Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Toro, le ammissioni di Giampaolo: “Siamo ancora lontani dal mio calcio”. E su Verdi…

FLORENCE, ITALY - SEPTEMBER 19: Marco Giampaolo manager of Torino FC reacts during the Serie A match between ACF Fiorentina and Torino FC at Stadio Artemio Franchi on September 19, 2020 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Toro News / Il tecnico del Torino non si nasconde: "Dobbiamo migliorare ancora tanto, ma con il tempo non possiamo fare altro che migliorare"

Nicolò Muggianu

"Siamo ancora lontani dalla mia visione di calcio, ne sono consapevole". Questa l'ammissione di mister Giampaolo alla vigilia di Torino-Atalanta. Una presa di coscienza non scontata quella dell'ex tecnico del Milan che, prima di una partita importante come quella di oggi, ha preferito affrontare di petto e senza peli sulla lingua tutti i limiti palesati dal suo Torino. Torino che, stando alle sue parole, Giampaolo non sente ancora "suo" al 100% ma sul quale sta lavorando per raggiungere al più presto un'alchimia di gioco idonea alla sua idea di calcio. Intanto un primo segnale positivo però c'è stato ed è quello lanciato dai calciatori: "Mi rende fiducioso vedere come i calciatori si allenano e come cercano di mettere in pratica il mio pensiero - ha proseguito Giampaolo a Torino Channel -. Questo mi conforta perché so che con il tempo e con il lavoro non possiamo fare altro che migliorare".

MIGLIORIE - Ma cosa manca concretamente al Torino affinché Giampaolo possa sentirsi soddisfatto? Ancora molto. Ed il mister granata lo ha specificato, stilando una lista di elementi su cui c'è ancora parecchio da lavorare. "Che miglioramenti mi aspetto? - ha confessato Giampaolo - Dobbiamo imparare a palleggiare di più e meglio, dobbiamo migliorare la percentuale di possesso palla e l’altezza del recupero palla, troppo bassa contro la Fiorentina. Poi migliorare le linee di passaggio: c’è chi invece di toccare 40 palloni ne deve toccare 80. E poi ovviamente serve migliorare la fase di finalizzazione. In fase di non possesso invece, serve lavorare nella metà campo degli altri per far sì che la linea difensiva non si abbassi". Tanti (forse troppi) gli elementi su cui c'è da lavorare. Insomma, all'orizzonte per il Torino c'è un processo che richiederà tempo e che per essere accelerato avrà bisogno di un'iniezione di forze fresche dal mercato; meglio se nei ruoli indicati come "cruciali" dal tecnico.

VERDI - Un altro passaggio dell'intervista realizzata ieri dal tecnico ha destato qualche sensazione particolare. E cioè la risposta a una domanda su Simone Verdi. Sul numero 24 Giampaolo ha esordito dicendo: "Fondamentale lui è un esterno, un'ala". Stesse parole utilizzate per mettere di fatto alla porta Simone Edera la settimana scorsa, durante la conferenza pre Fiorentina-Torino. Verdi oggi potrebbe essere della partita e chissà che non possa rendersi protagonista. Ma le parole di Giampaolo sono un indizio che fa pensare che scenari di mercato possono ancora coinvolgere l'ex giocatore del Napoli, sul quale ci sono riflessioni in corso a tutto tondo. Come approfondito ieri su Toro News, non è escluso che possa essere coinvolto in scambi di mercato. 

tutte le notizie di

Potresti esserti perso