Toro, è un Meité mentalmente rigenerato: a Cagliari l’obiettivo è confermarsi

Toro, è un Meité mentalmente rigenerato: a Cagliari l’obiettivo è confermarsi

Focus on / Il centrocampista ha dato ottimi segnali contro Parma e Udinese, ora l’obiettivo è continuare sulla strada intrapresa

di Alberto Giulini, @albigiulini

Sembra un giocatore rigenerato Soualiho Meité, che ha dato ottimi segnali in occasione delle due gare disputate dopo la ripresa del campionato. Ottimo contro il Parma e positivo anche contro l’Udinese, il centrocampista francese è decisamente ripartito con il piede giusto.

LEGGI: Le pagelle di Torino-Parma 1-1: cosa si mangia Edera. Il risveglio di Meité

GIOCATORE RIGENERATO – Sembrerebbe solamente un ricordo, per il momento, quel Meité lento e impacciato visto nella prima parte di stagione. Sicuramente un campionato che è ripartito a ritmi più bassi può aver aiutato il francese, ma le partite contro Parma e Udinese hanno restituito a Moreno Longo un giocatore rigenerato soprattutto da un punto di vista mentale. E così il tecnico ha potuto contare su un giocatore concentrato e sempre al centro del gioco, aiutato da mezzi tecnici e fisici non indifferenti.

LEGGI: Torino, chi gioca a Cagliari? Lukic e Aina papabili titolari per il turnover

VERSO CAGLIARI – Ottimi segnali, dunque, che portano Meité a candidarsi per una maglia da titolare anche nella gara di domani sera a Cagliari. Per Longo il francese è in ballottaggio con Rincon e Lukic per i due posti in mediana, ma sicuramente le prove positive contro Parma ed Udinese giocano a suo favore. Che sia dal primo minuto o a gara in corso, considerata la carenza di giocatori in mezzo al campo, è comunque pressoché certo un impiego anche in Sardegna: spetterà a Meité confermare le impressioni positive dell’ultima settimana.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. pinco pallino - 3 mesi fa

    I ritmi sono definitivamente molto meno intensi
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy