Calciomercato, ipotesi Rugani per il Toro: ma l’ingaggio è un ostacolo

In entrata / Il centrale ha giocato pochissimo al Rennes, ma va trovata una quadra in meno di quarantotto ore

di Redazione Toro News

Spunta un’ipotesi piuttosto clamorosa per il mercato del Toro. I granata stanno infatti valutando Daniele Rugani, centrale difensivo di proprietà della Juventus che ha vissuto la prima parte di stagione in prestito al Rennes. A fare il percorso inverso potrebbe invece essere Nicolas Nkoulou, che lascerebbe il Torino sei mesi prima della scadenza del contratto, farebbe ritorno in Francia e andrebbe a prendere il posto del bianconero. 

L’INGAGGIO – Al vaglio una sorta di scambio, dunque, che potrebbe portare alla corte di Davide Nicola un rinforzo per il reparto difensivo. Ma non sono pochi gli ostacoli da superare in meno di quarantotto ore, anzi. Il cartellino di Rugani è di proprietà della Juventus, che ha ceduto il centrale al club francese in prestito oneroso (1,5 milioni) con l’intero ingaggio a carico del Rennes. E proprio lo stipendio del difensore rappresenta una delle incognite più grandi: addirittura 3,5 milioni di euro netti a stagione. Tantissimi per le casse dei granata, specie se per un giocatore che nelle ultime stagioni non è stato certamente protagonista. Un’ipotesi potrebbe vedere il Rennes contribuire a parte dell’ingaggio in cambio del cartellino di Nkoulou, per il quale il Torino non può avere richieste elevate. Ma c’è ancora tanto da verificare e definire.

LEGGI ANCHE: Calciomercato, il punto: intreccio tra Nkoulou e Rugani, Edera e Adopo in prestito

POCO SPAZIO – L’avventura francese avrebbe dovuto rilanciare Rugani, che ha però trovato pochissimo spazio. Appena 107′ in quattro mesi per il centrale, che ha giocato una partita in campionato ed uno spezzone in Champions League. A pesare soprattutto un infortunio muscolare patito a fine ottobre, che lo ha costretto ad un lungo stop. Ecco perchè l’ex giocatore dell’Empoli cambierebbe volentieri aria, dando la priorità alla possibilità di tornare in una città che conosce bene per aver giocato nella Juventus. Nella corazzata bianconera, il difensore ha vinto molto ma mai da protagonista: il bilancio della scorsa stagione parla di 14 presenze tra campionato e coppe, 20 complessive quelle raccolte nel 2018/2019. Ed ora, per Rugani, potrebbero riaprirsi le porte del campionato italiano per cercare quella continuità che gli manca da troppo tempo.

TURIN, ITALY – JANUARY 03: Daniele Rugani of Juventus competes for the ball during the TIM Cup match between Juventus and Torino FC at Allianz Stadium on January 3, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

LA TRATTATIVA – Ad accoglierlo potrebbe essere proprio il Toro, che sta valutando se rimpiazzare un Nkoulou ormai sul piede di partenza con un altro difensore al suo posto. Parti al lavoro, dunque, per un’operazione che potrebbe portare in maglia granata un giocatore da rilanciare dopo un recente passato decisamente negativo. Non mancano comunque gli ostacoli da superare, a partire dallo stipendio decisamente elevato di Rugani. Ma i granata sono in contatto con la Juventus già da qualche giorno per Rolando Mandragora e proveranno a trovare una quadra difficile, specialmente per il pochissimo tempo a disposizione.

60 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Vorarlberg - 1 mese fa

    Mi sembra, di essere al circolo de PD. Sembra che ci unisca più il tifo contro i gobbi, che la fede Granata.
    Amare, anziché odiare. Lo so che è molto più difficile, ma eleva di più.
    Avremo tanti centrali, ma prendiamo una valanga di goal.
    Purtroppo Nkolou vuole andarsene da tempo e manca un suo sostituto. Sia Bremer che Lyanco non sono in grado di comandare la difesa. Probabilmente Buongiorno ha più la stoffa, ma è giovane e da terzultimi rischiamo rischiamo di bruciarlo.
    Perché non prendere Rugani in prestito per 6 mesi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pau - 1 mese fa

    Ennesimo calcio negli zebedei dal nostro presidentissimo. Spero solo che il buon Nicola abbia l’accortezza di far finire sto gobbo al fondo di tutte le gerarchie, dopo Lyanco, Bremer, Izzo, Bongiorno e Rodriguez. Peccato che abbiamo dato via Ferigra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mp63 - 1 mese fa

    Povero Toro. Prendono a caro prezzo gli scarti degli zebrati. Poi su Cairo non commento. Ha preso il Toro per poco o niente e adesso speriamo ne voglia uscire. Ma chi ci sarà dopo? Certo che siamo messi male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mauro0993 - 1 mese fa

    Certo che facciamo di tutto per complicarci la vita….per un giocatore che non ci serve…..un ingaggio del genere….bha….puzza di marchetta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. extremoduro - 1 mese fa

    vogliamo essere la discarica dei gobbi? cairo e vagnati siete dei buoni a nulla andate via via viaaaaaaaaaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Seagull'59 - 1 mese fa

    Questo non trova spazio neanche nel campionato francese (quindi la dice lunga sulle sua qualità) e noi dobbiamo riciclare l’ennesimo scarto dell’altra sponda di Torino? E basta fare i servi sciocchi dei vicini ricchi! Basta! È loro: se lo tengono e gli continueranno a pagare il lauto stipendio che “merita”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Toroperduto - 1 mese fa

    Mi rugano assai!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Il Giaguaro - 1 mese fa

    Ma che senso ha prendere l’ennesimo centrale difensivo, scarto della Juve e di una mediocre squadra francese, con un ingaggio faraonico per i nostri mezzi, al solo scopo di scambiarlo con NK! Costa meno, tanto meno lasciar andare NK gratis domani mattina anzichè a Giugno (perchè tanto gratis andrà via)…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Toromatto - 1 mese fa

    Per carità! È indubbio che il mandrogno sia un incompetente, spilorcio più tutta una serie di aggettivi che non basterebbero tutti i caratteri disponibili ma dare 3,5 milioni di ingaggio a Rugani non può che far capire quanto non esista speranza per il calcio di oggi. Sei poi sei il Toro, ciao ne!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fandangogranata - 1 mese fa

      Un ulteriore problema per noi, sarà che l’ingaggio non lo pagherà Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. CiHannoRubatoIlToro - 1 mese fa

    Egr. Sig. Vagnati, quella è la porta: prego, fora da le bale!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. abatta68 - 1 mese fa

    Un presidente che capisce qualcosa di calcio avrebbe rinnovato il contratto a nkoulou due anni fa, senza lasciare spazio di replica al suo procuratore e senza creare una situazione assurda di insoddisfazione generale, scaricata poi addosso a mazzarri che tutto doveva fare in quel momento, tranne il dirigente! I giocatori bravi li devi trattare bene e blindarli e su quei tre che hai, sirigu belotti e nkoulou, devi costruire carisma e solidità nello spogliatoio. Tutto il contrario di ciò che è avvenuto da due anni a questa parte, dove siamo rimasti pure senza un ds! Qui c’è un presidente incompetente che si avvale di uno staff dirigenziale inconsistente che dovrebbe sostenere un tecnico, chiunque esso sia, che invece poi paga per tutti! E infine c’è la squadra… che paga ancora di più, assistendo a questa degenerazione! Ha voglia nicola a tramandare antichi valori granata!! E noi stiamo qui a vedere che fa rugani? Ma andate a cagare!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      ….dopodiché a noi non servono difensori o terzini, né abbiamo a sufficienza! Serve un centrocampista, un centrocampista,un centrocampista!!!! Che non vuol dire uno che sta in mezzo a un campo… vuol dure uno che sa fare almeno 10 palleggi di destro e 10 di sinistro! Ce ne sarà uno in serie A disponibile no? O dobbiamo per forza finire con il cappio al collo dei gobbi, che per un mezzo prestito ci porteranno via pure le mutande?!?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. maccabee - 1 mese fa

    operazione inutile e senza senso, fatta al solo scopo di permettere di arrivare a Mandragora (che è una scommessa, e non è certo mai stato Messi).
    E pensare che ci sono tanti svincolati (quindi a costo zero) dal piede caldo, che ci farebbero un gran comodo…
    Qualcuno può spiegare lo scopo di questa strategia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. granatadellabassa - 1 mese fa

    Operazione senza senso. Piuttosto rilanciamo N’Koulou e pazienza se poi ne va a zero. C’è in gioco la salvezza e non è il caso di aspettare che Lyanco cresca.
    Rugani ha un ingaggio assurdo e fa panchina al Rennes. Ma temo che il discorso Rugani sia legato a Mandragora. Vuoi il centrocampista che ti serve? Allora ti becchi anche il bidone difensivo e me lo rilanci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. wally - 1 mese fa

    ma togliete sta foto con quel gobbo con sta maglia di merda..!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 31082018 - 1 mese fa

      D’accordo al 1000 per 1000. Basta gobbi di merda in squadra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

    Non vorrei essere Cairo il giorno che riaprono gli stadi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Infatti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. iugen - 1 mese fa

    Affare che non avrebbe alcun senso. Preferisco tutta la vita vedere in campo Izzo, Bremer, Lyanco e Buongiorno. Innanzitutto perché sono di nostra proprietà, e poi perché almeno sono sani (Per una volta che Lyanco non si rompe, facciamolo giocare). Ma poi per dare via Nkoulou praticamente gratis, meglio tenersi il camerunense che prendere Rugani in prestito
    Io poi non so se Rugani sano sia forte, non l’ho mai visto giocare, ma anche se fosse non credo che sarebbe chissà quale salto di qualità rispetto ai nostri.
    L’unico motivo per cui potrebbe avere senso sarebbe per sbloccare la trattativa Mandragora. Però a quel punto non gli paghiamo lo stipendio, che lo faccia qualcun altro, visto che dovremmo anche rimetterci Nkoulou.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

    Con Rugani l’Impero colpisce ancora, complice l’alleato doppiogiochista Sith, col nome leggendario di Dark Water (Cesso Oscuro), alla presidenza degli ultimi ribelli Granata ormai traditi.

    RESISTERE RESISTERE RESISTERE

    Che la Forza sia con noi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. LeoJunior - 1 mese fa

    Un giocatore che il mondo sa ancora che esiste solo grazie all’attività sui social della moglie! Vuoi vedere che una delle fonti di ricerca del nostro DS tronista siano proprio i social? Prossimo consulente la Ferragni?’…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. LeoJunior - 1 mese fa

    Abbiamo un DS che non ha mezzo contatto, nessun osservatore, zero conoscenze.
    Si fa fare il mercato da altri, procuratori e ex società.
    Siamo a posto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. mirafiori64 - 1 mese fa

    Ma non scriviamo cazzate tanto per scrivere, questi hanno le pezze al culo e spendono soldi per l’ingaggio di uno che vale ka metà di nkoulu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Toro1964 - 1 mese fa

    Con uno stipendio così…
    Manco fosse il Papu Gomez..
    Piedi quadri, panchina da una vita (quindi condizioni tecniche e fisiche da valutare) gobbo! Anche no!
    Abbiamo necessità di centrocampisti !
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Messere Granata - 1 mese fa

    In che mani siamo!! Il “dissolvimento” del Torino è in corso da tempo e al peggio non c’è limite. Tutto finirà solo quando spariranno per sempre dal nostro “orizzonte” tutti i cialtroni che hanno vigliaccamente disonorato la Memoria di una delle più gloriose Squadre del Mondo. Vergognatevi tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

    Mettere una foto con un’altra maglia no?
    Dai ragazzi se cercate una presenza in Francia l’ha fatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Madama_granata - 1 mese fa

    Non ho capito una cosa:
    questo signore guadagna €.3,5 milioni, e il Rennes potrebbe contribuire a pagargli lo stipendio.
    Questo (se mai fosse) fino a giugno: e poi??
    La Juve se lo riprende (se rigenerato) o gli paga lei la differenza-stipendio?
    Non vorrei mai che, in un momento di follia, nel Toro si accondiscendesse a pagargli 3,5 milioni di “euri”!!!
    SOLDI, quelli al di là di ogni possibilità granata, da SPENDERE solo ed esclusivamente per RINNOVARE il contratto al nostro Capitano, quindi per TRATTENERE BELOTTI!
    Rugani, nella Juve x anni, ha fatto poco; nel Rennes ancora meno, e in più è reduce da un infortunio muscolare e da un lungo stop.
    – Rugani è disponibile ad approdare al Toro e a percepire lo stipendio di Nkoulou?
    – La Juve ci “regala” Mandragora, e convince lei l’Udinese a lasciarlo andare, in cambio dell’affare-Rugani?
    Forse, a queste due condizioni, io penso che il Toro potrebbe anche “accollarsi” Rugani.
    Altrimenti:
    “forza Buongiorno”,
    e non rimarremo delusi!!
    – P.S. – Buongiorno “credo” che si accontenti di uno stipendio anche “un po’ inferiore” ad €.3,5 milioni!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 1 mese fa

      Buongiorno ad ora prende manco un decimo di quella cifra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 1 mese fa

        Infatti, lo so!
        Per quello mi sono permessa un po’ di ironia!
        Con €.3,5 milioni il Toro ci paga Singo, Buongiorno e Segre; Edera. Millico, Adopo e Rauti se e quando rienteranno, più qualche nuovo e promettente “Primavera”!!
        Oppure offre un signor stipendio a Belotti (che se lo meriterebbe tutto) x convincerlo a rimanere!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. wally - 1 mese fa

    spero di svegliarmi e scoprire che questa sia una barzelletta da incubo..
    Che il Toro cerchi di liberarsi dell’ingaggio di un giocatore che (non ho ancora capito) se non rinnova lui o la Società,ci può stare.
    Ovviamente il Rennes vuole farsi fuori un giocatore che è una palla al piede, scarso, sempre rotto e che gli costa un botto rendendolo ai gobbi.
    I gobbi che non hanno nessuna intenzione di pagare un mega ingaggio a questo pellegrino lo vorrebbero rifilare a noi.
    Ora mi chiedo..ma veramente a qualcuno (e poi a chi) è venuta la tentazione di fare questa stronzata di operazione?
    Perchè se fosse così non sarebbe da galera ma da manicomio..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. torracofabi_13706409 - 1 mese fa

    Rugani??? Ma questi sono pazzi??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. OldBull - 1 mese fa

    Vagnati è più un fotomodello che un direttore sportivo.
    Ecco cosa vuol dire sbagliare mestiere… 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Nero77 - 1 mese fa

    Persino lo Spezia con uno stadio più piccolo del mio deposito l hanno comprato un Fondo Americano!!Vattene Pezzente dell editoria Italiana

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. GameleZamele - 1 mese fa

    Ma questo gobbo con stipendio pazzesco cosa verrebbe a fare? Io preferisco fare giocare a buongiorno
    Centrali di difesa ne abbiamo già troppi
    Dove sono il centrocampista e l’esterno?
    Manca un giorno alla fine, per ora l’operazione più riuscita è il prestito di ADOPO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Bucci-ole-ole - 1 mese fa

    E il toro che fa? Valuta, vaglia, lima, vira, poi Getta la spugna con gran dignità. Semicit.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

    è e rimane una società di merda di incapaci di improvvisati di gente a cui gira bene per la pandemia altrimenti ci sarebbe una contestazione per cui non potrebbero nemmeno piu allenarsi a torino e il presiniente e il d.t. non si potrebbero piu presentare alle partite nemmeno sotto scorta comunque si dovrebbero vergognare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. GranataFinchCampo - 1 mese fa

    Io sono interessato a comprare una Lamborghini (l’auto, non la patata)…

    Non è la formula di acquisto che mi trattiene, ma i costi di assicurazione e carburante.

    Ribaltiamo il discorso su una Fiat Tempra con 400mila km…ed ecco la trattativa Rugani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Bilancio - 1 mese fa

    Buongiorno a Tutti.
    CHIEDO AD ARDI DI RIPOSTARE I FATTI RIGUARDANTI CAIRO NEI SUOI LEGAMI CON LA FAMIGLIA.

    Dovrebbero essere postati in prima pagina perché da li otteniamo molte risposte.
    Una su tutte?
    Chi arriverà dopo Cairo e perché.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nero77 - 1 mese fa

      Questa me la sono persa,aspetto notizie

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bilancio - 1 mese fa

        Romperò le palle finché non ritrovo il post.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. sandro - 1 mese fa

          PER CHI LAVORA URBANO CAIRO?
          Riprendo il preziosissimo articolo di Marina Cismondi che ringrazio e lo arricchisco con altre informazioni utili che ho trovato sul web, ora il mosaico e’ piu’ chiaro.
          Nel 1995 il dott. Urbano Cairo (soprannominato “lo squalo” per la sua superbia ed arroganza ) viene defenestrato dalla Mondadori di Berlusconi, con gran giubilo di tutti i pubblicitari. Neanche il tempo di brindare e la Rizzoli Pubblicità decide di affidargli la concessione per la raccolta pubblicitaria sui suoi settimanali Oggi, Io Donna, TV Sette. L’azionista principale di Rizzoli era GEMINA, che era della FIAT,
          La concessione della Rizzoli era una concessione che valeva decine e decine di miliardi di lire: la sola testata Oggi fatturava spazi pubblicitari per circa un miliardo a numero, più di 50 miliardi l’anno. Testate che si vendevano da sole, come disse anche Cairo in una intervista.
          Prima domanda’: E’ verosimile rinunciare ad un guadagno certo di miliardi di lire e regalarlo ad uno sconosciuto imprenditore di Masio?
          Seconda domanda : Non e’ piu’ verosimile che un grosso gruppo industriale mantenga quella proficua concessione e ne deleghi la raccolta a qualcun di fiducia che faccia il lavoro per il gruppo industriale?
          Terza domanda: Per chi lavora Urbano Cairo ?
          Urbano negli anni 90 era sposato con una signora torinese di 18 anni piu’ grande di lui ,piuttosto nota nelle famiglie che contano.
          Questa signora, giornalista e scrittrice si chiama Anna Cataldi. Era stata la moglie di un grande imprenditore, Giorgio Falk, uno dei signori dell’acciaio, grande amico di Gianni Agnelli. Ma non solo: Cataldi fu anche legata sentimentalmente al conte Carlo Caracciolo, fondatore dell’Espresso e cognato di Gianni Agnelli (sua sorella Marella Caracciolo è la moglie dell’avvocato). Da Caracciolo la Cataldi ebbe una figlia, Jacaranda , che venne concepita quando Cataldi era ancora sposata con Falk ma poi successivamente riconosciuta da Caracciolo con annessa una causa legale con gli altri due figli del nobile per l’eredità.
          Dopo il matrimonio finito con Falk, Anna Cataldi si ritrovò sola, con una figlia da crescere, nella Milano degli anni ’80, Cairo, all’epoca assistente di Berlusconi, conobbe la Cataldi. Il matrimonio tra lui 31enne e lei 49enne venne celebrato nel 1988,e fu un matrimonio con la benedizione (qualcuno dice con il diktat) di Berlusconi stesso che aveva bisogno di un prestanome. E poi la Cataldi dava prestigio, non era una qualunque, ma l’ex di Falk, ed era molto molto vicina alla famiglia Agnelli.
          Quando finì la sua storia in Fininvest non è difficile immaginare che fu proprio la Cataldi a cercare di aiutare l’ambizioso consorte, che dimostrava già allora doti manageriali fuori dal comune. Magari una telefonata all’Avvocato per chiedere aiuto per il marito disoccupato, chi lo sa….
          Sta di Fatto che nel 1995, Cairo ottiene la concessione per la raccolta pubblicitaria sui settimanali della Rizzoli , Oggi, Io Donna, TV Sette. Poi il matrimonio finì, ma i due sono sempre rimasti in ottimi rapporti (Cairo editore ha anche pubblicato pochi anni fa un libro della Cataldi).
          Giovanni Malago’, potente capo del CONI e dello sport italiano, è da sempre nell’orbita della famiglia Agnelli e socio in affari con loro (Susanna agnelli e figlio Lupo Rattazzi per la precisione).
          Ovviamente ci sarebbe da indagare a fondo sul chiaro conflitto d’interessi tra questi signori e la Juventus nell’espletamento dei loro ruoli che dovrebbero garantire tutte le squadre di serie A.
          Gaetano Micciché è alto dirigente di Intesa San Paolo ,potentissimo amministratore delegato della banca IMI, , di cui detiene quote la Exor degli Agnelli. Pertanto Micciche’ lavorando per la banca IMI ,di cui sono proprietari anche gli Agnelli, sarebbe quindi in qualche maniera anche un dipendente degli Agnelli. La banca IMI è quella che colloca i titoli della Juventus sul mercato azionario e ne cura le analisi ,in piu’ fino a pochi giorni fa era presidente dela lega serie A, vice presidente Federazione Italiana gioco calcio, ed anche socio in affari e consigliere diretto e privilegiato di Urbano Cairo in RCS.
          Semplifico : il presidente della banca che colloca in borsa i titoli della juve e ne cura le analisi (fondamentali per far crescere il valore del titolo), è il consigliere di Cairo in RCS . E Andrea Agnelli e Cairo lo hanno proposto e fatto eleggere (in modo irregolare e sotto inchiesta) a capo della lega calcio . Sembrerebbe che il controllore lavora per i controllati, e questa sembrerebbe una lobby di persone che si frequentano e si scambiano favori , Cairo (Torino f.c.- la7 ,Rizzoli Corriere della Sera,Gazzetta dello Sport), Agnelli (FIAT, Juventus etc..) , Micciche’ (IMI), Malago’ (CONI)
          Un ultimo dettaglio:
          la figlia di Anna Cataldi, Jacaranda, avuta con il Conte Carlo Caracciolo, e’ la moglie di Gaetano Miccichè, che guarda caso, dal 2018 e’ stato fino a 9 giorni fa presidente della Lega Serie A e vicepresidente di della FIGC . Com’è piccolo il mondo!
          Ora sono più chiari i rapporti tra il nostro Urbanetto e i suoi compagni di affari e di merenda. Scusate il copia e incolla.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Nero77 - 1 mese fa

            Ci siamo illusi che nel 2006 ci fossimo liberati dalla schiavitù..

            Mi piace Non mi piace
  34. Fantomen - 1 mese fa

    Qualsiasi giocatore arrivi tra oggi è domani è comunque ingiustificabile il ritardo di una squadra che ha iniziato questa sessione di mercato da ultima in classifica…….questo è tra il vergognoso e l’inaccettabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Follefra Granata - 1 mese fa

    Nicola è la dimostrazione che il primo requisito sia la grinta. Poi ci va la voglia di essere uomini e di fare gruppo.
    Cosa non è chiaro se andiamo a cercare una fighetta gobba?
    A cosa serve un altro difensore con la VORAGINE a centrocampo?
    È bello vedere la capacità, il progetto e l’ attaccamento alla maglia degli uomini mercato della cairese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. MartinVasquez - 1 mese fa

    Non mi sorprende, siamo la Juve C (e già da un po’)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. ALELUX777 - 1 mese fa

    È una operazione a sé stante, nel senso che a mio parere nasce per trovare una soluzione alla scadenza del contratto di Nkoulu ed è stata proposta è pensata dai procuratori dei due giocatori. Un operazione che nasce esclusivamente per questioni di tipo economico. Rugani al Toro non serve, nel ruolo ha già Izzo e Bremen è non vedo un Rugani al centro della difesa a palleggiare, oltretutto ha un ingaggio fuori mercato per il Toro. È chiaro che Rugani vuole tornare in Italia e a Torino dove ha casa e affetti. Il toro piazzerebbe Nkoulu in una destinazione a lui gradita prendendo un piccolo indennizzo prima della scadenza? L’ingaggio di Rugani chi lo paga? Ma in tutto questo il rennes che ci guadagna? Forse risparmia sugli ingaggi. Ci sono degli incastri da un punto di vista economico e di interessi personali, ma al Toro serve un centrocampista, una seconda punta, un esterno di sinistra, questa operazione ha un suo senso per un discorso di bilancio e sarebbe maggiormente apprezzata solo se fossero in piedi le altre operazioni per colmare i buchi nella rosa. Presa così da sola senza ancora ufficialità da l’idea di una società in balia degli eventi che cerca di tappare falle di una nave che prende acqua da tutte le parti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Doc.Falstaff - 1 mese fa

    A noi serve almeno un centrocampista, un centrocampista, un centrocampista, un centrocampista, un centrocampista, un centrocampista!!!
    Lo vuoi capire o no presidente incompetente e sfasciacarrozze!
    Un Rugani qualsiasi a 3,5 milioni di ingaggio all’anno?
    Ma vi siete bevuti il cervello?
    Anche se i zebrati o i francesi contribuissero a pagare parte dello stipendio ( per quanto tempo?) rimarrebbe comunque una parte elevata da pagare all’anno a questo scarsone ( le due squadre che lo mollano sono disposte a pagare parte dello stipendio pur di toglierlo dalle palle).
    Cairo/ Vagnati, state andando a casaccio e non siete capaci nemmeno di cedere le zavorre che abbiamo in rosa ( zavorre che sono diventate tali anche a causa dei vostri comportamenti penosi sia con la rosa che con i singoli giocatori).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Gigiotto - 1 mese fa

    Capito perché le nostre trattative sono lunghe, alla fine acquistiamo sempre dei fenomeni, con Rugani si allunga la lusta.
    L’ultimo è stao Verdi acquistato all’ultimo secondo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

    No l’ingaggio è una barzelletta, l’ostacolo è che è un gobbo di merda e anche piuttosto scarsone!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Rimbaud - 1 mese fa

    Non vedo l’ora che arrivi questo scarto dei gobbi insieme al suo amico Mandragora ” un sogno la maglia bianconera, un onore essere allenati da Pirlo”.
    Grazie Cairo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Guevara2019 - 1 mese fa

    Finitela di fare solo fumo, bon è arrivata una punta, un play e un altro difensore manco l’ombra, a gennaio c’è poco da comprare e si dovrebbero tirare fuori parecchi soldi.
    Siamo solo aggrappati a “san Nicola”, o un viaggio a Lourdes per chi è credente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Rimbaud - 1 mese fa

    ahjahah quanta fantasia! Questo prende il doppio del capitano Belotti e siamo qui a parlare di trattativa! Si come no!
    Per giunta questo “fuoriclasse” gobbo arriverebbe ad arricchire un reparto dove tutto sommato siamo apposto!
    Buongiorno Ljanco Bremer Rodriguez Izzo tutti potenziali titolari per 3 posti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Garnet Bull - 1 mese fa

    Sopravvalutato+falloso+insopportabile= gobbaccio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Gianluca - 1 mese fa

    Ora, posto che nelle ultime nove partite (Coppa compresa) abbiamo uno score di 1-7-1, cioè non vinciamo mai e non perdiamo mai. Pareggiamo sempre. Suggerirei a Nicola il 4-4-2 o 4-4-1-1, che poi può essere visto come 4-2-3-1. Lavorerei su questo modulo.

    Il portiere è Sirigu (più i tre comprimari)
    I centrali difensivi Bremer, Buongiorno, N’Koulou/Rugani e Lyanco (in ordine di forza, vale anche per agli reparti)
    I terzini destri Singo, Izzo e Vojvoda
    I terzini sinistri Ansaldi, Rodriguez e Murru
    In mezzo al campo Rincon, Baselli, Segre (se mai Mandragora o chi per lui)… qui manca qualcosa in effetti, ma Rincon-Baselli può reggere se poi attacchi sulle fasce
    A destra Verdi, Linetty e Lukic (anche Singo se devi attaccare con Izzo alle spalle)
    A sinistra Linetty, Gojak, Ansaldi, Murru (non il massimo, ma un’interpretazione tattica del ruolo ci sta)
    In mezzo Belottti, Sanabria, Zaza, più Lukic nel 4-4-1-1 o Verdi stesso.

    Serve un modulo facile, ruoli chiari in mezzo dove non abbiamo idea di cosa fare: Linetty va messo a fare un compitino semplice a sinistra (o a destra, non ho ancora capito dove si trova meglio!!!!). Inutile cercare superiorità in mezzo dove non siamo in grado di crearla. Rinforziamo le fasce. Facciamoci attaccare in centro con Rincon e Baselli a fare da diga e cerchiamo di buttare cross per gli attaccanti che in area non sono male. Izzo, mi spiace per lui, si adatti. Doveva svegliarsi l’anno scorso. Io ragionerei così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 1 mese fa

      Il “mi piace” è il mio eh 🙂 Vedo che la proposta non ha incontrato consensi. Argomentate, please. Parliamone

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garnet Bull - 1 mese fa

        Il nostro centrocampo non può reggere un modulo come il 4231, senza considerare che con 3 punte giocare con un modulo che ne prevede 1 sola non è pensabile. In quanto a cross portati a termine siamo una delle squadre peggiori del campionato, solo verdi talvolta quando entra decentemente a partita in corso indovina la giocata… Singo nella difesa a 4 è sprecato mentre non può ancora giocare come esterno d’attacco, gli manca ancora precisione nelle giocate e nelle scelte. Gojak e linetty sono mezz’ali, al massimo il primo potrebbe in teoria essere adattato come esterno… Concettualmente quanto proposto da te @Gianluca non è detto che sia sbagliato, ma la squadra come sappiamo è costruita male dalle fondamenta, per questo sarebbe servita la famosa rivoluzione, comunque non ti ho messo
        ne like ne dislike, non lo faccio mai e in generale non riesco proprio a metterli XD

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gianluca - 1 mese fa

          Ho detto 4-2-3-1 per estremizzare una situazione in cui Belotti va a sinistra, Verdi a destra, Sanabria/Zaza in mezzo… con Lukic dietro centralmente. Ma uno schema 4-4-2 equilibrato potrebbe essere; Sirigu; Izzo, Bremer, Buongiorno, Rodriguez; Verdi, Rincon, Baselli, Ansaldi; Sanabria, Belotti. Pochi orpelli, gente esperta, ruoli chiari ricambi in panchina. E possibilità di mettersi a tre immediata, volendo, a seconda delle circostanze. Verdi va messo nelle condizioni di rendere al massimo, viste le sue difficoltà nel traffico.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Gianluca - 1 mese fa

            Hai Singo da inserire, volendo. Ma per salvarti devi puntare sull’esperienza. E poi eventualmente su Singo.

            Mi piace Non mi piace
        2. Gianluca - 1 mese fa

          I like e sislike a me non disturbano, ci stanno. Sono idicativi, ma le argomentazioni sicuramente meglio. Io da Nicola mi aspetta qualcosa di diverso, finora non ho visto nulla che lasci intedere un cambio di rotta rispetto a Longo, per esempio. Qualcosa in più rispetto a Giampaolo, ma parliamo di due gestioni da 14 punti a girone. Serve una svolta un po’ decisa, qualcosa di nuovo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy