Torino-Spal 1-2, il mea culpa non assolve Mazzarri: azzardato il cambio Lukic-Zaza

Torino-Spal 1-2, il mea culpa non assolve Mazzarri: azzardato il cambio Lukic-Zaza

Focus on / La sfida tra i tecnici è stata vinta da Semplici. Troppi errori in casa granata, a partire da quelli dell’allenatore

di Andrea Calderoni

Un Natale amaro per il Torino e per il suo tecnico Walter Mazzarri. Il toscano, salvo sorprese, non è a rischio (LEGGI QUI), nonostante la gravosa sconfitta interna con l’ex fanalino di coda Spal. Una gara per molti versi fotocopia rispetto a quella di settembre contro il Lecce. I granata nel momento in cui avrebbero dovuto dimostrare di essere finalmente guariti sono sprofondati. Non è bastato nemmeno l’avvio positivo, coronato dal gol di Rincon dopo appena 4 minuti. È stata una serata caratterizzata da diversi errori, in primis quelli indotti dalle scelte dell’allenatore.

MEA CULPA – Mazzarri ha fatto mea culpa al triplice fischio. “Uno con la mia esperienza non doveva inserire un attaccante in più quando eravamo in 10” ha dichiarato il tecnico (LEGGI QUI). Non basta, però, l’ammissione di colpa per giustificare appieno Mazzarri. Il rischio di affiancare Belotti con Zaza non ha pagato e anzi è costato anche il pareggio al Torino. È mancata la lucidità necessaria, che è stata offuscata dalla foga del momento. Un errore grave, a maggior ragione dopo Verona, altra partita nella quale la staffetta tra un centrocampista offensivo come Berenguer e una prima punta come Belotti non era stata digerita dalla squadra. È vero che il Toro di ieri sera ha giocato meglio in 10 che in 11, ma ciò non basta a giustificare una mossa tanto offensiva, soprattutto da un Mazzarri che fino alla gara contro la Fiorentina aveva presentato un Toro quasi sempre abbottonato.

Il passo indietro del Toro

DIFFICOLTA’ GRANATA – Perché il Toro si è espresso meglio in 10 che in 11? Anche questo dovrebbe essere spiegato da Mazzarri. Nel corso del primo tempo, ad esempio, i granata non hanno gestito una situazione ideale dopo la rete in avvio di Rincon. La retroguardia del Toro ha tremato e non poco, a causa di reparti troppo spesso scollegati. La doppia punta Petagna-Paloschi, scelta da Leonardo Semplici, ha messo in apprensione il terzetto granata. E poi Mazzarri non ha mai realmente posto un argine alle sgroppate sulla sinistra di Strefezza. Era evidente che la falla del sistema fosse da quella parte, tanto che il gol dell’1 a 1 è maturato lì. Soltanto il calo fisiologico nella ripresa di Strefezza ha permesso al Toro e soprattutto ad Aina di rifiatare. È riduttivo, perciò, affermare che “era una sconfitta già scritta”, perché il Torino avrebbe potuto fare molto di più, a partire dalla gestione dei singoli episodi della gara. Dunque, un mea culpa questa volta non basta a Mazzarri. Sarà un brutto Natale per lui, ma soprattutto per tutto il popolo granata.

44 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. altoro - 9 mesi fa

    Personalmente condivido pienamente l’analisi effettuata da Ciccio Graziani, ex grande bomber del TORO dello Scudetto datato Maggio 1976 e attuale opinionista per le reti Mediaset.
    Infatti concordo con quanto da lui affermato ossia che Mazzarri avrebbe dovuto sostituire Berenguer oppure Verdi già all’inizio del secondo tempo giocando con la coppia di attaccanti Belotti e Zaza in modo da provare a scardinare la difesa della squadra ultima in classifica.
    Il cambio effettuato soltanto al 32° minuto del secondo tempo, in inferiorità numerica a causa dell’ennesima sciocchezza dell’ingenuo Bremer che l’arbitro ha punito con l’espulsione (logica conseguenza di un doppio giallo per falli assolutamente inutili commessi nelle trequarti avversaria dal difensore centrale brasiliano)”aveva l’intento di provare a vincerla”, come il tecnico toscano ha affermato nel post partita, ma si è rivelato un azzardo, sotto l’aspetto tattico, in quanto Petagna ha realizzato la rete decisiva soltanto quattro minuti dopo il citato cambio.
    Come efficacemente rilevato dal cronista di ToroNews, anche a Verona il cambio di Berenguer con il recuperato Belotti si rivelò una scelta infelice sotto l’aspetto tattico.
    Pertanto nella sostanza durante le ultime due partite di campionato contro squadre avversarie assolutamente modeste, sotto l’aspetto tecnico, quali sono oggettivamente sia il Verona sia la Spal, le scelte sbagliate del tecnico toscano risultano determinanti per la perdita di almeno tre punti.
    Credo che il sostanzioso contratto che il tecnico toscano percepisce induce il patron Cairo a temporeggiare per un eventuale cambio alla guida tecnica della squadra.
    Ritengo che durante la prossima sessione invernale di mercato occorre individuare il profilo di un centrocampista, il quale offra reale qualità ad un reparto, fonte naturale del gioco di una squadra, che evidenzia gravose lacune dall’inizio della stagione.
    A questo proposito, ribadisco, che all’interno dell’ambiente granata il “caso Parigini”, dall’inizio della stagione consapevolmente tenuto ai margini della squadra e mai utilizzato, tantomeno convocato dal tecnico toscano , è stato gestito in maniera assolutamente pessima e, aggiungo, autolesionistica dalla stessa Società.
    Adesso per la Società TORINO F.c. si pone la prospettiva e quindi il proposito di provare a cedere il ventitreenne Parigini durante la prossima sessione invernale di mercato allo scopo di evitare di perderlo a parametro zero essendo il contratto in scadenza il prossimo Giugno.
    Personalmente ritengo che il “caso Parigini” è l’autentica prova esemplare della reale inadeguatezza del tecnico toscano e della altrettanto deficitaria struttura societaria in cui non esiste un team manager realmente all’altezza del ruolo assegnatogli dalla stessa.
    Infatti mi risulta che tale figura professionale ha la funzione di collante tra la Squadra e la Società e quindi risulta preposta, nel sopracitato caso specifico, a provare a ricucire un rapporto tra tecnico e calciatore, come oggettivamente purtroppo non è accaduto dallo scorso Ottobre.
    Infatti, se al contrario di quanto accaduto la vicenda fosse stata gestita adeguatamente con il buon senso di tutte le componenti in funzione esclusiva del bene del TORO sono convinto che il ragazzo di Moncalieri, prodotto della “cantera granata” avrebbe offerto un contributo di qualità tecnica alla manovra del centrocampo della squadra, come accadde lo scorso campionato quando venne utilizzato saltuariamente. Amen … . Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 9 mesi fa

    Secondo me si perdeva comunque, non e’ che lukic salvava la baracca, gli sono venuti i rimorsi per aver tenuto zaza in panca un po’ tardi.

    lo scemo si contraddice da solo, le sue regole (non ha i 90′ o giocano quelli che hanno giocato bene la domenica prima) le applica quando gli fa comodo.

    Gallo non al 100% (e ancora non si e’ capito l’entita’ dell’infortunio) e gioca 90.
    Zaza al 120% e in panca.

    Bremer che fa cappelle ogni parita e sempre in campo. MAGARI SI ALLENA BENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. moulinsk_937 - 9 mesi fa

    Ero allo stadio. Ancora sull’1-0 mi sono detto “questa la perdiamo” (quindi col senno di prima e non con quello di poi). Era evidente che la Spal aveva preso il controllo del centrocampo e che Lukic e Rincon non ce la facevano a tenerli. Quindi, a mio modo di vedere una delle tre punte doveva toglierla già allora (o fare una modifica equivalente). Bremer si è fatto espellere per tappare una delle tante falle in mezzo al campo. Ci espellono un difensore e non lo sostituiamo con un pari ruolo (è un rischio anche questo), dopodichè il meglio è alla fine: in 10 contro 11 giochiamo con due punte pure (Belotti e Zaza) + Verdi e in mezzo al campo il nulla… Mazzarri ha ragione a dire che uno con la sua esperienza questi errori non li fa, tanto meno “perchè il pubblico chiede di vedere tanti attaccanti”. E’ lui quello pagato per pensare, non il pubblico. Se Mazzarri intende essere la brutta copia di Mihajlovic (tutti avanti!), beh, preferisco l’originale. Le partite gestite meglio dall’allenatore avversario possono capitare (anche gli altri sanno fare il loro mestiere) ma non devono essere troppe…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. leggendagranata - 9 mesi fa

    Ho visto il Bologna di Mihajlovic con un Soriano in cattedra e con un Orsolini che il Bologna ha pagato 15 milioni di euro e che vale tre Verdi (costato 25 milioni di euro). Faccio questi due esempi per rimarcare le colpe di Mazzarri, che non sono solo quelle di avere perso la bussola in panchina. Aggiungo per completezza che Mazzarri, dopo avere ammesso il suo errore di ieri, l’ ha giustificato dicendo di avere messo una punta perchè tutti gli chiedono di giocare con più attaccanti. Era già successo col Verona che sbagliasse il cambio ed ora si capisce perchè. Ma la cosa più grave è la perseveranza nell’ errore: lo stesso commesso col Lecce. Nemmeno contro una squadra di bassa classifica (e in casa) ha il coraggio di far giocare la coppia di arieti Belotti/Zaza. Vista la non granitica solidità della difesa della Spal, era probabile che potessero dare al Toro un vantaggio più sostanzioso già nel primo tempo. Comunque, siccome voglio fare critiche costruttive,invito il nostro allenatore ha ripensare le sue scelte, a lasciar perdere questa nuova, ennesima formula con una punta e due trequartisti, che non sanno fare i trequartisti. E poi faccia un’ altra ammissione di colpa, ammetta col presidente di averlo male consigliato per le cessioni di Ljajic (prima) e di Soriano (poi) e chieda un bravo centrocampista (che costerà certo ben più degli 8 milioni di euro ricavati dalla vendita di Ljajic).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 9 mesi fa

      Solo un perfetto imbecille poteva far vendere Ljajic per arrivare a prendere Verdi con un minusvalenza di svariati milioni.
      Quest’ultimo non vale un’unghia del piede del serbo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. redman - 9 mesi fa

      Sì, sArà più facile vedere gli asini volare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. tric - 9 mesi fa

    Certo che il mea culpa non lo assolve! il cambio assurdo è stato Berenguer/Meité: se sei in dieci metti giocatori che abbiano corsa (De Silvestri), non paracarri matricolati!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Carlin - 9 mesi fa

    Io propongo a Mazzarri di riaprire il FILA per gli allenamenti,perchè se spie delle squadre avversarie vedono i nostri schemi segreti non riusciranno mai a capire che contromisure prendere. Se non vedono niente egiocano normale siamo fregati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-14287754 - 9 mesi fa

    io penso che il cambio zaza lukic sia stato giusto bisogna provare a vincere anche se in dici!! non capisco solo come si fa a passare da i primi 70 minuti di Verona dove si gioca un buono calcio a i 20 minuti finali e la partita di ieri non so neanche di chi può essere la colpa se di mazzari o dei giocatori!! mamma quando è difficile tifare per te TORO MIO ma forse è per questo che ti amo!! SEMPRE AL TUO FIANCO…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Max63 - 9 mesi fa

    L’errore è lasciare fuori Zaza che è in forma e con l’ultima in classifica in casa non puoi proporre una punta. Stesso errore con il lecce. Questo signore deve lasciare, capire che nn è più in grado di gestire una squadra di calcio, ha fatto il suo tempo . Il grave è che nuovamente nn esiste più una società ed il baratro è nuovamente vicino.
    Sono triste e sconfortato calcisticamente parlando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Toro Forever - 9 mesi fa

    Sto vedendo giocare l’Atalanta. Fanno un altro Sport. Sono amareggiato dal vuoto cosmico che permea il Torino. Il nulla siderale con temperature vicine allo Zero assoluto. Andatevene tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 9 mesi fa

      Certi pseudo tifosi granata non volevano Gasperini xké è (forse) gobbo. Giusto che Atalanta goda e noi no. Punto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ardi - 9 mesi fa

        Dai Filadelfia i tifosi non volevano nemmeno zaza e tanti altri che poi sono venuti. Non dare la colpa ai tifosi se abbiamo un poveraccio in panchina

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

          Ardi, quel poveraccio in panchina ce lo ha messo la società. I tifosi non hanno mai contato un cazzo…cominciamo a distribuire proporzionalmente le responsabilità?
          Allora sarà bene inizare dalla società.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

    Non vedo tanto il problema del cambio, tanto al massimo avremmo pareggiato.
    Piuttosto vedo giocatori che dormono in campo.
    Qualcosa abbiamo cercato di fare come forcing x vincere, ma siamo senza qualità idee e cattiverie.
    Ma si sapeva eh non è un fulmine a ciel sereno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ForzaToro - 9 mesi fa

    Mettiamoci l’anima in pace, questo campionato prima finisce e meglio è per il Torino, nella speranza che il prossimo anno con una campagna acquisti migliore sia l’anno giusto. Non darei tutte le colpe a Mazzarri, ci sono squadre più importanti di noi che stanno al centro classiffica, anche la fortuna incide molto, e tra gol mancati, rigori non dati e infortuni ci sarebbe molto da dire.
    A questo punto puntare tutto sulla coppa Italia per salvare la faccia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro 8 Scudetti - 9 mesi fa

      In Coppa Italia? C’è il Genoa ultimo in classifica..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. renato (quello vero) - 9 mesi fa

        Hai ragione, le ultime in classifica sono le squadre più pericolose.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. valex - 9 mesi fa

    Prima della partita avevo scritto che le premesse per una replica di Toro-Lecce c’erano tutte e infatti è andata così (persino il risultato è stato identico). Alla fine, non ero neppure più incazzato perché speravo che almeno questa disfatta avrebbe portato alla cacciata del testadighisa. Manco questa soddisfazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Toro 8 Scudetti - 9 mesi fa

    Presidente, spero che questo silenzio sia figlio di una riflessione che la porti a prendere una decisione inevitabile. Ragioni, per lei era una squadra difficilmente migliorabile, ha tenuto tutti, ha preso Verdi e Laxalt, e questi sono i risultati che attendeva?
    Ci renda edotti del suo pensiero attuale.
    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchiamaniera - 9 mesi fa

      Cari amici granata,il silenzio totale credo sia figlio del fatto che tutti (società,allenatore,giocatori)siano impegnati in viaggi verso le più disparate località esotiche del mondo e che a tutti,indistintamente,senza fare figli e figliastri come si dice,non gliene possa fregare di meno di cosa stiano passando i tifosi e succedendo qui.Vorrei tanto la mia fosse una battuta ironica,ma ahinoi sono sicuro sia la nuda e cruda realtà….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro 8 Scudetti - 9 mesi fa

        Citando i Metalicca
        “Sad but true”

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 9 mesi fa

        Basterebbe lasciare lo stadio DESERTO perdute o tre partite, poi vediamo se non gliene frega nulla.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. vecchiamaniera - 9 mesi fa

          Ciao ddavide69,ma secondo te del fatto che ieri lo stadio fosse vuoto e silenzioso,tralasciando la questione che fosse giusto o no,quanti dei 14 scesi in campo e della quindicina di persone in panchina tra riserve e staff erano dispiaciuti?secondo me non arriviamo a 5 ,tenendo presente che uno di sicuro era il mitico. Tony Vigato

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 9 mesi fa

            Io dico questo, con lo stadio vuoto , ma vuoto davvero tranne i soliti biglietti regalati, per due o tre partite di seguito , i media comincerebbero a fare passare la contestazione e allora in società sarebbero costretti a prendere provvedimenti e a fare dichiarazioni. Se non basta si fa ad oltranza, tanto per vedere ste prestazioni indescrivibili…

            Mi piace Non mi piace
        2. suoladicane - 9 mesi fa

          Dici quello che dico da mesi. Purtroppo oggi la tifoseria è troppo eterogenea non c’è più la compattezza di un tempo. La curva non fa più da traino. Chi contesta viene daspato. Non la vedo bene.
          MAZZARRI VATTENE

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. El Flaco 1971 - 9 mesi fa

    L’errore è stato non mettere Zaza dall’inizio. O da solo o in coppia con Zaza.
    In 10 tanto valeva tentare il colpo. Fare un punto o nessuno è poi la stessa cosa.
    Dobbiamo ricompattarci. Battiamo Bologna e Sassuolo e siamo allo stesso punto dello scorso anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Renato - 9 mesi fa

    E’ FINITA!
    Dopo lo 0-3 subito in casa con l’Inter, scrissi proprio su questo sito che se avessimo fatto tra i 10 e i 12 punti nelle successive 4 partire avremmo riaperto il campionato. Ed in effetti avevamo iniziato con due vittorie di fila, poi abbiamo sfiorato la 3 vittoria con il Verona, ma vincendo ieri con la Spal sarebbero stati comunque 10 punti. 10 punti con il rammarico di averne buttati due a Verona in modo assurdo. Invece, siamo di nuovo qui a vergognarci di loro per aver perso con l’ultima in classifica! Ora credo che se pure venisse Guardiola ad allenare il torino, che uso come aggettivo di piccolo toro e non come sostantivo, mai si potrebbe raggiungere il 6° o 7° posto. Non credo che l’errore sia stato inserire Zaza in dieci. Il problema è che non creiamo gioco, ma azioni confuse, e non difendiamo con attenzione. In più il centrocampo è scarso numericamente e qualitativamente. Su questi tre punti nessun allenatore saprebbe metterci rimedio. Però la squadra non c’è proprio con la testa e forse un cambio di allenatore potrebbe dare una scossa. Sfruttando la sosta, anche se in vista di una trasferta proibitiva con la Roma forse si potrebbe chiudere il campionato con onore e concentrarsi sulla Coppa Italia che è comunque una strada verso l’Europa. Sicuramente non rinnoverei il contratto a Mazzarri, ma allenatori in giro bravi non ne vedo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Grande Torino i formidabili da 408 reti - 9 mesi fa

    Saluti ragazzi,dopo quello che abbiamo visto ieri sera,diciamo che abbiamo toccato il fondo!!!!Non si possono vedere degli orrori del genere squadra per conto suo ,senza un modulo,schemi sballati sembravamo una squadra di amatori che scandalo!!!!Io ora dico è inutile che Cairo va allo stadio,tanto non vede la partita ma sta con il suo smartphone,quindi dire che Mazzarri non è a rischio non si può sentire.Cairo o mandi via Mazzarri e ti fai una bella cultura di calcio di realmente come si gioca al calcio,o andate via entrambi,perchè rischiamo di finire male.Mazzarri può fare l’allevatore di un piccolo gregge di borgata, non allenare il Toro,che ha una storia ,ed ha avuto dei grandi campioni e per rispetto di loro e di noi tifosi devi fare le valige.Guardate ragazzi io per dare una lezione di calcio a quei signori allenerei personalmente il Toro anche se alleno una squadra non di professionisti ma stiamo primi in classifica!!!!Mazzarri Via,mi congedo augurando a tutti i nostri tifosi Buone feste!!!FVCG sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. DANY - 9 mesi fa

    SIAMO LO SCANDALO DELLA SERIE A PERFINO MOLTE SQUADRE DI B GIOCANO MEGLIO,BISOGNA RICOMINCIARE DA CAPO IL TORO E I LORO TIFOSI NON MERITANO QUESTO SCIEMPIO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alek3000 - 9 mesi fa

      Il pesce puzza sempre dalla testa … la testa è mio mandrogno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. alek3000 - 9 mesi fa

        Volevo dire il, non mio…mannaggia al correttore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. vecchiamaniera - 9 mesi fa

    Buongiorno,ieri sera a commento.di un altro articolo,ho proposto insieme ad amici cosa potremmo provare a fare concretamente per salvare il Toro.Ora chiedo umilmente a voi giornalisti che vi processate tifosi del TORO :oltre a proporre inutili statistiche,sondaggi su chi è il miglior granata della partita o della stagione,su chi dovrebbe giocare o meno,CHE COSA AVETE INTENZIONE DI FARE,voi che almeno scrivete su quotidiani,siti ecc..per salvare il Toro per cui dite di tifare?Fatecelo sapere,di parole ne siamo stufi.noi quanto credo anche voi.Chiudo con una frase banale:come si dice,chiedere è lecito,rispondere è cortesia o quantomeno educato.Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Filadelfia - 9 mesi fa

    Il problema Nr.1 è Cairo e la sua totale incapacità a dare una struttura societaria seria al Torino. Manca un DG alla Marotta e un DS bravo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alek3000 - 9 mesi fa

      Il problema nr 1 è questo, lo dico da una decina d’anni (non ci vuole un genio, neh!). Era particolarmente evidente quando eravamo in serie B, è tornato ad esserlo quest’anno. Col suo Ventura / Ptrk si è mitigato il rischio. Io non posso credere che una persona della levatura di Cairo non se ne renda conto. Sono convinto che voglia risparmiare al massimo sulla struttura societaria tanto più che la dimensione attuale di totale mediocrità a lui vada più che bene

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Iltorosiamonoi78 - 9 mesi fa

    Egregi signori di TORO NEWS ma siate seri per favore. Dovreste scrivere un titolo a caratteri cubitali BASTA MAZZARRI. Dopo quello che si è visto ieri sera e dopo le dichiarazioni del nostro tecnico è evidente che non ci sta piu con la testa.
    Mazzarri vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Filadelfia - 9 mesi fa

    Ma si cambiamo ennesimo allenatore dai. Prendiamo Nicola o Di Biagio o Spal letti (ah ah ah). Tra un anno o poco più saremo allo stesso punto attuale. Mazzarri non doveva essere preso ma è stata scelta di Cairo. E quando sceglie Cairo i risultati si vedono vedono. Unico che riusciva a tenerlo a bada era Ventura grazie alle plusvalenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Iltorosiamonoi78 - 9 mesi fa

      scusa ma io intanto proverei giusto per dare un segnale ai giocatori. Ma le hai ascoltate le parole di mazzarri? Ti sembra una disamina onesta? Si è arrampicato sugli specchi. non se ne puo piu.Tu che dici di tenerlo vuol dire che sei contento di quello che stai vedendo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Filadelfia - 9 mesi fa

        Dammi un nome di un allenatore bravo libero. Uno solo. Forse Nicola, forse. Ma lo metto x iscritto che tempo un anno o poco più e siamo qui a discutere e chiedere la testa del prossimo allenatore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Carlin - 9 mesi fa

          La nonna paralitica di Checco Zalone secondo me farebbe meglio, molto meglio, di mazzarri

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. ddavide69 - 9 mesi fa

          Finché avremo Cairo presidente faremo sempre le stesse scelte del cazzo. Lui accentra. Saremo sempre allo stesso punto. Ma non si può prescindere dal cambio allenatore

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. valex - 9 mesi fa

      Certo. Come no? Teniamoci il TdG, l’allenatore più conteso d’Europa: Real, Barcellona, Liverpool e Bayern si scannano per averlo, ma non lo molleremo mai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Filadelfia - 9 mesi fa

        Ho chiesto 1 (Uno) nome di allenatore libero ma avete solo sbraitato. Pure io non impazzisco x Mazzarri e volevo uno tra Guidolin o Gasperini. Ma ora di accettabili liberi c’è solo Nicola (Spalletti ed Allegri non credo accettino ah a). E Guidolin mi pare di capire che non voglia più allenare. Ma senza una svolta societaria (DG e DS) temo 1 anno o poco più e saremo di nuovo a questo punto. Ci scommetto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 9 mesi fa

      Ma tu il prossimo anno , dopo aver visto come è stato condottoquesto ,a salvezza acquisita , confermeresti lo stesso Mazzarri???

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy