Toro in numeri: Castan, il portafortuna granata dai tackles rocciosi ma puliti

Toro in numeri: Castan, il portafortuna granata dai tackles rocciosi ma puliti

Granata ai Raggi X / Con il brasiliano in campo, una sola sconfitta. Corridore a sorpresa: 10256 km percorsi, meno soltanto di Valdifiori e Barreca

4 commenti

Sta trascorrendo il periodo di pausa dal campionato dovuto agli impegni delle compagini Nazionali: anche il Torino ha ‘pagato dazio’ in questo senso con otto componenti della rosa granata che hanno spiccato il volo in direzione delle rispettive selezioni. E’ tempo quindi in queste giornate di fare un primo bilancio sulle pedine a disposizione di Mihajlovic, analizzate ai Raggi X: statistiche, numeri e curiosità sui giocatori del Torino. L’attenzione si focalizza questa volta su Leandro Castan, roccioso centrale di difesa mancino arrivato in estate in prestito dalla Roma e che all’ombra della Mole sta trovando una vera e propria rinascita calcistica diventando già leader della squadra.

TACKES PULITI – Come detto, un vero e proprio leader carismatico non soltanto per quanto riguarda la retroguardia ma per la totalità della squadra. Il punto di forza del brasiliano è senza dubbio la solidità difensiva ed il coraggio nell’affondare il tackle, senza tirare mai indietro la gamba e facendo valere il proprio fisico: sono 3 i contrasti effettuati in media a partita da parte del centrale, che tuttavia ha dalla sua – oltre ad uno spiccato tempismo, come dimostrano i 2.8 intercetti a match – anche una certa precisione negli interventi. La media di falli fatti ammonta infatti solamente ad 1.5, e Castan ha collezionato sinora un solo cartellino giallo in otto uscite stagionali. Numeri importanti per un difensore grintoso e sicuro dei propri mezzi.

PORTAFORTUNA – Otto, appunto, gli incontri disputati fino a questo momento dal difensore ex Roma che si è rivelato una sorta di amuleto, portafortuna, per Mihajlovic e squadra. Sono solamente tre le sconfitte patite dai granata in questo campionato, due delle quali sono arrivate sul terreno di San Siro: in entrambe le occasioni Castan non era della partita per lievi problemi muscolari, e le statistiche confermano a questo punto inequivocabilmente come l’assenza del brasiliano abbia pesato – magari anche solo a livello psicologico – sulla prestazione collettiva e sul risultato finale. Negli incontri disputati contro Bologna, Atalanta, Empoli, Roma, Fiorentina, Palermo, Lazio e Cagliari il marcatore ha collezionato un totale di cinque vittorie, due pareggi e solamente una sconfitta in terra bergamasca. Un vero e proprio portafortuna per i granata.

CORRIDORE INASPETTATO – Un ultimo interessante aspetto da sottolineare, relativamente alla rocciosa colonna difensiva granata, è l’inaspettato piazzamento sul gradino più basso del podio dei corridori in casa Torino: di tutti i giocatori a disposizione di Mihajlovic infatti, Castan è un vero e proprio stakanovista avendo percorso ben 10256 km ed andandosi così a piazzare alle spalle dei soli Mirko Valdifiori – primatista assoluto con 10730 km – ed Antonio Barreca a quota 10373. Nonostante questa propensione alla corsache magari lo porta copmprensibilmente a portarsi in zona offensiva con maggiore frequenza, molto raramente Castan si fa trovare fuori posizione nel momento di affrontare il portatore di palla sono appena 0.4 a partita i dribbling in media riusciti da parte dei giocatori avversari, a conferma della difficoltà nel superare il brasiliano.

FC Torino v AS Roma - Serie A

LEGGI L’ANALISI DEGLI ALTRI GRANATA AI RAGGI X:

HART

DE SILVESTRI

ZAPPACOSTA

ROSSETTINI

BOVO

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. fabio1906 - 4 settimane fa

    Scusate ma 10256 km non sono un po’ troppi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magnetic00 - 4 settimane fa

      Mille km a partita…..un fenomeno a livello mondiale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabio1906 - 4 settimane fa

        Esatto… Ogni 10 partite fanno il tagliando alla Suzuki

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. The Mtrxx - 4 settimane fa

    Castan e’ un mito – spero rimanga a lungo a torino …

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy