Calciomercato Torino, Kouadio verso lo svincolo: Genoa e Parma su di lui

Calciomercato Torino, Kouadio verso lo svincolo: Genoa e Parma su di lui

In uscita / Presto un vertice tra Massimo Bava e l’esterno ivoriano ex Cagliari, il cui vincolo è in scadenza

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Kouadio Torino Primavera contro il Cagliari

Christ Kouadio potrebbe salutare il Torino svincolandosi. L’esterno ivoriano sembrava a un passo da un prestito all’Arezzo, ma la situazione è cambiata. Il ragazzo va verso lo svincolo dal Torino (il vincolo di addestramento scade oggi) e a quel punto sarebbe libero di cercarsi un’altra sistemazione. Su di lui ci sono diverse squadre di Serie A: è alta l’attenzione di Fiorentina, Genoa e Parma, che a quel punto non vorrebbero farsi scappare un giocatore a parametro zero, che nei due anni in Primavera tra Cagliari e Torino ha lasciato buone impressioni. Arrivato in maglia granata nell’estate 2019 con un vincolo annuale da fuoriquota, Kouadio non ha potuto mostrare con continuità le sue doti prima per l’eccessivo numero di giocatori del 2000 nella rosa di Sesia e poi per la pandemia che ha fermato il campionato. Ma il ragazzo resta uno degli esterni più apprezzati del panorama giovanile italiano.

L’INCONTRO – Il condizionale sul suo addio è ancora d’obbligo. Kouadio e Bava, responsabile del settore giovanile granata, si incontreranno in settimana per parlare del futuro del ragazzo. Non è dunque da dare per scontata lo svincolo dell’ivoriano dal contratto che lo lega al granata. L’intenzione del Toro è non perdere del tutto un profitto, anche se l’esterno dovesse decidere di lasciare definitivamente. Sicuramente una partenza con una percentuale sulla futura rivendita o il diritto di recompra (due formule spesso usate in queste settimane nelle cessioni dei giovani) sarebbero le modalità preferite dal Torino.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bastone e Carota - 4 settimane fa

    In sintesi Kou… addio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Rimbaud - 4 settimane fa

    Beh la primavera quest’anno ha ottenuto risultati davvero mediocri , sarebbe strano il contrario. Intanto butic al Pordenone a titolo definitivo…di questo mi spiace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marikus - 4 settimane fa

      certo, sono pienamente allineato al tuo pensiero, in realtà nel post precedente mi riferivo più agli ex primavera più vecchiotti come Butic, Giraudo, Candellone etc… ogni anno qualcuno è sempre stato lasciato andare ma quest’ anno il numero dei partenti si è davvero incrementato molto, a pensar male sembra quasi si sia cambiata politica societaria. Probabilmente la verità è che molti abbiano raggiunto un’età per la quale aspettare che sboccino sia diventato controproducente… semplice curiosità la mia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 4 settimane fa

        ah beh se ti riferisci a quelli degli anni passati aggiungo anche cucchietti, onestamente per candellone e butic mi spiace sono due che sicuramente diventeranno attaccanti di categoria, buoni da inserire in qualche scambio. Purtroppo prima o poi devi lasciarli partire, in qualche caso magari te ne penti, vedi Gyasi ora in A è tornato con lo spezia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bastone e Carota - 4 settimane fa

    Giusto che quelli ritenuti non promettenti vengano ceduti e/o lasciati svincolare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. marikus - 4 settimane fa

    E’ solo una mia sensazione o stanno facendo pulizia tra i giovani? mi pare che in molti vengano svincolati e/o ceduti a titolo definitivo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Forzatoro - 4 settimane fa

      Secondo me, nei limiti, è una politica giusta. È inutile avere orde di giovani che ogni anno vengono mandati in prestito in serie b (più spesso in serie c), che giocano poco e che sono sicuri l’anno dopo di non rimanere al toro.
      I giovani da tenere,secondo me, sono solo quelli che vengono ritenuti veramente promettenti: i segre, i buongiorno, i Millico, i singo, i celesia ecc.
      è già tra questi sei sicuro che non tutti sbocceranno, anzi, solo una minima parte di loro sboccerà. Figurati tra quelli che non ritieni promettenti. Poi, sempre secondo me, sbagliare una valutazione ogni tanto è una cosa fisiologica, ma non mi sembra che dei giovani lasciati partire negli ultimi dieci anni ci siano stati tutti questi fenomeni. Anche tra quelli su cui si è creduto per tanti anni: aramu, Bonifazi, barreca, gomis, parigini e adesso gyasi sono i più in vista, ma non penso che tra questi ci sarà qualcuno da nazionale, per dire, forse tolto bonifazi. Sono buoni giocatori, da bassa serie a- alta serie b che faranno una buona carriera. L’unico giocatore decente tirato fuori dal vivaio del toro negli ultimi 15 anni è Ogbonna, poi nulla.
      Ci sono kean e sottil che sono passati da nostro vivaio ma che in primavera non erano già più da noi, quindi non si possono definire prodotti del vivaio del toro.
      Io nella fascia dal 1997 al 2002 del toro, tolta l’annata 2001, dove non vedo tutti questi talenti (forse il solo freddi greco, che però è arrivato solo l’anno scorso) confido molto, perché la vedo piena di ottimi talenti e sono fiducioso che tra questa ventina di buoni giocatori 2-3, anche quattro veramente buoni ce ne possano essere, ma tutti gli altri diventeranno giocatori da bassa a o da serie b, con qualcuno che si perderà anche nelle serie minori o che si ritirerà precocemente.
      Mi spiace per butic, giraudo e gli altri che sono stati svincolati ma sono dei 98’ e non è che abbiano dimostrato chissà cosa fino ad ora, per il loro bene è meglio essere di proprietà di una squadra di b o c e giocare titolare in quella squadra per qualche anno per poter avere continuità che cambiare squadra ogni anno andando in prestito, e non è detto che non possano diventare i di Lorenzo o i caputo di domani, perché se hai qualità prima o poi emergono.
      Mi dispiace un po’ di più per cucchietti (perché per i portieri il discorso è diverso) perché a 22 anni sei ancora effettivamente molto giovane e con sirigu che non si sa quanto starà ancora tenere almeno uno dei nostri giovani portieri mi sembrava una buona cosa, ma evidentemente non lo hanno ritenuto adatto.
      Mi scuso per il poema che ho scritto e per gli eventuali errori ortografici e di forma. Spero si capisca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy