Toro, contro l’Atalanta servirà una prova di carattere: attenzione ai calci piazzati

Lavagna Tattica / Torna l’appuntamento con Lello Vernacchia: “La squadra di Gasperini non ti lascia un attimo tranquillo, servirà molta attenzione in fase di impostazione”

di Lello Vernacchia

Oggi alle 15 il Torino di Davide Nicola sarà impegnato a Bergamo contro l’Atalanta di Gianpiero Gasperini. Dopo il pareggio della scorsa settimana con la Fiorentina, i granata proveranno a fare risultato contro in un campo complicato come quello dei nerazzurri: ormai la Dea è una realtà del calcio italiano e sta dimostrando anche in Europa di essere una grande squadra. Non dimentichiamo però che l’Atalanta arriva a questo match dopo dieci partite disputate in questo 2021: Zapata e compagni – insieme alla Juventus e al Napoli – sono la squadra italiana che ha giocato di più in questo 2021.

LEGGI ANCHENicola contro Gasperini: sfida tra due torinesi che si stimano

LA PARTITA – Con l’Atalanta sarà senza dubbio una partita tosta per i granata: da un punto di vista della concentrazione la squadra di Gasperini non ti lascia un attimo tranquillo. Pressano molto bene e ti mettono in difficoltà, poi una volta riconquistato il possesso palla hanno un giocatore come Ilicic che – se in giornata – fa quello che vuole. Sarà importante non lasciare troppo spazio allo sloveno e provare a chiudergli ogni giocata. La chiave della gara potrebbe essere – in fase offensiva – il lavoro di Zaza e Belotti: pressando molto alti, i ragazzi di Gasperini spesso lasciano l’uno contro uno dei difensori con gli attaccanti avversari. La velocità dei due attaccanti granata, se serviti correttamente, potrebbe fare la differenza.

LE FASCE – Fondamentale – oggi più che mai – sarà il lavoro degli esterni del Torino nella fase di non possesso: la Dea è una squadra che molto spesso attacca dalle fasce, portando l’esterno opposto nell’area di rigore avversaria. In fase offensiva l’Atalanta attacca quasi sempre dalle fasce per sfruttare in area anche la fisicità di Duvan Zapata. Anche nei calci piazzati i granata dovranno fare molta attenzione: i nerazzurri sono molto abili soprattutto nei calci d’angolo. Sarà una gara difficile ma non impossibile per il Torino di Nicola: l’importante sarà lottare su ogni pallone fino alla fine della partita.


Attraverso le sue rubriche, grazie al lavoro di qualificati opinionisti, Toro News offre ai propri lettori spunti di riflessione ed approfondimenti di carattere indipendente sul Torino e non solo.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fede_granata - 3 settimane fa

    Penso . . Ma una volta ci potrà andare bene anche a noi? Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Frenck - 3 settimane fa

    Dai Nicola mi piace il tuo coraggio.son abbastanza come metti giù i ragazzi. E penso già i vari movimenti in corso della partita. Con un secondo tempo con baselli e Ansaldi. Se riusciamo non prendere gol nel primo tempo siamo in campana. Dai forza Nicola Augusto Cesare forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Messere Granata - 3 settimane fa

    Molti giocatori dell’Atalanta hanno, nel loro repertorio, dei “colpi” nemmeno immaginati da quelli del Toro. Troppo superiori tecnicamente, specialmente in attacco. Ilicic e Muriel hanno fantasia e classe. Il Calcio è uno Sport fatto di resistenza atletica e di grinta, ma non solo. I piedi sono sempre “guidati” dal cervello, detto anche talento. E andrebbe “allenato” anche quello. Sempre se si possiede.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lake - 3 settimane fa

    Mi ha sempre colpito come Ilicic,grande campione maturato un po’ tardi abbia gambe con muscolatura così esile,nonostante ciò ha un tiro rispettabile e forse proprio per questo grande leggerezza negli scarti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy