Calciomercato Torino, Millico: si riallacciano i contatti col Chievo

Calciomercato Torino, Millico: si riallacciano i contatti col Chievo

Calciomercato / L’attaccante del Toro si era quasi trasferito a Verona già a settembre

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Provaci ancora Chievo: la notizia dei nuovi contatti tra Millico e i veronesi si potrebbe raccontare così, con questo titolo. Perché già in estate Vincenzo Millico è stato ad un passo dal trasferimento a Verona, una trattativa che è sfumata in extremis a causa dei ritardi tra Toro e Napoli per Simone Verdi. Millico ha cercato spazio in prima squadra senza trovarne granché e per questo si stanno valutando le opzioni del mercato di riparazione.

Nulla di formale, per ora, ma la netta sensazione che a gennaio si possa finalizzare ciò che non è riuscito in quel fatidico 2 settembre. Millico potrebbe raggiungere Jacopo Segre, centrocampista classe 1997 del Torino in prestito al Chievo da quest’estate. La formula, ovviamente, dovrebbe essere quella del prestito secco ma i discorsi entreranno nel vivo nelle prossime settimane. Per ora Toro e Chievo hanno riallacciato i rapporti e la pista che potrebbe portare Millico in gialloblù si è riscaldata.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALESSANDRO 69 - 4 settimane fa

    Io non ho mai capito perché se un ragazzo va male a scuola si deve dare sempre la colpa al professore solo per rifutarsi di rendersi conto che il ragazzo va male a scuola semplicemente perché è un somaro. Alla stessa maniera non riesco a farmi una ragione di quando leggo molti commenti che imputano al nostro allenatore il fallimento dei nostri cosidetti canterani ..Che Millico sia stato gestito in maniera dilettantesca con la vicenda del trasferimento in prestito mancato perché fuori tempo massimo concordo con tutti quanti ma è colpa della società mica di Mazzarri. Il resto scusate ma di chi e di cosa stiamo parlando?? L’unico che all’inizio mi aveva impressionato positivamente per la personalità è stato Edera ma si è poi perso per strada.Il resto cosa hanno combinato di buono?? Ferigra è addirittura sparito dai radar la maggior parte delle nostre giovani leve scaldano la panchina fra la serie B e la C .. Dico, ma se non riescono a fare la differenza nelle categorie inferiori come pensiamo possano riuscirci in serie A???? Guardate Barreca, l’unico che mi aveva davvero convinto, si è perso per strada anche lui. Se invece di cambiare procuratore si fosse messo maggiormente in discussione impegnandosi a colmare certe sue lacune tattiche chissà…..Qualcuno sogna un cambio di allenatore nella speranza che punti di più sui nostri canterani.. E noi pensiamo davvero che con Simone Inzaghi o De Zerbi i nostri ragazzi troverebbero più spazio????? Probabilmente non li farebbero nemmeno partire per il ritiro precampionato…Mi spiace doverlo dire ma ai tempi dei Lentini Bresciani, Fuser, Cristian Vieri Cravero ecc.. questi sarebbero entrati al Filadelfia solamente per rasare il prato e pulire gli spogliatoi…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Jalo - 4 settimane fa

      Concordo sul fatto che l’unico che aveva ben impressionato era Edera. Su Millico però non mi esprimo, perché non l’abbiamo ancora visto all’opera.
      Ed ho anche pochissima speranza per gli altri: Bongiorno, Ferigra, De Angelis, Rauti, ecc.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 4 settimane fa

    Sostanzialmente la penso come i due co-tifosi che seguono sul “non impiego” di Millico da parte di Mazzarri, e sulla speranza che il prossimo anno arrivi un allenatore più attento ed oculato alle “forze giovani” provenienti dal vivaio.
    Con “il buon Mazzarri” Millico e Rauti, Segre e De Angelis, Buongiorno e Ferigra e tutti gli altri promettenti ragazzi del vivaio hanno possibilità uguali a 0 (zero!).
    Faccio però una considerazione:
    “se” è vero, ripeto “se”, che Zaza se ne va, con Falque che si spera rientri, ma non c’è nulla di certo e bisogna vedere quali i tempi x il recupero completo, con Parigini ed Edera già sicuramente fuori squadra, in attacco rimarrebbero, se non mi sbaglio, solo Belotti, Verdi, Berenguer.
    E se uno dei tre si fa male o è squalificato che mette in campo Mazzarri?
    Ujkani in porta e Sirigu centravanti?
    Il nostro allenatore riuscirà a “far fuori” tutti gli ex-Primavera, secondo i suoi malsani intenti, poi ricomincerà a lamentarsi che “la coperta è corta” e che mancano gli attaccanti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. essenzagranata - 4 settimane fa

    Che dire, se non ringraziare ancora una volta il giornalaio milanista e il suo tirapiedi allenatore per la fantasmagorica gestione del Ragazzo (e dei nostri canterani in genere) e per averlo tenuto a marcire in panchina per sei mesi senza fargli vedere il campo di gioco.

    I servi dei gobbi si distinguono sempre, non solo nella gestione della prima squadra ma anche in quella del vivaio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Jalo - 4 settimane fa

    Non essendo entrato col Verona neanche sul 3-0, sembra evidente che con Mazzarri non avrà mai spazio. In più, se dio vuole, a gennaio torna Iago Falque e lo spazio sarebbe ancora più ridotto.
    Meglio mandarlo in prestito che fargli fare panchina, nella speranza che l’allenatore dell’anno prossimo lo veda un po’ di più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabio.tesei6_13657766 - 4 settimane fa

      Magari De Zerbi o meglio ancora Simone inzaghi.io ci spero

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy