già venduto Kumbulla, Rahmani e Amrabat e ha tanti giocatori in prestito, dopo che è stato confermata che la società del presidente è debitrice nei confronti di Volpi. Genoa e Sampdoria sono in vendita da tempo senza nessuno che si avvicini. Commisso appena arrivato ha messo bianco su nero per fare Cittadella dello Sport e Stadio nuovo,magari a Firenze ci riesce, a Torino sabauda agnellosa non gli farebbe neanche appoggiare una pietra.
    Per quale motivo dovremmo andare in B e subire catastrofi soltanto noi. Che fra l’altro abbiamo quasi esclusivamente giocatori di proprietà e una ventina di ragazzi fra B e C, alcuni dei quali pronti a rientrare.
    Tafazzi si nasce ma a volte esageriamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. palmiro - 4 mesi fa

    Sembra la teoria del cane di Mustaphà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

      Che pensa de scopa’e invece sta a…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. ddavide69 - 4 mesi fa

    Retrocedere per ricostruire con Cairo, significherebbe fra due stagioni essere messi come oggi , quindi non lo auspico ne lo accetterei. Retrocedere per essere ceduti a qualcuno più illuminato con una qualche prospettiva allora sarebbe piu digeribile. Il problema qui è solo cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sigfabry - 4 mesi fa

      Questo non lo avevo letto, ora chiedo ai giudici se le stronzate che contiene possono essere sommate, se la risposta è positiva diventa enorme . Oggi sei in grande forma, complimenti .
      Retrocedere per ricostruire,partenza a razzo ,con Cairo no, e con chi secondo te sarebbe una buona idea ? Due anni e stiamo come oggi ,sono punti anche questi . Non te lo auguri, ma la cosa che evidenzierei è l’opportunità di non accettare la retrocessione per ricostruire se fosse con Cairo, grande notizia .Quindi se si dovesse retrocedere e Cairo ammettesse la pianificazione del tutto , noi non la accettiamo, raccolta firme e si torna in A. Davide sei fonte di ispirazione .
      Anche retrocedere per essere ceduti a qualcuno talmente illuminato e sopratutto ambizioso e vincente da acquistare la squadra se retrocede.
      Lo trovo un concetto meraviglioso, profondo ma allo stesso tempo fruibile.
      Permettimi un unico appunto, non so dirti precisamente quanti ,ma sicuro che di problemi qui ce n’è più di uno .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 4 mesi fa

        Forse non mi sono espresso bene o non hai capito. Io NON VOGLIO RETROCEDERE. Questo sia chiaro Dico solo che se la retrocessione fosse propedeutica all acquisto della società da parte di una persona un po’ più trasparente di cairo. O almeno avesse più contiguità il verbo espresso con l azione , allora mi potrei anche sorbire un sotto anno in B. Poi non dimentichiamocelo : con ca6di anni in b ne abbiamo fatti molti e se non fosse per i diritti tv , ma solo per i denari spesi dal suo portafoglio, di anni in b ne avremmo fatti molti di più.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

    Evidentemente i giornalisti tifosi del TORO dell’ANSA devono aver qualche problema.
    Luca Guazzoni è spesso presente nelle trasmissioni calcustiche condotte da Ravezzani e quasi mai ha la minima informazione sulle vicende calcistiche che riguardano la nostra squadra.
    Misteri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. robros58 - 4 mesi fa

    2 domande:
    1) a tutti quelli che ora versano vagonate di fango su Cairo voglio chiedere: con chi stavate quando il Toro stava per prenderlo Luca Giovannone?
    2) Se mandiamo via Cairo chi prendiamo? non vedo la coda di pretendenti … Se siamo fortunati, facendo “mea culpa”, possiamo forse sperare che ritorni Ciuccariello?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      La coda non la vedi come non vedevi la coda di gente che voleva il milan o l inter o la fiorentina. È il venditore , se ne ha l intenzione a diversi cercare il compratore affidandosi magari a una società intermediaria. D d’altronde se vuoi vendere l l’appartamento devi affidarti a un intermediario o almeno esporre un cartello altrimenti chi può sapere se vuoi vendere o no? Non mi risulta che ad oggi Cairo abbia messo in ve6la società, ad un prezzo ragionevole.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. NEss - 4 mesi fa

        Ci sono mille appartementi in vendita, c’e’ un solo Torino. Non sono situazioni paragonabili.
        Le societa’ non si vendono, si comprano. Nel momento in cui metti qualcosa in vendita il prezzo si abbassa, con poche eccezioni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 4 mesi fa

          Ricordo che i della valle, thohir e Berluska il compratore se lo sono a andati a cercare. In quanto al prezzo che cala …dipende cosa pretendi. 150 milioni mi sembra un prezzo congruo, se ne vuoi 300 magari non trovi nessuno. Ricordo anche che Cairo il Toro lo ha preso a zero…quindi..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. sigfabry - 4 mesi fa

            Ma è una gara a chi spara le cazzate più grandi ? Davide non sei messo male , se mi approfondisci la teoria sul compratore di società di calcio , mi aggiungi qualche altro particolare tecnico di cui il commento è già ricchissimo e almeno il podio oggi non te lo leva nessuno.

            Mi piace Non mi piace
      2. robros58 - 4 mesi fa

        concordo con Ness. Basta vedere il Fondo Elliot che si è trovato “quasi per caso” tra le mani il Milan e, ad oggi, non è ancora riuscito a rifilare la “sola” a qualcun altro … e stiamo parlando del Milan! mica di una squadrucola come il Toro!
        Se ci fosse qualcuno veramente interessato nessuno mi toglie dalla testa che avrebbe già fatto passare qualche indiscrezione ai media, tanto per infiammare ancor di più la piazza e per mettere Cairo alle strette.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. abatta68 - 4 mesi fa

    Non diciamo cazzate! Andare in serie B non è meglio per nessuno! Riprogrammare lo si può e lo su deve fare inserire A. Se il presidente volesse mai vendere non è affatto vero che sarebbe meglio chi compra, perché sicuramente perderebbe un capitale in giocatori. Forse potrebbe essere meglio per chi intende solo specularci sopra per qualche anno e per qualche losco motivo, non per chi vorrebbe ottenere qualcosa a livello sportivo. E poi che facciamo? Si va dai giocatori per convincerli a perdere contro il brescia e il genoa? Ma figuriamoci!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. rza78 - 4 mesi fa

    Vagnati…ma chi cazzo é costui? Andate a leggervi l’organigramma dell’atalanta l’area manager é composta da 5 persone che hanno giocato e masticano di calcio (presidente incluso). Que sto sta ancora con la società vuota… Moretti che alza la lavagna delle sostituzioni …Comi che per pietà neanche commento più…e un ds che arriva da retrocessione e che dovrà fare come al solito il mercato con le noccioline…e c’è ancora chi lo difende (A parte la curva prezzolata)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. nonnogranata - 4 mesi fa

    E’ evidente che l’ineffabile Sig. Marcoz di calcio ne mastica poco : crede che il campionato di B sia facile ??? che basti chiamarsi Toro per risalire immediatamente in A ???
    Secondo me mille volte meglio riprogrammare per quanto possibile mantenendo la categoria!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. sigfabry - 4 mesi fa

    @LeoJunior
    Ti rispondo qui che altrimenti non la pubblica .
    Se potessi scegliere chi mi pare io prenderei Erik ten Hag , l’allenatore dell’Ajax .
    Tornando al possibile , punterei con forza su De Zerbi.
    Sono contrario ad allenatori che vengono da squadre tipo Milan Inter , difficile che arriva con entusiasmo e fame, giusto Gattuso avrei preso ,ma lui è unico.
    Anche troppo avanti con gli anni lo sconsiglio , giusto Ranieri , che era il mio top per sostituire Mazzarri in corsa ,ma la Samp è arrivata prima ,anche perché erano più in emergenza .
    Fondamentale a prescindere un allenatore che costruisce la sua squadra partendo dai centrocampisti.
    Ti faccio un esempio er Sor Mazzarri arriva al Toro alla 20^ giornata 2017/18 e in rosa trova: Baselli Rincon Lukic, Ansaldi e Berenguer che confermerà e
    Acquah Afriyie, Aramu, Gustafson Samuel, Ljajić Adem, Obi e Valdifiori che non terrà e sostituirà con i soli Meitè e Soriano a sua volta mandato via.
    L’anno dopo ,ovvero questo, niente centrocampisti e la rinuncia alla conferma di Segre rientrato dopo un’ottima stagione da titolare al Venezia. Decide di far investire alla società la cifra record per la nostra storia di 22 milioni per un solo calciatore , 10 per Aina E quasi 4 per Djiji. Fa confermare tutti anche a fronte di rinnovi onerosi,e perdona Nkoulou come niente fosse .
    Dal momento in cui scoppia la grana Petrachi che va a coincidere con il girone di ritorno dei record Mazzarri é il Re del Toro e Cairo gli permette di decidere su ogni cosa, ma a breve sarà evidente per tutti che non era all’altezza.
    Gli è andata male qualsiasi cosa , ma se l’è cercata alla grande Questa mal riposta fiducia è la colpa grave del presidente , molto grave , ma imputargli altro non è onesto , quest’anno ovviamente.
    E comunque i calciatori pur con tutti i vari errori di società e mister sono i veri colpevoli chi più chi meno ovviamente, ma non salvo ancora nessuno, queste ultime partite in un modo o nell’altro chiariranno molte cose.
    Ora lo scenario è cambiato, DS con reale potere decisionale che sceglierà l’allenatore e quindi caro Leo ora tutto dipende dal tipo di calcio che ha in testa Vagnati.
    Speriamo bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxgemelli - 4 mesi fa

      De zerbi ha rinnovato con il Sassuolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. sigfabry - 4 mesi fa

        Avevo letto del probabile rinnovo ,non dell’ufficialità.
        Lui mi garbava assai , anche come persona. Peccato.
        Dei nomi usciti sui giornali l’unico che mi incuriosisce è D’Aversa,anche se nel caso in cui Longo e Vagnati siano compatibili ,io una chance a Moreno la darei volentieri .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Claudio - 4 mesi fa

      Ti quoto in tutto, anche a me piacerebbe vedere ccosa potrebbe fare Hag, pero’ dovrebbe avere almeno 2 anni a dispozione meglio 3, e l’italia non e’ proprio l’ideale per aspettare che i germogli sboccino, l’ambiente Toro poi…. su De Zerbi avrei dei dubbi, prefererei dare una chanche di rilancio a Di Francesco. Per il resto hai fatto una disamina delle ultime 3 stagioni perfetta a mio avviso.
      E non voglio difendere Cairo, ma onestamente non lo vedo l’unico colpevole di tutto. Viene accusato di voler decidere tutto e su tutto e utilizzare come unico metodo decisionale il braccino corto, ma non e’ cosi, la colpa grave e’ prorpio l’opposto, il metodo e’ stato di affidarsi ad un manager che gestisse il tutto, come si fa in tutte le aziende in fondo, solo che il mondo del calcio e’ sui generis, con Ventura e’ andata bene, con petrachi prima e mazzarri dopo decisamente no, ma il toro e’ fra i club che spende di piu’, il monte ingaggi e’ il 7° quest’anno. Ma veramente c’e’ chi ancora crede che esista ancora il ‘presidente padrone’ tipo Pianelli che firma assegni? Ma visto che pare sapete tutto tutti, chi conosce la composizione societaria della juventus ?
      Sapete che c’e’ dentro anche Lindsell Train Ltd con 11,3% ? ma sapete che questo fondo ha quote anche del Manchester Utd ? il calcio ormai e’ questo, un grande business , condizionato pero’ dai risultati, cosa che in altri settori non c’e’.
      Cairo ha questa forza, di piu non si puo’ chiedere, ha speso sicuramente molto piu’ di Percassi con l’atalanta, ma glie e’ andata male, secondo me c’entra pure il caso, ricordo che il gobbo gasperini e’ stato 3 stagioni fa in bilico un paio di settimane, poi e’ andata di lusso, ma se fosse stato esonerato magari ssrebbe stata l’atalanta ad avere il percorso del nostro Toro.
      Il fattore C credo c’entri sempre

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 4 mesi fa

        Concordo con le vostre analisi. Io a Cairo attribuisco la colpa di non aver rinforzato i ranghi della società. Capisco non sia facile per uno che fa altro nella vita, anche se bravo imprenditore, capire chi possano essere uomini di fiducia… nel calcio poi!
        Petrachi sembrava il ns “uomo” e poi sappiamo come è andata a finire. Si vedono personaggi inquietanti che compaiono e scompaiono (Corvino, Mirabelli, …). Quindi trovare un uomo di fiducia e bravo non è facile. Ma per evitare di accentrare tutto nelle mani di una scelta sbagliata, ci fosse qualche figura in più, forse limiterebbe i danni. Il DG dovrebbe fare questo.
        Ci vuole anche un pò di fortuna. Speriamo che questo Vignati sia bravo. Io affiancherei un DG di esperienza.
        Idem per l’allenatore. Posso immaginare le spinte dei procuratori, gli avvoltoi, i consiglieri fraudolenti che girano intorno. Una giungla

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 4 mesi fa

        Non esiste solo la juve in Italia con cui fare raffronti . Ci sono società che nell ultimo ventennio hanno raggiunto risultati molto migliori dei nostri e il cui presidente non era certamente uno sceicco arabo . Assolutamente comparabile con le disponibilità economiche di Cairo. Pozzo, dellavalle,percassi,lotito…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. sigfabry - 4 mesi fa

        Di Francesco dici?
        Come persona e per serietà mano sul fuoco,io vivo a Roma e lui ha sia giocato che allenato nei giallorossi ,come calciatore magari, uno come lui in squadra ci servirebbe come il pane,ma di più non come il pane,ci servirebbe come l’aria.
        Da allenatore ,tanta discontinuità , partite bellissime e poi prestazioni senza senso.
        Non so in che misura per sue responsabilità o meno,tanto comunque ,colpe sue o no, se sei l’allenatore alla fine ti ricadono addosso .
        Una cosa sicura mi è venuta in mente , non è un pregio purtroppo.
        Di portieri non capisce proprio, basta avere un titolare certo,evitare due che si giocano la titolarità e il problema è risolto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 4 mesi fa

      22 milioni spesi per uno che ha giocato 3 partite l anno precedente , senza aver rinforzato il centrocampo e aver ceduto bonifazi a 12 milioni falque con stipendio pagato dal genoa e riscatto a 7 milioni il caso di permanenza in a , laxalt lasciato andare a gennaio con gli altri 2 e non me la devo prendere col presidente?????? Una campagna acquisti di una squadra che ambisce alla EL fatta con 2 milioni di euro e , ciliegina sulla torta dopo una settimana mandi via l allenatore????? E con chi me la devo prendere????? Ma andiamo..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Il_Principe_della_Zolla - 4 mesi fa

    In B ci siamo già, il sig. Marcoz puo’ dormire tranquillo.

    Il nostro presidente è di serie B, e sono generoso.

    Le strutture sportive sono di serie B, e di nuovo sono generoso.

    Gli effettivi, squadra e tecnico, sono di serie B.

    Detto, questo, vorrei veder sparire il presidente e due terzi degli effettivi, ma essere e rimanere in serie A, perché il Toro è la serie A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Emilianozapata - 4 mesi fa

    Che cosa non ci fanno scrivere la scaramanzia e il tanto amore…Mi limito a due obiezioni. Primo:*noi siamo già in una specie di serie B esistenziale, almeno da quando il Toro è dventato il Torino fc, e Cairo è solo una conseguenza, non una causa. Secondo: a noi non ci compra nessuno, neanche in B, in saldo o in Cina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Simone - 4 mesi fa

    Se servisse a far togliere dalla palle Cairo ben venga la retrocessione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Rimbaud - 4 mesi fa

    Non sono d’accordo si può rifondare tranquillamente anche in A, basta vendere i giocatori al prezzo giusto senza volere la luna e ricostruire una squadra con un progetto in prospettiva.
    Ci sarebbero anche più risorse per farlo, con un monte ingaggi più leggero.
    La B porta solo disgrazie e disastri economici,mi sembra come tagliarsi … per fare un dispetto alla moglie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Sono 15 anni che diffondiamo. Con questo presidente i risultati si vedono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Il Giaguaro - 4 mesi fa

    Voglio cogliere quanto scritto come provocazione. Concordo con la pochezza della squadra, ma sono 5 anni che non viene allenata a fare calcio. Miha prima, Mazzarri poi (tralasciamo il buon Longo, probabilmente l’allenatore con la peggior statistica della serie A della storia) hanno, a modo loro, annullato la capacità di giocare a calcio del gruppo. Sono tre anni che il Torino pratica scientificamente il peggior calcio della serie A; solo un campionato a 20 squadre (di cui almeno 7 o 8 inguardabili – noi per primi) ci permetterà di salvarci quest’anno. Da non credere, nonostante tutta la pena siamo ancora 13simi! L’ultimo “maestro di calcio” è stato Ventura, uno che almeno provava a far giocare al pallone anche gente coi piedi quadrati. Si può fare una squadra discreta con 5 o 6 nuovi innesti (almeno la metà a centrocampo), ci sono buoni allenatori su piazza, quindi si può ripartire anche da un piazzamento intorno al 15mo posto in seria A, senza dover tornare in B!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 4 mesi fa

      Sottoscrivo Giaguaro. E per continuare su questo filone, anche per poter parlare di futuro e non deprimerci con il presente, perchè non iniziare a pensare al mister del domani?
      Il mio pallino, proprio per quello che dicevi tu, sarebbe stato Guidolin.
      Ma devo dire che non mi dispiacerebbe anche Pioli. Mi sembra uno senza eccessi ma bravo con i giovani e soprattutto in grado di costruire un squadra. Quello che serve a noi.
      Io credo che non possiamo permetterci un azzardo. Quindi, anche se potrebbe piacere, no allenatori giovani o alle prime esperienze o stranieri o altre soluzioni a rischio.
      Che ne pensate?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bela Bartok - 4 mesi fa

        Io voto Gasperini Junior del Verona. Almeno gli allenatori provenienti da quella scuola sanno come far correre le squadre. Basta avere un po’ di pazienza a inizio anno stagione e poi viaggiano a mille tutto l’anno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. NEss - 4 mesi fa

          A patto che ‘far correre’ non sia sinonimo di ‘bombe’.
          Perche’ quando c’e’ una netta differenza tra atleti professionisti, giocoforza di pari livello, spesso c’e’ il trucco.

          Conconi e l’Italia degli anni 80-90; Fuentes e il miracolo spagnolo, nel ciclismo Sky-UK e la politica dei piccoli incrementi… e delle medicine contro l’asma (‘chi non lo fa non e’ un vincente’, ha dichiarato il responsabile di british cycling)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bela Bartok - 4 mesi fa

            Onestamente non ho motivo di credere che questo sia il caso dell’atalanta o del verona. O della lazio, che corre quasi quanto loro. Credo solo che puntino di più sull’atletica e meno sulla tattica.

            Mi piace Non mi piace
    2. Rimbaud - 4 mesi fa

      Pensa che Ventura viene anche perculato ed è andato via da Torino con ignominia, siamo gli stessi tifosi che hanno goduto della sua disfatta mondiale. Per quanto mi riguarda tale ingratitudine è persino peggiore della sua presunta arroganza, è una persona a cui il Toro deve molto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il Giaguaro - 4 mesi fa

        Purtroppo noi tifosi ci facciamo spesso male da soli… Con tutti i suoi limiti, ancora oggi soffro al pensiero di come sia andato via Ventura, seppure alla fine di un ciclo. A mio modo di vedere è stato l’unico in grado di insegnare qualcosa di calcio anche al presidente (bravo negli affari almeno quanto negato nel football)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Garnet Bull - 4 mesi fa

          Pensiamo anche a cosa avrebbe potuto fare ventura con tutti i milioni messi a disposizione per le ultime campagne di calciomercato

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 4 mesi fa

        A me ventura non piaceva, diciamo che però era funzionale al sistema Cairo. Soldi cacciati pochissimi, senza una struttura, tutto player trading . Non è quello che mi aspetto da una società professionistica che ambisce all Europa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. LeoJunior - 4 mesi fa

    Ma chi ha scritto questa provocazione ha considerato che quando una squadra con un monte ingaggi elevato (il ns è da 7-10 posto in A) dovesse scendere in B NON può sostenere questi costi e DEVE vendere i giocatori. E quando vai sul mercato che sa che tu devi vendere ti costringe a svalutare i tuoi asset. In poche parole, un DISASTRO economico.
    C’è un confine tra la provocazione e le fesserie. Sarebbe meglio non varcarlo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. maxx72 - 4 mesi fa

    Rimuovete questo articolo. Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

      Non lo faranno..
      Forse il giornalista spera di vedere al comunale Parigini come protagonista…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 4 mesi fa

        Redazione formata per la metà da dei tronisti e per l’altra metà da dei Tafazzi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

          Ci manca solo più la gobba Giancarla Tennivella.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Bela Bartok - 4 mesi fa

    Cosa non si dice per un po’ di visibilità. Tempi duri per tutti, cerchiamo di essere comprensivi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Bischero - 4 mesi fa

    Cmq leggo un po’ di pessimismo per il futuro. Con questo andazzo senza idee logicamente ci sono nuvole all orizzonte. Ma ci sono le risorse per cambiare marcia. Le risorse sono le cessioni dei presunti big. Poi chiaramente se si tira sul prezzo per portare a casa i 2 milioni in più é un altro discorso. Ma il toro se vuole ha con i 10 milioni di Bonifazi un tesoretto da 70 milioni almeno per rifondare. Ci vogliono coraggio idee e spirito sportivo e non di facciata. Tornare a costruire non prendendo figurine ma giocatori con fame e voglia di arrivare. Per fare questo peró ci va carta bianca competenza fiducia nel Ds e allenatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. NEss - 4 mesi fa

      Ricollegandomi al nostro scambio piu’ sotto.

      Io sono perfettamente in linea con quanto scrivi sopra. Il Toro ha, oggi, le risorse economiche per sistemare tutto la prossima stagione. Oggi, perche’ e’ stabile in serie A da qualche anno con un percorso di crescita costante.

      La stessa cosa non sarebbe vera se si dovesse ripartire non dalla A ma dalla B.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 4 mesi fa

        Io credo che una società come la nostra debba andare a caccia del giocatore di domani non nel giocatore di ieri. Così si può crescere. Speriamo si ritorni a farlo. Fossi io il Ds di domani punterei su 2 giocatori chiave e dal sicuro apporto chiaramente contestualizzato al modulo.un 10 e un 8 come si diceva una volta. Poi tanti giovani con voglia e prospettiva. Vediamo cosa farà vagnati.prima arriva la salvezza e prima si deve lavorare per il domani.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. NEss - 4 mesi fa

          Infatti lo sta facendo. Bremer, Berenguer, Aina, Lyanco, Lukic etc. Tutti giovani di buona prospettiva, ma partiti da una base (5-10 milioni) ben superiore a quella di Stevanovic o Verdi (0.5-1 M).
          A questi giovani si sono affiancati giocatori validi di comprovata esperienza (Rincon, per esempio) e si e’ presa qualche ‘stella’ per fare l’ultimo salto (Verdi, Zaza, Niang, tutti acquisti costosi).

          La strategia e’ ben definita, da anni. Una crescita di introiti prima e poi sportiva, rinunciando a vendere i giocatori per far salire la squadra invece dei guadagni.
          Chi strilla alla mancanza di progetto, in realta’, vede solo la mancanza di risultati.

          La strategia c’e’ ed e’ perseguita da anni, il problema e’ che partito Ventura sembra aver avuto piu’ falle che toppe.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. sigfabry - 4 mesi fa

    Ci mancava un altro imbecille che si professa tifoso e intanto ci copre di merda.
    Un novello Brera,con qualche lampo alla Gianni Mura.
    …forse per rabbia, forse comincio a crederci un po’.
    Queste sono le menti che stanno avanti, mi inchino al genio,noi sciocchi e limitati a preoccuparci , quando la soluzione per progettare un futuro vincente la trovi in una bella retrocessione progettuale.
    LEVATE QUESTO ARTICOLO IMMEDIATAMENTE
    Tutti a noi,porca troia.
    FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Gianluca - 4 mesi fa

    Definire Fares un ex Spal di lungo corso fa riflettere. Trattasi di un 1996 che a Ferrara ha giocato una sola stagione. Prendo spunto per una critica generale alla tifoseria del Toro, ma forse sono io che sono “sogno” e seguo troppo calcio …perdendo la bussola. Noi siamo quelli che fanno diventare fenomeni i Ferrante, Comotto, Policano, Rosina, Bianchi e Asta (30 presenze in Serie A in carriera!!!)…Belotti è il migliore di tutti quelli appena citati, ma resta su questo filone poco qualitativo. Invece i Quagliarella non riusciamo a farceli piacere, forse perché non fanno i ruffiani (non tutti quelli prima citati lo facevano o lo fanno, sia chiaro, ma perdere uno come Quagliarella diamine!). Siamo quelli che fra Lyanco, Bonifazi e Bremer avrebbero buttato Bremer giù dalla torre, nonostante fosse evidente a chi segue che Bremer ha voglia e Lyanco meno. Siamo quelli che Joe Hart e Baselli sembravano fenomeni, quando il primo era un bluff conclamato e il secondo insieme a Zappacosta è stata l’iniezione di liquidità che ha dato il via al ciclo Atalanta. Pazzesco. E non siamo mai riusciti a venderlo. Siamo andati con i soldi veri di Darmian a Bergamo, a fare i gradassi. E ci hanno inchiappettato, visto che Ola Aina non è altro che un conguaglio di Zappacosta dal Chelsea. Dico questo per dire che nell’ambiente Toro ci capisco qualcosa solo io. No scherzo, ovvio. Però penso si possa dire – in attesa di Vagnati – che non sono stati molti prima e dopo Ventura a capirci qualcosa. A proposito Ventura e Mazzarri sono stati i migliori allenatori che abbiamo avuto, ma a noi piaceva Sinisa “palle d’acciaio” che a me ricorda soprattutto una dannata punizione del 5-2 che non dimenticherò mai e ha usato il Toro – come un Empoli qualsiasi – come cavia del suo presunto calcio spettacolo. Senza capire di non avere i mezzi per praticare quel gioco suicida. Chiudo dicendo che spero di salvarmi e, se ce la faremo, sarà merito della determinazione di alcuni ragazzi e dei punti conquistati con Mazzarri. Poi sarà il caso di voltare pagina e, dopo Mazzarri, accantonare anche molti di questi ottimi professionisti (De Silvestri, Rincon e company) ormai logori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. NEss - 4 mesi fa

      D’accordo su tutto tranne l’ultima frase.
      I De Silvestri e Rincon hanno solo la colpa, come scrivi, di essere logori. Non bisogna buttarli via, bisogna usarli come risorsa per quello che valgono. Invece di farli giocare 90 minuti ogni volta, sfruttarne l’esperienza e, possibilmente, l’impatto sul gruppo.
      Il tutto stipendio permettendo, ovviamente. Le richieste devono essere congrue al ruolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 4 mesi fa

      Bravo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Rimbaud - 4 mesi fa

      Su Baselli e Zappacosta dico che hai ragione, nel senso che l’arrivo di baselli e la sua inconcludenza a centrocampo sono stati l’inizio del declino sportivo del Toro. L’abbiamo aspettato tanto, però francamente sono acquisti che rifarei, 11 milioni per due ottimi prospetti di cui uno è stato venduto bene aina o non aina(anche togleindo i 10 di aina, 14 li abbiamo presi) e Baselli avrebbe potuto essere venduto più e più volte se solo Cairo non fosse stato come sempre troppo avido (a 15 milioni juve lazio o milan l’avrebbreo preso tranquillamente).
      Non tutte le ciambelle possono venire col buco, però ad oggi Baselli è il nostro miglior centrocampista ed è stato pagato pochissimo rispetto ad altri dalla resa inferiore.
      Su Fares non è uno spal di lungo corso, ma credo sai un acquisto sbagliato, oramai per lui chiedono almeno 10/15 milioni, noi dobbiamo trovare i fares di domani.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 4 mesi fa

        All’epoca – già prima – io frequentavo spesso un ottimo sito Atalantini.com. Ci ho messo due giorni a leggermi commenti su Baselli e Zappacosta. E un’idea sull’acquisto me la sono fatta, purtroppo. Io non capisco come si possano commettere errori così evidenti. A Bergamo tutti sapevano che era molle, pochissimi lo difendevano. Anzi, so perché si commise quell’errore: perché Ventura era rimasto scottato dalla campagna precedente in terra straniera da cui sono cominciati tutti i nostri problemi. Quella di Jansson, Gaston Perez, Bruno Peres,
        Sanchez Mino, Martinez e Gaston Silva. Ne salvo mezzo, ovvero Bruno Peres. Ventura ordinò basta estero e ci concentrammo sull’Italia dove non c’è talento. Quindi riuscimmo a prendere quello che potevamo permetterci, quando avremmo dovuto puntare su Romagnoli ad esempio (non un fenomeno, ma lì in mezzo ci avrebbe messo a posto per qualche tempo e l’avremmo poi rivenduto bene). L’Atalanta si è permessa di pescare all’estero e di trovare (e vendere) gente come Barrow, Cornelius, Kulusevski (giocava nel Brommapojkarna quando li affrontammo, diamine chissà se un nostro dirigente è andato a chiedere aglu svedesi, così, giusto per informarsi, se avessero per caso qualcuno buono nelle giovanili!!!!!). L’Atalanta ha Pessina in prestito. Baselli e Zappacosta sono giocatori medi… ma se paragoni Gosens, Hateboer o Castagne (era un nostro obiettivo certo, ma non lo pendemmo) a Zappacosta..dici quasi che Zappacosta è scarso, non medio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Rimbaud - 4 mesi fa

          Ciao Gianluca, il tuo omonimo Petrachi amava la pesca a strascico, Ventura prediligeva giocatori che conosceva e raramente ha sbagliato questo è un fatto.
          Di certo avrebbe dovuto essere aiutato di più dalla società ed è stato tradito come tutti i nostri allenatori, avevssimo avuto la rete osservatori dell’atalanta dubito lui avrebbe fatto altre richieste.
          Detto questo, onestamente non sono stati certamente due fenomeni, però in confronto ad altre cantonate come quelle di zaza o verdi si sono rivelati due discreti giocatori e c’è stato anche un ritorno economico, anche se ripeto Baselli ci ha messo troppo a svegliarsi paragonati ai 40 milioni spesi per gli altri due ..Anche per Ljanco sono stati spesi discreti soldi e ancora non si è visto nulla, ma magari fossero questi gli acquisti sbagliati.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Gianluca - 4 mesi fa

        Ah Fares. Credo sia nel pacchetto Bonifazi. Con un conguaglio nostro. Liquidità ne gira poca. Fares è molto a corrente alternata, ma non è male. Poi spero che Vagnati non inganni se stesso…se non lo conosce lui!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. fabio.tesei6_13657766 - 4 mesi fa

    Ma sei fuori? E chi ti garantisce che torniamo subito in A? E poi basta con sti discorsi di stagione fallimentare di giocatori che andranno via, quest’anno è andata così, stiamo calmi che tanto in B non c’andiamo .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. DaveLeg - 4 mesi fa

    Mi pare una provocazione…anche perchè l’ipotesi proposta manca della certezza di un fondamentale: per vendere ci vuole qualcuno disposto a comprare.
    Siamo proprio sicuri che ci sia la fila fuori della porta per rilevare il Torino Calcio, anche deprezzato per la discesa in B?
    Io non lo credo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. rza78 - 4 mesi fa

    Se é l’unico modo per liberarsi di Cairo io voto B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Gud_74 - 4 mesi fa

    Neanche da pensare!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Bischero - 4 mesi fa

    La retrocessione non é un punto di arrivo ma il fallimento sportivo di un club. Al Torino di Cairo il risultato sportivo viene in secondo piano e su questo credo che oramai il 99% della gente lo abbia capito. ma ciò non toglie che il tifoso ci tenga ancora… Cmq la serie b potrebbe servire ad un po’ di giocatori per capire cosa vogliono diventare e fare da grandi. Sarebbe utile a bremer lukic lyanco fiordaliso e segre(che la vivono ma in piazza con poca pressione) edera millico rauti damascan adopo e sìngo. Avrebbero tempo per giocare con continuità e vedere se sbocciano. Ma da tifoso me ne batto le balle. Io voglio giocare il derby e andare a San siro e all olimpico. Sono problemi del ds e Dell allenatore capire che può diventare qualcuno e chi farà serie b a vita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. avvopal_14171626 - 4 mesi fa

    Confermo: restare in A è indispensabile anche dovessero partire tutti i big. Scelta del tecnico importante (come sempre del resto). Ma ancora di più dovrebbe essere la scelta di un amministratore delegato (o direttore generale) che si occupi della società e della squadra a Torino 24 ore su 24…insomma un Galliani per Cairo…Quanto al mister, una scelta “contro” potrebbe essere Zeman….avrei molto timore a vedere le partite ma potrebbe essere un gesto di rottura importante…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Garnet Bull - 4 mesi fa

    La prima cosa che mi viene in mente leggendo già solo il titolo è “o è uno scherzo oppure chi l’ha scritto è un cazzone” perché ragazzi dai, scrivere cazzate del genere è veramente da squilibrati sotto ogni punto di vista, non ci sarebbe nemmeno da spiegare il perché; poi voi di tn perché pubblicate questi articoli deliranti? Da quando una società in b è più appetibile di una in serie a? E poi vi prego smettetela con la cazzata del cuscinetto retrocessione, perché è di questo che parliamo, perdere decine di milioni di diritti tv e sponsor, e non poter trattenere giocatori come belotti. Ultimo punto distaccato dalla follia dell’articolo, cara redazione potreste rendere questo sito utilizzabile, senza video e pubblicità che coprono la zona in cui si scrive e soprattutto com’è possibile che io riesca a pubblicare 1 commento su 100 che ne scrivo? Grazie e juve merda di buon auspicio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 4 mesi fa

      Bravo Garnet totalmente in linea con te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. spiritolibero - 4 mesi fa

    Caro Marcozzo mi limito a dire che il tuo ragionamento fatto anche solo per provocare non è da uno che ha Fede Granata nel cuore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. NEss - 4 mesi fa

    Che pirlata!
    Siccome bisogna comprare dei giocatori, meglio farlo in B senza soldi che in A con i 45 milioni delle tv. Eh certo, non fa una grinza.
    ‘Ah, ma in B compri giocatori che costano meno’. Certamente, e poi una volta che sei tornato in A, cosa per altro non scontata, devi venderli tutti e ricostruire una squadra da A. E ancora una volta, secondo chi ha scritto questa lettera, meglio farlo con i pochi soldi della B che non con gli altri introiti della A.
    Del resto tutte le squadre che arrivano dalla B si piazzano nei primi 5 in men che non si dica. Semplicissimo avere il 7emo monte ingaggi della A con i ricchi introiti della B.
    Si scrive “giornalista” come fosse un pregio, invece la qualita’ della categoria e’ in caduta libera da diversi anni. Ben pochi sono in caso di fare inchiesta vera e ragionamenti approfonditi. Tutti gli altri scrivono qualche riga in 15 minuti, la riempino di gossip e la buttano online scrivendo 5 righe per pagina in modo da far salire i click.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 4 mesi fa

      Non é vero quello che scrivi cmq. Se sai seminare bene costruisci in b la squadra del futuro che poi in A devi puntellare con i 3 o 4 giocatori giusti. Si chiama processo di crescita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. NEss - 4 mesi fa

        Ma quando mai e’ successo? E in quanto tempo?
        Parliamo pure del Torino. Quanti anni per passare da squadra in B con debiti a 7imo monte ingaggi?

        Mi vuoi dire che il monte ingaggi non ha importanza? Non e’ cosi’. Sono ben rari i casi di successo in assenza di risorse economiche. Tanto rari da non poter essere presi come esempio.

        Se costruisci una squadra da B quando arrivi in A … rimani da B. Se puntelli con 3-4 elementi sei una squadra di B che si puo’ salvare. Non una squadra che arriva nei primi 6.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 4 mesi fa

          No. Un attimo. Fai confusione o io mi sono spiegato male. Una società dalle risorse medie come la nostra non potrà mai vincere nulla. Ma può costruire e rinnovarsi. Il toro di ventura in b ha creato glik ogbonna darmian dambrosio vices. Che con bianchi hanno creato la spina dorsale del toro che si é salvato l anno dopo in a. Io non ho mai detto che si può passare dalla b al sesto posto in a. Ho detto che con il buon lavoro si può costruire qualcosa di dignitoso e con un pizzico di fortuna togliersi anche annate importanti. Come fa l Atalanta. O il Parma. Il monte ingaggi conta? Si… Ma anche no. Io personalmente preferisco avere 3 giocatori da 5 milioni e altri da 0.5 milioni che avere tutti con un ingaggio da 1.8 come da noi. Per fare questo lavoro ci vanno almeno 3 anni per partire e poi con le cessioni mantieni la ruota in movimento.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ghemon06 - 4 mesi fa

      Caro Ness ricorda che dei 45 mln che prendiamo dalle TV il ns presiniente ne spende max 4 o 5 il resto in tasca

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. NEss - 4 mesi fa

        Si’, e i 54 milioni di monte ingaggi scendono dal camino assieme a babbo natale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. LeoJunior - 4 mesi fa

        Ma non aggiungere cazzate a cazzate! Cosa vuole dire li mette in tasca? I bilanci sono pubblici e non ci sono utili distribuiti. Come li mette in tasca?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Claudio - 4 mesi fa

        Guarda che Cairo puo’ prendersi soldi dal Torino Football Club S.p.A solo se ha una qualche forma di compenso che comunque sarebbe riportato a bilancio e quindi facilmente quantificabile, altresi’ non mi pare che la societa’ abbia mai ad oggi liquidato dividendi agli azionisti (quindi a lui, non so le componenti societarie, ma se non e’ l’unico e’ sicuramente l’azionista di maggiornaza), sarebbe anche molto strano perche cosi facendo diminuirebbe il valore societario di un ‘azienda che non produce elevati utili tutti gli anni.
        Chi paga gli ingaggi dei giocatori (monteingaggi 7° in serie A)
        tutte le spese di gestione (che so’ hai idea di quanto costa una sola trasferta del Torino fra aereo, pulman, albergo, campi allenamneto, considerato che si muovono almeno 30 persone ?)
        settore giovanile, amministrazione, affitti etc. etc. ?
        Se un club di serie A (ma anche B o C e D) potesse mantenersi solo con i biglietti tutti i club sarebbero con bilanci mostruosamente in utile.
        pintiamola con sta cosa che si mette in tasca i proventi del Toro, non credo neanche ci siano utili, poi che per altre strade gli convenga avere il Torini FC e’ sicuro ma non certo perche intasca le plusvalenze

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Prawda - 4 mesi fa

    Una provocazione che pero’ manca di dati concreti a partire dalla cessione societaria; io sono sempre stato molto critico verso la pessima gestione Cairo ma non credo che cederebbe la societa’ a poco solo perche’ e’ finita in serie b, quella dovra’ essere la madre di tutte le plusvalenze per cui temo che comunque finisca questa stagione non cambiera’ la proprieta’.
    Detto questo la serie b e’ oggettivamente un inferno anche con il paracadute, a cominciare dalle cessioni perche’, solo per fare un esempio Belotti in un Torino in serie a ha una certa valutazione ma se il Torino dovesse malauguratamente cadere in serie b, il deprezzamento sarebbe notevole; senza contare che non e’ affatto scontato di risalire subito.
    Finire in serie b non aprirebbe nuove possibilita’, renderebbe solo ancora piu’ sparagnina una gestione gia’ oggi priva di alcun investimento; e’ vero che quasi sicuramente vi saranno comunque delle cessioni eccellenti, credo che Belotti per ragioni di bilancio sia il piu’ gettonato ed e’ vero che questa rosa ha bisogno di innesti soprattutto in mezzo al campo ma questo campionato e’ di un livello oggettivamente modestissimo, trovare 4/5 squadre peggiori del Torino anche in versione restyling ultra economica non credo sarebbe un grosso problema.
    Il vero dramma non sarebbero quindi le eventuali cessioni, quanto la totale assenza di un progetto sportivo, la totale assenza di una programmazione che porti ad una vera crescita societaria, investimenti che possano dare quella patrimonializzazione sempre piu’ indispensabile per poggiare su delle fondamenta solide.
    La realta’ e’ quella di una societa’ che vive alla giornata, dove Cairo decide ogni cosa, probabilmente anche quando comprare la carta igienica, totale assenza di investimenti propri, gestione micragnosa dove si va a trattare anche l’euro come sull’affitto del Filadelfia, dove si prende in concessione dal comune quello che forse diventera’ il centro allenamenti per tutte le squadre giovanili ovviamente per risparmiare, dove lo stadio di proprieta’ e’ una eventualita’ nemmeno presa in considerazioni e non certo per i limiti e i vincoli dell’attuale Comunale.
    Cairo, a mio parere, ha ampiamente finito il suo tempo al Torino, molto probabilmente era molto meglio se non fosse mai iniziato il suo tempo visto che sono stati i quindici anni peggiori della storia granata come risultati sportivi ma temo che continuera’ a restare al suo posto, troppi vantaggi, troppi benefici diretti ed indiretti, per gettare la spugna.
    Come ho piu’ volte scritto con Cairo il Torino e’ destinato a spegnersi lentamente in una lenta agonia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Toro 8 Scudetti - 4 mesi fa

    Ma fate furbi. Fol!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro 8 Scudetti - 4 mesi fa

      Furb

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 mesi fa

    Esiste il diritto di libertà di opinione ma vivaddio esiste anche il diritto di replicare alle suddette.
    Noi dovremmo sperare di retrocedere (di nuovo ) in serie B perché così andrebbe via Cairo e rifonderemmo la società ? !
    Che soluzione formidabile !
    Levategli il vino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. grammelot - 4 mesi fa

    “Toro, e se fosse meglio trovarsi in migliaia sotto le finestre della sede e di Urbano Cairo e fargli gentilmente capire che è meglio per lui se si toglie dai coglioni ?”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. maxx72 - 4 mesi fa

    Articoli come questo sono proprio una marea di minchiate. Redazione ma che cosa vi succede?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. pinco pallino - 4 mesi fa

    chee simpatici i professorini che danno lezioni di vita gratis,
    REDAZIONE CONTRATTATELI
    cosi facciamo ripetizioni online
    che buffoo

    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. dattero - 4 mesi fa

    bari monza vicenza son gia’ belle agguerrite,la b è purgatorio fetente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. GlennGould - 4 mesi fa

    Redazione.

    Se decidete di dare spazio ai lettori, peraltro lodevole iniziativa, non lo sprecate con farneticazioni patetiche a tratti deliranti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. pinco pallino - 4 mesi fa

    …..che titolo…boh senza parole,
    “ENRICO,E SE FOSSE MEGLIO POSARE IL FIASCO?”
    sarebbe molto meglio, cosi ci risparmiereesti queste perle
    dai retta,
    ANNACQUALOOOOOO, che ti fa male e ste segate qua, scrivile nel tuo diario
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. Gallochecanta - 4 mesi fa

    Risposta alla domanda (mia visione personale si intende ehhh) : ma Vaffanculo va!

    Non mi è simpatico Cairo, ma anche sempre fare il fr. con il k.lo degli altri è stucchevole.
    (P.s. è un modo di dire, nessuna omofobia, pare evidente).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. dattero - 4 mesi fa

    il torino è usato da cairo per i suoi molteplici scopi,ogni cosa che fa ha un suo essere,sempre ovviamente a suo pro. retrocedere con questa vergognosa proprieta’ non è il caso,cura peggio del male.
    con,purtroppo impensabile,nuova proprieta’ con giusti crismi,forse. temo pero’ che,se si resta su quest’anno,la questione sia solo rimandata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 4 mesi fa

      Dattero però se vogliamo che cambi la proprietà solo retrocedendo avverrà, finché saremo in serie a ci sarà Cairo, questo mi sembra abbastanza evidente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  59. Claudio - 4 mesi fa

    Ah! dinticavo, per il prossimo ciclo un ALLENATORE capace, esperto, in grado di sposare un programma, una figura che possa anche convincere giocatori di qualita’ ed importanza a venire al Toro, visto che il milan ha gia scaricato Pioli, direi che sarebbe da contattare immediatamente, e presentargli un progetto serio, in una societa’ che DEVE tornare importante ed ancora ha le carte per poterlo fare, se dilapidiamo il valore dei giocatori sottodetti e non riusciamo ad impostare un ciclo credibile non ci sara’ piu’ possibilita’ di farlo, se non con u n cambio societario, ma non mi pare che tutte le nuove proprieta’ degli ultimi anni abbiamo brillato (inter a parte, ricordo che su questo blog c’era 2 anni fa’ che prendeva ferrero come esempio !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  60. Claudio - 4 mesi fa

    Ce’ da ricostruire tutto, ma partendo dalla A!
    In B non ci sono soldi e come crede di pagare quelli che vorrebbe ‘conservare come specie protetta’? Ma poi veramente pensa che giocatori come Belotti e Sirigu scendano in B? Per cosa , per la maglia ? Ma dai!
    Io spero che con la cessione del Gallo, Sirigu, Izzo, Nkoulo, Zaza, Verdi, Meite e Aina si incassi almeno 120 ML con i quali ricostruire il tutto , con capacita’ ed una visione rivolta al futuro. So’ che tanti storceranno la bocca e non saranno d’accordo, ma pensate veramente che il Gallo e gli altri rinnovino in una situazione del genere? Meglio monetizzare subito quel che si puo’ che portarsi anche l’anno prossimo giocatori demotivati e che aspettano solo la prossima societa’! Poi inutili le solite polemiche sulla presidenza, per il FPF (che pero’ mi pare certe squadre aggirino regolarmente) anche se volesse (so che non lo farebbe mai) Cairo non potrebbe mettere liquidita’ in alcun modo se non riconducibile ad entrate del club, quindi non c’e’ altro modo per rifare una squadra che e’ evidente fa rifondata totalmente !
    A proposito, ieri ho visto spal milan, ora tanto per far capire il miopensiero, sig. Vagnati lasci stare Fares, e’ proprio di quel tipo di giocatori che NON abbiamo bisogno, ci vuol altro per far risorgere il nostro Toro dall’anonimato degli ultini 25 anni, o vogliano continuare con i valdifiori, meite, verdi e tutti quelli che non mi passano al momento in mente, comunque decine di giocatori di medi/basso profilo decisamente scarsi o scommesse tutte regolarmente perse (Gallo escluso)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  61. oscarfc - 4 mesi fa

    Concordo sulla necessità di rifondare la squadra, ma sicuramente ciò è maggiormente possibile se riparti dalla A, dalla B è molto più rischioso e difficile.
    In A, ci sono molti più soldi, e maggiore visibilità, quanti giocatori di quelli che vorresti trattenere ti seguirebbero nella discesa in B?
    I casi di Milan annni 80 e recentemente Juventus non fanno testo, i campioni sono stati trattenuti con molti soldi.
    Probabilmente ti resterebbero solo i giocatori senza mercato, ovvero gran parte di quelli che vorresti cedere.
    Anche la Società potrebbe essere venduta solo se rimane in A, chi mai viene a comprare una cosa su cui deve fare notevoli investimenti, e succesivamente fare nuovi forti investimenti quando torna in A, sopretutto senza la certezza di poter rientrare in breve tempo degli investimenti fatti?
    I fatti dimostrano che gran parte delle squadre che salgono dalla B in A tornano in B l’anno successivo, quindi le rifondazioni da fare sono 2.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  62. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

    A questo punto serie C.
    Forse e dico forse il derby con l’under 23 gobba lo pareggiamo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 4 mesi fa

      Io direi serie “piedi a banana” che è meglio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  63. leggendagranata - 4 mesi fa

    Dissento. Il tanto peggio tanto meglio non ha mai dato buoni frutti. La squadra ha fallito le ultime due campagne acquisti e l’ ingaggio di un allenatore come Mazzarri, è per questo che ci troviamo in questa situazione. Ma non tutto è da buttare e con l’ ingaggio di un ds meno inesperto del povero Bava ci sono le possibilità di un rinnovamento senza fare follie, ma andando finalmente a scovare talenti a prezzi abbordabili (vedi Parma, Verona, Sassuolo, per non parlare dell’ Atalanta). Il contante può venire dalle cessioni di Belotti, Sirigu e ‘Nkoulou, che purtroppo mi paiono inevitabili (spero di sbagliarmi). Come si dice: tutti sono utili, nessuno indispensabile. Ci sarebbe da liberarsi anche di mediocri come Lukic, Meitè, Djidji, Ola Aina, lo steso Berenguer (che comunqwue come rincalzo potrebbe anche andare bene) e tentare il rilancio di un Verdi e di Zaza (meterli sul mercato rishcierebbe di farci perdere un bel po’ di soldi), inserendoli in uno schema che ne valorizzi i discreti talenti (il loro curriculum non è da buttare per le nostre latitudini). Il vero nodo è a centrocampo, dove mancano giocatori tecnici, che sappiano velocizzare la manovra e renderla ariosa e ficcante, ma c’ è già un certo Segre che sta facendo molto bene al Chievo. La retrocessione è una mazzata economica grave, Cairo magari vende, però chiunque arrivi forse paga meno il Toro, ma avrà anche molti meno introiti. E poi risalire subito in A (penso che questo sia l’ auspicio dell ‘articolista) non è mai facile, anzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 4 mesi fa

      purtroppo dobbiamo toglierci dalla testa che braccino venda, troppa la visibilità che gli fornisce il torino fc, ad un costo tutto sommato contenuto……..
      SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. leggendagranata - 4 mesi fa

      Scusate nella prima riga c’ è un errore: volevo dire “La società ha fallito…”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  64. suoladicane - 4 mesi fa

    siete fuori di testa solo a pensarlo…….
    qui bisogna che ‘sti quattro sfigati che corrono in mutande si mettano a giocare sul serio e la smettano di fare l’armata brancaleone perchè, sinceramente, ci hanno rotto il cazzo….. adesso si contesta il presiniente che ha un sacco di responsabilità, ma le più gravi, che sono oscurate da quelle della società, sono dei giocatori di cui si salvano davvero in pochi…….
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  65. verarob_701 - 4 mesi fa

    ….E se la terra fosse davvero piatta?…..E se avessimo portato i dinosauri all’estinzione?….la serie delle domande senza senso si arricchisce…..E si arricchisce perchè chi propone un’ipotesi, che potrebbe essere valida come no, ha già la sua visione di quello che accadrà…Semplice, Retrocediamo, Cairo vende a prezzi scontati, Ci comprano imprenditori seri, Ricostruiscono un gruppo forte, Risaliamo subito in A, posizioniamo la squadra nelle prime 8 del campionato costantemente, vincendo magari qualcosa….Ragazzi, mi spiace un pò per questa e la prossima stagione, ma firmo volentieri….
    Peccato che qualsiasi persona intelligente, sappia che la realtà ha molteplici strade, e alcune certezze….
    Certezze tra un mese la squadra retrocede, partono subito diversi giocatori,certamente Belotti Sirigu Izzo N’Koulou Verdi più molti altri, perchè in B, nessuna proprietà vecchia o nuova può spendere oltre 50 milionidi ingaggi. A questo punto Cairo vende una società sana a una cifra congrua con una rosa che è da costruire completamente. Chi compra può essere valido oppure no, e chiunque si rende conto che più basso è il prezzo, più sono le possibilità che i “furbetti del quartierino” ci provino.Giocherai un campionato di B, con una squadra costruita ex novo, contro squadre più scarse magari, ma attrezzate, come Brescia e Spal, contro il sogno di A di Berlusconi e magari il Bari, e come hanno spesso dimostrato le nobili decadute, non è detto che si risalga subito, in un calcio in cui sempre più chi sta in alto guadagna rispetto a chi sta sotto, quindi quando tornerai in A, il gap economico con le squadre con cui te la giochi sarà cresciuto, chiaramente in un ambiente che entusiasta dopo la partenza di Cairo, perdonerà certamente un mercato adeguato alla serie B, e magari qualche sconfitta tipo Cittadella Entella o Pordenone….Io non ho la sfera di cristallo, ma alcune delle cose che ipotizzo hanno una corrispondenza con la realtà ( vedi la partenza dei big)….almeno……ma dai retrocediamo che è meglio, almeno ci togliamo dalle balle Cairo (forse)…..tanto ancora in molti dicono che era meglio ripartire dall’interregionale, così oggi vincevamo in giro per il mondo……ma siete sicuri che la Terra sia davvero rotonda?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  66. miele - 4 mesi fa

    Purtroppo il quadro della situazione è esattamente quello descritto nell’articolo. Comunque finisca questa disgraziata stagione, del nostro Toro rimarrà solo un cumulo di macerie e, all’ orizzonte, non si intravede chi e come possa porvi rimedio. Finire in B sarebbe uno shoc che forse potrebbe rivelarsi positivo, ma in questo periodo chi avrebbe l’intenzione e le possibilità di accollarsi un simile fardello? Rimanere in A significherebbe continuità con l’attuale situazione con l’aggravante della sicura perdita di quei 2/3 elementi validi, il conseguente impoverimento dell’organico già ridotto in condizioni penose e, quindi, la certezza di una stagione di sofferenze, invischiati nella lotta per la sopravvivenza, con la quasi certezza di una conclusione nefasta, ritrovandoci così, solo un anno dopo, allo stesso punto attuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CUORE GRANATA 44 - 4 mesi fa

      Caro Miele rispondo direttamente al tuo post che condivido. I nolike pongono in evidenza come ormai sia profonda la frattura tra generazioni di tifosi.Noi della “vecchia guardia”siamo legati ad un calcio che non esiste più quando il ns. amato Toro era COMUNQUE “tosto”ed era rispettato e non irriso su oqni campo.La retrocessione,a mio parere,reciderebbe un “nodo gordiano”ormai soffocante e risulterebbe “utile”qualora Cairo,dopo aver fatto cassa,decidesse di passare mano per quel che resta ad un prezzo “realistico”Todos caballeros?Penso di sì.Lo sarebbe Cairo che alla fine “tutto compreso” ed al netto delle attuali sofferenze di cassa raccoglierebbe “un malloppo”sempre rispettabile anche se inferiore alle aspettative,lo sarebbero tutti i giocatori che non vedono l’ora di cambiare aria(forse con un pò di tristezza solo i pochi che conosciamo)lo sarebbe un potenziale acquirente che con un investimento contenuto “porterebbe a casa”un brand unico al mondo” per “voltare pagina”e scrivere,senza assurdi voli pindarici, un altro capitolo della ns.Storia e penso lo sarebbe anche la più parte di noi tifosi..Certo il “personaggio è tosto”e prima di mollare l’osso….Se rimarrà sulla “tolda di comando”A\B poco importa proseguiremo sulla rotta di un ineluttabile oblio.Ti auguro una buona giornata!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 4 mesi fa

        Ciao, caro Cuore granata, mi scuso per il ritardo con cui ho letto la tua risposta, ma stamane ero impegnato nella gestione nipotini. Come sempre le tue osservazioni sono lucide e realistiche. Quando arrivò Cairo eravamo sulla sessantina e, personalmente mi illusi, o meglio, sperai che il nostro futuro calcistico ci riservasse ancora qualche soddisfazione, ma, ahimè, sono passati 15 anni e, come scriveva il poeta, stiamo venendo “a sera del tempo che ci daranno le stelle”. Il desiderio di poter ancora provare qualche gioia granata è sempre grande, ma sempre più problematico. Ti saluto con affetto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. CUORE GRANATA 44 - 4 mesi fa

          Ciao Miele.Scusarti di che? Meno male che hanno “inventato” i nonni e se poi sono “nonni granata” è il massimo!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  67. CLAUDIO - 4 mesi fa

    ma anche no!
    -prima di tutto ma da quando una societa’ retrocessa e’ piu’ appetibile?
    -ma se sara’ difficile tenere belotti sirugu e i pochi per ripartire in caso di retrocessione sicuramente andrebbero subito via
    -i problemi attuali resterebbero esattamente uguali solamente in una categoria inferiore.
    -per i tifosi dopo quindici anni di sofferenze sarebbe probabilmente il colpo definitivo ad ogni speranza.
    -la societa’ resterebbe inesistente com’e’ ora.
    insomma un disastro.
    salviamoci. perche’ ce lo devono a noi tifosi questi giocatori devono tirare fuori le palle e si devono salvare!
    e poi questa volta si dovra’ fare un analisi e se sara’ il caso una contestazione ad oltranza per riappropriarci del nostro toro!
    ma noi tifosi la nostra storia la nostra magia meritaNO la serie A SENZA SE E SENZA MA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  68. avvopal_14171626 - 4 mesi fa

    Non sono per nulla d’accordo sul “meglio retrocedere”. E comunque, tanto per consolarci, la Viola col nuovo presidente americano che avrebbe dovuto far dimenticare Della Valle ecceccecc ha gli stessi nostri punti. E’ vero: è stata un’annata disgraziata nella quale sono stati fatti errori ma sono stati errori che tutti abbiamo capito dopo. Nessuna cessione, tutti contenti. Acquisto di Verdi, onerosissimo, tutti contenti. Pugno ferro su Nkoulou, tutti contenti per la dimostrazione di forza della società. Idem per la questione Petrachi, insultato da tutti. Ma siccome il calcio non è un’azienda normale e soprattutto la palla è rotonda, senza quasi rendercene conto, siamo naufragati nelle zone basse della classifica. Ma fare punto e a capo in A è molto meglio che farlo in B e quindi che Cairo venda o no, salviamoci e programmiamo una nuovo ciclo sperando che “venga” meglio di questo. Ma in B no, per carità……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 4 mesi fa

      bravo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  69. Dr Bobetti - 4 mesi fa

    La provocazione ci sta e non è peraltro neanche tanto campata in aria, anzi ha una base solida. Considerando anche il paracadute economico ricevuto per la B.

    La sostanza è che la squadra è da rifare, questi anni post Ventura (che pure ero felice avesse chiuso il suo ciclo arrivato al fondo del barile) son stati con improvvisazione.
    Mihajlovic non assistito dalla società (oltre ad alcune sue colpe di cui ha fatto tesoro, vedi esperienza attuale a Bologna). Mazzarri ha eroso in 2 anni i giocatori ed ha colpevolmente ridotto la rosa in accordo con Cairo.
    Cairo ha sempre ragionato con minimalismo e nell’ultimo anno non ha sostituito di fatto Petrachi (ancora da capire se Bava è stato murato da Cairo, se non è stato assistito o ha palesato limiti).
    Insomma c’è da ripartire e Vagnati è il primo tassello.
    Restare in A è importante economicamente e con una oculata programmazione si può restare in massima seria vista l’aridità tecnica ed economica che regna.
    Restare per sopravvivere solamente però non è per il Toro, per una società e prima ancora per Tifosi che meritano molto di più.
    Io spero che salvezza sia, si lotta per un posto perchè due di fatto son già assegnati ad oggi.
    Al di là del verdetto sportivo quello che voglio è che chi scende in campo dia il 150%, senza paura. Perchè si può anche retrocedere e ripartire, ma solo con orgoglio, dignità e Cuore Granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy