Toro, con il Benevento non sarà facile: devi tirare fuori gli attributi

Lavagna Tattica / Torna l’appuntamento con Lello Vernacchia: “La squadra di Inzaghi è tra le soprese di questo campionato, sa quello che deve fare in campo”

di Lello Vernacchia

Questa sera scenderà in campo il primo Torino di Davide Nicola, al suo esordio sulla panchina granata in una gara molto complicata con il Benevento di Pippo Inzaghi, fino a qui una delle sorprese di questo campionato. È molto delicata la situazione in casa Toro, reduce dall’esonero di Giampaolo e dell’arrivo di Nicola che ha avuto pochissimo tempo per preparare la gara con i giallorossi.

LA PARTITA – Non sarà di certo una partita facile per il Torino: fino ad ora in campionato la squadra di Inzaghi ha fatto molto bene (lo dimostrano i 21 punti raccolti fino a qui). Il Vigorito non è un campo facile e i giallorossi sono molto abili a verticalizzare e tecnicamente molto bravi. Anche le palle inattive saranno fondamentali: tra le fila avversarie ci sarà anche Kamil Glik (il grande ex di questa partita), giocatore che il Toro conosce bene, molto bravo a staccare di testa nei calci piazzati.

BENEVENTO, ITALY – JANUARY 09: Kamil Glik of Benevento Calcio during the Serie A match between Benevento Calcio and Atalanta BC at Stadio Ciro Vigorito on January 09, 2021 in Benevento, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

CARATTERE – La speranza è che Nicola riesca a lavorare e curare la fase di non possesso del Torino: con Giampaolo è mancato tanto questo fattore. Arrivato da poco, sarà difficile per Nicola trasmettere subito tutte le sue idee tattiche: per questo è necessario anzitutto che la squadra giochi con carattere questa sfida. Il tecnico granata ha giocato nel Toro (QUI i dettagli) e conosce l’ambiente: sarebbe bello che trasmettesse alla squadra subito la grinta necessaria per vincere anche quelle partite più complicate a livello tattico. Questa sera dunque servirà un Toro che cambi l’atteggiamento in campo: a livello caratteriale dovrà esserci un cambio di mentalità senza ombra di dubbio, che deve essere la base su cui poi innestare il credo tattico dell’allenatore.


Attraverso le sue rubriche, grazie al lavoro di qualificati opinionisti, Toro News offre ai propri lettori spunti di riflessione ed approfondimenti di carattere indipendente sul Torino e non solo.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bilancio - 1 mese fa

    Ok una riflessione.
    Io direi di sotterrare l ascia di guerra.
    Aspettare di vedere la reazione della squadra in questa partita aggiungendo che:
    Al netto dello scazzamento generale, degli sbagli societari, degli schemi inapplicabile, degli adattamenti improbabili, resta il fatto che mai ho visto una squadra essere in credito di xulo come la nostra.
    Ora dico, per la legge dei grandi numeri, e senza aspettarmi la buona sorte, ma i tempi DEVONO CAMBIARE, CON LE NOSTRE FORZE E COL CREDITO CHE VANTIAMO, visto che tutto si riallaccia alla fine.
    Quindi TUTTI UNITI IN UN SOLO GRIDO : FORZA TORO E GIUVE MER.A
    E forza Nik.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Tirare fuori gli attributi: bisogna averli, e al Torino FC è merce scomparsa da tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Toro71 - 1 mese fa

    La squadra deve dare una risposta più a noi tifosi che a Nicola. Siamo noi che abbiamo sofferto finora. Non è semplice tifare Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy