Torino, il 4-3-1-2 è il modulo di Giampaolo: la rivoluzione sarà anche tattica

Torino, il 4-3-1-2 è il modulo di Giampaolo: la rivoluzione sarà anche tattica

Focus on / L’ex Empoli, Samp e Milan punta molto su regista e trequartista. Imprescindibile la linea a quattro, studiata dal Chievo di Delneri

di Andrea Calderoni

Marco Giampaolo ama lo studio e soprattutto la geometria. In campo la vuole ritrovare, sempre. Le triangolazioni sono le sue combinazioni preferite e da queste prende forma una sua squadra. Non si può non partire da tali considerazioni se si vuole provare ad ipotizzare quale modulo proporrà Giampaolo al Torino. Prima un’altra premessa. In un’intervista a Rivista Undici, datata ottobre 2016 (era appena stato ingaggiato dalla Sampdoria), Giampaolo disse esplicitamente: “Non esiste un modulo migliore. È la qualità dei giocatori la cosa migliore”.

LEGGI ANCHE: Toro, Cairo sta con l’esperienza: Giampaolo un altro tecnico navigato

A QUATTRO – Giampaolo studioso, dicevamo. Ha preso ispirazione da Sacchi, ma Giampaolo individua come suo primo maestro Sacchini, suo mentore a Siracusa ed Andria. L’ex allenatore di Empoli, Sampdoria e Milan sposa notoriamente la difesa a quattro. E anche in tal caso c’è dietro un curioso aneddoto. “Chiesi di poter assistere a un allenamento di Delneri, al Chievo. E chiesi di filmare le esercitazioni. Conservo e riguardo ancora quel video. La linea difensiva del Chievo di Delneri era perfetta, in tanti abbiamo imparato da lui”. Sarà, dunque, una rivoluzione per il Torino dopo il biennio Mazzarri (Longo ha seguito l’impianto tattico del predecessore). Per Giampaolo il 3-5-2 “ha ampiezza, profondità e linee di gioco geometriche, ma manca il riferimento dei quattro uomini della linea difensiva, che va sempre ricostruito”. La retroguardia a quattro è, perciò, un punto cardine dell’idea di calcio del tecnico nato a Bellinzona, in Svizzera.

GIAMPAOLO STORY: La carriera da calciatore: Andria il punto più alto, poi l’addio a soli 30 anni

TREQUARTISTA – Dall’Empoli alla Sampdoria Giampaolo si è poi distinto per un altro aspetto: l’elogio del trequartista (in una sua squadra, inoltre, c’è sempre un regista basso di centrocampo). Saponara fu il primo ad esaltarsi in questo ruolo dietro le punte. Al “Castellani” per la prima volta in carriera Giampaolo propose il metodo di gioco del 4-3-1-2 che gli ha dato le maggiori fortune. “Avevo la possibilità di sviluppare il gioco attraverso una serie di triangoli, che mi permettevano insieme di attaccare la profondità e trovare l’equilibrio difensivo in caso di perdita del possesso palla” spiega il nuovo allenatore granata. Difesa a quattro e trequartista convivono nel 4-3-1-2, un modulo che a detta di Giampaolo “offre anche profondità. Manca semmai di ampiezza”. A Torino dovrebbe ripartire proprio da tale convinzione tattica.

GIAMPAOLO STORY:  La carriera da allenatore: l’ascesa (senza patentino) e poi gli esoneri

LAVORO DIFENSIVO – Un ultimo aspetto. Giampaolo è stato presentato da Cairo come “allenatore che sa proporre calcio”, ma il calcio di Giampaolo parte da un meticoloso lavoro sulla difesa. Riceverà in mano un reparto che mai come nel 2019/2020 ha sofferto e dovrà provare a mettere in pratica la sua “formula difensiva”, che consiste riprendendo lo stesso Giampaolo: “in fase di non possesso per prima cosa devi tener d’occhio la posizione della palla. Quindi l’orientamento, cioè la posizione tra pallone e porta. Quindi i compagni, trovando e mantenendo sempre la giusta equidistanza”. Facile concretizzarla? “Bisogna lavorarci. Spesso i difensori sono abituati a tener d’occhio avversari e palla, in quest’ordine. Qualcuno ce la fa, altri meno. È un lavoro lungo, va organizzato, si parte subito, in ritiro, per questo per me è importante avere subito la base sulla quale lavorare. Per esempio devi avere giocatori più abituati a occupare lo spazio e meno a sentire la carne dell’avversario” conclude il tecnico, che tanto lavoro avrà da fare da qui al 19 settembre. Ma dovrà essere assecondato dal club, soprattutto nelle tempistiche degli acquisti. 

SEI SODDISFATTO DI GIAMPAOLO COME NUOVO ALLENATORE? VOTA IL SONDAGGIO

GIAMPAOLO STORY: La carriera da allenatore: il mistero di Brescia e il rilancio a Cremona

GIAMPAOLO STORY: La carriera da allenatore: i bei tempi all’Empoli e la delusione al Milan

52 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. marinelli70 - 2 mesi fa

    Se bisogna giocare palla a terra con triangoli e fraseggi, diventa poco adatto anche Belotti… Con tutto il bene possibile per il Gallo, la tecnica e il fraseggio non sono le sue qualità, per assurdo sembra più adatto Zaza al nuovo modulo.
    In ogni caso, mai come quest’anno, è fondamentale avere la squadra fatta già per il ritiro per dare il tempo a Giampaolo di impostare il suo lavoro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. loik55 - 2 mesi fa

      Argomento inpopolare caro mio, ma è tanto vero, il gallo canta da solo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bertu62 - 2 mesi fa

    E’ sicuro che sarà ANCHE rivoluzione tattica, ed ANCHE rivoluzione di giocatori…
    Troppe volte e troppo spesso ho notato, con dispiacere, come per dare addosso a Cairo si sia finito per “giustificare” il comportamento di alcuni giocatori, comportamento che poi si manifesta ANCHE negli atteggiamenti di chi, a 20anni, crede di essere “arrivato” perché “si sente un grande” ed ha, purtroppo, esempi non certo edificanti attorno a se, magari a partire proprio dal Suo agente/procuratore (forse inc**to perché vede il “Suo assistito” svalutato, così da guadagnarci “poco” di provvigioni…).
    Rivoluzione in panchina ed in campo, in attesa di vedere quella al vertice, perché è sicuro che ci sarà, nessuno è eterno, Cairo non sfugge a questa legge della natura, forse Silvio sì, chissà, ma di sicuro Cairo no….
    Quindi in attesa di veder esaudito il desiderio di molti, dopo aver gioito (certamente IO NON SONO TRA QUESTI..) dell’uscita di scena di Moreno Longo (al quale va il mio totale ringraziamento..), colpevole di….non si sa bene cosa però tanto è così che si fanno i processi in “casa nostra” (se da una parte si ammette che i giocatori erano contro la Società allora dall’altra non si può pretendere che il cambio dell’allenatore facesse “il miracolo”..), adesso sulla forca ci sta andando Marco Giampaolo, colpevole di….boh!! Forse la Sua colpa è quella di aver accettato la panchina del Toro, và a capire!!
    Adesso c’è Giampaolo, e come sempre farò il tifo per Lui e per il Toro, anche se so che a qualche “oramos” non andrà giù 🙂 , ma chissene, come disse MOurinho “non è un problema mio”!
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

    Cari ciscritti,
    Gobbi 2 milanesi 2 romane napoli e atalanta e l’Europa è andata per molti anni.
    Fiorentina Parma ci sono e ci saranno davanti per investimenti.
    E siamo da decimo posto in giù.
    Per salire occorrono investimenti in uomini capacità di delega voglia di emergere e lungimiranza, tutte cose che mancano al nostro presidente.
    Il settore giovanile è allo sfascio tanto per dirne una.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TorelloRomano - 2 mesi fa

      Ottima lettura. Quoto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. maxx72 - 2 mesi fa

    Messaggio per i signori del 67: non tiratevela tanto che presto sarete gli ultimi ad aver visto lo scudetto. Io sono del 72 e lo scudetto lo ricordo benissimo sebbene avessi 4 anni come mi ricordo il tronista con la maglia della juve seduto su una tazza del vater durante la festa.
    Mi ci portò mio padre, che libidine. Per fortuna anche noi del 72 ci ricordiamo…Ahahah ahahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      Ragazzino Maxx72 porta rispetto!!!
      Mio padre mi sedette per terra sul toro di bronzo davanti al caffè san Carlo ed un gruppo di tifosi in cerchio tutti abbracciati da veri fratelli a fare un vorticoso girotondo attorno a me urlando “Vincerà vincerà per la madonna se vincerà”.
      E che dire della fiaccolata a Superga??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. policano67 - 2 mesi fa

        Purtroppo sara l ultimo per tanti e tanti anni ancora.ma nn e questo il problema.il problema e nn avere una societa ke seppur nn si vinca nulla ma almemo una squadra ke se la gioki con tutti pur perdendo ma almeno nn arrendevole e ke ci ridia l orgoglio perso e magari una qualificazione uefa per merito e nn per demerito altrui.kiedo troppo?ad oggi mi sa di si con cairo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. filippo67 - 2 mesi fa

          Giusto!Almeno una squadra che lotti regolarmente tutti gli anni per l’Europa,qualificandoci per meriti nostri,con una rosa competitiva,anche vincere una Coppa Italia non sarebbe male.Ricordo l’ultima vinta,quando fecero di tutto per farcela perdere con tre rigori dati alla Roma,due dei quali inesistenti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. policano67 - 2 mesi fa

            Con goveani presidente.il notaio con la chitarra vinse l ultimo trofeo.e urbanetto cosa vincera?se ci pensate anke uno come goveani da prestanome sta sopra urbanetto

            Mi piace Non mi piace
          2. ddavide69 - 2 mesi fa

            Ci sono anche 3 piciu che ti hanno messob3 meno. Questo sono diventati molti tifosi del Toro. Dei piciu

            Mi piace Non mi piace
    2. policano67 - 2 mesi fa

      Bene.spero solo ke nn sei procairo allora

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. maxx72 - 2 mesi fa

      Io porto sempre rispetto per i signori più vecchi di me. Mi ricordo di piazza San Carlo con i tifosi festanti purtroppo alla fiaccolata non c’ero perché a 4 anni dovevo andare a nanna ma quella giornata è stata sicuramente la più bella della mia infanzia, avessi solo avuto 3-4 anni di più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. policano67 - 2 mesi fa

    giampaolo avra anche un suo modulo ma ad oggi con quelli attuali una squadra di calcio a 5 nn riesce a metterla su.qualcuno azzarda 4 acquisti?solo a centrocampo ne servono 4.e impensabile far gioco con meite baselli rincon e lukic.la difesa va rifondata visto che izzo e nkulu andranno via.se poi si pensa di impiegare aina e lianco ci divertiremo pure quest altro anno.cmq di chi arriva o parte nn me ne frega niente a sto punto.e stato preso giampaolo?mo so problemi tuoi caro urbanetto.vediamo alla fine cosa dira il mercato fermo restando che con cairo nn ce da a spettarsi nulla di buono.giampaolo e un allenatore troppo alchimista e se nn ha giocatori funzionali in tutti i reparti il rischio e grosso.a me nn piace tanto ma diro che mi fido piu di lui e nn di cairo.dalle mie parti ce un detto…se ti do un barattolo di merda sei capace di farmi una statua d oro?nn credo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 2 mesi fa

      Quoto al 100%,è quello che ripeto anche io da diversi post:Impensabile fare gioco con Baselli,Rincon,Meitè e Lukic.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

        Ragazzi facciamo un ritrovo noi del 67?
        Tra un po rimarremo gli ultimi ad aver visto vincere uno scudetto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. filippo67 - 2 mesi fa

          Sarebbe grande!ero ragazzino,ma ricordo ancora quando Pulici purgava regolarmente la rete di Zoff in quasi tutti i derby dell’epoca e non solo!!Il solo nome Toro incuteva timore e rispetto in tutti gli stadi d’Italia,quando abbiamo fatto tremare il Borussia,una delle squadre piu’ forti d’Europa all’epoca!!Eppure qualcuno disse 15 anni fa che voleva riportare il Toro ai fasti degli anni 70!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

            Radice e 11 grandi contro tutti!!!

            Mitico striscione!esprimeva tutto!!!
            E che orgoglio andare a scuola e prendere per i fondelli i compagni gobbi pdm.
            Fvcg

            Mi piace Non mi piace
          2. policano67 - 2 mesi fa

            quando castellinh prese alan simonsen per i capelli e lo butto fuori dal campo.era forte quel borussia pero

            Mi piace Non mi piace
          3. policano67 - 2 mesi fa

            a quelli ke hanno messo il pollice giu almeno sanno di cosa stiamo parlando?se nn sapete almeno la storia granata magari perke nn l avete vissuta per eta.evitate almeno.poi magari contestavate cairo per il filadelfia pure senza sape cosa rappresenta quello stadio.la si formavano gli uomini e nn gli edera o i millico di turno

            Mi piace Non mi piace
          4. marione - 2 mesi fa

            Ricordo il mitico portinaio del Fila, Mario se ricordo bene, molta gente che ora non c’è più, gente che aveva impedito che vendessero Meroni o che aveva visto Mazzola e Gabetto. Altri tempi…

            Mi piace Non mi piace
        2. policano67 - 2 mesi fa

          Da pianelli a cairo.ne abbiamo viste e?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. filippo67 - 2 mesi fa

            Pianelli era un vero tifoso granata!Il Toro rimarrà suo,di Novo e nostro.

            Mi piace Non mi piace
          2. filippo67 - 2 mesi fa

            Quel Borussia era una delle squadre piu’ forti d’Europa.Fu battuto solo dal Liverpool in finale.Eh si!ricordo la partita di ritorno,3 espulsi e Graziani in porta e neanche ci fecero gol.Quello era il vero cuore granata!

            Mi piace Non mi piace
          3. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

            Dopo Pianelli l’unico ad aver messo soldi veri è stato il Cav Sergio Rossi cacciato da pseudo tifosi aizzati da squallide persone.
            E adesso dobbiamo pure farci prendere per i fondelli da un Pepicella qualsiasi.
            Un tempo quei 3 signori la conferenza neppure l’avrebbero iniziata.

            Mi piace Non mi piace
          4. filippo67 - 2 mesi fa

            Vero!Ho dimenticato il Cav.Rossi.Chiedo venia

            Mi piace Non mi piace
          5. maxx72 - 2 mesi fa

            Minchia Sergio Rossi…Mi diede la foto con autografo di Schachner, un privilegio averlo conosciuto.

            Mi piace Non mi piace
  6. Marcogol - 2 mesi fa

    4312: sepe, singo andersen sarr murru, linetty krunic duncan, de paul, esposito schick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 2 mesi fa

      Ti va di scherzare eh stasera?Solo per De Paul,l’Udinese chiede 40 milioni.Immagino le risate dello “sceicco”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maxx72 - 2 mesi fa

      Minchia Marco ne cambi 10 su 11. E chi paga?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

        Fortuna che Singo è titolare!!!
        Ps c’è un tifoso “messere granata” il quale sostiene che “coligno” non sarà l’allenatore del TORO.
        In effetti l’ufficialità non c’è ed è molto strano visto che la firma sarebbe stata messa ieri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

        Minchia è la classica espressione maschilista.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 2 mesi fa

          Be io sono stato accusato di essere il moderatore del sito, non ho capito se c’eri anche te di mezzo Baci, però ormai non mi sorprendo più di niente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Marcogol - 2 mesi fa

      scusate ragazzi, solo avevo voglia di fantasticare un po’ 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

        Togline almeno 9 tra quelli che hai scritto e più o meno ci sei 🙂
        Ps lascia Singo ti prego anzi aggiungi anche Segre.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. eurotoro - 2 mesi fa

    quindi cairo si sta prendendo un bel impegno con giampaolo visto che gli servono 1 regista ed 1 trequartista e rispettivi rincalzi ed attualmente in rosa mancano tutti e 4 tenuto conto che gia mazzarri provo’ ad adattarli un po tutti in questi 2 ruoli con scarsi risultati..non credo si ripeterà lo stesso errore e quindi dovrebbero arrivare veramente 2 registi e 2 trequartisti…la vedo dura..ma intrigante!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Rimbaud - 2 mesi fa

    Come GIampaolo ha filmato Del Neri, io voglio assistere e filmare gli allenamenti di Giampaolo. Voglio vederlo parlare di triangoli ad Aina , Meitè e Djidji..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Bela Bartok - 2 mesi fa

    Sono curioso di rivedere il Toro giocare con la difesa a quattro, se si esclude Mhajlovic (che non fa molto testo in quanto era un tutti avanti tutti indietro) è dal 4-2-4 targato Ventura del 2013 che non vediamo uno schieramento a 4.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Cuore granata 69 - 2 mesi fa

    Con questo modulo devi avere un bel centrocampo…sia qualitativamente che in senso numerico..dove da anni pecchiamo vedremo se Vagnati e Giampaolo sapranno fare una buona squadra e finalnente un centrocampo degno.e se Cairo dara’ il benestare e qui ho qualche dubbio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 2 mesi fa

      Cairo non ha nessuna intenzione di spendere e di investire,ormai è carta conosciuta,e lo ripetero’ fino a quando non sarò smentito coi fatti,se succederà,allora sarò il primo a chiedere scusa,ma fino ad allora….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cuore granata 69 - 2 mesi fa

        Infatti ho messo..ho qualche dubbio..se succedera’ qualcosa di strano saremo in 2 o in tanti altri a ricrederci..ma dopo 15 anni e’ piu’ probabile che ci azzecchiamo noi purtroppo. 🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. filippo67 - 2 mesi fa

          Quoto!Se le parole avessero valore,saremmo piu’ forti del Manchester City

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bischero - 2 mesi fa

    Ad oggi secondo il modulo e le sue idee giocherebbero aina come terzino destro, lyanco come centrale, forse bremer, lukic mezzala sinistra. forse rincon mezzala destra. forse verdi come punta. Mancano portiere. Centrale. Terzino sinistro, regista basso, fantasista e un altra punta. Sempre se rincon e verdi vengono considerati idonei. In poche parole 6 titolari. E come minimo altrettante riserve. 12 in entrata e 7 o 8 in uscita. Una ventina di operazioni in totale in 45 giorni e con il ritiro che inizia fra poco. Auguri vagnati. Dopo Giampaolo i baciapile del nano se la prenderanno con te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 mesi fa

      Ciao @bBischero, Verdi sarà il trequartista e non la punta. Rincon in panchina se non migliora il palleggio e la vedo dura. Lukic mezzala? Se lui è il titolare chi la riserva ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 2 mesi fa

        Ciao. Che verdi verrà provato trequartista ne sono convinto al 100%. Che verdi non sia un trequartista ne sono convinto al 150%.provare e adattare é prassi nel Torino di Cairo. Poi I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Verdi ha i piedi del 10 ma non ha la testa del 10 e un 10 che non pensa calcio non é un 10.lukic?questo passa il convento e con una massiccia campagna acquisti porta anche a tenere i così detti menopeggio.anche meité probabilmente verrà provato play basso in attesa di baselli. Ma é tempo perso. Sarà una catastrofe. E credo che lo sappiano anche loro. Obbiettivo quartultima posto a meno di clamorosi colpi di culo. Che ne so…. Sìngo e segre esplodono. Bremer diventa il nuovo costacurta. Verdi va in doppia cifra e becchiamo due acquisti che fanno svoltare. Ma… Non ci credo sai.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bischero - 2 mesi fa

        Aggiungo una cosa. Già a Milano provó suso fantasista(dopo che aveva chiesto un 10 in mercato). Non rifarà lo stesso errore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Granata - 2 mesi fa

        Bischero, io Verdi non lo avrei preso e mai a quella cifra. Vero non pensa da 10 ma è quello in organico piu vicino ad un 10. Vedo molto difficile l’utilizzo di Falque. Meitè ? Secondo me invece può fare bene se resta concentrato. Magari sbaglia controllo ma con palla ai piedi non gliela toglie nessuno. Proverei Baselli regista.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 2 mesi fa

          Verdi nel Milan primavera giocava punta. Fra lui e falque non vedo differenze Nell interpretare il ruolo di punta esterna. Meité mezzala? Lo abbiamo già visto con Mazzarri. Non ha il passo per accorciare e legare le 2 fasi. Potrebbe fare il regista nel vertice basso. Ma come dici tu,non ha la testa.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

          Ciao Granata@ come vedi Segre con Gianpaolo? Secondo te ammesso che rimanga Belotti riuscirà a farlo convivere con Zaza?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. Granata - 2 mesi fa

          Ciao @Bacigalupo, Segre è un bel giocatore che può imparare molto. È forse ripeto forse troppo giovane per fare il play basso ma lo diventerà alla grande. Zaza e Belotti? Si riuscirà a farli giocare insieme se Zaza smette di dar di matto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

            Grazie mille Granata@.
            Ma queste voci di una rinuncia di Giampaolo sono giunte anche a te?

            Mi piace Non mi piace
          2. Granata - 2 mesi fa

            @Bacigalupo, si di voci ne ho sentite diverse. C’è talmente tanto caos che non so a cosa e chi credere.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy