Torino, il tabù della vittoria in casa deve crollare: contro lo Spezia servono i 3 punti

Focus / Battuto ormai il record negativo di partite senza vincere tra le mura amiche, i granata ora devono ritrovare il successo casalingo

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Il Torino sabato contro lo Spezia deve tornare a vincere. Il record negativo di partite casalinghe senza vittorie è già stato ampiamente superato: l’astinenza in campionato dura da dieci partite, con l’ultimo successo che arrivò il 16 luglio 2020 contro il Genoa. Continuare questa striscia non risulterebbe deprimente per tutti (squadra e tifosi) solamente perché renderebbe ancora più negativo il trend, ma soprattutto perché renderebbe ancora più complessa la situazione di classifica dei ragazzi di Giampaolo.

LEGGI ANCHE: Torino, contro lo Spezia è in ballo una fetta di salvezza: granata obbligati a vincere

TIFO – Sicuramente il Toro non può contare su quello che è storicamente il miglior giocatore granata: la tifoseria. Chiunque abbia avuto la fortuna di vivere il tifo del Torino nelle partite che contano sa quanto possa fare la differenza e quanto abbia spesso portato dei risultati. La storia granata è piena di momenti in cui il pubblico ha dato quella marcia in più alla squadra in campo. Vero che la sinergia tifosi-giocatori prima delle porte chiuse si era un po’ persa, ma caso vuole che senza il dodicesimo uomo l’Olimpico Grande Torino non è più stato un fortino, anzi. Basta pensare alla famosa stagione sotto la guida di Mazzarri, quando fuori casa Belotti e compagni strappavano poche vittorie, ma in casa in pochi ne sono usciti senza leccarsi le ferite.

LEGGI ANCHE: Torino, chi gioca contro lo Spezia? Tornano i titolari, corsa a tre sulla sinistra

SPEZIA – Sicuramente sabato quel clima che solo la Curva Maratona può creare in Italia non ci sarà. Basta pensare a Pulici che si orientava in base al boato della curva per capire quanto il fattore campo a Torino sia di vitale importanza. È ancora più palese come questa assenza abbia tolto qualcosa al Torino, che adesso non vince all’Olimpico da luglio (Coppa Italia esclusa). Contro lo Spezia, però, Belotti e compagni dovranno fare di necessità virtù, ritrovando un successo casalingo per rilanciarsi in classifica. Poi magari rompere il ghiaccio potrebbe anche risultare determinante per il futuro.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bordeauxgranata - 1 mese fa

    Grande redazione, avete cancellato il mio commento sugli Agnelli, mostrandovi per quello che siete, una banda di gobbi galoppini del presidente pagliaccio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. altoro - 1 mese fa

      bordeauxgranata, ti rivolgo assoluta solidarietà al tuo post per analoga esperienza personale accaduta nel passato. Pertanto vado direttamente al punto della motivazione specifica in applicazione della quale ogni critica, analisi e tantomeno offesa ironica e/o sarcastica rivolta ai membri della Famiglia Agnelli è puntualmente censurata. Nella sostanza Urbano Cairo e la famiglia Agnelli hanno affari in comune nel settore dell’editoria nazionale. Per la cronaca Urbano Cairo è Presidente di RCS SpA ossia nella fattispecie il più grande gruppo editoriale nazionale anche grazie all’assenso della potente Famiglia originaria di Villar Perosa. Lo stesso Andrea Agnelli detiene una percentuale di quote del medesimo Gruppo editoriale. Pertanto è un dato oggettivo che la disposizione aziendale è quella che assolutamente nulla sia pubblicato che possa urtare minimamente la suscettibilità di un azionista … . Amen. Alè TORO !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bischero - 1 mese fa

    Non solo con lo Spezia servono 3 punti. Anche con il Benevento….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sandro - 1 mese fa

    Se si vince ok forse vuol dire che qualcosa di buono sta pian piano germogliando ma se si pareggia o peggio ancora si perde iniziamo a pensare realmente alla B. Io spero vivamente che tutti Tutti tirino fuori l’orgoglio e i coglioni e devastino totalmente lo Spezia perché un eventuale goleada darebbe fiducia e carica per le successive. Quindi niente polemiche e ………..Forza Ragazzi fino all’ultima goccia di sudore non mollate! Forza Toro e vaffanculo tutto il resto…….UC un giorno sparirà ma il Toro rimane quindi sputate fino all’ultima boccata d’aria ma vincete!!!!! Loro sono lo Spezia noi siamo il TORO cazzo!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Messere Granata - 1 mese fa

    Il Torino, quando gioca, si prende le stesse pause di Giampaolo nel parlare. Oggi il Calcio richiede velocità di gambe, ma anche di “pensiero”. Le vittorie, quando non si creano i presupposti per ottenerle, restano pareggi che si trasformano in sconfitte al primo errore. Creiamo poco e finalizziamo ancora meno. Giampaolo deve vincere e basta. Altrimenti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. altoro - 1 mese fa

    Personalmente sono convinto che se l’attuale organico a disposizione del tecnico Giampaolo domani sera fallisce l’obiettivo dei tre punti contro lo Spezia, matricola assoluta nella storia della Serie A nazionale, significa realmente che, sotto l’aspetto tecnico, essa vale assolutamente la categoria inferiore, in quanto è un dato oggettivo che a quel punto lo spettro della retrocessione si materializza assolutamente agli occhi sia della Società TORINO F.c. sia del popolo granata. Per quanto galvanizzata dai recenti due successi, peraltro determinati da due rigori decisivi, di cui ritengo assolutamente inesistente quello del clamoroso colpaccio esterno a Napoli, la squadra ligure del tecnico Italiano si preannuncia un osso duro. Tuttavia è un dato oggettivo che il Vecchio Cuore Granata è assolutamente obbligato esclusivamente al successo in quanto, ribadisco, la conquista dei tre punti contro una diretta concorrente è assolutamente imprescindibile in chiave salvezza. A distanza di sei mesi esatti, sono assolutamente fiducioso che il TORO tornerà al successo allo stadio Olimpico Grande Torino, sebbene orfano del suo pubblico e della mitica Curva “Maratona” ossia del calciatore aggiunto con la maglia n° 12, come recitava l’enorme vessillo che, una volta esposto, avvolgeva interamente le gradinate del settore del tifo granata maggiormente “caldo” prima delle partite casalinghe del passato. Quindi Forza Vecchio Cuore Granata ! All’urlo ideale di incitamento alla totale carica agonistica della squadra granata per l’intera durata della sfida, urlo ideale espresso in modo collettivo dalla mitica Maratona ossia, naturalmente in senso metaforico, il celebre slogan “Uccideteli, Uccideteli !” ossia schiantate nel gioco e nel risultato sportivo la squadra avversaria dello Spezia. ALè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. marcelmusi_14075351 - 1 mese fa

    Forza ragazzi, metteteci garra, volontà e dedizione e ne veniamo fuori, tutti insieme. Forza Toro, sempre e comunque, ostinatamente forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy