Calciomercato Torino: accordo di massima con Biglia, ma si valutano anche altri profili

Calciomercato Torino: accordo di massima con Biglia, ma si valutano anche altri profili

In entrata / Per il regista che cerca Giampaolo possibili altre soluzioni: dal giovane Vera all’esperto Badelj passando per il sogno Torreira e il pupillo di Giampaolo Praet

di Redazione Toro News
biglia

Il Torino, come noto, sta cercando di acquistare un regista di centrocampo per accontentare Marco Giampaolo. E c’è una soluzione a portata di mano: i granata, infatti, hanno già un accordo con Lucas Biglia. Ma la società non sembra voler prendere decisioni affrettate e si sta guardando anche intorno per capire se ci possono essere ulteriori occasioni. Di certo, le valutazioni non dovranno protrarsi troppo a lungo: una decisione verrà presa a stretto giro di posta perchè Giampaolo ha bisogno di avere in fretta un giocatore in questo ruolo chiave.

Leggi anche: Calciomercato Toro, ritorno di fiamma per Rincon: c’è l’interesse del Genoa

L’ACCORDO – Biglia ha giocato al Milan dal 2017 fino alla stagione da poco conclusa e adesso è andato in scadenza contrattuale. Il trasferimento all’ombra della Mole avverrebbe a parametro zero. L’accordo di massima che i granata hanno trovato con Biglia riguarda un annuale con opzione di prolungamento per un’altra stagione. La base del contratto è di circa due milioni di euro a stagione. Il giocatore è già stato alle dipendenze di Giampaolo con i rossoneri e conosce i dettami del tecnico. Se l’opzione Toro non dovesse concretizzarsi, Biglia sa di avere la possibilità di trasferirsi in Qatar: un paio di richieste sono arrivate da questo campionato. Ma, come detto, non è l’unico profilo che i dirigenti granata stanno passando al vaglio.

Leggi anche: Serie A, salgono i contagi: il Toro aspetta l’esito di altri tre controlli

LE ALTERNATIVE – Ci sono altre possibilità. A partire dal giovane Fausto Vera, un profilo che Davide Vagnati sta valutando. Centrocampista argentino classe 2000 dell’Argentinos Juniors, dal paese Albiceleste sussurrano che il Torino si sarebbe visto rifiutare per lui un’offerta da sei milioni. Sul mercato c’è anche l’esperto Milan Badelj della Lazio, che potrebbe essere una scelta di esperienza low cost. Il tecnico granata rivorrebbe Dennis Praet, che attualmente gioca al Leicester che lo acquistò dalla Sampdoria per 20 milioni di euro: nasce mezzala, ma con Giampaolo si adatterebbe anche a giocare davanti alla difesa. E sullo sfondo rimane sempre il sogno Torreira, il 24enne uruguaiano dell’Arsenal. I costi appaiono fuori dalla portata attuale del Torino ma il club granata manterrà viva sino all’ultimo la speranza di poterci arrivare.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. periodista - 1 mese fa

    …azzz…due miloni di base per un bollito sempre rotto.

    Pensione dorata per un anno o due e poi ritorno in Argentina a fare la comparsa.

    Per la metà della metà avrei giusto giusto un profilo di regista “da cairese”.

    Telefonami, Vagnati…io non spengo il cellulare….!!! 😛 😛

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. skrunk - 1 mese fa

      Potrebbe essere un’idea… uno di noi a caso…
      Però mi è venuta un’idea folle, in quel ruolo da centrocampista arretrato, davanti alla difesa, si potrebbe provare qualche giovane tipo Lyanco, se è ancora in rosa… o altri, prima di andare a far la ricerca tra i giocatori a fine carriera… seppur ottimi giocatori, come Biglia, no?
      Anche Ansaldi, visti i valori tecnici che ha potrebbe adattarsi bene…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ddavide69 - 1 mese fa

    Finch6ci saranno tanti tifosi senza ambizioni , a cui va bene tutto, che si fa abbindolare dal mandrogno sulla mancanza di denaro e di compratori ,tanta gente che ha paura del futuro, quella di oggi sarà sempre la nostra dimensione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. microbios - 1 mese fa

    Biglia subito. Poi però bisogna cercare anche il titolare.
    Segre permettendo 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bloodyhell - 1 mese fa

    ho visto diverse immagini di fausto vera sulla rete. ha un tocco di palla delizioso, sa essere deciso nei contrasti, sa tirare le punizioni, sa prendersi la responsabilità di aperture di gioco da 30/40 metri. a me pare un giocatore davvero interessante. di certo vale di più dei sei milioni, rifiutati dall’argentinos junior, che sarebbero stati offerti dal toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. grulp_420 - 1 mese fa

    È abbastanza evidente che torreira sia un sogno realizzabile solo attraverso formule estremamente fantasiose, tipo prestito con obbligo di riscatto e possibilità di contro riscatto a favore dell Arsenal e spalmatura dell’ ingaggio in più anni possibile stile debito Lazio….soluzione più attuabile è biglia a fare da chioccia ad un connazionale di belle speranze ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. microbios - 1 mese fa

      Uno a caso il cui nome inizia x S.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bogianen - 1 mese fa

    Torreira ha 24 anni e tutta la carriera davanti. È stato pagato dall’Arsenal 30 milioni e quella è la sua valutazione attuale (dopo aver superato i 50 l’anno scorso), ha ancora tre anni di contratto e prende più di 4 milioni all’anno. Per prenderlo il Toro dovrebbe pareggiare quello stipendio, o quantomeno andarci molto vicino. Se si decide di dargli tutti quei soldi, ci si dovrà aspettare una lunga fila davanti all’ufficio di Cairo con tutta la rosa a chiedere un sostanzioso ritocco all’ingaggio. Tutto ciò significa che Torreira è fuori dalla portata del Toro (e della maggior parte delle squadre italiane) e, almeno questo, non è certo colpa di Cairo o di Vagnati. Continuare a pubblicare queste notizie mi sembra una manovra in stile Tuttosport, unicamente finalizzata a destabilizzare l’ambiente e a polarizzare ulteriormente una tifoseria già molto confusa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kyr - 1 mese fa

      La tifoseria non è confusa, ma delusa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marione - 1 mese fa

      La fila è di gente valutata la stessa cifra, non è che se in Fiat arriva Marchionne, c’è la fila degli operai che chiedono lo stesso stipendio. Chi al Toro vale 30 milioni, oltre Belotti? Guarda che è scritto qualche riga sopra la notizia, quindi toronews mira a destabilizzare l’ambiente…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Nero77 - 1 mese fa

    Trovato l accordo ,accettato l ingaggio,si discute sui bonus!Sembra più facile estrarre i denti del giudizio a Cairetto che fargli aprire il portafogli!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Solito mercato cairota, si cerca di prendere per sfinimento squadre, giocatori e procuratori per finire regolarmente per prendersela nel fiocco. Società di inaffidabili sedicenti furbacchioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mik - 1 mese fa

      E pensa che c’è ancora gente che crede a sto ciarlatano dopo 15 anni che ci piglia per i fondelli, sognando che prima o poi ci farà tornare nel giusto posto che ci addice, parole sue. Cuntabale!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        E a quanto pare dai meno ,di gente che non ha capito un cazxo c e n è tanta..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mik - 1 mese fa

          Allo stadio ci andavo fino a qualche anno fa quando mi sono rifiutato di regalare ancora soldi del mio sudore a questo ciarlatano e a quei giocatori, tolti alcuni, che chiamare giocatori di serie A è fargli un favore. Gente che trotterella in campo, di mentalità mediocre, con i piedi al contrario, e solo capaci di lamentarsi o di prelevare al bancomat dal loro corposo conto. Il calcio ai massimi livelli come ogni sport non è per tutti, altrimenti ci butteremmo tutti lì. Allora quando si è dentro certe realtà bisogna accettare e saper prendere il buono con il cattivo. La fama e i soldi ma anche le critiche e i fischi da chi fino a prova contraria ti paga in primis lo stipendio e ai quali devi sempre portare il massimo rispetto, dando il tutto in campo, comportandoti da serio professionista e allenandoti seriamente. Io Davide sono abituato a guardare i fatti e non le parole. Allo stadio dopo tante e tante sberle prese la gente sugli spalti la vedevo scazzata, innervosita, infuriata. Io abito a Torino e quando rientravo a casa all’uscita dall’ impianto ascoltavo i brusii, i commenti. Tutti con le pive nel sacco, giustamente! Il percorso in auto per chi più lontanto o a piedi per i più vicini serviva a mandare giù il rospo in gola, quando bastava. Ma mai, e dico mai, ho visto tifosi sugli spalti o fuori dallo stadio, ridere e scherzare dopo l’ennesima delusione e umiliazione. Non li ho visti mai girare le spalle al campo e dire che tifare significa andare oltre e che quegli 11 che stanno in campo sono fini a se stessi, che bisogna pensare positivo e che nel contesto generale significano nulla. I tarallucci e il vino non li ho visti girare tra le gradinate e figuriamoci fuori. Poi sempre perché sono di Torino e la città la giro, compreso il centro, non ho mai visto un’anima viva a fine campionato festeggiare in piazza San Carlo o dintorni la nostra ennesima permanenza in serie A, o il fatto che non abbiano più gente come Calleri, Vidulich, Goveani o Cimminelli alla presidenza per fortuna.
          Guarda Davide possono mettere anche 1000 pollici versi, ognuno è libero di pensarla come vuole, ma se l’ipocrisia da queste parti si pagasse a peso d’oro, partendo da Cairo e finendo sugli spalti, avremmo più soldi del Real Madrid!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 1 mese fa

            Gia. Anche io abito in periferia di Torino e fino al 2012 ero abbonato in curva maratona . Dopo aver capito la mentalità di sto tizio mi sono stancato di farmi il fegato marcio allo stadio. Eppure tutta sta gente che continua a lisciare il pelo a sta specie di presidente proprio non la capisco ,forse abituati all anonimato cronico e ormai senza ambizioni e speranze , vedono le partite in maniera superficiale , un passatempo senza retaggi ,senza storia, senza pathos, senza… un tifo senza.

            Mi piace Non mi piace
  9. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

    Si, manteniamola sempre calda la pista Torreire… mi raccomando. 😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      Sai quelli che passano davanti ai bidoni della spazzatura la mattina presto? Fosse mai che ci trovi un Torreira che non serve a nessuno…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy