Toro, contro il Brescia senza tregua

Toro, contro il Brescia senza tregua

L Analisi di Gino Strippoli / I granata contro le Rondinelle si giocano il 70% della salvezza, serve vincere!

di Gino Strippoli

Siamo giunti alla partita senza tregua, ovvero quella che si deve vincere a tutti i costi. Già, costi quel che costi, ma i tre punti devono arrivare per il Torino di Moreno Longo. I granata arrivano dalla sconfitta bruciante nel derby, dove hanno giocato solo per quei 15 minuti del secondo tempo dimostrando in quel piccolo frangente che se ci si mette grinta e cuore si possono mettere in difficoltà squadre molto forti. Peccato, chiaramente, che le partite durino 90 minuti e non bastino quindici minuti di assalti per vincere o pareggiare una partita. Ma questo Toro questa sera deve ricominciare da quei minuti per vincere la partita, minuti che devono essere moltiplicati per 6 ovviamente tali da raggiungere il novantesimo minuto con la vittoria in tasca. La partita non è per nulla facile visti i notevoli cali di concentrazione dei granata, soprattutto nella retroguardia che accusa sbandamenti sin dai primi minuti delle partite giocate sin’ora.

LEGGI ANCHELa probabile formazione del Torino: Ansaldi può tornare titolare, conferma per Verdi

Certi i rientri di Nkoulou a comandare la difesa e di Rincon in mezzo al campo, mentre in avanti l’unica certezza è sempre il Gallo Belotti con al suo fianco il ritrovato Verdi, il migliore dei suoi contro la Juventus. Berenguer dalla parte opposta dovrebbe costituire con l’ex napoletano il tandem di esterni alti pronti a supportare il centravanti granata. In mezzo al campo con il rientro di Rincon a fargli spazio dovrebbe essere Lukic. La difesa granata, con la squalifica di Izzo, vedrà Lyanco sulla destra, Nkoulou al centro e Bremer a sinistra. Sulle fasce esterne non dovrebbero esserci dubbi sulla conferma di De silvestri a destra e su Ola Aina a sinistra. In realtà molte chance le potrebbe avere Ansaldi ma l’argentino nel derby è sembrato tutt’altro che in forma smagliante. Se da una parte assicurerebbe tecnica e qualità, dall’altra nelle condizioni atletiche in cui si è visto di recente non assicurerebbe una protezione per le incursioni avversarie sulla fascia.

LEGGI ANCHELa probabile formazione del Brescia: Torregrossa pronto ad affiancare di nuovo Donnarumma

La delicatezza della partita sta anche nella statistica e nei numeri. Infatti i granata hanno conquistato una sola vittoria (contro il Brescia per 0-4) negli ultimi 6 precedenti contro neopromosse, nelle ultime due stagioni di campionato. D’altronde il Brescia giocherà a mente libera vista la sua attuale posizione in classifica che lo colloca quasi certamente per un posto in serie B. La vittoria contro l’Hellas Verona ha però riacceso speranze inaspettate di salvezza. Proprio per questo motivo i bresciani giocheranno per vincere e si giocheranno il tutto per tutto. Ecco perchè il Toro dovrà far uscire tutta la grinta che non ha fatto vedere in questa stagione. Torino-Brescia è una delle finali per non retrocedere.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. loik55 - 1 mese fa

    Vabbè la grinta serve srempre, basta che non finisca a due rossi nel primo tempo…quella grinta non serve. Giocare con calma e intelligenza per sfruttare al meglio le poche qualità attuali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luigi-TR - 1 mese fa

    Forza ragazzi…mettiamocela tutta per tornare alla vittoria e rimettere in cascina un pò di serenità all’interno dello spogliatoio e a tutto l’ambiente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LeoJunior - 1 mese fa

    Pausa polemiche ragazzi. Qui la situazione sta prendendo una piega veramente drammatica. Andare in B può cambiare la nostra storia, in peggio. Adesso tutti uniti per la salvezza. Non ci sono Cairese, Masio, giornalai, panzoni, etc. che tengano. Quelli passano e noi restiamo. La maglia è la nostra e troveremo chi sarà in grado di onorarla. Ma adesso, per carità, restiamo in A.
    Siamo nella peggiore delle situazioni. Squadra non certo preparata a lottare per salvarsi, che crede di essere migliore tecnicamente e quindi corre meno, con qualche bega interna e poco interesse a lottare per un obbiettivo comune. Ci sono tutti gli ingredienti peggiori. Speriamo che quelli con gli attributi sveglino gli altri e si diano una mossa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 1 mese fa

      Bravo Leo hai ragione!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marchese del Grillo - 1 mese fa

      Caro Leo, credo di comprendere il tuo discorso, ma non siamo noi del forum di Toro News a dover scendere in campo, né quei quattro gatti che hanno manifestato nei giorni scorsi contro la società. In campo ci vanno 11 giocatori + cinque potenziali riserve e l’ allenatore, Mister Longo, le sue idee, il suo gioco e la sua visione della partita. Questi giocano per il Toro, non per la Sambenedettese, e già questo, per me, sarebbe uno stimolo ultra valido, senza che ci si metta vicino uno stipendio con tanti di quegli zeri che a me non bastano due vite. Quindi ti chiedo, e con il cuore in mano: “ma di quali panzoni o nani o cirese stiamo parlando”?
      MADDECHE’!!!???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 1 mese fa

        Marchese, lo so che possiamo fare nulla. Era solo un appello ad essere concentrati tutti sulla partita e uniti tra di noi. Se non altro per viverla allo stesso modo. La rabbia e la frustrazione che abbiamo tutti sembra quasi portarci verso un “tanto peggio tanto meglio” che non deve passare per il nostro Toro. Non può instillarsi nemmeno una goccia di quel sentimento e retropensiero che leggo tra le righe di molti commenti: se crolla tutto avevamo ragione a criticare Cairo, la squadra, l’assenza di società, etc.. Critichiamo ferocemente tutto e tutti, ma con la squadra in A!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. marione - 1 mese fa

      La maglia resta anche se vai in serie B, così come resta anche a stadio vuoto senza portare un euro a sto giornalaio del qazzo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 1 mese fa

        Marione, se crolla tutto non ci resta nemmeno la maglia. E io vorrei continuare a dire a mio figlio che tifare Toro è una cosa speciale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. marione - 1 mese fa

          Rispetto il tuo pensiero e capisco la situazione con tuo figlio. Per me è già finita da un pezzo e tuo figlio se ne rende conto che qui dei valori speciali non è rimasto nulla.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Emilianozapata - 1 mese fa

      Sottoscrivo l’appello, perché ispirato da passione e realismo. Salviamoci se ci riusciamo e non pensiamo che la serie B sia inevitabile o, peggio, un’occasione di rinascita. Se si va in B i migliori se ne andranno. Ma se si resta in A io spero che quanto accaduto in questa orrenda stagione possa indurre chi di dovere a fare pulizia, a far cambiare aria in una casa che puzza o, semplicemente, cambiare aria e basta. FORZA TORO SEMPRE

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granataforever - 1 mese fa

    Sono Cazzi Amari….
    Sta sera buttate il cuore oltre l ostacolo….
    Vincere…Vincere….Vincere..
    Sempre FoRzA ToRo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy