Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

primavera

Primavera Torino, Ludergnani torna a Ferrara: prima da avversario con la Spal

Primavera Torino, Ludergnani torna a Ferrara: prima da avversario con la Spal

La Primavera del Torino arriva al crocevia SPAL: Ludergnani torna per la prima volta nella sua Ferrara, Coppitelli cerca continuità dopo la vittoria sulla Sampdoria

Irene Nicola

Sarà una partita dal sapore speciale quella che la Primavera del Torino affronterà contro la SPAL domenica 7 novembre alle ore 15. I granata saranno divisi tra passato e futuro. Il primo è quello del responsabile del settore giovanile Ruggero Ludergnani, per la prima volta nella sua Ferrara da avversario. Il secondo è quello che si prospetterebbe al gruppo di Federico Coppitelli in caso di vittoria, considerando che entrambe le squadre - appaiate in classifica a quota 11 punti - iniziano a covare ambizioni d'alta classifica.

 Ruggero Ludergnani e Stenio Zanetti (foto tratta da Instagram, @gilvan)

RITORNO - Lo scorso 4 luglio Ruggero Ludergnani lasciava Ferrara, la sua città, e la SPAL, la società che lo ha lanciato come responsabile delle giovanili per approdare al Torino. Lo ha fatto con il dispiacere di chi lascia casa propria, ma con l'entusiasmo e la convinzione di chi si appresta a iniziare una nuova avventura in una società importante come il Torino. Dopo 7 anni di rapporto con gli estensi, la mano di Ludergnani era riconosciuta e apprezzata da molti in ambito giovanile. La stessa mano che ora si inizia a intravedere con il Torino nelle idee portate dal responsabile ex spallino: squadre che puntano molto sulla qualità dei singoli, che giochino un calcio propositivo e che siano competitive in ogni campionato dalla Primavera in giù. Il gruppo di Coppitelli è stato rivoluzionato dal responsabile ex spallino quest'estate ed il risultato è una squadra di livello con innesti mirati che fin qui stanno convincendo: Stenio Zanetti, Baeten, Garbett, Rosa, Caccavo e Angori tra i tanti.

 Torino-Empoli Primavera Savini e Milan

FUTURO - Per la Primavera granata la sfida contro la SPAL può essere un crocevia importante per la stagione. Il gruppo di Coppitelli arriva da un successo convincente contro la Sampdoria, ma ora serve dare continuità. Il Torino ha 11 punti in classifica, gli stessi della SPAL. Entrambe le formazioni hanno nel mirino il gruppetto trainato da Genoa e Fiorentina - a quota 13 - e seguito da Empoli, Inter, Juventus e Napoli - a 12. Vincere sarà fondamentale per tenere il passo delle prime, così come perdere potrebbe significare finire in fondo al gruppone. Vietato sbagliare quindi, considerando che sono in programma due big match che potrebbero ulteriormente cambiare gli equilibri, Juventus-Genoa e Inter-Roma.

 Torino-Empoli Primavera Baeten e Pezzolla

DUBBI LECITI - Le gerarchie si stanno consolidando nella Primavera di Coppitelli, ma il tecnico romano dovrà ridisegnare la difesa priva di uno dei suoi titolari inamovibili, Andrei Anton. Il difensore centrale, dopo il rosso rimediato contro la Samp, non ci sarà e la sua assenza pesa dietro. Sono varie le soluzioni al vaglio dei granata: Della Valle spostato in mezzo alla retroguardia con il rientro di Pagani come terzino, oppure Della Valle terzino e Giorcelli centrale, oppure ancora la coppia di centrali Reali-Amadori. Per il resto non sono previste grosse novità. In attacco Baeten e Zanetti saranno chiamati a ripetere la prestazione di settimana scorsa. Per strappare i tre punti i granata contano anche sugli spunti e sulle qualità messe in luce dal belga e dal brasiliano.

tutte le notizie di