Napoli-Torino 1-1, l’analisi dei gol: prodezza di Insigne, ma serviva più attenzione

Analisi / I granata ancora una volta vengono rimontati, per Giampaolo questa volta è diversa e non ci sono errori, eppure il capitano napoletano è troppo libero

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

ANALISI

NAPLES, ITALY – DECEMBER 23: Lorenzo Insigne of SSC Napoli celebrates after scoring their sides first goal during the Serie A match between SSC Napoli and Torino FC at Stadio Diego Armando Maradona on December 23, 2020 in Naples, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il Torino chiude il 2020 all’ultimo posto pareggiando a Napoli per 1-1. Una prestazione che conferma Giampaolo sulla panchina granata, anche se a Napoli è arrivata l’ennesima rimonta al fotofinish e così i punti persi da situazione di vantaggio diventano 23. Il Torino si porta in vantaggio a inizio della ripresa con Izzo. Nei minuti di recupero Insigne fissa il risultato sull’1-1.

LEGGI ANCHE: L’editoriale di Gianluca Sartori: “Le mosse per la salvezza del Torino”

Andiamo a vedere l’analisi dei gol della partita.

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rossogranata - 4 settimane fa

    I cambi di 3 elementi a 5 minuti dal termine è’ stata una enorme ingenuità dell’allenatore, che doveva pensare alla compattezza della squadra e invece i quella maniera l’ha disgregata nella maniera più masochistica possibile. Giampaolo come carattere ha i suoi punti deboli nel non sapere tenere “il polso fermo” delle situazioni, lasciandosi prendere dall’ansia e dalla paura di non farcela. E tutto questo la dice lunga non solo per la partita col Napoli ma anche con la maggior parte di tutte le altre. Purtroppo malgrado le idee le basi tecniche dell’allenatore le doti di carattere sono determinanti, ed è capitato proprio al Toro questa sfortuna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Olly - 4 settimane fa

    Cambiii tardivi e come sl solito sbagliatiiii.meite non deve più giocare. E non può togliere belotti per zaza. Poteva far uscire verdi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Toro71 - 4 settimane fa

    Per qualche giorno dimentichiamoci del calcio…Buon Natale a tutti i tifosi del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cuore granata 69 - 4 settimane fa

    Diamo merito ad Insigne che ha fatto un gran gol..tante volte ci si dimentica degli avversari che sono bravi..giicavamo col napoli seppur rrimsneggiato quelche si vuole ma fino a ieri la terza forza del campionato..con giocatori in campo e in panchina di tutto rispetto che 20giorni prima ne avevano rifilati 4 alla Roma..non recrimino per ieri..le recriminazioni e quindi i punti buttati sono col cagliari col sassuolo col la lazio clamorosi con il Crotone con l’Udinese recuper i da 2 a 0 a 2 a 2 e ti fa fare il 3 a 2 un minuto dopo.con l’Inter avanti di 2 gol …li recrimini eccome..ieri certo la partita pareva andata ma un azione in velocità una gran sponda perdi2 secondi la marcatura al 92 e lui la mette all 8incrocio bravo lui..la prestazione ieri il toro l’ha fatta e ripeto sono altre e molte le partite su cui recriminare..un punto a Napoli è sempre un buon risultato…ci sono anche gli altri e insigne wuella giocata purtroppo per noi la ha nelle sue corde..fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cuore granata 69 - 4 settimane fa

      Ah dimenticavo recrimini coi gobbi..perché i gol presi sopratutto al 90 è una dormita della difesa e in quel caso di sirigu..2 gol su cross leggibili e con giocatori dentro o nei pressi del area piccola…liti girano le palle prendere gol così stupidi..ieri io dico bravo ad Insigne sta largo e in un attimo taglia e la mette all incrocio..bravo lui ..noi si poteva marcarlo più stretto tutto quello che si vuole ma lui ha fatto in gran gol..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cuore granata 69 - 4 settimane fa

        E se pensate solo se avessimo portato in porto le partite con sassuolo e lazio dove veramente erano finite..ce ne sono alre ma prendo queste 2 clamorose..avevi 5 punti in più…ed eri a 13 punti..sempre mediocre ma pensate quanti punti buttati..questa squadra non ha mai dato almeno a me l’impressione di essere messa sotto da nessuno..ha giocato male con Crotone udunese Atalanta..ma con le altre la partita ce stata la prestazione non è stata di una squadra allo sbando come quando si perdeva 7 a 0 con l’Atalanta o 4 a 0 subito dopo col lecce…per questo ho un un po di fiducia che si possa salvarsi..mamcano 24 partite..troppe per alzare bandiera bianca..certo nessuno voleva e vuole vedere il Toro li…ma purtroppo quest’anno l’unico obbiettivo e cercare di tenerne dietro 3..poi sono il primo che spera che Cairo venda, non se ne può più e tutto vero..ma il presente dice che questa squadra per me può salvarsi..e io in b non voglio vedere i colori granata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Il_Principe_della_Zolla - 4 settimane fa

          Bravo!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Emilianozapata - 4 settimane fa

    Finisco il post: rimpiazzati con calciatori veri e motivati. Con questa dirigenza mi sembra fantascienza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mimmo75 - 4 settimane fa

    Spiace dirlo ma l’errore è tutto e solo di Singo, per tre motivi: Insigne è il suo uomo in generale, per lo stesso motivo lui è più vicino degli altri all’attaccante partenopeo e Mario Rui non desta preoccupazioni, defilato com’è. Rincon poteva e doveva fare meglio perché li dov’è è troppo basso e toglie pressione ai centrocampisti napoletano, non può seguire Insigne perché non è abbastanza vicino, per lo stesso motivo non disturba Zielinski e non consentirebbe a Singo, se fosse necessario, di scivolare su Mario Rui qualora ricevesse palla. Meite fa quel che deve fare ma è solo dentro un triangolo napoletano. In ogni caso, per come si è sviluppata l’azione, la libertà di Insigne è tutta da ascrivere a Singo che non aveva altro avversario da marcare nei dintorni. Fa nulla, è giovane, ci sta, imparerà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 4 settimane fa

      Grande potenzialità e crescerà spesso dimentica l’uomo, questo non per criticarlo ma per tutti i tifosi che fanno tutto facile e osannano per poi demolire

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata69 - 4 settimane fa

      Ti dimentichi che il Napoli aveva messo Llorente, chiaro segnale di crossare per lui, a causa delle difficoltà che avevano a sfondare centralmente. Quindi il cross da parte di Mario Rui era l’opzione più probabile e Singo rimane su di lui. Lasciamo stare Meite e Rincon che sono sempre fuori posizione, non sono Gazzi che non sbagliava un posizionamento manco con una gamba rotta. Il problema è Izzo troppo centrale, ma per questo bisogna analizzare anche l’azione immediatamente precedente e vedere perché Izzo si è ritrovato li. Probabilmente si era sviluppata a destra e Izzo aveva stretto al centro. Non ho le immagini a disposizione per controllare e comunque cambia poco perché ormai il gol è preso,ma faccio fatica ad incolpare Singo sul gol preso. Mi incazzo di più su Meite e Zaza che , entrati da un paio di minuti, fanno pressing trotterellando invece che aggredire con rabbia il palleggiatore avversario, ovvero Fabian Ruiz, per impedirgli di ragionare e farlo calciare in fretta aumentando la possibilità che sia impreciso . E in una squadra che ha subito tutte le rimonte negli ultimi minuti che abbiamo subito noi è veramente vergognoso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Emilianozapata - 4 settimane fa

    Il punto a Napoli è arrivato soltanto perché loro erano incompleti e stanno attraversando un periodo di calo. Non facciamoci troppe illusioni e non abbocchiamo all’ennesimo alibi di Cairo. E loro hanno rimontato cone tutti gli altri prima di loro perché abbiamo una panchina scarsa e un tecnico che, considerato chi gli siede accanto, prima di fare dei cambi ci pensa bene (anche troppo). Quindi non bastebbero due o tre innesti di qualità, ma il doppio perché con i 5 cambi saremo condannati i esorabilmente alle rimonte altrui. Comunque sono contento per il recupero e l’atteggiamento di Izzo e di Sirigu. E per salvarci anche Rincon tornerebbe utile. Ma se non vengono spediti altrove Meite’, Zaza, Millico, Edera, Lyanko e NKoulou e rimpiazzati con calci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Emilianozapata - 4 settimane fa

    Il punto a Napoli è arrivato soltanto perché loro erano incompleti e stanno attraversando un periodo di calo. Non facciamoci troppe illusioni, non abbocchiamo all’ennesimo alibi di Cairo! E loro, come tutti gli altri prima di loro, hanno rimontato perché abbiamo una panchina scarsa e un tecnico che, non del tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. MadMax - 4 settimane fa

    Il Maestro a casa subito… Donadoni, Semplici o Nicola chiunque è meglio! Serve svolta subito. Più si aspetta e peggio sarà!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 4 settimane fa

      Merce di allenatori, chiunque era meglio di miajlovic, Mazzarri, Longo, Giampaolo, abbiamo mille altri slot da riempire come facce di allenatori!
      Come tifosi sempre più ridicoli e sempre più senza memoria, cose dette e ripetute sempre uguale per ogni allenatore che si cambia.
      Il “chiunque è meglio” negli ultimi due anni già sentito quattro volte!
      Sarà mica che non è vero? Noooooo per carità non indietreggiamo neanche davanti all’evidenza!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. FORZA TORO - 4 settimane fa

    prendersela con Meitè in questa occasione è sbagliato,così anche Rincon,ma gli altri compreso Bremer che non marca stretto Zielinski si,loro però sono stati bravissimi,non era facile per i nostri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. michelebrillada@gmail.com - 4 settimane fa

    se il fenomeno della panchina il maestro di calcio che non capisce un cazzo non avesse tolto lukic e belotti che difendevano benissimo mer mettere quella merda di meitè insigne non faceva gol perche lukic non stava a guardare come meitè e purtroppo anche singo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 4 settimane fa

      E be’ovvio, quindici anni di nulla e stai a vedere che il problema sono i cambi di Giampaolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il_Principe_della_Zolla - 4 settimane fa

        Hai ragione, ma certa gente proprio non ci arriva.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy