Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

NEL SEGNO DEL TORO

Chi venne soprannominato fluidificante

Chi venne soprannominato fluidificante - immagine 1
Un nuovo appuntamento con la rubrica “Nel segno del Toro”, a cura di Stefano Budicin

Stefano Budicin

Chi è il fluidificante? Vi torna in mente il giocatore a cui un simile soprannome venne affibbiato? Sappiamo bene che nella storia del Toro il numero di soprannomi è davvero esteso. Pensiamo soltanto a Ercolino, nomignolo destinato al difensore Luciano Teneggi, oppure all’elefante Ezio Loik, a Cisco e Cecco, a Puliciclone. Eppure, nessuno di questi riesce a essere più particolare dell’etichetta di “fluidificante” che si finì per associare a un giocatore in particolare. Vediamo insieme a chi ci si rivolse.

Generalmente, per “fluidificante” ci si riferiva, intorno agli anni Sessanta-Settanta, a un difensore che fluidificava, rendeva cioè fluida l’azione con manovre lungo la linea dell’out, per agevolare l’attacco ed essere determinante come uomo in più. I fluidificanti nella storia granata sono stati molti, ma il nome che si associa subito a tale soprannome è Natalino Fossati.

Di origini alessandrine, Fossati entra nelle giovanili granata da ragazzo e, dopo i primi passi nel Genoa si fa notare come pedina insostituibile delle formazioni granata che vanno dal 1964 al 1974.  Per un decennio difende con assoluta maestria, riesce a spingersi con tempismo in attacco, compiendo azioni che si rivelano fastidiose per le difese avversarie. Il suo tiro è forte e preciso e capace di fare la differenza, come durante la partita del 19 gennaio 1969, in cui rilascia due coppie di gol, o durante quella del 18 maggio 1969, in cui replica i fasti di gennaio.

Le reti valgono la vittoria. Fossati concluderà la carriera con due vittorie in Coppa Italia e 18 presenze nel derby. Un po’ di amaro in bocca per non essere rimasto un paio di stagioni in più assieme alla squadra di Radice permane, perché allora il titolo di campione d’Italia non glielo avrebbe tolto nessuno.

 

Laureato in Lingue Straniere, scrivo dall’età di undici anni. Adoro viaggiare e ricercare l’eccellenza nelle cose di tutti i giorni. Capricorno ascendente Toro, calmo e paziente e orientato all’ottimismo, scrivo nel segno di una curiosità che non conosce confini.

Attraverso le sue rubriche, grazie al lavoro di qualificati opinionisti, Toro News offre ai propri lettori spunti di riflessione ed approfondimenti di carattere indipendente sul Torino e non solo.

tutte le notizie di