Budel, un arrivo a costo zero

Non è stata per niente facile la trattativa che ha portato Budel al Toro. Dapprima, infatti, sia il Brescia, sia il giocatore nutrivano qualche perplessità, visto l’arrivo di Beretta sulla panchina del Brescia e l’impiego in pianta stabile (complice l’infortunio di Cordova) del regista mancino. La crisi della squadra, però, ha fatto sì che ai vertici bresciani si optasse per una vera e propria rivoluzione,…

di Redazione Toro News

Non è stata per niente facile la trattativa che ha portato Budel al Toro. Dapprima, infatti, sia il Brescia, sia il giocatore nutrivano qualche perplessità, visto l’arrivo di Beretta sulla panchina del Brescia e l’impiego in pianta stabile (complice l’infortunio di Cordova) del regista mancino. La crisi della squadra, però, ha fatto sì che ai vertici bresciani si optasse per una vera e propria rivoluzione, e Budel (a metà col Parma e con il contratto in scadenza in emilia) era ormai di troppo. Petrachi è tornato alla carica, e ha colpito. Dopo due giorni di trattative intense e opere di convincimento soprattutto sul calciatore, è riuscito a piazzare il colpo a costo zero.

Già, perché Budel arriva in granata in prestito secco, con diritto per l’opzione a fine stagione. Il che vuol dire che, qualora le cose andassero bene e il Toro volesse tenere il giocatore, avrebbe una sorta di “canale privilegiato” con il Brescia, per trattarne quantomeno la metà (la società di Corioni avrà l’intero cartellino con la cessazione del contratto del Parma). Ecco dunque che il primo rinforzo di questo mercato di Gennaio arriva all’antivigilia della delicata trasferta a Varese, dove, con ogni probabilità, il centrocampista finirà in panchina. Per gli altri movimenti, tutto rimandato alla prossima settimana. Ma di questo, vi faremo avere aggiornamenti nei prossimi giorni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy