Duttilità e qualità a sprazzi: i tre anni granata di “Zanzarino” Berenguer

Focus on / L’ex Osasuna lascia il Torino dopo poco più di tre stagioni: qualche gol pesante ma poca leadership

di Nicolò Muggianu

Finisce dopo poco più di tre stagioni l’esperienza granata di Alejandro Berenguer. L’esterno offensivo, acquistato dal Torino nell’estate 2017 per 5,5 milioni di euro dall’Osasuna, sarà presto un nuovo giocatore dell’Athletic Club. Un ritorno in patria per il classe 1995 (contratto quadriennale per lui), che porterà nelle casse del Torino una cifra molto vicina a 12 milioni di euro. Ma che ricordo resterà sotto la Mole del funambolico esterno originario di Pamplona?

Parma-Torino, Mazzarri e Berenguer a colloquio

CARATTERISTICHE – Strappato alla concorrenza del Napoli nel 2017 dall’allora direttore sportivo Petrachi, Berenguer approda alla corte di Sinisa Mihajlovic per ricoprire il ruolo di esterno sinistro nel 4-2-3-1 costruito dal tecnico serbo. Un ruolo che lo spagnolo sembra aver nelle proprie corde, ma che si scontra fin da subito con la stazza fisica dello spagnolo (175cm per 65kg), probabilmente troppo esile per avere un impatto immediato contro le difese muscolari di Serie A. Berenguer però continua a lavorare duramente, dando prova di grande umiltà e disponibilità, fino all’arrivo in panchina di Walter Mazzarri; allenatore con cui compirà un ulteriore passo in avanti dal punto di vista della crescita personale.

MAZZARRI – Proprio sotto la guida di Mazzarri, Berenguer troverà maggiore continuità giocando con buoni risultati sia come quinto di centrocampo che come trequartista esterno alle spalle di Belotti. Tra gol (alcuni anche bellissimi, come quelli realizzati contro Milan e Verona), assist e qualche sprazzo di qualità, Berenguer si conferma trai giocatori più continui della gestione del tecnico di San Vincenzo. A fare da contraltare alla sua estrema duttilità – Mazzarri lo ha schierato in quasi tutte le posizioni tra centrocampo e attacco, anche da prima punta in una occasione -, resta però una certa fragilità mentale a condizionare il suo percorso a Torino. “Forse sente troppo la pressione del pubblico del Grande Torino ammetterà lo stesso Mazzarri parlando di “Zanzarino” (soprannome dato a Berenguer dallo stesso WM) dopo qualche prestazione casalinga non all’altezza di quelle viste in trasferta.

I NUMERI – Dopo 97 presenze in competizioni ufficiali (Serie A, Coppa Italia e preliminari di Europa League), conditi da 10 gol e 12 assist si chiude dunque il triennio di Berenguer al Torino. Questi i numeri del centrocampista classe 1995, che torna in Spagna dopo poco più di due stagioni. Ad accoglierlo ci sarà l’Athletic Club, che gli garantirà un quadriennale fino al 2024. In Liga l’ormai ex numero 21 del Torino avrà l’occasione di sbocciare definitivamente, per diventare quel giocatore in grado di fare la differenza che in granata non è mai riuscito ad essere appieno nonostante qualche lampo di qualità e qualche gol regolare – quelli sì, potenzialmente decisivi – annullatogli per un non corretto utilizzo del Var, come quelli a Bologna nel 2017 e a Udine nel 2018.

28 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. leggendagranata - 4 settimane fa

    La giusta definizione di Berenguer è “zanzarino”: discreta tecnica, buona velocità, ma troppo leggero e discontinuo. Ha giocato in vari ruoli perchè tutti i tecnici che lo hanno avuto non sapevano bene come utilizzarlo al meglio, in particolare Mazzarri. Longo alla fine lo ha sostanzialmente bocciato, preferendo il trio Belotti-Zaza-Verdi, formula che gli ha portato gli unici punti della sua gestione. In questo inizio di campionato le sue prestazioni non sono state buone, anche perchè mal si adatta al ruolo di trequartista. Giocatore non indispensabile; quindi, visto che pare si incassino 12 milioni di euro, operazione positiva per il club. Naturalmente bisogna sempre vedere quali saranno le alternative.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Rimbaud - 4 settimane fa

    Un paio di gol bellissimi, tanto impegno, tanta disponibilità a giocare nei ruoli più improponibili. Esperienza che gli servirà per il futuro. Una buona riserva versatile. Nulla di più, personalmente non lo rimpiangerò. GLi auguro il meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Michel - 4 settimane fa

    Bisogna essere un attimo obbiettivi e ragionare a mente fredda, a me dispiace che sia stato venduto Berenguer, in quanto era uno dei pochi in grado di inventare qualcosa e di fare qualche bella giocata, poi i limiti sono evidenti, ma in un Toro in cui non ci sono giocatori di livello, Berenguer era uno dei pochi che poteva accendere qualche luce, ogni tanto…ora cosa ci rimane ? Spero arrivi qualcuno di maggior valore, certo che ne esistono, ma vedendo cosa vuole pescare Cairo ho paura che rimpiangeremo anche Berenguer e molto presto, avendo 25 anni poteva ancora crescere, ora andare a cercare solo 30enni a fine carriera non mi sembra una scelta lungimirante…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Garnet Bull - 4 settimane fa

    L’ho incontrato ad un evento, super simpatico ma comunque riservato (lo dimostra su insta), ma come giocatore non del livello giusto, numeri troppo bassi per un trequartista o seconda punta (ruoli comunque non suoi) ma anche ala o esterno, anche a causa di troppe prestazioni incolori, in sede di trattativa ci ha avvantaggiato il fatto che fosse basco e ancora abbastanza giovane… Ramirez è un vero fantasista e trequartista, ma anche a lui mancato lo step in più in carriera, vi avverto, non è costante, colpi estemporanei di classe e partite da fantasma, ma dovrebbe darci qualcosa in più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iard68 - 4 settimane fa

    Non fosse stato così leggero, avrebbe fatto molto meglio. Tecnicamente niente male, forse il migliore della rosa, insieme a Iago (entrambi via…). Giocatore da 4-3-3 o meglio ancora da 4-2-3-1, poteva essere adattato anche all’albero di Natale 4-3-2-1. Lo abbiamo visto praticamente sempre fuori ruolo nel 3-5-2, da esterno e adesso da trequartista. Speriamo di non doverlo rimpiangere… Di questi tempi, potrebbe anche andarci peggio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. aledranata81 - 4 settimane fa

    A leggere certi commenti palesemente non coerenti con i tre anni del ragazzo.
    Sembra a parer loro che abbiamo ceduto un talento…questo è uno di quei giocatori come Martinez che solo in mls può fare bella figura. A parer mio….

    Un po’ di coerenza eddai, è un giocatore mediocre e poi a dirla tutta è ed è sempre stato molto polemico…un bambino a dirla tutta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 4 settimane fa

      Posso dirti che Martinez per me aveva fatto vedere cose buone anche qui, gli serviva fiducia non è mai riuscito a sbloccarsi, ma le qualità che aveva si vedevano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ALEgranataALE - 4 settimane fa

    Dispiace per il ragazzo e per il professionista che non ha mai lesinato impegno ma avrebbe dovuto fare una cura da Agricola per poter giocare in serie A

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. marinelli70 - 4 settimane fa

    Non era il diavolo, era uno dei pochi con qualità che, ogni tanto, ti tirava fuori la giocata… Incostante e leggerino per la serie A, sicuramente un giocatore sacrificabile. Ramirez gli è superiore tecnicamente, fisicamente ed è più utile alla causa.
    Operazione intelligente.
    Se poi arriverà anche uno tra King e Inglese (niente male) come seconda punta, l’attacco sarebbe sistemato.
    A quel punto Zaza (ma sarebbe meglio venderlo e tenere Millico) diventerebbe riserva di Belotti e Verdi riserva della seconda punta e di Ramirez all’occorrenza.
    Con questa regola del Covid servirà una rosa piuttosto ampia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FORZA TORO - 4 settimane fa

    ormai è andata,spero arrivi almeno Ramirez,mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Bischero - 4 settimane fa

    25 anni fa uno così giocava in serie b. Sommese era più forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aledranata81 - 4 settimane fa

      Franco Semioli era un top player al confronto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. aledranata81 - 4 settimane fa

    Doveva essere un Crack si è rilevato un mezzo pack

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 4 settimane fa

      Questo al massimo poteva fare il Crick e Crock. Ma che giocatore e’? Uno che e’ rimasto nello strascico del fenomeno di DS. 3 anni e nessuno se ne’ accorto. Baselli al confronto e’ Messi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. luizmuller - 4 settimane fa

    Non sapevo che Mazzarri avesse soprannnominato Berenguer in quel modo. Era veramente un grande, i posteri lo rivaluteranno come merita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 4 settimane fa

      TDG o Berlinguer?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 4 settimane fa

      chi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 settimane fa

    Incompiuto e a mio avviso un po’ fragile di carattere oltre che esile nel fisico.
    Però ha qualità tecniche e un po’ le ha mostrate.

    Non mi strappo i capelli per la sua partenza ma di fatto perdiamo un 25enne per prendere un trentenne, magari più adatto al tecnico ma che di sicuro non dona la sensazione che in società ci sia un progetto tecnico teso al futuro e a migliorare.
    Ad oggi il nostro calciomercato lo vedo troppo di basso profilo e anche un po’ improvvisato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. LeoJunior - 4 settimane fa

    Il “nostro” Lorenzo Sonego agli ottavi del Roland Garros!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 4 settimane fa

      Ahahahah,
      Ormai ti distrai con altro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. FORZA TORO - 4 settimane fa

      ottimo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Fabry - 4 settimane fa

    Buon giocatore ma inadatto calcio italiano fisico gracile bastava poco ed era per terra,ma gran professionista mai un lamento nonostante sballottato in tanti ruoli anche panchina,nonostante una ottima plusvalenza,comunque come rendimento meglio di un certo Zaza costato 14 Milioni,grazie e in bocca al lupo Zanzarino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Granata69 - 4 settimane fa

    Ramirez e buono ,non si discute, specialmente perché i giocatori tecnici con l’età imparano a mettere la loro qualità al servizio della squadra, mentre da giovani sono più portati a fare colpi per la platea. È l’età perfetta per questo tipo di giocatore, lui poi è uno che si prende la squadra sulle spalle e nei momenti di difficoltà si fa dare la palla. Sarebbe sicuramente il miglior acquisto.
    Spiace per Berenguer, incostante perché sballottato a destra, sinistra, davanti , dietro, al centro. Del resto chi compra ti chiede quelli buoni, gli scarsi non te li compra nessuno. Esco uno buono, ne entra uno buono, sostanzialmente siamo sempre lì.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 4 settimane fa

      Ogni volta che va via un giocatore di buon livello dispiace sempre, perché ti affeziono al giocatore e a quello che ha saputo dare per il bene del toro. Sono anno ormai che non provo dispiacere per nessuno di questi giocatorini che non mi rappresentano nulla, non sono forti, non sono scarsi, non mi hanno mai esaltato… sono l antitesi del giocatore tipo del toro! Ad oggi solo belotti incarna qualcosa di simile, glik è un altro per il quale ho provato dispiacere che partisse, anche darmian devo dire… ma trovare qualcosa o meno che meno qualcuno che ti faccia appassionare.. il vuoto cosmico! Ma non è certo colpa di berenguer… buon per lui che cambia aria e per cairo che imbottisce il cuscino con 12milioni, così si calma un po e non lo sentiamo più!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 4 settimane fa

        Ah perché adesso mi vuoi dire che non hai provato dispiacere quando è partito Niang, ipocrita!!!!:D

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. abatta68 - 4 settimane fa

          No…però ho pianto quando è partito aina! Ahah!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 4 settimane fa

      Lo sai o no che va a giocare nell’Atletich Bilbao?
      Li giocano solo calciatori nativi in zona.
      Sara’ per quello che lo hanno pagato qualcosa? Hanno cercato in giro ma erano tutti peggio di questo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Michel - 4 settimane fa

        Bisogna essere un attimo obbiettivi e ragionare a mente fredda, a me dispiace che sia stato venduto Berenguer, in quanto era uno dei pochi in grado di inventare qualcosa e di fare qualche bella giocata, poi i limiti sono evidenti, ma in un Toro in cui non ci sono giocatori di livello, Berenguer era uno dei pochi che poteva accendere qualche luce, ogni tanto…ora cosa ci rimane ? Spero arrivi qualcuno di maggior valore, certo che ne esistono, ma vedendo cosa vuole pescare Cairo ho paura che rimpiangeremo anche Berenguer e molto presto, avendo 25 anni poteva ancora crescere, ora andare a cercare solo 30enni a fine carriera non mi sembra una scelta lungimirante…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy