Toro, terza volta con l’arbitro Piccinini: una vittoria e una sconfitta nella scorsa Serie A

Designazione / Il fischietto di Forlì dirigerà per la tredicesima volta il Lecce

di Andrea Calderoni

Toccherà a Marco Piccinini di Forlì arbitrare Torino-Lecce mercoledì alle 14 allo stadio “Grande Torino”. Il terzo turno di Coppa Italia, l’esordio granata nella competizione, sarà la quarta apparizione stagionale del direttore di gara. Ha già fischiato in Juventus-Sampdoria e Benevento-Inter in Serie A e in Pisa-Monza in Serie B. In totale in Serie A vanta 23 presenze con 7 rigori fischiati, 2 cartellini rossi diretti, un’espulsione per doppia ammonizione e 99 cartellini gialli. Sarà, invece, alla sua ottava sfida di Coppa Italia, dove ha arbitrato la prima volta già nella stagione 2013/2014.

PRECEDENTI TORINO – Due i precedenti con il Torino, entrambi nella passata stagione. Il primo positivo, il secondo negativo. Prima del lockdown aveva arbitrato l’1 a 0 della squadra di Walter Mazzarri contro il Bologna dell’ex Sinisa Mihajlovic (5 ammonizioni tra i granata: Lukic, De Silvestri, Sirigu, Nkoulou e Laxalt. 3 tra i felsinei: Bani, Santander e Sansone). In quel caso la gestione dei cartellini lasciò parecchio a desiderare. Dopo il lockdown ha fischiato in Torino-Roma 2 a 3. Nel giorno del primo gol in Serie A di Singo ha ammonito Lyanco, che rischiò seriamente il rosso e fu graziato da Piccinini, e Meité, mentre nella Roma ha punito con il giallo Perez, Mancini e Zaniolo.

12 VOLTE CON IL LECCE – Piccinini ha diretto molte più volte il Lecce rispetto al Torino. Con domani saranno 13 le partite arbitrate dei salentini. Il bilancio è favorevole: 6 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. Nel passato torneo ha fischiato tre volte il Lecce in Serie A: sconfitte con Napoli e Juventus, vittoria a Firenze. Proprio contro la Juventus lo scorso 26 giugno ha estratto un cartellino rosso ai danni di Lucioni al 31′, compromettendo la partita della squadra di Fabio Liverani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy