Cronaca di un fallimento annunciato

L’Editoriale / Mentre società e squadra giocano allo scaricabarile, quella del Torino di Giampaolo è già la storia di un progetto fallito sul nascere

di Nicolò Muggianu

Dov’è finito il Toro? Se per molti quella contro l’Udinese doveva essere la partita che avrebbe potuto dare la svolta alla stagione del Torino, all’Olimpico la squadra di Giampaolo ha dovuto specchiarsi ancora una volta con le proprie fragilità. Una partita che non solo ha portato all’ennesima sconfitta di Belotti (uno dei pochi a salvare la faccia insieme a Bonazzoli) e compagni, ma che ha altresì fatto registrare un evidente passo indietro dal punto di vista del gioco. Già perché se nelle precedenti uscite – derby compreso – il Toro aveva potuto “salvare la faccia” aggrappandosi a (pochi) sprazzi di bel gioco, contro l’Udinese i granata hanno rinunciato completamente a giocare per oltre un’ora, per poi reagire di pancia nei centoventi secondi compresi tra il 21′ ed il 22′ della ripresa. Una reazione che non è però bastata alla squadra di Giampaolo per portare a casa punti e che ha anzi contribuito a rendere ancor più amara una debacle ormai annunciata.

Un match che ha dato per l’ennesima volta la conferma che quello targato Giampaolo sia semplicemente un progetto giusto, ma intrapreso al momento sbagliato. Un progetto messo in piedi senza la pianificazione necessaria, in maniera approssimativa e confusionaria. Anche per questo non stupiscono le parole del presidente Cairo, che nel post partita ha difeso il suo tecnico scaricando l’intero peso delle responsabilità sulla squadra. Perché sconfessare la scelta di Giampaolo – al quale il Torino per altro ha fatto firmare due anni di contratto a cifre importanti – da parte della società significherebbe sconfessare sé stessa e ammettere quello che ad oggi pare essere a tutti gli effetti un fallimento annunciato.

Ora per la società sarebbe piuttosto il caso di iniziare a pensare a una soluzione. Un rimedio per la perdita di valore e di valori in una squadra che poco più di un anno fa (era il settembre 2019) batteva l’Atalanta, anche con un pizzico di fortuna, mostrando quei canini e quel furore agonistico che oggi sembrano essersi definitivamente sciolti come neve al sole. E così succede che ci si trovi davanti gli stessi protagonisti di quelle foto – all’epoca emblema del carattere-Toro – ridere più o meno convintamente al termine dell’ennesima brutta figura.

169 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ROBERC.G. - 1 mese fa

    Fratelli di virus piacere di essere con voi
    Il vero problema del Torino fc(non me la sento di chiamarlo TORO) e la società e quella osa inutile di Urbano Cairo
    In una Società di calcio se non si ha un strttura dirigenziale se non si ha u n a struttura per allenarsi se non si ha una struttura societaria si va da nessuna parte
    Poi ti credo i sorrisini del caxxo dopo una sconfitta tanto non ce una struttura societaria ne multe, quindi i giocatori fanno il caxxo che vogliono.
    CAIRO VATTENE che è già ora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ValerioneDiCesare - 1 mese fa

    Comunque articolo di una puntualità piuttosto ironica. Cairetto punta il dito contro i giocatori e taaac, articolino sui sorrisi dei giocatori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paul67 - 1 mese fa

    Finalmente il provocatore è stato bannato, aveva passato il limite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Chi???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GlennGould - 1 mese fa

    Siete lo zimbello della nostra storia. Ed il capo dello zimbello l’omino che è il presidente. Che tu sia maledetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maruzzella granata - 1 mese fa

    Appunto dicevo: pretendiamo troppo e senza forse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Toronelcuore74 - 1 mese fa

    Bisognerebbe non fare più l’abbonamento allo stadio, lasciarlo solo in tribuna, così forse, se e intelligente, e non presuntuoso come lo e stato in questi 15 anni, ripeto forse si deciderà a vendere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dattero - 1 mese fa

    Giampaolo non è roba di vagnati. Un altro inseguito da anni,sempre nel giro contorto del proprietario

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. giacki - 1 mese fa

    Il ritiro in una delle tante strutture sportive edificate per il bene della società…vanno al Robaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

      Io ce li manderei veramente in ritiro al Robaldo…. E che gli vogliamo dare ?? Una struttura vera…????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Chissà che cazzo stanno ancora aspettando per il robaldo…. quali arcani documenti serviranno mai ? A 5 ANNI DALL INIZIO DI QUEST ALTRA IMMONDA PRESA PER IL CULO!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maruzzella granata - 1 mese fa

      Un ottimo allenamento sarebbe quello di farli spalare fango dalla mattina presto sino alla sera.

      E dopo aver consumato una cena frugale farli correre sopra quel fango che hanno spalato almeno sino all’una del mattino.

      E alle sei si ricomincia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Quello che il Toro è il Fila, i Balon boys, il Grande Turin e Meroni - 1 mese fa

    Questa società che ha quel poco di fascino dovuto esclusivamente al Grande Torino e alla storia non merita le nostre attenzioni: tolto questo alone del mito oggi non resta niente non merita la A e probabilmente neanche la B meglio cada nel dimenticatoio e lasci spazio solo ai ricordi che col suo operato infanga

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. maxxvigg1968 - 1 mese fa

    l’altr’anno Longo alla fine l’ha “fottuto” traghettandoci a una non programmata salvezza – e infatti ha pagato lo sgarbo con la non riconferma
    qst’anno x andare sul sicuro ha preso un allenatore con determinate e molto chiare caratteristiche di gioco e NON gli ha preso le uniche figure indispensabili

    si chiama asincronia di vedute

    noi tutti (da tifosi) pensiamo che il proprietario del toro voglia il suo (sportivamente parlando) bene – nn abbiamo capito una fava
    l’unica cosa a cui è interessato sono i soldi che può spremere da questo asset societario chiamato torino fc
    andando in serie B prende subito un pelo meno di 10 milioni di paracadute – in più vende i vari big con ancora mercato e ricomincia il giochino del comprare a niente degli sconosciuti da rivendere qlche anno dopo (come già fece con i vari Glik/Darmian/D’Ambrosio/Immobile/Cerci)

    dobbiamo tutti aprire gli occhi …… siamo in mano a qsto qui

    la contestazione fuori dal Filadelfia non sposta di una virgola il piano industriale che qst’anno senza altri incidenti di percorso (Longo) ….. arriverà a conclusione

    a meno che non riusciamo a fargli cambiare idea

    Alessandria non è lontana

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG77 - 1 mese fa

      Va bene ma farei notare un piccolo particolare. Se vai in B i giocatori si svalutano e oltretutto faranno di tutto per andarsene. Quindi li devi svendere. Non direi che sia questo grande affare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Lascialo perdere Bischero@.
    È un provocatore nulla di più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

      Tu eri con lui a dire sirigu NKL izzo intoccabili !!!!! … capisco le limitazioni …. FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Si si continua ad incensare il tuo Cairo.
        Un bel 7 a tutti e due come i punti che forse avremo prima della pausa natalizia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Le risate di Sirigu e Izzo mi hanno ricordato quelle di Padelli dopo l’errore in amichevole compiuto da Gomis in pre campionato….
    Bene auguro loro la stessa fine di Padelli zimbello della tifoseria interista e terzo insignificante portiere peggio di quello stronzo di Pinsoglio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giancarlo - 1 mese fa

      Ma quest’anno Gomis ha giocato in Chanpion League: Padelli ha continuato con le padellate (lo scorso anno) che lo hanno reso celebre,

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

    No io parlerei sempre e solo del giuoco : ricordo benissimo che eri assieme a molti tuoi compari che diceva Sirigu Nkl Izzo intoccabili !!!!! Capisco che l’unica cosa che sai è dire Cairo vattene …. capisco le limitazioni …. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Bischero - 1 mese fa

    I miei compari? Parli dei tifosi del toro? Quelli che piangono e si di sperano quando vedono questo scempio gestionale? Si continuo. Tu continua pure a fare lo zerbino. Le figuracce che fai e il tempo che perdi spero siano almeno retribuite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. miele - 1 mese fa

    Deduzioni acutissima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Cup - 1 mese fa

    La nostra salvezza oggi non può che essere quella di richiamare Ventura, l’unico che Cairo non è riuscito a sottomettere ed ha fatto fare il vero salto di qualità al Toro. Lo dico seriamente. E non aspetterei gennaio, ma lo chiamerei subito per programmare il mercato. Se mi inveite contro, tenetevi pure Giampaolo, Cairo padrone e la serie B alle porte…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ValerioneDiCesare - 1 mese fa

      Guarda Cup, io sono d’accordo con te e ho sempre difeso Ventura, però pur conservando il bel ricordo penso che il suo ciclo al Toro fosse finito in maniera piuttosto chiara e un suo ritorno adesso non aiuterebbe né a risolvere nulla, né a calmare l’ambiente. Poi è solo un parere eh, ma la situazione di oggi è moooolto più compromessa di qualche anno fa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lake - 1 mese fa

        E poi basta minestre riscaldate,che si abbia il coraggio di investire su un progrmma a medio-lungo termine,o in alternativa a investire Urbanetto..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ROBERC.G. - 1 mese fa

          Investire Urbanetto… Magari

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. NEss - 1 mese fa

    A me sembra che, per la prima volta quest’anno, la squadra ieri non abbia giocato.
    Nelle gare scorse c’erano errori e magari qualche singolo sospetto, ma la squadra nel complesso era presente.
    Il primo tempo di ieri, invece, ricorda i tanti della stagione scorsa.

    Perche’? Cosa e’ successo in settimana?

    – contestazione post-derby
    – confronto negli spogliatoi (Rincon?). Per cosa?
    – Cairo che parla alla squadra.

    Per me e’ il trucco e’ li’. Poi non ho alcuna informazione diretta e magari sono completamente fuori strada, ma il primo tempo di ieri e’ stato diverso dalle altre partite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. GRANATORO - 1 mese fa

    Bravo fantomen, aggiungerei che l’illuminato diceva ai procuratori di chiamare lui anziché il DS e questa è la sintesi della gestione cairo da sempre, decido tutto io e me ne fotto di costruire una società seria e competente… I risultati di tanta superbia e stupidità sono sotto gli occhi di tutti. Bravo cairo, bravo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. miele - 1 mese fa

    C’è voluto un po’ di tempo, ma ora qualcuno si azzarda a scrivere cose che molti di noi dissero chiaramente e ripetutamente quando fu assunto Giampaolo: un allenatore di quel tipo, con idee rigide alle quali non era disposto a derogare, avrebbe avuto bisogno di almeno una normale estate di preparazione, senza i problemi conseguenti alla pandemia, e già in questo caso, era da mettere in conto un lungo periodo di indottrinamento dei giocatori. Oltre a ciò, per i suoi schemi, occorrevano alcuni elementi con caratteristiche ben definite. Sappiamo tutti come il mercato di Cairo, more solito, dopo promesse e proclami, sia stato assolutamente disastroso e così si è aggiunto problema a problema. Il risultato, previsto da molti di noi, è qui, sotto gli occhi di tutti ed ora si dovrebbe cercar di porre riparo, ma, anche per questo aspetto sappiamo già come andrà a finire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Fantomen - 1 mese fa

    E chiaro ed evidentemente cosa è successo……cairo perde petrachi a marzo …..cairo cosa fa anziché capire con chi sostituirlo pensa a come fargliela pagare e nel contempo crede di fare tutto da solo con un portaborse (bava) ……brucia Mazzarri e lo spogliatoio in 2 mosse …..la prima : Prende verdi all’ultimo giorno di mercato, Mazzarri gli aveva chiesto di fare acquisti entro i preliminari di Europa Ligue perché dopo avrebbe creato delle gerarchie su cui avrebbe messo la faccia…..chiaramente bruciata con l’arrivo di verdi con cui ha dovuto cambiare modulo e gerarchie di cui aveva promesso delle posizioni…… tutto in concomitanza con il caso Nkulu che ha gestito cairo in malomodo ……la seconda mossa : lasciare una squadra è un allenatore senza dirigenza per un anno intero ….autogestione ,allenatori (Mazzarri e Longo ) da soli a gestire calciatori importanti che non volevano più restare , problematiche di carenza assoluta di strutture figure anche banali ma inesistenti, promesse del presidente mai mantenute nei confronti dei giocatori ne degli allenatori …….ci si salva per il rotto della cuffia e decide di affidarsi di un DS……e qui succede il tracollo……innanzitutto come lo sceglie, ne prende uno giovane che abbia ciò che basta per prendersi delle responsabilità ma che non gli dica troppo cosa fare……peccato che il soggetto (Vagnati) a cui gli dice questo è il budget il resto trovalo con le vendite, sia scarso sia da curriculum che da mosse fatte …….infatti crea danni su danni ……vuole a tutti i costi Giampaolo nonostante sia chiaro che la squadra del toro sia l’antitesi piu lontana dal calcio di Giampaolo ….e nonostante sia chiaro che non ha in mano certezze di stravolgere la squadra….infatti non riesce a vendere nessuno e riesce a comprare solo gregari che anziché alzare il livello della squadra l’hanno abbassata mettendo in più fuori progetto giocatori chiave come Izzo ansaldi ecc….non riuscendo inoltre a vendere quelli che qui proprio non volevano più stare sotto la gestione cairo ……all’incompetenza di Vagnati si aggiunge il carattere di Vagnati che fa dell’arroganza e prepotenza lo scudo della sua inesperienza mettendo odio su odio alla società……tutti noi tifosi e gli addetti ai lavori hanno e abbiamo subito visto che sarebbe stato un disastro annunciato…..ma non per le risate dei giocatori che sono ‘Virgole ‘ ma per tutto ciò sopra descritto……oggi si raccoglie i danni che Cairo ha fatto negli ultimi 2 anni …..che sono i nodi venuti al pettine degli altri 8/10 passati senza imparare nulla dal mondo del calcio……se la presunzione e accompagnato dalla ignoranza il risultato è questo ……un disastro annunciato da tutti ma non da lui …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Malco160576 - 1 mese fa

      Analisi perfetta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 1 mese fa

      Ma secondo te un Ds che é nel mondo del calcio da bambino prende Gianpaolo di testa sua?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Fantomen - 1 mese fa

        Pensa che juric era vicino ….ma ha saputo che Vagnati voleva a tutti i costi Giampaolo …..non se l’è sentita ..:oltre alla situazione societaria degrada e gran parte spogliatoio che voleva scappare da torino …..e quindi a preferito Verona con uno stipendio minore ma una percentuale sulle plusvalenze create dai giocatori gli dava più garanzie…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 1 mese fa

          Ma santo dio… Ho detto io in conferenza stampa che seguivamo Gianpaolo da anni? O lo ha detto Cairo? Semplici e juric erano opzioni di vagnati.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Fantomen - 1 mese fa

            Magari cairo ha incontrato juric una volta da solo è la seconda volta con Vagnati…….semplici per fortuna Vagnati non l’ha neanche proposto……ha puntato tutto su Giampaolo……cairo era dubbioso ma lui si è preso le sue responsabilità…….ma non sentite le frignacce che dicono su tuttosport o cosa è costretto a dire cairo in conferenza stampa……..e come quando dice che Mazzarri non rischia è il giorno dopo lo cacciano……..Giampaolo è stato un pallino di Vagnati

            Mi piace Non mi piace
    3. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Bravo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. ddavide69 - 1 mese fa

      E aggiungerei anche la questione dei premi non pagati per la qualificazione EL

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Fantomen - 1 mese fa

        Scusa me li sono dimenticati……roba non da poco

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. oscarfc - 1 mese fa

    Ricordo alcuni tuoi commenti non propriamente critici, non voglio fare una critica ad personam ne ho alcuna intenzione di mancarti di rispetto ma se non hai un ononimo che scrive su questo sito credo di non sentirmi tirato in causa, anzi ho sempre seguito una linea non allineata alla società Torino Fc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Torello di Romagna - 1 mese fa

    Eppure sta “nascendo un gran bel Toro” …. Vero presidente ? Che bettera’tutti i record negativi !
    Qualsiasi altra società di fronte allo scempio di calcio proposto avrebbe deciso la sterzata …. Serve un mister cazzuto , meno maestro , che obblighi questi giocatori rammolliti a lottare col coltello tra i denti punto su punto così da capire fin d’ora chi cedere a gennaio e chi integrare ; l’obiettivo , per chi non l’avesse ancora capito è la salvezza !
    Invece manteniamo questa situazione quindi giovedì torneremo da Roma con almeno altri tre gol sul groppone e continueremo a perdere tempo invano .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ValerioneDiCesare - 1 mese fa

      Serve l’allenatore che dici tu e che soprattutto abbia il coraggio di mettere fuori rosa “nomi importanti”. Che però si svaluterebbero (cosa che a cairetto sta sicuramente più a cuore dei risultati) e quindi da sto pantano non se ne esce

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. giacki - 1 mese fa

    La societa ha perso la faccia nel caso Nkoulu…doveva stare 6 mesi fuori rosa …quelli poco attaccati alla maglia tipo Izzo hanno invece visto che possono qualunque cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blubba - 1 mese fa

      per forza, tu vedi qualcuno con la mazza aggirarsi negli spogliatoi alla petrachi per dire ,per tenere sotto controllo l’ambiente.il raccordo tra presidente squadra nn esiste piu o nnè mai esistito.Ai tempi di ventura veniva delegato tutto Cairo firmava solo assegni ed era la cosa migliore ogni qual volta ha voluto fareil boss siamo finiti nellamerda

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. ghiry7 - 1 mese fa

    Nel mercato dovevano vendere Sirigu, Izzo e Nkoulou (scontenti quindi demotivati) e prendere un centrale buono (Andersen)..e niente.
    Vendere Meitè e Zaza (inguardabili in qualsiasi categoria italica) e prendere qualcuno tipo Pereyra (visto la partita di ieri?) e Joao Pedro..e niente.
    Prendere un play decente e un trequartista…e niente.
    E noi poveri tifosi “ignoranti” a dire che questa rosa per GP era inadeguata, mentre i fenomeni in società addetti ai lavori ci raccontavano che la squadra era a posto cosí.
    Bravi, avete fatto un bel lavoro, grazie per questi spettacoli indegni e per farci star male ogni domenica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. blubba - 1 mese fa

    E’ evidente ke qualcosa è saltato nello spogliatoio comunque.Sirigu,Izzo e Nkoulou sono il miglior portiere e due dei migliori centrali di difesa in Italia.Vi pare possibile ke nel giro di un anno piu o meno da dicembre dello scorso si sia divemtati da una dell migliori difesa ,l’ultima.Prendiamo gol a grappoli da gennaio e mi dipsice ammetterlo ma sul fatto ke almeno in quel reparto i giocatori li abbiamo,ha ragione Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fandangogranata - 1 mese fa

      Potranno essere i migliori al mondo, ma se non gliene frega nulla!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. granata76 - 1 mese fa

    Tribuna fino a fine campionato per izzo, sirigu e n’koulo….. Non ci salveremo mai ma è ora di smetterla di pagare gente vergognosa e capricciosa….. Mettiamo in campo i giovani, puntiamo a creare un toro di gente che vive di toro…..meglio in B con il cuore che pagando dei vigliacchi….. E poi con mezzo anno di tribuna vediamo quanti vanno all’europeo….. Hanno calpestato la nostra fede…. Devono pagare!!…. Non abbiamo più bisogno di loro!!!!…. Vigliacchi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. fandangogranata - 1 mese fa

    Sirigu è il classico giocatore che si è sempre lanciato in pistolotti sul fatto di essere veri uomini, sui tifosi che non devono fischiare, ecc.. Fatti da parte ominicchio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bordeauxgranata - 1 mese fa

      Cazzi suoi, tanto tutti questi mercenari avranno la carriera rovinata dopo questa stagione, e il non più giovane Sirigu appenderà i guantoni al chiodo senza manco fare l Europeo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Rysz - 1 mese fa

    Vorrei aprire una discussione:
    secondo me il momento in cui è iniziato il lento e inarrestabile declino che ci porterà in serie b coincide con il momento in cui si è deciso di vendere Lijajic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bordeauxgranata - 1 mese fa

      Io credo sia stato il caso Nkoulou

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Robs - 1 mese fa

      Credo la dipartita di petrachi.. Andandosene lui qualcosa è successo.. Forse voleva portarli con lui, forse teneva lo spogliatoio meglio di quanto credevamo. In più per un anno non è stato sostituito(bava un povero cristo messo lì a caso ) e oggi sulle macerie ne serviva uno proprio alla petrachi, che mandó via gli ex Palermo per prendere gente di C. Restammo in b ma trovammo dei playoff in quel momento insperati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. blubba - 1 mese fa

    Attualmente la squadra è nelle mani del Nano ke fa e disfa(piu disfa).Il Ds è un suo fdantoccio,l’allenatore aziendalista lo ha scelto lui perchè nessuno con un po di cervello in questa stagione dava un contratto a GP.Tant è un favore al Milan nn si nega mai e ci siamo presi nel pacchetto anche lo svizzero di cui avevamo estremo bisogno.C’ era da rifondare tutto ad afgosto ma vuoi mwtttere a RIFARE TUTTA LA ROSA, MEGLIO SCOMMETTEREIN UNa salvezza a culo cn il maestro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. bordeauxgranata - 1 mese fa

    Sirigu e’pronto per la sagra del bue grasso di Carrù

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Sicuramente non per la sagra del Toro visto che le palle le ha perse per strada ed ora le raccoglie solo più in fondo alla rete

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Paul67 - 1 mese fa

    Vota il miglior GRANATA della stagione
    Reda, avete un bel coraggio a mettere sti articoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. natureboy - 1 mese fa

      sono articoli assurdi, come le pagelle. Sembra quasi che vogliano prenderci per i fondelli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Toro71 - 1 mese fa

    Cairo dovrebbe dimezzare gli stipendi a questi smidollati, non sono degni di indossare questa maglia. Sarebbero da prendere tutti a calci in c.. o.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 1 mese fa

      Se nn é degno il PRESINIENTE come possono esserlo i suoi dipendenti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Blasphemous !Sentenza.3! - 1 mese fa

    Ma non scrivete cazzate che fino a ieri avevate ancora il coraggio di parlare di “svolta”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. natureboy - 1 mese fa

    Leggete l’intervista a Pasquale Bruno, ha ragione su tutto. Qualcosa sta accadendo al Torino, perchè nessun giornalista indaga? Perdiamo tutte le partite ed i giornalisti si mettono a fare le PAGELLE dei match? Ma a chi frega delle pagelle quando prendiamo 3 gol a partita, vogliamo capire cosa sta accadendo al Torino. Dove sono i veri giornalisti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Nero77 - 1 mese fa

    C era bisogno di quest articolo per aprire gli occhi?Società con le pezze al culo, un Ds che conta come il 2 di briscola ed un presunto maestro collezionista di esoneri ,cos aspettarsi?Credevo,anzi speravo che Urbanetto divenuto il numero 1 dell editoria Italiana ,investisse di più per Toro,invece è stato peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Paul67 - 1 mese fa

    Con Cairetto si scende di categoria, questo è poco ma sicuro, sta tutto andando a rotoli, i segnali se li si vuole cogliere, vengono da lontano……. I giocatori che se la ridono a fine partita dopo l’ennesima sconfitta sono una presa per il cu.o per chi ama questi colori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. granatadellabassa - 1 mese fa

    Foto emblematiche. A questo punto meglio inserire gente che ha voglia di emergere come Gojak, Bremer, Savic, Bonazzoli, magari Bongiorno o quell’asino di Segre…: faranno errori di inesperienza ma se proprio proprio si andrà in serie B, lo faremo facendo maturare quei giocatori che poi ci dovranno riportare in A.
    Tristissima situazione, ricorda un po’ quando si retrocedette con presunti big come Diana, Di Michele, Pancaro, Coco, Gasbarroni…
    Serve gente affamato come i cd peones del primo mercato di Petrachi.
    Che miseria!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. mirafiori64 - 1 mese fa

    E chiaro che dopo le dichiarazioni post partita di ieri si è creato una frattura tra giocatori da una parte e allenatore/ Cairo dall’altra.
    Gli effetti di questa frattura li vedremo già giovedì a Roma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Robs - 1 mese fa

      Magari giovedì perdono vuoi dire?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Jason James Sigurdvinsson - 1 mese fa

    Questo ammasso d innominabili NON è il Toro ! E mai lo sarà! Gente che ridacchia dopo l ‘ ennesima assurda sconfitta, altri che ridendo sbattono sui media fotografie innominabili, un Capo Supremo che in pieno delirio di autostima non vuole e non sa prendere decisioni consone alla situazione..L ‘ allenatore in preda a nebulose masturbazioni mentali che portano al nulla assoluto. Una gestione tecnica per il resto totalmente assente. Questa non è una squadra..Questa non è una Società..Ancora questa settimana con le braccia conserte a fare gli omoni ben protetti dalla palizzata del Filadelfia..Ed ora un paio di giorni più tardi ad avere dimostrato sul campo ciò che sono realmente: ominicchi di ben scarsa caratura. Senza spina dorsale..Svogliati..Disinteressati..Ed oltretutto abbondantemente incapaci a svolgere il mestiere per il quale vengono troppo lautamente pagati : l ‘ arte pedatoria. Di chi la responsabilità di tale scempio? Di chi la responsabilità di non aver potuto, saputo , voluto trasmettere i reali valori del TORINO ? Ma d’ altro canto come si può pensare di trasmettere a dei superpagati pallonari menefreghisti un qualcosa che non si conosce e che mai si é scientemente voluto apprendere? Il Toro ha perso la propria anima. E questo è accaduto tanti anni addietro..E con codesto ammasso di personaggi laidi e disinteressati ben difficilmente la potrà ritrovare ..SFVCG..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Nonji - 1 mese fa

    Ho un’unica remotissima speranza, Didi Nicola da subito e mentalmente la squadra può svoltare, poi pulizia dalla testa alla coda , ma sappiamo tutti da dove puzza il pesce …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatadellabassa - 1 mese fa

      Non è un problema di allenatore per quanto GP sia inadatto a questa rosa. Società e giocatori sono i veri colpevoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Askorbato - 1 mese fa

      Nicola?? Non scherziamo…. ricordati che lo scorso anno si è salvato all ultima giornata grazie ad un amico che si chiama Juric…. svegliati. Nicola è un allenatore di basso livello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Nonji - 1 mese fa

        Sono ben sveglio… non servono maestri ma strizzatori di p… che conoscono l’ambiente. Firmerei per salvarmi l’ultima gg.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Roland78 - 1 mese fa

    Ho talmente amato Sirigu nelle ultime stagioni, che la delusione è tripla, per l’atteggiamento che sta avendo. Dell’altro, neanche parlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Sirigu é tecnicamente un gran portiere e le responsabilità sui gol sono minime. Non si può discutere. Posso però analizzare la sua condizione fisica che forse é una conseguenza Dell aspetto mentale. Se voleva andare via ed era anche disposto ad andare a Parma vuol dire che in questa società non vuole più stare. Cosa intendo per aspetto fisico? È in evidente sovrappeso. Cosa abituale per lui in tutti gli inizi di stagione dopo l estate. Ma nel giro di 20 giorni si rimetteva in riga. Per un portiere la reattività é tutto. Come l aspetto mentale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. honeysun - 1 mese fa

    Cairo deve avere il coraggio di fare minusvalenze su giocatori che non hanno voglia, vedi Izzo Nkoulu Sirigu. Inutile tenere dei giocatori che non sono motivati e che volevano andare via. Dopo il Wolveremthon, uno come nkoulu dovevamo metterlo alla porta a gennaio scorso. Invece cerca di tenere insieme i cocci nel miraggio di vendere un domani e poter guadagnare. Ma ci vuole più umiltà e soprattutto disponibilità economica per ripianare eventuali perdite che sono nell ordine delle cose , se fa l imprenditore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. honeysun - 1 mese fa

    Certi giocatori non dovevano essere tenuti, Izzo zaza, nkoulou, sirigu in primis… bisogna avere il coraggio di fare anche minusvalenze oggi per non pagare a caro prezzo domani. La serie b penso aldilà del paracadute, sarebbe un grave danno. Invece si cerca di tenere insieme i cocci in tutti i modi per cercare di mantenere e rivalorizzare giocatori che essendo svogliati ed insoddisfatti non sono valorizzabili e costituiscono un problema tecnico.
    Spero di salvarci, ma credo che con questa attuale gestione, non sarà facile.

    Aldilà delle problematiche tecniche ci sono problemi strutturali che rendono le cose ancora più difficili
    Spero di sbagliarmi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. drino-san - 1 mese fa

    Cairo la cazzata grossa l’ha fatta a non voler fare minusvalenza coi giocatori che volevano andare via. Adesso ci rimette dieci volte tanto. Avesse liberato quei 5-6 che volevano andare via avrebbe consegnato un gruppo sano all’allenatore. A Gennaio vediamo cosa vale Vagnati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rossomalpelo - 1 mese fa

      Questa è bella…!!!

      A gennaio il mandrogno fa fuori GP e si accorda con lui per la buonuscita, indi chiama Semplici e gli fa un contratto da pezzente sino alla fine della stagione, non acquista nessuno, al limite vende il vendibile e Vagnati, da buon lacché del nano, si mette a zerbino, muto e rassegnato, e si fa calpestare ben bene.

      D’altronde il mandrogno conosce bene la lezione: basta pagare il giusto e anche l’ultimo degli onesti diventa servo del padrone.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. drino-san - 1 mese fa

        Vabé, commenti a casaccio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 1 mese fa

          Purtroppo non è detto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 1 mese fa

      Non é vero cosa hai scritto. Non avrebbe fatto nessuna minusvalenze. Izzo 9 milioni e 2 anni di ammortamento. Sirigu a 0 nkoulou a 2 milioni e 3 anni di ammortamento. Tutte le cessioni sarebbero state in plusvalenza ombra di dubbio. E avrebbe risparmiato mal contati 9 milioni di ingaggi. La verità é che se un giocatore del toro parte é solo alla cifra che vuole il mandrogno. Berenguer é partito perché hanno pagato i 12 milioni richiesti. Altrimenti si fossero fermati a 10 sarebbe ancora al toro. Cairo é il cancro del toro e come tale va estirpato alla radice.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. drino-san - 1 mese fa

        Sta di fatto che non sono partiti a nessuna cifra e questo oltre a non portare soldi ( minusvalenza o no) ha creato problemi alla squadra. La sostanza rimane, non capisco i commenti polemici

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 1 mese fa

          Io non ho fatto polemica. Ti ho solo spiegato sotto l aspetto economico la cosa. Non sono partiti e non perché non avessero mercato ma perché si voleva lucrare il più possibile. Secondo te Inter fiorentina atalanta e Lazio non erano interessate ad izzo? Chiaro che se per 20 milioni non lo fai partire ti tieni la grana in casa. Nkoulou per 5 o 6 milioni poteva andare al Milan o alla Roma. Ma se ne chiedi 12 o 13 te lo tieni. Idem lyanco.in periodo post covid non potevi fare lo schizzinoso. Già solo con i 15 milioni presi per i due centrali risparmiavi sull ingaggio e portavi 2 profili funzionali in squadra.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. massimo.toffol_556 - 1 mese fa

    condivido in toto l’analisi fatta, ma quale giornalista si può permettere di scrivere la verità
    sui disastri del presniente o di fare domande scomode in conferenza stampa sui vari Robaldo, Filadelfia, settore giovanile quando lo stesso presiniente è un editore di vari giornali e proprietario di una tv ? basta assistere a una sola conferenza stampa per capire che nessuno fa le domande che andrebbero fatte. il bugiardo di Masio è la peggiore disgrazia che ci poteva capitare , il peggior presidente di sempre che , non dimentichiamolo, ci ha fatto fallire per poter prendere il Toro a costo zero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Bischero - 1 mese fa

    Io per quel poco che capisco vedo che l unico veramente professionale e degno li in mezzo a quel marasma é l allenatore. Poi il nulla o quasi. Cari tifosi. Vi voglio solo ricordare che il Torino é nostro. Non del padrone di turno. Noi abbiamo la facoltà di farlo desistere dalla non volontà di cedere. Tutto é chiaro é lampante per chi ha occhi per vedere. Oramai anche i giornalisti veri stanno aprendo gli occhi e dicendo le cose come stanno. Ieri da sky é partito un attacco diretto al vero responsabile. Ora spetta ai compratori rivelarsi e amalgamare il tifo dopo almeno 10 anni e tutti insieme mandare a casa il nano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leojunior - 1 mese fa

      Vai tu per primo da solo ad affrontare Meité… dai… che sei un Leone.

      Non c’è bisogno di sta gentaglia tra i tifosi, buffone!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Robs - 1 mese fa

        Ha 12 compari che lo accompagnano vedo… È anche fortunato… Chissà dov’era l’altro giorno tra l’altro..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Robs - 1 mese fa

        Giusto per finire prima di “saltellare” via, ti consiglierei di leggere i commenti delle altre persone prima di dare epiteti o attribuirne parti d’appartenenza, potresti essere sorpreso…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Mimmo75 - 1 mese fa

    Che poi, riflettendo su quanto accaduto nell’ultima settimana c’è veramente da restare basiti: Rincon ha detto che c’è stato un confronto negli spogliatoi e che avrebbero giocato con il petto in fuori, Giampaolo ha detto che Cairo ha tenuto un discorso prima della partita, Belotti ha chiamato tutti a raccolta nel secondo tempo… niente, encefalogramma piatto!, Che arrivi in fretta gennaio per rivoluzionare davvero tutto o iniziamo sin da ora a entrare nell’ordine d’idee che il prossimo anno andremo a giocare a Cittadella e il cerchio sarà chiuso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 1 mese fa

      Rivoluzione a gennaio?
      Sarebbe una necessità, nn credo sia possibile con questa proprietà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. policano67 - 1 mese fa

    Bel commento da condividere in modo totale.eppure avevo l impressioni che fossi pro cairo.hai perfettamente capito il problema a differenza ti tanti altri ancora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. morantony - 1 mese fa

    Questo nano infame vuole andare in B di proposito per poter vendere tutti incassare il paracadute e poi togliersi dai piedi …secondo me questo è il suo piano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. eurotoro - 1 mese fa

    Dal playoff wolver in poi e’ uscita fuori tutta l’incompetenza di questa societa’…ero incredulo veder ripartire la stagione con in rosa ancora nkulu e izzo… non ci credevo poi ancora zaza in rosa totalmente incompatibile col gallo…era da sbolognare in prestito a gratis e invece pure questo errore! insomma le hanno fatte tutte x fallire e ci sono riusciti! la perla prendere giampaolo e non avere in rosa 2 registi e 2 trequartisti…questo e’ il mio ultimo commento x quest’anno…non ho visto la partita ma almeno mi sono risparmiato le risate di sti pagliacci..a gennaio spero se ne vadano tutte le mele marce e arrivi qualcuno competente di calcio o la serie b e’ sicura!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 1 mese fa

      errori su errori putroppo da quando petrachi se n’e’ andato, non un genio, ma meglio del niente attuale (anzi dei danni che fa Cairo in modalita’ DS visto che non capisce un cazzo di calcio e se ne fotte delle persone, giocatori e tifosi in primis)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Giancarlo - 1 mese fa

    Fino a qualche tempo fa pensavo che Cairo, imprenditore di successo, avrebbe voluto e saputo trasferire al Toro le competenze e le risorse per farne un’altra stella del suo patrimonio. Non gli era costato nulla acquisirlo, poco aveva poi investito, qualche (grave) errore di gioventù gli era stato perdonato. Ora però lo metto nella stessa stregua degli pseudo presidenti che si sono succeduti a Rossi, mai troppo rimpianto, ma dietro anche a Bersano, che senza una lira ci aveva fatto godere, ma lasciando uno strascico di debiti che ci sono costati decenni di sofferenze. Credevo in Cairo, ma ora lo vedo in uno stato confusionale drammatico. L’assenza di capacità progettuali si accoppia a valanghe di denaro sperperato in acquisti senza senso. Una Normale gestione ci avrebbe consentito di essere in ben altra posizione. Si ravvederà? Temo di no. Occorrerebbe resettare tutto, investire con buon senso già a gennaio, cosa mai fatta sino ad ora, affidarci ad un allenatore pragmatico (Longo andrebbe benissimo anche se rappresenterebbe la conferma del fallimento dei precedenti “progetti”) e mettere su mattoncini su mattoncini per riemergere, poco per volta. Ma ovviamente non credo che Cairo abbia l’umiltà per farlo e pertanto vedo molto male la situazione che stiamo vivendo. Ho abusato di verbi al condizionale, ma non vedo certezze per l’indicativo. Un cambio di presidenza? Si, ma con chi? Chi vuole o può comprare il Toro? Uno sceicco?, Un mafioso russo? Un imprenditore locale ora alle prese con una situazione generale allarmante? Un avventuriero? Soventissimo noi tifosi ragioniamo di pancia, ma io, dal 1947 ne ho già viste di tutti i colori e voglio essere pragmatico, una situazione quale quella odierna mi lascia profondamente pessimista e temo che per diverso tempo non rivedrò il mio Toro nelle posizioni che gli competono. Sperando sempre di sbagliarmi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

      Andremo a giocarci il derby con lo Junior Casale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. LeoJunior - 1 mese fa

      Leggi quanto scrivo sotto: sei così sicuro che Cairo sia un bravo imprenditore? Attenzione a darlo per scontato. Io non so da dove arrivi e come sia arrivato dov’è. E attenzione che stiamo parlando non di scarpe, vestiti o carta igienica ma di editoria = potere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giancarlo - 1 mese fa

        Andiamo in meandri di difficile interpretazione. Certo che se fosse il rappresentante (detto “testa di legno”) di poteri forti, la cosa mi lascerebbe ulteriormente perplesso. Non credo che questi vorrebbero che una scheggia di quei poteri potesse incrinare in qualche modo l’equilibrio del sistema.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. bullgoal - 1 mese fa

    che carino Sirigu…sembra appena uscito dalla doccia. MA VA A Da’ VIA AL CU!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. LeoJunior - 1 mese fa

    Attnzione che spesso le analisi sono sbagliate perchè si prende per buona l’ipotesi iniziale. Sento dire a tutti che è strano che Cairo, da bravo imprenditore, non riesca a fare altrettanto nel calcio. Ma siamo sicuri che sia un imprenditore e pure bravo? Io lo sto dicendo da tempo che non è così. Il calcio è l’unico caso in cui ha messo la testa fuori dal suo mondo e ha fatto vedere le sue qualità. Andrebbe capito come è arrivato ad essere un editore. Qualcuno ha mai fatto una vera inchiesta? e chi dovrebbe farla? … giornalisti che poi vorrebbero sopravvivere nello stesso ambiente? Impossibile. E quindi continuiamo a prendere per buono che sia un imprenditore. Ma abbiamo mai analizzato la sua storia? Chi ha alle spalle? Come dal nulla sia diventato imprenditore nel mondo dell’editoria che è sinonimo di potere?
    Un solo esempio: un normale imprenditore almeno si porrebbe il problema di verificare il suo management. Metterebbe in fila: Comi, che in un mondo normale friggerebbe patatine in un fast food; Vagnati, pivellino nel mondo del calcio che nessuno si fila; Moretti, che poveretto tiene famiglia e altro non potrebbe fare. E un imprenditore non si pone un mezzo dubbio?
    Evitiamo di chiamarlo imprenditore per rispetto di chi lo fa veramente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leojunior - 1 mese fa

      Stimato omonimo, non sono d’accodo. Cairo a 30 anni era già dirigente al fianco di Berlusconi, ed era uno di migliori venditori del gruppo Fininvest. Quando c’è stata Tangentopoli lui è stato l’unico dirigente ad ammettere i reati e a patteggiare una pena. Gli altri si sono nascosti dietro Berlusconi e le sue leggi ad personam. Per aver patteggiato è stato poi licenziato da Fininvest e ha aperto una sua società editoriale e di vendita pubblicità. Partendo dal nulla, con le pezze al culo, e una condanna penale, è arrivato ad avere capitali per comprare LA7 da Telecom Italia, e RCS con ‘appoggio di Banca Intesa. LA7 peraltro è forse l’unica emittente nazionale non lottizzata politicamente dove ci sono i migliori giornalisti italiani, tipo Foris, la Gruber, Mentana. Su LA7 c’è il migliore programma satirico attuale, cioè Propaganda Live, e c’è spazio anche per un’opinione di estrema destra come quella di Giletti. Che quindi Cairo abbia fallito con il Toro è sotto gli occhi di tutti, ma che come imprenditore sia stato in grado si costruire un grande gruppo editoriale pluralista è altrettanto chiaro. Anche Ciminelli è stato un grande imprenditore, e ha pagato con la sua cessione dell’azienda la scellerata gestione del Toro, e i truschini che sono stati fatti da ambienti Fiattini per le Olimpiadi (tipo speculazione sul Comunale)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 1 mese fa

        caro omonimo, fino a qualche tempo fa lo credevo anch’io. Ma di fronte a tanta dimostrazione di incapacità qualche dubbio me lo sono fatto venire. Per lavoro ho la fortuna di venire a contatto con molti imprenditori veri e ti assicuro che nessuno di loro accetterebbe una situazione del genere senza fare nulla. Nessuno prenderebbe in considerazione l’ipotesi di affidare un proprio business a incapaci come quelli che ho citato e che vediamo operare. Tutti farebbero un’analisi dei competitor e capirebbero come e dove hanno avuto successo e vedrebbe che i risultati sportivi sono sempre figli di dirigenze di qualità.
        Quindi, o mi tocca fare il complottista e penso che Cairo sia veramente l’emissario degli Agnelli con l’obbiettivo di annientarci oppure devo pensare che Cairo non è questo genio.
        Per cortesia dammi una terza spiegazione perchè non la trovo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Giancarlo - 1 mese fa

        Allora conveniamo che comprare e gestire il Toro porta sfiga. Troppo semplice (se non ricordo male anche Traversa e Gerbi, oltre Pianelli, ma per altre ragioni, abbiano poi avuto i loro problemi). Cosa ci sia sotto nessuno lo sa, nessuno lo capisce. Ma non vedo come la gestione di una squadra di calcio possa e debba essere condizionata da poteri occulti di alta finanza ed imprenditoria (come si ipotizza in diversi luoghi). Si è dimostrato un grande imprenditore, ma è miserabilmente fallito con il Torino, e non riesco a darmene una spiegazione. E non credo che stavolta c’entrino gli Agnelli.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. Comotto - 1 mese fa

    Pare evidente che la rosa vale di più della classifica. La contestazione fuori tempo ha portato ieri a 2 reazioni…. I vari singolo a giocare con il braccino Sirigu izzo e co a fottersene. Ritiro fino a Natale e fuori dai coglioni chi non crede nel progetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bullgoal - 1 mese fa

      io più che di rosa parlerei di MARRONE…ma tanto MARRONE!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 1 mese fa

      Quale progetto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

    Mancano 33/34 punti per la salvezza: delle prossime 27 partite bisogna vincerne almeno 9 (una ogni tre) e pareggiarne altre 6/7. Un’impresa impossibile con Giampaolo in panca (lo dice la statistica, guardatevi la sua media punti a partita).
    Ostinarsi a tenerlo significa rassegnarsi alla serie B o credere che Babbo Natale faccia il miracolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. rossomalpelo - 1 mese fa

    Ma è mai possibile che non abbiate ancora capito che l’obiettivo finale del mandrogno, dopo aver acquistato, nel 2005, i resti del Torino Calcio per un pugno di noccioline e dopo gli accordi sottobanco con la famigghia Agnelli per la futura cessione del pacchetto di maggiornaza del Gruppo RCS alla Cairo Communications, e quello di disintegrare e far sparire definitivamente quel che resta del Toro e i suoi Tifosi ?

    Tutte le vostre congetture, ipotesi, eventuali soluzioni, ecc. sono solo aria fritta e parole al vento.

    Se si vuole ancora salvare il salvabile occorre passare a vie di fatto, altro che contestazioni pacifiche all’acqua di rose:

    “La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un’opera letteraria, un disegno, un ricamo; non la si può fare con altrettanta eleganza, tranquillità e delicatezza, o con altrettanta dolcezza, gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità. La rivoluzione è un’insurrezione, un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un’altra.”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Robs - 1 mese fa

      Al di là che citi una frase che diede il via a una dittatura terribile, poi che senso ha nella storia di una squadra di calcio? Dopo? La finanzia chi è sceso in piazza? O credi che in testa alla rivoluzione si posizionerà uno sceicco armato di bastone? O anche solo un Lavazza?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. plexy67 - 1 mese fa

    Siamo alla frutta,ma non scopriamo certo l’acqua calda oggi…Una società di calcio diventata penosa,che non ha più niente di sano,non investe,un Presiniente che decide e tanti burattini di corte…Una squadra che anche se qualche volta ha messo in campo un po di determinazione,si ritrova oggi in fondo alla classifica.Il calendario è penoso,ma quando non riesci a vincere con squadre abbordabili,figuriamoci con le “Grandi”.L’atteggiamento di certi giocatori è scandaloso,si dovrebbero nascondere,non ridere in campo,vergognatevi che è meglio!!!Abbimao un portiere in panca,non sarà una cima,ma peggio di Sirigu,diventa difficile….Si sono salvati il Gallo,Bonazzoli e forse Lukic Gojak entrati nella ripresa.È triste vederer il tracolo della tua squadre e non poter fare nulla…FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. GlennGould - 1 mese fa

    Ad oggi, con la decisione del ritiro, Cairo avrà un
    altro problema da risolvere.

    Primo problema, trovare un hotel in cui le camere costano poco, ma salva le apparenze.

    Secondo problema, per ottimizzare i costi dei pasti, come fare?
    Buoni pasto ai giocatori e desinare in tavola calda limitrofa, darebbe troppo all’occhio?
    Se si, (terzo problema) affittare la cucina dell’hotel ma con un cuoco già a libro paga?
    Oppure (quarto problema) utilizzare quello dell’hotel trattando su una mezza pensione?
    O ancora, quinto, cercare un ristorante vicino e discutere un forfait?

    Vedremo come finirà..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 1 mese fa

      Tendopoli e pranzo/cena al sacco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gior_425 - 1 mese fa

      Ha fatto ridere solo Sirigu e Izzo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Bischero - 1 mese fa

      Grande glenn

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  59. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

    Mi gioco una sconfitta per 6-0 a Roma

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  60. Stufodellamediocrita' - 1 mese fa

    Fallimento annunciato che ha un solo nome e cognome: Urbano Cairo!
    Gestire una società di calcio come fa lui con quello che fu il Torino è emblematico di una mentalità priva di qualsiasi ambizione sportiva, vivacchiare tanto per farlo, non perseguire mai un obiettivo.
    E’ dai tempi di Ventura che è così, arrivi in Europa per caso è squadra smantellata;
    si prosegue con Mihajlovic, attacco formidabile e difesa di burro, ovviamente si smantella il.primo; fino ad arrivare a Mazzarri, cui sarebbero bastati i rinforzi richiesti per completare l’ottimo lavoro che aveva iniziato., invece il solo Verdi, preso a cifre folli l’ultimo giorno di mercato.
    Longo parla chiaro alla società, lo mandano via, lui sì che avrebbe inchiodato Cairo alle sue responsabilità. Infine prendi Giampaolo, che ha un dogma che prevede alcuni punti fermi che chiaramente non arrivano, riciclando Rincon, discreto incontrista e nulla più, come pseudo-regista, adattando Lukic a trequartista e via dicendo.
    Quelli che ridono sono i giocatori che volevano andar via e che per contingenze particolari non sono stati venduti: ora li mettiamo in vetrina, per così dire, per favorirne la cessione a gennaio. Bremer invece secondo me non gioca per salvaguardarlo visto che ha mercato in Inghilterra.
    Giampaolo sta solo facendo ciò che hanno fatto i predecessori, a parte Mihajlovic e Longo: assecondare il presidente, che tanto, anche se si dovesse retrocedere (cosa assai probabile) non perderà nulla perché nulla ha mai investito di suo.
    In tutto questo siamo noi tifosi, smarriti ed avviliti, alcuni realisti da sempre, altri che hanno finalmente aperto gli occhi ed ancora quelli che nemmeno di fronte all’evidenza ciclopica del nulla sportivo riescono a distaccarsi da Cairo, persuasi che oltre lui ci sia solo il fallimento economico.
    E’ un quadro desolante ma questo è…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  61. farnaud_10560030 - 1 mese fa

    E’ chiaro che Bremer sta fuori o come punizione perché non vuole prolungare o perché è già stato ceduto per gennaio. Tener fuori uno così forte con la banda del buco che abbiamo là dietro sarebbe un gesto suicida.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  62. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

    Uno come Sarri sarebbe l’allenatore giusto! Non uno dei tanti yes man del cazzo che assicuratisi l’ingaggio avallano tutte le minchiate del padrone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 mese fa

      Sarri verrebbe al Torino?
      E quanto costerebbe?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 1 mese fa

      Ma se è andato dai gobbi, si è rimangiato tutto ciò che di negativo aveva detto su di loro, ha dovuto adeguarsi alla rosa, ha snaturato il suo calcio e si è beccato un esonero!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  63. PaCo68 - 1 mese fa

    I giocatori che sono usciti ridendo … multati e sospesi (chiaramente senza stipendio) …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. policano67 - 1 mese fa

      Per multare giocatori dourebbe esistere una societa seria o al limite un prototipo di societa alle spalle.cairo comi e vagnati a te danno questo concetto?auguri amico

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  64. Roberto - 1 mese fa

    È veramente una vergogna vedere in campo certa gente che passeggia e non gliene frega nulla, anzi sembra che ci godano…
    È evidente che qualcosa si è rotto…e da molto tempo.
    Sono molti i giocatori che non dovrebbero essere più schierati,….. Ma se dovremmo far giocare chi se lo merita, resterebbero in campo al massimo 3/4 giocatori, quindi via GP…. anche se non è tutta colpa sua, ma è abbastanza chiaro che non ci capisca molto,…. L’unico che andava bene in difesa, non lo fa giocare,…. Chissà perché…, e prendiamo uno alla Reja,… Che bada al sodo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  65. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

    Giovedì subiremo una goleada a Roma e tutte le baggianate dette a proposito della fiducia verranno rimangiate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  66. martin76 - 1 mese fa

    Sono del ’76 quindi nella mia vita di tifoso ho assistito a moltissimi periodi bui ed a poche soddisfazioni sportive. Ma non mi sono mai sentito preso in giro come invece accade oggi. Una serie infinita di beffe atroci, da quelle maturate sul campo a quelle rappresentate dai sorrisi di giocatori a cui di infangare la nostra maglia non gliene frega un cazzo.
    Ribadisco ciò che ho scritto ieri, fuori dai coglioni chi ha ormai dimostrato coi fatti di prenderci per il culo (purtroppo anche Sirigu che pensavo fosse persona diversa), dentro i pochi che ci tengono alla maglia (immenso capitano), fiducia all’allenatore e contestazione durissima a colui che ha messo in atto, ormai da 16 anni, questo processo di degranatizzazione e di abbattimento dei nostri valori. Sono veramente amareggiato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  67. paulinStantun - 1 mese fa

    Non c’è una gara se sono colpevoli i giocatori (o meglio: una parte di loro) o Cairo: la colpa è di entrambi
    I giocatori, contenti o meno, devono giocare al massimo in quanto PROFUMATAMENTE PAGATI!!!
    Sti cazzo di ragazzotti appartengono ad una categoria super-privilegiata che viene strapagata oltre ogni limite sensato… PER GIOCARE!!!!!
    Se se ne vogliono andare fanno come ogni lavoratore: onorano fino alla fine il loro contratto (che hanno firmato loro approvando tempi e cifre, mica avevano una pistola alla tempia) e non rompono le balle. Altro che scontenti!!!
    Credete che Belotti (vabbè facile prendere il migliore, però anche altri fanno così) si stia divertendo come un cinghiale in un campo di patate a giocare in questa squadra??? Magari vedendo la situazione anche lui sta facendo un pensierino ad andarsene (per quanto abbia dimostrato di tenere molto al Toro, coi fatti non con le parole) però si sbatte, corre prende botte tutta la partita, perchè evidentemente è una persona seria ed un professionista.
    Per quanto riguarda Cairo io non sono mai stato particolarmente ostile e gli riconosco anche dei meriti, però sta montando da anni l’incazzatura verso di lui!!!
    A differenza della maggior parte, io non contesto a lui il fatto di non buttare soldi nel calcio o anche del fatto che non vuole vendere (perchè per vendere ci vuole qualcuno che compra e, tolte le fantasie di qualcuno o qualche manica di pagliacci, di offerte serie probabilmente non ne ha ricevute) ma del fatto che NON HA COSTRUITO UNA STRUTTURA SOCIETARIA DEGNA DI QUESTO NOME!!!!!!!!!!!!!!!!
    Percassi dell’atalanta mica ha speso più di Cairo… però ha speso bene ed ha una struttura societaria che evidentemente funziona (e che per esempio fa si che riesce a guadagnare 50 o 60 mln di euri per la vendita ai gobbi di un giocatore che praticamente non ha mai giocato da loro!!!).
    Sto somaro, invece di creare (ed in 15 anni avrebbe potuto farlo) una struttura societaria solida ha sempre pensato di poter amministrare una società di calcio come una qualsiasi altra società, errore madornale che mi chiedo come possa aver commesso!!!
    Comunque sembra cominci a pagare anche lui in termini di immagine questa grande annata: sempre più spesso viene additato dai commentatori come colpevole se non principale comunque colpevole… speriamo che questo colpo all’orgoglio personale possa portare a dei cambiamenti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  68. Athletic - 1 mese fa

    Quelli che adesso sorridono sono quelli che erano da cedere quest’estate, l’errore è stato commesso in quella circostanza. La campagna acquisti/cessioni, si sta rivelando disastrosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bull1906 - 1 mese fa

      Vero ma i primi a non voler cedere i nostri beniamini siamo noi. Se si fosse venduto Sirigu questa estate chi avrebbe approvato ? Manca un direttore generale vero, con le palle con i controfiocchi , manca un calciatore di altri tempi che faccia sentire il senso di appartenenza alla maglia , a quello che ha rappresentato e rappresenta. Manca una progettualità ,paradossalmente Cairo non il peggiore dei presidenti(vedi il mafioso laziale, il gobbo intrallazzato , il napoletano che non gliene frega nulla della persona),ha commesso l’errore ,e non lo vuole ammettere di accentrare tutto su di se, attorniandosi solo di lacchè, yes-man. SEMPRE E SOLO FORZA TORO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 1 mese fa

        Sicuramente nessuno sarebbe stato contento di vedere andare via Sirigu, anzi ne avremmo dette di tutti i colori, io compreso. Ma è per questo che la campagna acquisti non la devono fare i tifosi ed è vero quello che dici riguardo il DG, e riguardo la società in generale, sono loro quelli che devono sapere dove vogliono andare, quale obiettivo perseguire, quali calciatori sono o non sono motivati, quali sono o non sono utili alla causa, quali sono elementi positivi nello spogliatoio e quali quelli negativi. In tutto questo il fallimento è totale, già negli ultimi anni gli errori sono stati diversi, ma quest’estate temo si sia toccato il fondo. Ci siamo salvati giusto nel periodo di Ventura, perchè si accollava tutti i ruoli sulle sue spalle, e ci riusciva benissimo, anche in considerazione del fatto che il budget a disposizione non era nullo, ma negativo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  69. bloodyhell - 1 mese fa

    quei sorrisi di sirigu e izzo e un’umiliazione che non meritavamo. rivolgo a giampaolo una preghiera accorata: non li convochi nemmeno più. rispettare la maglia vuol dire rispettare la sua storia, e rispettare la sua storia vuol dire rispettare noi tifosi. più che amareggiato, sono triste. no, noi tifosi non meritavamo quei sorrisi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro71 - 1 mese fa

      Infatti se fossi Cairo Sirigu, Izzo, Zaza e altri che pensano solo si soldi fuori rosa fino a gennaio e senza stipendio per scarso rendimento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  70. Scott - 1 mese fa

    Il fallimento è iniziato con mazzarri. Atalanta e Lecce erano i campanelli che suonavano, tranne che per i sordi e per Cairo. Il capolavoro poi ad agosto, con rincon promosso play. Neanche i dilettanti sarebbero così masochisti. Non si può nascondere per sempre la polvere sotto il tappeto. Adesso c’è un unico rimedio. Investire a gennaio in un paio di giocatori veri di qualità, a centrocampo e nella trequarti. Se non sarà fatto, sarà la sentenza definitiva del Toro e della sottospecie di presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mirafiori64 - 1 mese fa

      Il fallimento è iniziato dopo la contestazione di Genova, è un dato di fatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  71. l.cupiol_5432650 - 1 mese fa

    Solo Ventura riusciva a non farsi sottomettere completamente da Cairo e a pilotare il mercato. Forse è una questione di età. Ecco, per Cairo ci vuole un allenatore anziano o almeno più grande di lui. Uno come Ranieri o Sarri…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  72. Nero77 - 1 mese fa

    Sono professionisti e di un certo livello,il loro comportamento è inaccettabile,ma se siamo arrivati a questo,vuol dire che anche i calciatori più esperti e rappresentativi si sono rotti il CAZZO di questa società di pezzenti senza la minima idea di programmazione. Con la dichiarazione di ieri credo non si possa più tornare indietro,la Frattura è insanabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  73. Fantomen - 1 mese fa

    Non facciamoci prendere in giro ……Cairo è l’unico colpevole….ha levato il senso di appartenenza dai giocatori ai tifosi …..tuttosport mette la foto di sirigu in prima pagina ……perché chi pensate che glielo abbia detto per levare l’attenzione su di lui …..non facciamoci prendere in giro da lui ……..dalla Cairese volevano andare via sirigu belotti Izzo nkulu meite lukic berenguer zaza baselli che si sappia di altri non so …..credete sia un bel segnale che i migliori se ne vogliano andare da 2 anni …..e quelli che arrivano farebbero la stessa fine dopo un ‘anno …..non prendiamo un aulin se abbiamo mal di testa, ma risolviamo il problema che ci fa venire il mal di testa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 1 mese fa

      Ma tu sei sicuro che tutti quelli che hai detto volevano andare via??? A me sembra che siano idee tue senza un minimo di fondamento (quando mai si è parlato di Lukic che voleva andare via???)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paulinStantun - 1 mese fa

      Ma tu sei sicuro che tutti quelli che hai detto volevano andare via??? A me sembra che siano idee tue senza un minimo di fondamento (quando mai si è parlato di Lukic che voleva andare via??? E Zaza???? Ma dove vuoi che vada??? Manco a giocare con Cerci lo vorrebbero -e poi giusto oggi il suo procuratore ha detto che sta bene dov’è e quindi a gennaio nessuna cessione).
      L’ambiente è già deteriorato a dir poco, non aggiungiamo ancora veleno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. gior_425 - 1 mese fa

      Adesso Cairo comanda ruttosporck? Ma che film ti fai? Capisco le critiche, peró rimaniamo seri…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  74. Toroperduto - 1 mese fa

    Noooo, perché annunciato, chi lo scrisse questa estate era solo una gobbo di merda, perché dire che era annunciato, abbiamo comprato un sacco di bei giocatori, perché scrivete così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  75. policano67 - 1 mese fa

    Mesi fa scriss che giampaolo era l allenatore sbagliato nella squadra e momento sbagliato.in questo scempio il meno colpevole e propio lui.so convinto che cairo ha preso per il culo anche lui cm fa cn i tifosi da anni.leggevo di bava baipassato.nn penso che il mercato lo abbiano mai fatto i ds da noi.i danni di cairo partono anni dietro.nemmeno nelle serie dilettantistiche esiste piu il presidente e il mister.il toro di cairo e cosi.da queste cose parte la decadenza.e lui che acquista e vende e guardate i risultati.ha preso verdi pagandolo na cifra ed e un fallimento come zaza e niang.poi addossa la colpa ai mister di turno.nn caccia giampolo perke si e esposto troppo e costa ma sta continuando a sbaglia perke anke se nn ha colpe gravi giampaolo ma nn e lui che puo tirarci fuori.cairo per nn contraddirsi sta sbagliando due uolte con gianp.a prenderlo e a nn esonerarlo.nn ci so margini di recupero perche la squadra e troppo scarsa e composta da giocatori inutili alla causa.cairo e il cancro e va estirpato.ce ancora gran parte della tifoseria che e cm lui altrimenti sarebbe scappato di notte.con lui il peggio deve ancora arrivare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  76. tric - 1 mese fa

    Tranquilli! adesso li mandiamo in ritiro spirituale e ritroveranno la fede! Siamo alla follia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  77. Mimmo75 - 1 mese fa

    In ogni caso, il tempo è galantuomo e ci sta facendo capire quanto fosse importante Petrachi, a prescindere dall’aspetto umano sicuramente non all’altezza di quello professionale. Merda eravamo quando arrivò, merda stiamo tornando ad essere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  78. bordeauxgranata - 1 mese fa

    Non voglio più vedere Sirigu Izzo nkoulou meité e zaza, abbiamo appurato che questi 5 sono il problema principale a livello spogliatoio, trascinano tutti gli altri in un vortice di negatività e rassegnazione, che ci vogliate credere o no ad oggi il Toro è la squadra da ultimo posto in classifica, a meno di miracoli é meglio che l ambiente si prepari a tempi funesti e di confusione immensa.Cairi deve partire con le buone o le cattive

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  79. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

    Sapete a quanto è dato il 2-3 casalingo contro il Bologna?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  80. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

    A Roma riusciremo a incassarne meno di 4? Ormai puntare sulla sola sconfitta non rende più nulla!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  81. Messere Granata - 1 mese fa

    Proposta da fare alla Lega. Cambiare immediatamente il nome alla Società: Pedemontana, Eridania, Vattelapesca o altro. Cambiare colori sociali: Verde, Azzurro, Blu o qualunque altro. Questa fogna non deve più chiamarsi Torino e vestirsi di Granata. Questi miserabili non devono più salire a Superga. Non lo facciano per i tifosi, dei quali a loro non frega nulla, ma per rispetto dei nostri Caduti, verso i quali è in atto un esecrabile vilipendio che offende l’onore e la dignità della nostra Storia. Basta con questa mattanza di sentimenti. Vergognatevi tutti e sparite dalla circolazione. Con infinito disprezzo da un tifoso Granata del Torino, e non di questa “caricatura” di Società di buffoni prezzolati. Miserabili!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 mese fa

      cambia squadra tu e quegli altri 53,che si fa prima

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  82. leggendagranata - 1 mese fa

    Il Toro è una “nave sanza nocchiere in gran tempesta”, questa la verità emersa dalla partita contro l’ Udinese. Meglio sarebbe dire “nave sanza nocchieri”. E sì, perchè i responsabili di questa situazione sono più di uno (dal presidente in giù). Per brevità mi concentrerò su Giampaolo. La prima colpa è averlo ingaggiato dopo la pessima figura fatta al Milan (esonero a dicembre, non male). Purtroppo, è stato ingaggiato “proprio” perchè aveva allenato il Milan e cioè con la solita mentalità del nostro “bauscia” secondo cui ” Milan l’è on gran Milan” (eppure di fregature con questo criterio ne aveva già prese, da Recoba a Niang). E così, in una stagione praticamente senza pre-campionato si è preso un integralista di un certo gioco, ma senza averne i presupposti (trequartista e regista). Giampaolo, poi, non si fa mancare niente e ci fa ingaggiare giocatori mediocri (Rodriguez, Murru, Lynetti) o acerbi (Bonazzoli, una rondine non fa primavera). Gente che non poteva e non ha potuto far fare il necessario salto di qualità alla squadra. Per difendere queste scelte, e ovviamente la sua sedia, Giampaolo si è intestardito su scelte tecniche prive di logica ei di buon senso: insistere sulla linea di mediana Lynetti-Rincon-Meitè, fare un tourbillon di difensori, pur di tenere in campo Rodriguez, ignorare i due giovani potenziali talenti Segre e Singo (quest’ ultimo finalmente inserito, ma solo dopo le forti sollecitazioni fatte da tifosi, stampa e critici calcistici),ritardare i cambi (o farli) in modo sconsiderato, mentre l’ altro allenatore provvedeva tempestivamente a raddrizzare la proprio squadra con 4/5 innesti. Che molte di queste critiche fossero azzeccate, lo ha dimostrato lui stesso, rinnegando il suo 4-4-2, per passare tardivamente al 5-3-2, rinunciando al pressing alto (ma con lo sciagurato lentissimo giro palla difensivo e il lancio lungo di scarsissima efficacia), facendo ieri tre cambi al 46′. Tutte queste incertezze e incapacità di lettura della partita si sono concentrare ieri e la frittata è stata servita. Siamo partiti subito come al solito con la formazione sbagliata, e cioè tenendo in panchina tre elementi che ci potevano essere utili per raddrizzare difesa e centrocampo (i due reparti più in sofferenza finora): Izzo, Bremer e Segre. Il conciliabolo al centro del campo della squadra, tra il primo e secondo tempo, senza l’ allenatore, e i sorrisi di Sirugu e Izzo alla fine sono, secondo me, emblematici di una situazione fuori controllo da parte di Giampaolo. Andando avanti così, è evidente che il risultato è uno soltanto: la Serie B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. oscarfc - 1 mese fa

      Sarei curioso di sapere cosa non piace, in questa analisi condivisibilissima, a chi mette i meno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  83. Mario66 - 1 mese fa

    Non posso immaginare che uno scaltro come Cairo possa generare un fallimento sportivo ed economico di queste proporzioni. Ho il dubbio che sia premeditazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Cairo non è scaltro, è un arrivista, buono solo a prendere a zero, tagliare i costi, senza nessuna idea d’impresa come visione, prospettiva, rilancio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  84. Mario66 - 1 mese fa

    L’atteggiamento di questi quattro mercenari che ridono o che in campo sembrano passeggiare è gravissimo. Il tanto vituperato Lotito li avrebbe già messi fuori squadra. Al di là di questo la colpa di tutto rimane di Cairo. Il quale ci ha messo veramente di suo per fare affondare questa Società. Bravo davvero non era facile. Rimango curioso di sapere quanto ci abbia veramente guadagnato in tutto ciò.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  85. Mimmo75 - 1 mese fa

    Ieri, nel post partita, abbiamo avuto parecchie conferme:

    1) i giornalisti sportivi hanno finalmente trovato la forza e il coraggio di parlare esplicitamente delle responsabilità di Cairo, senza troppi giri di parole, senza frasi allusive ma con bordate dirette che non lasciano spazio a interpretazioni. In attesa di intervistare Giampaolo ai microfoni di Sky, prima Mariano e poi Condò hanno inchiodato Cairo alle sue responsabilità, il primo evidenziando la sequenza di scelte sbagliate del presidente, a partire dall’esonero di Mazzarri, dalla mancata conferma di Longo e dal siluramento di Bava dopo appena sei mesi. E qui è intervenuto Condò, raccontando che molti procuratori, durante il breve regno di Bava, avevano avuto ordine da Cairo di rivolgersi direttamente a lui bypassando il DS. Il povero Massimo, in pratica ci ha messo faccia e culo mentre Cairo combinava uno scempio che avremmo pagato da li a breve e che stiamo tutt’ora continuando a pagare.

    2) Cairo continua a giocare allo scaricabarile nel più ignobile dei modi, riversando sui calciatori la responsabilità del fallimento, salvando solo in apparenza Giampaolo (non può fare altrimenti o lo delegittimerebbe e dovrebbe esonerarlo) e sollevando completamente se stesso da ogni responsabilità. Ora, io capisco che ammettere di aver sbagliato tutto in sede di programmazione e di mercato fornirebbe un alibi ai calciatori, ma da qui a non ammettere neanche che la responsabilità va almeno equamente divisa ce ne corre. Sarebbe stato un gesto non solo onesto nei confronti di chi ascoltava le sue parole ma un segnale netto a tutti i componenti del Toro, del tipo “io ci sto mettendo la faccia e se lo faccio io pretendo lo facciate tutti”. Invece niente, il presidente conferma di vivere su un pianeta tutto suo e d’altronde cosa aspettarsi da uno che appena due giorni fa ripeteva di aver fatto un mercato all’altezza?

    3) Marco Giampaolo si è confermato per l’ennesima volta persona seria, schietta, coerente e rispettosa (lui si) verso chi lo ascolta. Senza troppi giri di parole ha bastonato la squadra per la prestazione, dimostrando che quando invece la difendeva nonostante le sconfitte non compiva un atto dovuto ma riconosceva e salvava l’impegno messo in campo e le buone cose fatte, pur sottolineando debolezze ed errori. Ma dopo averla bastonata (e qui sta l’enorme differenza tra lui e Cairo) si è assunto tutta la responsabilità per la situazione attuale, completamente, senza mezze frasi.

    Giampaolo è il meno colpevole eppure è quello che sfugge meno (anzi, per niente) alle proprie responsabilità, mentre Vagnati e Cairo, dopo un anno di collaborazione, ancora non hanno mai neanche velatamente ammesso che uno zerovirgola di responsabilità ce l’hanno anche loro per le azioni e omissioni di mercato.
    Una domanda mi tormenta da mesi (da quando si chiuse il mercato) e spero che la risposta che mi son dato sia corretta e cioè che società e mister abbiano scientemente assunto il rischio di navigare a vista fino a gennaio per poi completare bene il mercato e dare finalmente il via al progetto Giampaolo. Per quanto creda pochissimo ai mercati invernali di Cairo, è proprio l’atteggiamento del mister a farmi credere che possa essere così. Ieri, parlando del suo rapporto con la società ha usato termini positivi, distensivi, senza far velatamente trapelare alcuna insoddisfazione. Cairo dal canto suo lo ha esonerato da responsabilità. E poi c’è anche l’aspetto tecnico ad andare in quella direzione:
    1) gioca chi voleva andar via e/o chi è fuori dal progetto tecnico (N’Koulou, Lyanco, Verdi, Zaza, Izzo) segno che bisogna salvaguardarne il valore di mercato in vista dell’imminente cessione, mentre vengono tenuti il più possibile al riparo quelli sui quali si punterà con decisione in futuro (Bremer, Bonazzoli, Gojak, Buongiorno, Segre e, nei limiti del possibile Singo e Vojvoda, viste le assenze ora di Ansaldi, ora di Murru, o gli impegni extra di Rodriguez con la nazionale);
    2) in attesa di un mercato all’altezza, Giampaolo sta chiaramente facendo i salti mortali tra cambio modulo (violenza su se stesso e su anni di convinzioni strutturate e granitiche) e rotazione di uomini in difesa, passando da gare nelle quali ha fatto scarso ricorso ai cambi ad altre, come quella di ieri, dove dopo un solo tempo ne butta dentro tre tutti insieme. Allenatore in confusione? No, uno come Giampaolo, rigido nelle sue convinzioni, non va in confusione, da questo punto di vista il il limite dell’integralismo ha un risvolto positivo proprio nell’assoluta lucidità di chi adotta un dogma. Semplicemente ha accettato (e qui torno alla mia convinzione) di rinviare di qualche mese l’avvio concreto del suo progetto, fidandosi di Cairo e Vagnati. E qui casca l’asino e torno al “povero Giampaolo” con cui accolsi il suo arrivo. Povero Giampaolo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mirafiori64 - 1 mese fa

      Mimmo sei una brava persona e anche competente, ti leggo sempre con interesse ma come ti vengono in mente certe cose, capisco che l’amore che hai verso questi colori ti portano a non accettare la realtà. Neanche Cairo in persona avrebbe argomentato come te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mirafiori64 - 1 mese fa

        Mi riferisco allo scientemente assunto il rischio, per tutto il resto sono d’accordo con te

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bordeauxgranata - 1 mese fa

      Non posso credere che un allenatore come Giampaolo non veda che ci sono degli elementi di distruzione nel gruppo a livello tecnico,tattico e di atteggiamento. Se non li mette in tribuna dimostra di capirci poco della situazione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 1 mese fa

        I poteri di Giampaolo (ma di ogni allenatore) sono limitati al campo. La gestione sportiva nel suo complesso è del DS che, a sua volta, è chiamato a tradurre le direttive della società. Se Cairo dice a Vagnati che chi dovrà essere ceduto deve giocare per mantenere su livelli accettabili il valore di mercato, al DS non resta che imporre la scelta dirigenziale al mister. Giampaolo a quel punto ha tre strade: o si adegua o si dimette o se ne fotte fin quando non lo esonerano. Quest’ultima scelta può compierla solo chi sa di avere a disposizione il giusto materiale per imporre la propria idea di gioco, certo che i risultati lo metteranno in una posizione di forza, visto che diventerebbe impossibile esonerare un allenatore vincente. E’ quel che succedeva con Ventura che non si faceva problemi a mandare in tribuna i giocatori che la società gli prendeva senza che fossero a lui graditi, anche a costo di schierare dei difensori a centrocampo. Ma Giampaolo sa di non poter andare lontano con gli uomini che ha a disposizione perchè troppi sono quelli demotivati (Sirigu, Lyanco, N’Koulou, Izzo, Verdi) fuori ruolo sia per il 4312 che per il 352 (ancora Verdi, Zaza – relativamente alla convivenza con Belotti – Rincon, Lukic, Edera, Millico) o ancora non in grado di esprimersi al meglio e soprattutto con continuità in serie A, per inesperienza o qualità, bisognosi di un inserimento sereno e graduale (Milinkovic Savic, Buongiorno, Segre, Millico, Edera, Singo, Gojak, Vojvoda).
        Giampaolo ha scelto di adeguarsi e siccome in passato ha dato dimostrazione di essere uno che non le manda a dire e che non ne fa una questione di “stipendio”, quando c’è da mandare a quel paese un presidente, ecco che mi vien da pensare quel che scrivevo prima e cioè una scelta attendista, concordata con la società in vista del mercato di gennaio, nel quale tutto ciò che non si è riusciti a fare (o non si è voluto) dovrebbe essere messo a posto. Solo così mi spiego l’abbandono del 4312 e l’impiego di gente palesemente fuori ruolo o con la testa altrove, priva di mordente. Scopriremo presto se è così.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ilpalodiBeruatto - 1 mese fa

      Un saluto a te e a tutti i fratelli granata. Condivido molto la tua analisi. Ero inizialmente scettico su Giampaolo, invece mi sembra persona competente, seria, civile nei modi. Ho visto tratti di buon calcio e di una idea chiara di gioco: palla a terra, triangolazioni di prima, gioco tecnico. Certo poi farlo con a centrocampo con Meite, Rincon e Linetty è un po’ più difficile. Forse potrebbe riuscirci un giorno con Segre, Baselli e Gojak che sul piano della tecnica sono senz’altro superiori. E’ innegabile che ci siano giocatori che vogliono andare via (Raiola ha già detto che per Izzo sta cercando una squadra) e questo è destabilizzante. Credo che da questa situazione se ne esca razionalmente non con i semplici improperi: continuare ad attaccare Sirigu mi sembra ingiusto. Lo continuo a difendere: anche ieri per me non aveva colpe su nessuno dei tre gol subiti e francamente incaponirsi per una foto in cui sorride mi sembra eccessivo se non morboso. Gli errori tecnici stanno altrove: per esempio confrontiamo Zaza e Pussetto. Il nostro contro Sczesny sbaglia, l’udinese nella stessa posizione segna. Quello è un errore individuale non tattico o societario. In attesa di qualche vendita prima e di qualche acquisto (dubito) poi proviamo a salvare il salvabile. Un cordiale saluto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Ramiro - 1 mese fa

      Se aspettiamo ancora qualche mese per fare via al progetto ripartiremo dalla b

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Lemmy - 1 mese fa

      Ti quoto Mimmo, aggiungo che, a mio avviso, l’unico modo che ha Giampaolo, che difendo, (per ora eh, perché 2 o 3 errori significativi li ha fatti pure lui, e qual che è peggio, reiterati) di poter continuare questa stagione dignitosamente, è quello di mettere in campo o giocatori che sono appena arrivati, e quindi non hanno scuse da un punto di vista contrattuale (non che gli altri ne abbiano per carità), quali Vojvoda, Murru, Rodriguez, Linetty, Gojak, Bonazzoli, o giocatori che hanno rinnovato quali Rincon, Ansaldi, Singo, Ujkani, etc., o che hanno dimostrato di giocare se non per la maglia, quantomeno per la loro carriera e dignità, quali Belotti, Lukic, Bremer, Segre nonostante la cavolata fatta, oltre ovviamente a Buongiorno, e Baselli mi verrebbe da aggiungere Millico ed Edera ma non ci riesco.
      Si creerebbe in questo modo una sorta di zoccolo duro magari poco qualitativo ma sicuramente dignitoso e che ci permetterebbe anche di fare una stagione a testa alta, senza farsi prendere in giro da chiunque.
      Giampaolo dovrebbe insistere sul sistema di gioco che meglio conosce e difenderlo coi denti, senza fare scelte che non ha mai fatto in carriera e che non conosce neppure lui (ci sono allenatori che hanno costruito carriere sul 3-5-2 a quel punto tanto varrebbe affidarsi a loro). A questo punto anche la dignità diventa importante e va perseguita coerentemente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. IlPazzo - 1 mese fa

      Vediamo un po’…

      -Senti, Giampi. Vieni con noi, dai vieni! Ho un programma strepitoso, un piano che neanche una volpe!
      Ascolta qua, apri bene le orecchie. Tu vieni con noi, bello bello. Io ti faccio una squadra perfetta per la serie B… No! Ma non ti preoccopare! Tranquillo ti dico, e’ tutto calcolato! Senti qua che genialata! Noi partiamo cosi’ e a meta’ campionato siamo ultimi in classifica. Ma proprio ultimimi eh! Anzi, se anche con qualche punto di distacco dai penultimi ancora meglio! No! Stai tranquillo ti dico, che ora arriva il bello! Ci danno tutti per morti, e cominciano a prenderci sotto gamba. Ma noi abbiamo un PROGETTO, che cavolo! Io ho calcolato tutto! Arriva Gennaio, e io ti prendo dei fenomeni! Si’, dico, F-E-N-O-M-E-N-I!!! Guarda che ho gia’ parlato con Messi sai! Si’, ti dico Messi, quello la’. Eccerto che viene a Gennaio. Ho gia’ in mente tutto. Se non viene, gli tocca fare la Campions, magari arrivano pure in finale, e sai che fatica giocare a meta’ settimana. Lui invece viene da noi ormai in serie B, ci aiuta a fare una rimonta miracolosa che di piu’ non si puo’, e ci porta pure in campions quest’anno. E tutto solo per due piccioli e la soddisfazione, per non annoiarsi piu’. Eh? Hai visto che genio che sono? Allora vieni con noi? Eh? Eh? … Ci vieni?
      – Eccerto che vengo. Questo si’ che e’ un progetto!

      Bah, pazzo sono pazzo, pero’ non mi convince troppo. C’e’ qualcosa che mi sfugge, temo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  86. cuoretoro - 1 mese fa

    Fuori da subito SIRIGU, IZZO, NKULO, ZAZA E MEITÈ da non fare più giocare, piuttosto mettere ragazzi della primavera. Soprattutto Sirigu è da inizio campionato che gioca svogliato e senza grinta e a questo punto il gol con il cagliari mi vien da pensare che l’abbia fatto apposta, comunque i suoi errori ci sono costati almeno 6 punti, Izzo è un mafioso a cui non interessa niente del toro e non deve più vedere neanche la panchina, molto meglio Buongiorno, poi mi chiedo perchè Giampaolo non faccia più giocare Bremer che è il nostro miglior difensore. Su Zaza stendiamo un velo pietoso fa venire l’orticaria al solo vederlo con la maglia granata. GP deve avere il coraggio di tenerli fuori e mettere i giovani che devono seguire e prendere esempio dal GALLO e se non lo fanno farli alzare la mattina alle 6 e farli correre tutto il giorno! Non se ne può più che noi tifosi dobbiamo mangiarci il fegato per queste facce di m…. delle foto sopra. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  87. Max - 1 mese fa

    Dovrebbero vergognarsi di chiamarsi professionisti. Non si meritano la maglia….venduti
    Se solo avessero la meta’ dell’ anima del nostro capitano…….
    Dall’ Australia ….solo e sempre FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  88. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Suggerisco di cambiare il titolo all’articolo. Propongo “La scoperta dell’acqua calda”.
    A proposito di scaricabarile poi, cito “non stupiscono le parole del presidente Cairo, che nel post partita ha difeso il suo tecnico scaricando l’intero peso delle responsabilità sulla squadra”: ecco, non è che l’articolista faccia qualcosa di diverso, anzi. Mettere il focus sui due che escono sorridenti (ah! ci fosse ancora la Maratona, quella vera!) è il classico modo di sviare l’attenzione e di riproporre l’assioma presidenziale.
    Ben altro obiettivo servirebbe, e usare la spada, non il fioretto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantomen - 1 mese fa

      Esatto non cerchiamo altri colpevoli……alla Cairese nessuno ci vuole più stare ma da 2 anni……cairo ha tutti i giocatori contro……se voi avreste Cairo come presidente cosa fareste …..che vi prende per il culo e vi promette di farvi lavorare in dignità e poi vi fa lavorare come se foste in una squadra di promozione……per farsi sistemare il campo belotti l’ha detto in tv ( per citarne una di 100) lui è l’unico colpevole……che ha tolto il senso di appartenenza a tutti noi e hai giocatori……..questo non è più il toro e la Cairese e nessuno vuole giocare alla Cairese e nessuno vuole tifare la Cairese

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gior_425 - 1 mese fa

        Senza voler assolvere la società dai suoi errori, ma tutti questi lo stipendio lo prendono? Sono incazzati per cosa? Perchè volevano essere regalati alla concorrenza? Non mi pare che nessun top team abbia bussato per comprarli… Il calcio che conta non sa cosa farsene di loro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  89. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 mese fa

    Svegliarsi stamattina con queste due belle facce sorridenti dopo l’ennesima umiliazione è un colpo basso ! Potevate postarle un po’ dopo almeno …

    A questo punto Gianpaolo dovrà avere il coraggio e la decenza di non farli scendere più in campo. Fuori Sirigu, Izzo, N’Koulou, Zaza e possibilmente da vendere già a Gennaio.
    Ai quali aggiungerei anche Verdi e Meite.
    Rivoluzione difficile da fare a breve “, me ne rendo conto, ma qui ci vuole una svolta, e ovviamente servono rinforzi veri.
    Se fosse impossible cederli al contrario dovrebbero restare anche in serie B il prossimo anno. Sarebbe ingiusto che ci finissimo solo noi tifosi. Non saremmo più la miglior tifoseria di Italia, ma di sicuro questi sono i peggiori professionisti in circolazione.
    Certo a conti fatti, qui si salva solo Belotti, mai apatico e sempre voglioso “, sia che giochi bene o giochi male. Gli altri a corrente alternata quanto a voglia, mentre i primi citati, sempre male.
    Uno schifo assoluto. Neanche gli ammutinati Di Michele Diana e company avevano fatto peggio… In quel caso addirittura gli aggredimmo. Oggi c’è invece ancora chi li difende perché pochi tifosi al Fila li hanno lanciato due improperi dopo il derby e tre sole vittorie in 11 mesi…
    Sono allibito e anche un po’ scoglionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

      Quoto, se proprio si deve retrocedere meglio farlo con gente incazzata per sconfitte come queste che con gente senza vergogna.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy