Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

postpartita

Torino-Cremonese 4-1 d.c.r., Juric: “Preoccupato: così non si va da nessuna parte”

Juric dopo Torino-Cremonese (immagine tratta da Torino Channel)

Le parole del tecnico granata dopo la partita di Coppa Italia contro la Cremonese

Redazione Toro News

Al termine della partita di Coppa Italia contro la Cremonese (qui la cronaca - qui le pagelle) Ivan Juric ha commentato così ai microfoni di Sport Mediaset la partita: "Si è vista una squadra ben lontana da quella che deve essere il Torino. Io penso che quando arrivi 16° e 17° e prendi 140 gol in due anni non solo scorie o mancanza di fiducia, ci sono problemi e per risolverli bisogna lavorare tanto. Oggi mi aspettavo qualcosina in più, abbiamo fatto fatica nella gestione della palla e nelle idee, c'era lentezza. Alla società ho detto la mia idea dopo aver fatto il ritiro e dopo aver visto tutti i 20 giorni. Ho detto tutto quello che bisogna fare per cercare di cambiare questa rotta perché 16° e 17° posto non vanno bene. Adesso cercheranno di intervenire perché la squadra ha perso pezzi buoni e sicuramente non è completa, c'è bisogno sicuramente di giocatori importanti per alzare il livello della squadra."

Il tecnico granata ha parlato anche con i colleghi di Torino Channel rilasciando le seguenti dichiarazioni sul match di Coppa Italia.

A caldo, cosa si evince da questa partita?

"Mi aspettavo un po' di più, con tutta sincerità. Pensavo fossimo più avanti. Ci sono state tante assenze e problematiche varie, ma non abbiamo fatto bene. Sono preoccupato, perché pensavo fossimo più avanti. Nelle amichevoli a tratti ho visto cose interessanti, soprattutto in Francia, stasera no, la squadra non mi è piaciuta. Dietro abbiamo fatto una buona partita, ma tante altre cose non sono andate bene". 

 Juric Torino-Cremonese Coppa Italia foto Nderim Kaceli

L'aspetto mentale ha inciso, contro una Cremonese che non aveva nulla da perdere?

"Quando si parla del piano mentale mi sembra che stiamo tirando fuori scuse. C'erano gli spazi per fare bene ma a livello cognitivo non riusciamo a vederli. Bisogna fare le cose con una certa velocità ma non riusciamo a capirlo e tecnicamente bisogna alzare il livello". 

Come sta Belotti? E le altre assenze?

"Mi spiace che ieri abbiamo perso Zaza e Kone uno scontro ginocchio contro ginocchio. Belotti ha preso una botta brutta alla caviglia, si è gonfiata. Questa settimana recuperiamo Bremer e Sanabria e cercheremo di metterci un po' a posto". 

Ora c'è l'Atalanta, per lei sfidare Gasperini ha un sapore particolare?

"No, in questo momento sono preoccupato. Non penso a Gasp. Penso al fatto che dobbiamo migliorare e mettere altri giocatori dentro perchè così non andiamo da nessuna parte. Dovremo fare una prestazione totalmente diversa da quella di stasera".