Il Toro a Benevento pareggia con la forza della disperazione

Controcorrente / I granata, sotto di due gol al Vigorito, rimontano meritatamente con grinta e coraggio

di Gino Strippoli

Sembra incredibile ma è vero: Zaza salva il Toro al 93’ da una sconfitta certa e disputa la migliore partita da quando veste la maglia granata. Sicuramente la posizione in cui lo ha fatto giocare Nicola, più da centravanti vero che da centroboa con spalle alla porta come in passato, lo ha aiutato. I due gol che hanno dato ai granata il pareggio sono frutto della grinta e della mentalità trasmessa dall’allenatore granata. Belotti e company hanno anche manovrato di più la palla, cercando di più i fraseggi e gli scambi corti rispetto ai soliti lanci lunghi di recente memoria. Insomma il Toro finalmente si è messo a giocare il pallone: questo non vuol dire aver risolto i problemi legati alla qualità di questo organico ma almeno si è vista una reazione ai gol avversari. Il Toro ha creato occasioni da gol e tirato in porta più volte con Zaza e Belotti e solo un grande Montipò ha sbarrato loro la porta sino allo show del numero 11 granata che ha sfruttato appieno un bel cross di Singo incornando in gol, riducendo le distanze per poi seguire il bell’assist di Belotti per il pareggio finale.

BENEVENTO, ITALY – JANUARY 22: Simone Zaza of Torino celerbates scoring the 2nd Torino goal with Daniele Baselli of Torino during the Serie A match between Benevento Calcio and Torino FC at Stadio Ciro Vigorito on January 22, 2021 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

È un pareggio importante, anche se non smuove di molto la classifica, ma almeno ha dato concretezza al lavoro e alla mentalità che in pochi giorni ha cercato di portare Davide Nicola. In un certo senso la partita l’ha vinta lui che non ha mai smesso di incitare i suoi ragazzi e non si è mai arreso al doppio vantaggio avversario. Di certo se si è andati in svantaggio di due gol vuol dire che non tutto è andato per il verso giusto. Il Toro ha rischiato la sconfitta che non avrebbe meritato ma il Benevento ha più volte sfiorato il terzo gol. Il centrocampo granata, soprattutto nel primo tempo in fase di non possesso, ha lasciato troppo campo agli avversari ed è sempre stato in ritardo sulle seconde palle. Inoltre le ripartenze veloci e i palloni ficcanti verso Lapadula e Caprari hanno sempre lasciato il segno creando scompigli e pericoli. Sulle fasce i granata hanno fatto bene in fase propositiva ma sia Singo che Ansaldi hanno lasciato a desiderare quando c’era da difendere. Il ‘Gallo’, al solito maltrattato, è rimasto all’asciutto in fatto di gol ma è merito suo se è arrivato il pareggio finale grazie ad un suo perfetto assist su Zaza. Diciamo che i due attaccanti oggi insieme hanno convinto anche gli scettici. Bisognerà rivederli all’opera e trovare altre conferme nelle prossime partite.

BENEVENTO, ITALY – JANUARY 22: Davide Nicola, Head coach of Torino reacts after the Serie A match between Benevento Calcio and Torino FC at Stadio Ciro Vigorito on January 22, 2021 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

C’è comunque da ricordare che fino al 93′ il Toro stava per uscire sconfitto da Benevento, sicuramente per salvarsi bisognerà iniziare a vincere perché con solo pareggi la strada per la serie B è assicurata. Inzaghi ha dato al suo Benevento un buon gioco soprattutto con un centrocampo di tanta quantità e qualità, ma ha saputo anche rivitalizzare due punte che grazie alla loro velocità possono mettere in crisi chiunque. Sicuramente il pareggio per il forte Benevento sono due punti persi mentre per i granata è un punto che fa morale ed è un buon inizio per Nicola che però aspetta rinforzi veri dal calciomercato che possano essere valori aggiunti alla squadra in cerca della salvezza.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toroperduto - 1 mese fa

    A Benevento bisognava vincere pochi cazzi così come si deve vincere contro la Fiorentina se no tanto vale cambiare allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bordeauxgranata - 1 mese fa

    Per salvarci bisogna vincerne almeno 6 nel ritorno e pareggiarne altrettante, sarà dura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. paulinStantun - 1 mese fa

    Ma l’ultima frase è ironica o ci credete davvero??? “Il forte Benevento”???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pupi - 1 mese fa

    Non avremmo meritato di perdere, così come spesso il Toro di GP ha pareggiato o perso pur meritando di vincere. Un punto a Benevento non è un buon evento, non scherziamo per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Junior - 1 mese fa

    Non sono d’accordo con l’articolo quando dice il pareggio è stato merito di Nicola. In campo vanno i giocatori. Si è vista un ottima reazione, eravamo sotto di due gol contro una squadra ben organizzata e che ha corso moltissimo. Inoltre sono molto fallosi. Il Gallo è stato massacrato.
    È noto a tutti Zaza e Andrea si pestano i piedi, sono due prime punte quindi far giocare il Gallo 10 metri poi dietro è stata una buona soluzione. Spero solo questo non sia effimero. E che questo mercato ci porti qualcuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. altoro - 1 mese fa

    Mimmo quello che dici e vero ma una settima
    na fa i punti sarebbero stati zero forza toro sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

      Non lo sapremo mai. Di certo la matematica ci dice che Giampaolo è stato esonerato nel periodo più prolifico della sua gestione. Per carita, sempre uno score pessimo però avevamo iniziato a muovere la classifica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabio.tesei6_13657766 - 1 mese fa

        Basta con sto Gianpaolo! È uno che ti mette la depressione solo a guardarlo, basta con sto Mazzarri che ha fatto il record di punti con il buon sirigu che era sempre il migliore in campo. Finalmente abbiamo un allenatore che trasmette grinta a volontà e a Benevento strameritavamo di vincere. Forza Nicola.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

    Sicuramente due punti persi per il Benevento ma non parliamo di “buon punto” per noi, per cortesia! Se non vinciamo contro le piccole contro chi lo faremo? La lotta per la salvezza passa per vittorie pesanti come quella che avrebbe dovuto essere a Benevento, perchè ti prendi tre punti che valgono doppio, lasciando al palo la concorrente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy