Calciomercato: per Correa ore decisive, l’Atletico ci prova per Allan

Calciomercato: per Correa ore decisive, l’Atletico ci prova per Allan

Calciomercato altrui / La Roma vorrebbe trattenere Dzeko ma il giocatore vuole partire

di Redazione Toro News

CORREA

MADRID, SPAIN – APRIL 27: Angel Correa of Atletico Madrid is challenged by Nacho Martinez of Real Valladolid during the La Liga match between Club Atletico de Madrid and Real Valladolid CF at Wanda Metropolitano on April 27, 2019 in Madrid, Spain. (Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

La trattativa per l’argentino sembra essere giunta a uno snodo cruciale. Il suo agente era atteso nelle prime ore a Milano ma il contatto con Maldini è stato solo telefonico dal momento che Augustin Jimenez è volato a Madrid. Angel Correa ha espresso la volontà di andare al Milan ma i rossoneri hanno posto come tetto dell’operazione 40 milioni + bonus. Jimenez proverà dunque a convincere l’Atletico a far partire il giocatore per meno di 50 milioni.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 4 mesi fa

    Chiedo scusa a tutti.
    Ho letto solo ora la rispostaccia che il Signor Alberto Fava mi ha inviato ieri sera (14/8), e intendo rispondergli.

    Per il Sig. Alberto Fava.
    Non capisco tutta questa acredine nei miei confronti: sarò ingenua, ma quando parlavo dei “miracoli” di Lyanco da lei descritti ero totalmente in buona fede.
    Non capisco perché lei abbia voluto fraintendere!
    Su questo sito scriviamo in tanti: con un co-tifoso su un argomento vai d’accordo e sull’altro discordi, e bonariamente ci litighi: poi, amici come prima!
    Io del suo giudizio mi fido; se lei non si fida eventualmente del mio, pazienza, me ne farò una ragione!
    Lei dice “dati i trascorsi recenti”: lo sa che io non me li ricordo?
    Non tengo a memoria “con chi” mi sono scontrata e non serbo mai rancore.
    Certo non gradisco gli insulti, e li trovo fuori luogo!

    Concludo:
    La “Corte dei Miracoli”, dove lei gentilmente mi ha inserita, come sicuramente saprà, comprendeva, a Parigi, al tempo di Luigi XIV, ladri, assassini, delinquenti, stupratori, pedofili, prostitute ed ogni tipo di malavitosi.
    Il “Grande Coesre”, loro re, era talmente potente da far concorrenza al re di Francia:
    uno stato nello Stato.
    Il Re di Francia combatté contro di lui per decenni, fino alla distruzione della “Corte dei Miracoli”, all’uccisione del rivale, al massacro di molti “pitocchi” e alla dispersione dei superstiti!
    “Le Roi Soleil” non poteva accettate nella sua città tutto quel marciume, quel mondo fatto solo di miserrimi:
    ne andava del suo onore, e di quello di tutto il Regno di Francia, giunto al suo massimo splendore.

    Quindi trovo fuori luogo, maleducato ed offensivo che lei mi abbia praticamente dato della “delinquente”, dicendomi di appartenere alla “Corte dei Miracoli”

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy