Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

IL TEMA

Torino, solo 8 punti in 7 partite: ma la storia dice che per i giudizi è presto

VENEZIA, ITALY - SEPTEMBER 27: Ivan Juric head coach of Torino gestures during the Serie A match between Venezia FC and Torino FC at Stadio Pierluigi Penzo on September 27, 2021 in Venezia, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

La squadra di Juric ha fatto un punto in meno rispetto alle annate in cui i granata conquistarono l'accesso ai preliminari di Europa League

Roberto Ugliono

Il Torino ha vissuto, a livello di punti conquistati, il secondo peggior avvio di stagione delle ultime 10 stagioni alla pari con quelle del 2012/13 e del 2014/15 quando sulla panchina granata c'era Gian Piero Ventura. Sono 8 i punti conquistati nelle prime sette partite, ma non c'è da fare drammi: gli stessi precedenti dimostrano che in realtà il dato non è sufficientemente indicativo di quella che sarà la stagione nel suo complesso. Nel 2012/13 i granata - da neo promossa - giocarono per mantenere la categoria, mentre due anni dopo finirono noni con 54 punti totali.

I MIGLIORI AVVII - Basta pensare ai tre migliori avvii di stagione prendendo sempre in considerazione il campione delle prime sette partite. Nel 2015/16 il Torino sempre sotto la guida di Ventura ottenne 13 punti nelle prime 7, ma chiuse poi con un non entusiasmante 12° posto con 45 punti. Anche delle due stagioni successive i granata erano partiti molto bene. Nel 2016/17 (la prima stagione di Mihajlovic) erano stati 11 i punti dopo le prime 7 e 53 i finali che assicurarono al Torino il nono posto. L'anno dopo il tecnico serbo fu addirittura esonerato dopo un ottimo avvio con 12 punti. Al suo posto arrivò Mazzarri e i granata finirono sempre al nono posto con 54 punti. Una buona partenza dunque non basta: la qualità di una squadra si vede sul lungo periodo e occorre essere lungimiranti. Qualcosa che va tenuto presente nel momento in cui si esprimono giudizi.

EUROPA - Particolare, invece, il dato che riguarda le prime sette partite delle due stagioni finite con la qualificazione (anche se d'ufficio) all'Europa League. Sia Ventura nel 2013/14 sia Mazzarri nel 2018/19 dopo le prime sette partite avevano 9 punti, ovvero appena uno in più della squadra di Juric di adesso. La differenza, oltre al punto, è che in entrambi i casi il progetto tecnico aveva un pregresso. Ventura lavorava al Torino già da due stagioni, mentre Mazzarri dopo essere subentrato a Mihajlovic aveva studiato la squadra per poi poter fare al meglio il mercato e le scelte d'estate. È chiaro quindi che l'avvio di stagione di Juric non possa essere giudicato in modo frettoloso, considerando inoltre che - come spieghiamo in un approfondimento a parte - i granata hanno raccolto meno di quanto hanno seminato.

PUNTI DOPO 7 GIORNATE NEGLI ULTIMI 10 CAMPIONATI

Stagione 2012/2013, all. Ventura: 8 punti (finali 39, posizione: 16°)

Stagione 2013/2014 all. Ventura: 9 punti (finali 57, posizione 7°)

Stagione 2014/2015 all. Ventura: 8 punti (finali 54, posizione 9°)

Stagione 2015/2016, all. Ventura: 13 punti (finali 45, posizione 12°)

Stagione 2016/2017, all. Mihajlovic: 11 punti (finali 53, posizione 9°)

Stagione 2017/2018, all. Mihajlovic: 12 punti (finali 54, posizione 9°)

Stagione 2018/2019, all. Mazzarri: 9 punti (finali 63, posizione 7°)

Stagione 2019/2020, All. Mazzarri: 10 punti (finali 40, posizione 16°)

Stagione 2020/2021, all. Giampaolo: 5 punti (finali 37, posizione 17°)

Stagione 2021/2022, all. Juric: 8 punti (in corso)