Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

primavera

Primavera, Coppitelli post Torino-Napoli 1-2: “Rammarico, buona prestazione”

Federico Coppitelli

Le parole di Federico Coppitelli al termine di Torino-Napoli, match di campionato in cui i granata sono usciti sconfitti

Redazione Toro News

Al termine della sconfitta contro il Napoli (qui per leggere il commento), il tecnico della Primavera del Torino, Federico Coppitelli ha commentato la prestazione dei suoi (qui per leggere le pagelle).

Non si può dire che dopo questa partita ci siano stati dei passi indietro. Si sapeva che il Napoli era una squadra pericolosa. C'è rammarico perché questa partita si poteva vincere...

"Bisogna premettere che tutte le prestazioni danno forma ad un percorso, non perdiamo dal 25 settembre ed è difficile dare continuità ai risultati. Sapevamo che con il Napoli non sarebbe stata facile, nessuna partita la si può' prevedere in anticipo. C'è rammarico perché il Torino ha giocato una buona partita con anche 8-9 occasioni importanti. Dispiace perché nonostante non sia andata nel migliore dei modi, i ragazzi hanno disputato una buona prestazione. Da inizio campionato abbiamo sempre svolto buone prestazioni, ci si poteva aspettare delle difficoltà che poi non ci sono state in questa partita".

Dopo il primo gol c'è stata subito una buona reazione, al secondo un po' meno. Ti aspettavi qualcosa di diverso?

"Sicuramente la reazione dopo il secondo gol del Napoli è stata la più complessa. Dopo la sosta nazionale, con il rientro di Garbett, è sempre più difficile riprendersi. Si sapeva fosse una partita difficile, sapevamo servisse gestire bene gli episodi, ma sicuramente nei loro gol ci sono degli errori nostri su cui lavorare e migliorare. Nella nostra area loro sono arrivati poche volte".

Da un lato si può tornare a casa con il sorriso per la "prova di maturità" data dalla prestazione dei granata. Dall'altra il rammarico perché il Napoli si è portato a casa una partita in cui ha avuto poche occasioni...

"Sì esatto, il concetto è questo. Tutto sta in quante azioni da gol si creano, ma i ragazzi sono stati maturi, attenti e hanno dato il massimo. Anton e Reali non hanno avuto partita facile ma l'hanno affrontata bene. Sicuramente i due gol non ce li meritavamo al massimo, ma nel calcio ce ne si fa una ragione. Alcune squadre sono forti, e si è consapevoli che alcune partite sono più difficili di altre. I valori sicuramente li hanno".

Da loro c'era Ambrosino e voi non avevate Stenio. Ha fatto la differenza questo?

"La differenza è che a parte Saco tutti i giocatori del Napoli hanno fatto il percorso insieme del settore giovanile. Tutti i giocatori del Napoli hanno una buona personalità, ma dall'altra parte anche noi abbiamo i nostri pezzi forti, come Baeten e Garbett che si stanno iniziando ad abituare al calcio italiano. Sia collettivamente che individualmente però, come gruppo, stiamo creando un qualcosa di forte. Sulla loro squadra oggettivamente c'è poco da dire".

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram 

tutte le notizie di