Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Toro, è tornata la difesa a 4: meccanismi da oliare, Giampaolo e Conti al lavoro

Focus on / Dopo due anni e mezzo a tre, la retroguardia è tornata a quattro contro il Novara

Andrea Calderoni

Il ritorno della difesa a quattro. Tra i tanti temi offerti dalla prima amichevole stagionale del Torino contro il Novara c’è sicuramente questo. Marco Giampaolo ha riproposto uno schieramento difensivo a quattro dopo che in casa granata da due anni e mezzo, escluse sporadiche occasioni, si vedeva sempre e soltanto la retroguardia a tre, introdotta da Walter Mazzarri alla fine di marzo del 2018 in un Cagliari-Torino finito 0 a 4. Da quel momento Mazzarri non ha più abbandonato uno dei suoi marchi di fabbrica e Moreno Longo non ha potuto fare altro che seguire la linea tracciata dal suo predecessore, considerando anche il materiale umano a disposizione.

NKOULOU-BREMER - Salvezza centrata a fatica, rivoluzione granata, arrivo di Giampaolo e nuovo assetto difensivo: le quattro tappe si sono succedute rapidamente e quindi ci vorrà ancora del tempo per digerire la novità. Nicolas Nkoulou ritroverà uno schieramento a quattro che sotto la Mole aveva già sperimentato nella sua prima stagione, quella con Sinisa Mihajlovic in panchina. Per Gleison Bremer, invece, sarà una nuova esperienza dopo essere cresciuto notevolmente nel corso degli ultimi mesi, comprendendo nel migliore dei modi i movimenti della retroguardia a tre. Ma il brasiliano è giovane, è caparbio e soprattutto è ben disposto ad ascoltare e dunque ha tutte le capacità per capire quello che Giampaolo vorrà. Il tecnico abruzzese è un amante del bel gioco, ma è consapevole che il bel gioco parte da una corretta difesa.

LINEA DELNERI - In tal senso, Giampaolo è un esperto di meccanismi difensivi. Il suo modello è il Chievo Verona dei miracoli di Luigi Delneri, come ha dichiarato più volte lo stesso allenatore granata (LEGGI QUI). Non a caso il suo vice è Francesco Conti, storico secondo anche di Delneri. Il duo Giampaolo-Conti, perciò, lavorerà in maniera minuziosa sui movimenti difensivi dei granata. Contro il Novara si è notato come debbano ancora essere oliati, ma Giampaolo è il primo a predicare calma, perché “c’è tutto il tempo per lavorare”. Abbiamo detto di Nkoulou e Bremer, ma da qui al 5 ottobre nel cuore della difesa potrebbero esserci dei nuovi innesti. In tempo di calciomercato, infatti, mai dire mai a maggior ragione se si dovesse liberare il posto di Armando Izzo.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso