Giampaolo story – La carriera da allenatore: l’ascesa (senza patentino) e poi gli esoneri

Giampaolo story – La carriera da allenatore: l’ascesa (senza patentino) e poi gli esoneri

La storia del nuovo tecnico granata – Prima parte / Bene gli inizi da allenatore ad Ascoli, Cagliari e Siena. Poi una repentina discesa

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

GLI ESORDI

SIENA, ITALY – SEPTEMBER 13: Marco Giampaolo the coach of AC Siena during the Serie A match between AC Siena v AS Roma at Artemio Franchi – Mps Arena on September 13, 2009 in Siena, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Marco Giampaolo è prossimo a iniziare una nuova tappa nella sua carriera. Il Torino sarà la sua decima squadra allenata da quando si è seduto in panchina, escludendo gli impieghi da vice. Il suo primo impiego nel calcio una volta appesi al chiodo gli scarpini (qui il riepilogo della sua carriera da calciatore) fu quello da osservatore del Pescara. A indurlo ad intraprendere la carriera sono stati due personaggi che Giampaolo ritiene i suoi maestri: Giovanni Galeone e Ivo Iaconi, due storici allenatori abruzzesi come lui. I primi incarichi (tra il 2000 e il 2002) sono stati da vice-allenatore proprio al Pescara con Galeone e al Giulianova con Adriano Buffoni. Poi Giampaolo va a Treviso sempre da vice-allenatore, lavorando prima con Aldo Ammazzalorso e poi di nuovo con Buffoni. Nel 2004/2005 è all’Ascoli affiancando Massimo Silva. Giampaolo non ha ancora il patentino per allenare in Serie B e Serie A ma di fatto ricopre lui il ruolo di primo allenatore dei marchigiani, che arrivano 6° in Serie B ma anche grazie al fallimento del Torino di Cimminelli conquistano una promozione a tavolino.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxgemelli - 2 mesi fa

    Minkia, io ero già preoccupato che tornasse mister Libidine….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Il Giaguaro - 2 mesi fa

    Arrivassero Messi, Guardiola ed altri sarebbe per puntare alla Champions, non mi pare sia il nostro caso! Per quel che mi riguarda dopo un esagitato (miha) e Mazzarri finalmente uno che ha un’idea di calcio. Poi potrà andare bene o male (tanto peggio di quest’anno mi pare quasi impossibile), ma almeno spero dopo 4 anni di rivedere una squadra di calcio che tira in porta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. marione - 2 mesi fa

    Siete prevenuti, protestereste anche avessero preso Guardiola. Nel dubbio hanno preso sta chiavica. Ora avanti con Schelotto, mica volevate Messi. Daltronde per fare le figure dei pezzenti questi vanno benissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. sigfabry - 2 mesi fa

    Se magari arrivasse un allenatore che li porta scovandoli a poco i giocatori e poi li valorizza non sarebbe male visto che gli ultimi due geni hanno fatto spendere per i loro pupilli una vagonata di soldi e non è che ci abbiano risolto un gran che . Esposito del Chievo invece di Linetty , Buongiorno invece di Andersen e Singo e Fiordaliso invece di Murru e Hysaj, sono solo esempi li scegliesse lui, e allora per il primo anno mi va benissimo una salvezza senza troppi patemi . Questo è l’allenatore che vorrei . Si costruisce con i mattoni non comprando direttamente i palazzi , quello lo possono fare i club che incassano cifre diverse dalle nostre e a dirla tutta nemmeno mi piace come tipologia di mercato .
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fedeltoro49 - 2 mesi fa

    Maestà,cchi bell surdate c’avimme ! La vedo nera prima che cominci…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bastone e Carota - 2 mesi fa

    In sostanza era meglio senza patentino.
    Ma a Coverciano che cosa insegnano?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. wally - 2 mesi fa

    ovviamente spero vada benissimo..
    Ma certo che leggendo fino qui questa biografia, un po di sudori freddi vengono…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Cuore granata 69 - 2 mesi fa

    Ip spero riesca a dare gioco e idde di gioco piu’ moderne che chi lo ha preceduto..poi chiaro va aiutato anche dalla societa’ con i giocatori adeguati alle sue idee e al suo modulo,in poche parole voglio vedere gioco e coraggio..non giudico molto il passato voglio sperare che sia un buon mister per il Toro! Ps: ovviamente spero che la societa’ lo accontenti nellimite il piu’ possibile..perche’ se no puoi prendere snche Ancelotti ma se non prendi i giocatori buoni o che servono anche Ancelotti vedi napoli e everto fa fatica …il.mister conta, se lo metti in condizione di lavorare bene..se no i miracoli non li fa nessuno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Jerry - 2 mesi fa

    Le premesse non sono delle migliori…. esonerato ovunque…. retrocesso un paio di volte… carattere burbero peggio di Mazzarri… è un idea di calcio ( come ama definirla lui) Talebana…… la vedo più nera della stagione appena finita…… povero TORINO!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 2 mesi fa

      Cominciassero a dargli i giocatori,quelli validi,poi si vedrà.Troppo presto per il “de Profundis”

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy