Toro, segnali positivi da Buongiorno e Segre. E Giampaolo concede loro 90’

Toro, segnali positivi da Buongiorno e Segre. E Giampaolo concede loro 90’

I personaggi / Nonostante i cambi a disposizione, il tecnico ha scelto di tenere in campo per tutto l’incontro i due giovani: sono le note positive di un Toro di seconde linee che non convincono

di Alberto Giulini, @albigiulini

Sono tanti i giovani che, in queste prime uscite, hanno dimostrato di non essere ancora pronti per vestire la maglia del Toro in Serie A. Meritano invece un discorso a parte Alessandro Buongiorno e Jacopo Segre, due elementi che hanno destato buonissime impressioni nelle prime settimane di preparazione. E non è un caso che ieri pomeriggio, pur avendo in panchina Ola Aina e Celesia, Giampaolo abbia deciso di lasciarli in campo per tutti e novanta i minuti di gioco. Un segnale che dimostra come i due possano contare sulla considerazione del nuovo tecnico.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Torino: De Luca piace a Brescia, Vicenza e Chievo

SEGRE – Dopo le prime uscite da regista davanti alla difesa, ieri Segre si è allargato a fare la mezzala. Proprio in questa posizione il classe ‘97 ha vissuto una stagione da assoluto protagonista con la maglia del Chievo. A Verona il centrocampista è stato un titolarissimo, arrivando a toccare quota 40 presenze ma soprattutto distinguendosi come una delle migliori mezzali del campionato. La continuità di rendimento, pur in una squadra che inizialmente ha incontrato qualche difficoltà, lo ha reso un pilastro del centrocampo clivense e ha confermato un’importante maturazione. E così ora Segre si sta giocando le sue carte anche con il Toro: la considerazione di Giampaolo non manca, le prime impressioni sono positive.

LEGGI ANCHE: Torino: lo 0-3 nei secondi tempi con Pro Patria e Pro Vercelli pesa sui giovani

BUONGIORNO – Provato in due ruoli anche Alessandro Buongiorno, centrale nelle prime amichevoli e ieri terzino sinistro. A differenza di Segre, il classe ‘99 ha vissuto una stagione più particolare: pur avendo destato buone impressioni in Serie B due anni fa, il centrale si è trovato a vivere sei mesi da fuoriquota in Primavera. A gennaio è quindi arrivato il prestito al Trapani, dove Buongiorno ha disputato un girone di ritorno ad altissimi livelli e la squadra ha mancato la salvezza solamente per alcuni punti di penalizzazione. Ottimi segnali, dunque, confermati dalla fiducia che Giampaolo gli sta concedendo in queste amichevoli e dal rinnovo di contratto con i granata fino al 2024. Ed il fatto di essere l’unico centrale mancino in rosa, potendo all’occorrenza fare anche il terzino, è un aspetto che gioca sicuramente a suo favore.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata doc 50 - 2 settimane fa

    Giovani, affamati, canterani e, per quattro quinti, italiani. Un anno per rodare il tutto (tanto peggio del campionato scorso è difficile che vada)dando fiducia all’allenatore. Mi pare un inizio più che positivo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dr Bobetti - 2 settimane fa

    Entrambi hanno il giusto approccio, uno più avanti dell’altro (Segre). Serviranno entrambi se restano disponibili al lavoro ed al percorso di crescita (cfr. il Vate Ventura).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granatadellabassa - 2 settimane fa

    Su Segre ci conto: ha fatto 3 anni in crescendo ed ora è pronto per la serie A.
    Buongiorno invece credo sia un po’ acerbo ma va tenuto in considerazione vista la clamorosa involuzione di Djidji e la voglia di cessione di Lyanco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lello - 2 settimane fa

    Dobbiamo ricostrire la squadra dando fiducia ai giovani:
    Buongiorno, Segre, De Luca, Singo, Rauti, Millico.
    Sono rgazzi da inserire in pianta stabile in rosa e FAR GIOCARE.
    Sono loro che possono portare il giusto entusiasmo per ripartire.
    Nel resto della Rosa ci sono divesrsi giocatori che Hanno dimostrato di indossare con onore la maglia del Toro e sono validissimi giocatori.
    Altri non sono da Toro e vanno Venduti anche a costo di rimmetterci, Vanno Venduti.
    Adesso la cosa piu importante e creare un gruppo unito e che scenda in campo con il massimo impegno e concntrazione.
    Ci sono troppe mele marce, se Cairo deve tenere in ordine i conti, la prima cosa e Vendere anche a prezzo basso alcuni giocatori risparmiando tenendo i giovani.
    Dobbiamo ricostruire l’ambiente.
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

      Dei giocatori da te citati quelli che al momento mi sembrano pronti sono Buongiorno, Segre e Singo. De Luca non mi sembra pronto per la serie A e Millico e Rauti credo che un anno in prestito in serie B a sgomitare e a prendersi un po’ di sane “legnate ” gli farebbe molto bene. Non basta essere giovani per avere diritto a giocare, ci vogliono le palle e i tre sopra citati mi sembrano gli unici ad esserne in possesso. Non a caso in Serie B hanno giocato quasi sempre titolari, segno evidente che gli allenatori non sono così cattivoni e soprattutto non così cretini, seguono la semplice regola del ” Gioca chi merita e chi si dimostra all’altezza “…..Vale per tutti….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lello - 2 settimane fa

        Condivido.
        Forza Toro,ripartiamo dalla voglia di giocare per la maglia a costo di avere una squadra inferiore. Meglio soffrire ma vedere ragazzi che si strappano la maglia per giocare. Ho voglia di vedere questo.
        Non voglio in squadra giocatori svogliati e persi a giro per il campo.
        Rimpiango i tempi di Bonesso, Bertoneri e molti altri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio sala 68 - 2 settimane fa

    Da confermare entrambi con Singo. Adesso bisogna sfoltire la rosa, così da fare spazio ad un play basso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pavl73 - 2 settimane fa

    Io questi 2 ragazzi li terrei
    Così come singo
    E ci dirò di più: con un bravo trequartista terrei anche rauti
    Il fisico ce la l’ha e vedrete che quakche folletto lo potrebbe fare
    Millico… La testa nn lo accompagna ma se dovessi guardare solo le capacità un attacco con il gallo Zaza rauti e millico nn mi lamenterei.
    Sempre a patto che sia coperto degnamente il ruolo trequartista

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy