Torino e Nazionale, le statistiche: Belotti a 10 gol ed è il terzo più presente

Statistiche / Dopo la gara di ieri, vinta dall’Italia per 2-0 contro la Bosnia ed Erzegovina in UEFA Nations League, gli almanacchi con i dati dei granata in Azzurro sono da aggiornare

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

La splendida vittoria degli Azzurri per 2-0 contro la Bosnia ed Erzegovina di ieri sera ha regalato all’Italia l’accesso alla Final Four dell’UEFA Nations League. Una vittoria che ha un sapore particolare per il mondo granata, dal momento che una delle reti, la prima, è stata segnata dal Gallo, Andrea Belotti. Che adesso si porta a quota 10 centri in Nazionale in 31 presenze: un nuovo piccolo traguardo per il giocatore del Torino, ed almanacchi da aggiornare.

LEGGI: Under 21, Italia-Svezia 4-1: Buongiorno titolare e sostituito al 45′

PRESENZE – Con 10 reti in 31 presenze in che posizione si colloca Belotti nella classifica dei granata più presenti ed in quella dei più prolifici con la maglia Azzurra? Riferendoci alla classifica dei più presenti, attualmente il Gallo è terzo: 4 presenze in più di Baloncieri (che era stato superato il 4 settembre 2020 nella gara di UEFA Nations League proprio contro la Bosnia ed Erzegovina) e 5 meno di Dossena, prossimo obiettivo di Belotti. A guidare la classifica c’è attualmente Graziani, a quota 47 presenze in Nazionale da granata. Tra gli attuali giocatori del Toro, Sirigu è salito a quota 9 presenze in Nazionale raccolte da giocatore del Torino dopo l’amichevole con l’Estonia (giocata con la fascia da capitano al braccio: a un calciatore granata non capitava dal 1950), Izzo a quota 3 e Baselli e Zaza hanno raccolto una presenza ciascuno. Questi ultimi tre giocatori, per motivi diversi, al momento sono usciti dal gruppo di Mancini.

 

RETI – Venendo ora al maggior numero di goal segnati in Nazionale, Belotti con la rete di ieri sera ha superato Rossetti e si è portato al quarto posto solitario. A guidare la classifica c’è ancora una volta Graziani (20 reti), seguito da Baloncieri (18 reti) e Libonatti (15 reti). Il Gallo è quindi il quarto giocatore di sempre ad aver raggiunto la doppia cifra di reti in Nazionale con la maglia granata. A ventisette anni di età ancora da compiere, non è per lui impossibile puntare al record di Graziani. Di seguito le classifiche complete, ed aggiornate.

LEGGI: Torino-Crotone: l’analisi tattica del match analyst

LA CLASSIFICA DEI CALCIATORI DEL TORINO CON PIÙ PRESENZE IN NAZIONALE (aggiornata al 19 novembre 2020, in grassetto i giocatori ancora al Torino):

1. Graziani 47
2. Dossena 36
3. Belotti 31
4. Baloncieri 27
5. Zaccarelli 25
6. Janni 23
7. Pulici 19
8. Claudio Sala 18
9. Libonatti 17
10. Rosato 14
11. Cerci, Darmian, Rossetti 13
12. Olivieri 12
13. Alberti 11
14. Mazzola 10
15. Ballarin, Sirigu 9
16. Patrizio Sala 8
17. Castigliano, Ferrini, Grezar, Immobile, Loik, Maroso, Menti 7
18. Carapellese, Colombari, Ferraris, Gabetto, Lentini, Meroni, Mozzini, Ogbonna 6
19. Agroppi, Bacigalupo, Puia 5
20. Francini, Marchegiani, Vieri, Zappacosta 4
21. De Bernardi, Fusi, Moltrasio, Rigamonti, Izzo 3
22. Capello, Moro, Moretti, Serena, Sperone, Zuffi 2
23. Asta, Barone, Baselli, Bearzot, Capra, Castellini, Danova, De Marchi, Gallea, Goggio, Martin, Morelli, Mosso, Rosina, Silenzi, Venturin, Zaza 1

LEGGI: Bosnia-Italia 0-2: Belotti scatenato, incoraggiante Gojak

LA CLASSIFICA DEI CALCIATORI DEL TORINO CON PIÙ RETI IN NAZIONALE (aggiornata al 19 novembre 2020, in grassetto i giocatori ancora al Torino):

1. Graziani 20
2. Baloncieri 18
3. Libonatti 15
4. Belotti 10
5. Rossetti 9
6. Menti, Pulici, Gabetto 5

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gianluca - 5 giorni fa

    Ciao Luca, il mio impopolare commento è che fra Belotti e Graziani ci sia ancora molra strada da percorrere. Più lunga di 16 presenze e qualche gol in azzurro. Graziani è stato un grandissimo giocatore a tutto tondo, sicuramente meno “granata” di Pulici al quale credo Belotti assomigli di più come caratteristiche. Detto ciò è verissimo che Bremer sul mercato vale più di Lyanco. Per me è vero che Rodriguez è un giocatore affidabile, pure, guarda un po’. E su Belotti fa ridere il 7,5 della Gazzetta dopo Italia-Polonia e il 7 di oggi. Se domenica gli hai detto 7,5, oggi doveva prendere 9. Invece per me domenica ha giocato da 6,5, ieri da 7 pieno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il Giaguaro - 4 giorni fa

      E’anche l’unico tra i convocati e quelli rimasti a casa) che, nonostante non stesse bene e si allenasse a parte, ha fatto praticamente 160 minuti in campo. E’ quello che ha guadagnato il rigore che ci ha permesso di spaccare la partita con la Polonia e farla finire in 10. Di nuovo il suo gol ha aperto le marcature in Bosnia. Che poi non abbia lo stop e l’eleganza di Insigne o la tecnica di Berardi siamo tutti d’accordo. Però dialoga, apre spazi e subisce falli come nessuno. Piaccia o meno, in queste due partite è stato come minimo DETERMINANTE.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. lucabenzoni7_8317634 - 5 giorni fa

    Riporto la pagella di uno di quei siti che guardate e da dove piluccate le notiziole e ci beccate sempre :
    Belotti 6,5 – Ha bisogno di tre occasioni per segnare l’1-0, sbagliando anche malamente le prime due. Cerca di sbattersi in mezzo alla retroguardia bosniaca, il sorriso è per il gol dopo un anno (dall’81’ Lasagna s.v.).
    Commenti ? perchè poi non potete dare ascolto a questa gente, che dice che Bremer ha mercato, mentre Lyanco no e Zaza no e Izzo si e Sempronio pure, e Torreira doveva venire ma per colpa di Cairo non se n’è fatto nulla ……. meditate gente meditate ……. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pau - 5 giorni fa

      Beh dai, onestamente ieri non ha brillato il Gallo, 6,5, massimo 7 ma non di più. Ho solo da ridire sul malamente che hanno scritto, una delle due era praticamente impossibile da buttare dentro, per la seconda ci andava un po’ di culo ed uno stop da fuoriclasse, cosa che invece è il suo limite. Ha giocato meglio contro la Polonia secondo me.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy