Torino, i derby punto dolente dell’era Cairo: una vittoria in ventidue partite

Approfondimento / Il bilancio della stracittadina negli ultimi quindici anni parla chiaro: solo una vittoria per il Torino nella stracittadina con la Juventus a fronte di sedici sconfitte

di Nicolò Muggianu

Una vittoria, tre pareggi e diciotto sconfitte. Questo il bilancio del Torino nei derby della Mole in tutte le competizioni disputati negli ultimi quindici anni, ovvero dall’inizio della presidenza targata Urbano Cairo ad oggi. Il capitolo delle stracittadine è senza dubbio uno dei crucci maggiori della presidenza dell’editore alessandrino. Numeri estremamente negativi per il suo Toro che inoltre, escludendo lo Spezia che contro la Juventus ha giocato una sola volta, è la squadra di Serie A con la più alta percentuale di sconfitte in tutte le competizioni contro la Juventus dal 2005 ad oggi (81.8%). Insomma, se è vero che il divario tecnico con i bianconeri è sempre più ampio per moltissime società, il Torino è il club di A che ha finito più spesso per finire al tappeto in uno scontro comunque impari da prima che arrivasse l’attuale patron granata.

Le squadre con la più alta percentuale di sconfitte contro la Juventus dal 2005 ad oggi (dati transfermarkt.com)

DERBY DELLA MOLE – Lo storico dei derby della Mole giocati, da quando Cairo è presidente del Torino, dice che i granata sono riusciti a superare i bianconeri nella stracittadina soltanto una volta – il 26 aprile 2015, nel 2-1 targato Quagliarella-Darmian – in ventidue precedenti complessivi. Tre invece i risultati “X” dell’era Cairo, con una costante in comune: l’essere arrivati tutti in casa della Juventus (due pareggi all’Allianz Stadium). La somma dei gol presi e gol fatti è ugualmente poco lusinghiera: 41 le marcature subite, 9 quelle realizzate.

TURIN, ITALY – JULY 04: Rodrigo Bentancur of Juventus is challenged by Soualiho Meite of Torino FC during the Serie A match between Juventus and Torino FC at Allianz Stadium on July 04, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Daniele Badolato – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

JUVENTUS – L’obiettivo del Torino per il match di domani è dunque migliorare questo magro bottino. Sulla carta è un appuntamento proibitivo per i granata, che si troveranno di fronte un avversario che – nonostante le tante assenze e le iniziali difficoltà derivanti dal nuovo corso di Pirlo – resta la favorita per vincere il campionato, come successo negli ultimi nove anni. A Belotti e compagni il difficile compito di invertire un trend estremamente negativo che, in caso di risultato positivo, potrebbe però portare a una svolta per la stagione di Giampaolo e dei suoi ragazzi, reduci da un avvio di stagione complicato che ha visto i granata raccogliere soltanto 5 punti nelle prime 10 giornate. Un passivo amaro insomma, che potrebbe diventare ancor più aspro in caso di mancato risultato nel prossimo derby della Mole.

37 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. lovelynik - 2 mesi fa

    lui e’ un imprenditore e fa solo soldi e vuole far soldi con il minimo investimento di vincere non gli importa nulla basta vedere come si comporta con le altre creature di sua gestione……l’unica cosa che ci puo’ dare e’ questa gestione con le cifre a posto e piu’ sbaglia piu’ si scende piu’ ci azzecca piu’ si sale ovviamente sempre in una fascia nono sedicesimo posto……quello che non ha capito e’ che piu’ sali e piu’ guadagni nel calcio e con una gestione buona puoi arrivare ad ottimi risultati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. donato - 2 mesi fa

    Almeno 10 furti clamorosi tra espulsioni inventate e fuorigioco spariti per magia. Tipo Salas sulla linea di porta, Treseguez rimesso in gioco dal capello di Comotto, Glik espulso dopo 10 minuti, e via dicendo, fino al baker di De Ligt dello scorsoanno.
    Poi se vogliamo dimenticarcene per parlare di Presiniente e Cairese facciamo pure.
    Ah ricordo che loro hanno vinto solo 9 scudetti di fila, perso pochissime partite e rubato tanto. Hanno Ronaldo, noi Zaza, hanno una rosa valutata oltre 700 milioni, contro i 160 del Toro; e comandano il Palazzo mentre Cairo sta sui zebedei ad un certo Lotito, parole sue.
    Mi raccomando parliamo pure di Cairese.
    Io domani tifo Toro, voi Cairese

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iard68 - 2 mesi fa

      I furti ci sono sempre stati (vediti la cronistoria del campionato dei 51 punti, o l’autogol di lippi (!) a marassi qualche anno prima…) e sempre ci saranno, loro sono la rubentus, è DNA, mafia o quel che vuoi… Loro hanno ronaldo oggi come avevano platini ieri… Però, nonostante tutto, qualche volta si vinceva…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. donato - 2 mesi fa

        Si ma Platini era uno in un campionato di fenomeni e non un fenomeno in un campionato di mediocri spaccato dagli introiti faraonici della Champions. L’equazione Platini Ronaldo non regge e la juve non valeva 6 volte il Toro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. donato - 2 mesi fa

          E non esisteva lo Rubentus stadium

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. iard68 - 2 mesi fa

    Punto dolente? E quali sarebbero i punti gaudenti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paul67 - 2 mesi fa

    Un’altro record della cairesefc.
    CAIRO GAME OVER
    VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Marchese Granata - 2 mesi fa

    “Chi l’ha visto”! Completamente desaparecido. L’avessero rapito gli alieni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Andrea63 - 2 mesi fa

    Punto dolente i derby!? Lasciamo perdere che è meglio!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

    una statistica che più di ogni altra testimonia il fallimento totale, la malafede e la ridicolaggine di questa presinienza, non solo dal punto di vista dei risultati sportivi ma anche dell’organizzazione, della competenza, della simbiosi col nostro mondo, del rispetto della passione, della storia e dei nostri colori

    però mai nessun giornalista gli ha chiesto direttamente conto di questo sfacelo, vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bordeauxgranata - 2 mesi fa

      Non so se sono della nuova generazione, perché vado per i 30, piansi la prima volta nello spareggio di Reggio Emilia e altre centinaia di volte, ma mai mi sono sentito così schifato e afflitto come negli ultimi anni…deve andarsene

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. policano67 - 2 mesi fa

    Sara ricordato solo per aver comprato il toro dopo il fallimento.un imprenditore e nn un presidente e per mai lo sara

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Il_Principe_della_Zolla - 2 mesi fa

    Qualcuno, se ne ha conoscenza e coraggio, mi elenchi un punto NON dolente dell’era Cairo. Uno solo. Strutture, infrastrutture, risultati sportivi, rapporti con la tifoseria, rapporti con il territorio, … uno, uno solo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nero77 - 2 mesi fa

      Non bestemmiare!Stai offendendo i tifosi della Cairese f.c

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

      Scudetto del bilancio 🙂 🙂 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Nero77 - 2 mesi fa

    Urbanetto è stato operato di tonsillite?Non si sentono più i suoi proclami pallonari!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. FuriaGRANATA - 2 mesi fa

    Chi ama il toro odia Cairo.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese Granata - 2 mesi fa

      Toro e Cairo nella stessa frase non ci possono stare!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FuriaGRANATA - 2 mesi fa

        Allora come si fa a non odiare Cairo e la juve merd.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Pulster - 2 mesi fa

    Sicuramente Giampaolo se la gioca, non con il freno a mano come qualche suo predecessore, poi magari è la partita della svolta e diamo agli strisciati 2 schiaffi educativi e a casa, loro diranno che ce l’hanno regalata, ma stavolta non andrà così!!! Venderemo cara la pelle, ne sono certo; abbiamo tanto da perdere, ma prima o poi dobbiamo svoltare!!! Sono anche giunto ad una conclusione: se mai dovesse venire esonerato Giampaolo, mi spiace ragazzi ma finiamo in B…. spero non accada e cmq dovesse capitare, ho il Toro nel cuore, calcisticamente parlando, e non lo cambierei per nulla al mondo.
    Cerchiamo di creare positività per aiutare la nostra squadra, il nostro compito è questo; sinceramente inveire verso il presidente o staff,non mi interessa; mi interessa che il Toro vinca e l’unico mezzo a nostra disposizione e spingerlo con il nostro tifo verso la porta avversaria.
    Sarò un romanticone, ma voglio pensarla così!! Un abbraccio a tutti i compagni di sventura e non abbattiamoci, qualcosa di bello si vede all’orizzonte; come nella vita!! Crediamoci sempre!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. GlennGould - 2 mesi fa

    Presidente, è il compleanno del Toro, fagli e facci un bel regalo.
    Vattene e non tornare mai più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese Granata - 2 mesi fa

      …e questo lo diciamo ogn’anno, come i buoni propositi dei bambini nelle letterine a Babbo Natale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. suoladicane - 2 mesi fa

    se non è sudditanza questa………….
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. FuriaGRANATA - 2 mesi fa

    Fosse solo quello il punto dolente.
    Il punto dolente è il presiniente.e dai fa anche rima.
    CAIRO VENDI E VATTENE
    FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Tarzan - 2 mesi fa

    Grazie Cairo per tutte le belle emozioni, siamo la società più moscia della serie A ma perdiamo sempre con grande fair play..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. bordeauxgranata - 2 mesi fa

    Abbiamo rischiato di vincere un derby con Delli Carri, Mezzano e Fattori, ma lì in mezzo c’era gente con i cog*”oni quadrati…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leo67 - 2 mesi fa

      Altri tempi e soprattutto altri uomini nonostante le società non proprio splendide…questo fa aumentare ancora la rabbia e la delusione che questo uomo in più di quindici anni ci ha solo preso per i fondelli senza nessun ritegno l’orale nei confronti del Toro e della sua gente. Ha solo fatto i cazzi suoi rinforzando la sua immagina di profittatore e sradicando completamente tutti i veri valori di cosa vuole dire TORO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 2 mesi fa

        Io continuo a ribadire che in quegli anni il divario tecnico era molto più netto rispetto a oggi, con una proprietà inqualificabile (come quella odierna) ma il pubblico granata era comunque compatto e orgoglioso nonostante i risultati non proprio eccelsi…Urbanino é riuscito a fare peggio, complimenti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Robs - 2 mesi fa

          Sono d’accordo sul concetto del pubblico, lo dico sempre… Ma non dimenticare che per le statistiche anche quei derby che citi sono sconfitte. Il problema non è quello di pirlo perso all’ultimo minuto, ma quelli regalati 4/5-0 senza mai entrare in campo.. Ma se si fanno rimontare da Verona e Sassuolo come pensiamo possano fare con quelli? Urleró cmq contro i rigadin fino a farmi suonare dal vicino, li odio!!! Cmq che si vinca o che si perda, forza toro, gobbi m€*d@!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bordeauxgranata - 2 mesi fa

            Siamo davvero gli unici che regalano ogni singolo c*zzo di derby, qualsiasi squadra di serie A ha fatto risultato più volte con i gobbi, io non mi capacito di come siamo caduti così in basso, anzi sì 05-09-2005

            Mi piace Non mi piace
  18. OldBull - 2 mesi fa

    Solo a vederlo in fotografia mi fa venire il mal di stomaco, chi sarà mai…?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. leo67 - 2 mesi fa

    Ne ha vinto uno che i
    Gobbi non avevano più un cazzo da dire . Cairo vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 mesi fa

      Esatto… il problema è che noi non abbiamo più avuto un cazzo da dire negli ultimi 20 anni!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Blasphemous !Sentenza.3! - 2 mesi fa

    Il punto dolente è l’era Cairetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Mimmo75 - 2 mesi fa

    Unico punto ancora dolente, il resto è in cancrena.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese Granata - 2 mesi fa

      E’ davvero necessario amputare la presidenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Stufodellamediocrita' - 2 mesi fa

    Fossero solo i derby il punto dolente dell’era Cairo…questo score è solo l’immagine più emblematica della mediocrità costante in cui Cairo ha ridotto una delle più gloriose società di calcio a livello mondiale.
    E domani andremo a diciannove…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy