Calciomercato, Torino: ripartono i lavori. Ecco la situazione

Calciomercato, Torino: ripartono i lavori. Ecco la situazione

Tra sondaggi e trattative / Defrel, Zarate e Zapata sempre monitorati, rinnovi per Gazzi e Gillet e Padelli vuole restare. Sanchez Mino-Ilicic? La tentazione c’é

di Redazione Toro News

Il gruppo é ancora in vacanza, ma nel frattempo riprende il lavoro per Petrachi e Cairo in vista del mercato di riparazione che aprirà ufficialmente i battenti il 5 gennaio. Diversi punti da affrontare: dai rinnovi di Gazzi e Gillet, fino agli innesti a centrocampo e soprattutto in avanti. E con Pinilla ad un passo dall’Atalanta, ecco che il Toro é costretto a spostare la mira, senza mai mollare del tutto i profili già seguiti e monitorati.

DA SANCHEZ MINO AD ILICIC –  Diversi i possibili intrecci con la Fiorentina, che per ora non sembra intenzionata a trattare lo sloveno Kurtic, ma dalla quale potrebbe arrivare Lazzari, Cagliari permettento. Zola avrebbe caldeggiato un suo ritorno sull’isola. E non sembra finita qui: il nome di Ilicic é stato spesso accostato ai granata e certamente si parlerà anche di lui. La Sampdoria aveva virato forte sul bizzoso talento viola, dopo la cessione di Gabbiadini, ma l’affare non è andato in porto e di conseguenza la società di Via dell’Arcivescovado incomincia a sondare il campo per un possibile acquisto dell’ex Palermo. Affare che coinvolgerebbe Sanchez Mino? La tentazione c’é, ma non a titolo definitivo. Il Toro crede ancora nel ragazzo, Per il quale ha investito molto in estate.

ZAPATA E IL NAPOLI – Tra le piste mai raffreddate, c’è quella che porta a Duvan Zapata del Napoli, il giocatore continua a segnare nonostante lo scarso minutaggio riservatogli, segno che é pronto per un ruolo da protagonista. E a Torino troverebbe il giusto spazio che merita. La situazione é rimasta pressoché invariata da quest’estate, con i granata pronti a rilevare il giocatore in prestito, con opzione per il riscatto. Il Napoli, invece, non vorrebbe lasciar partire il giocatore, ma in questo momento l’arrivo di Gabbiadini potrebbe davvero cambiare le cose.

TORINO CHIAMA LONDRA, RISPONDE ZARATE – Ancora aperta, sebbene in salita, la strada che collega Torino e Londra. Oggetto dei desideri un certo Mauro Zarate, giocatore dai mezzi tecnici notevoli, spesso mai espressi sino in fondo. L’argentino sarebbe contento di un possibile approdo in granata, anche se molto – per non dire tutto – dipenderà dell’intesa sull’ingaggio netto da versare al giocatore. Le linee sono sempre attive e in contatto e i granata provano a marcare stretto il giocatore. 

DEFREL, NON SOLO TORO – Defrel è un giovane che piace e che Ventura sta valutando attentamente, non è detto che anche questa trattativa possa decollare da un momento all’altro, data l’amicizia tra Cairo e Foschi anche se è da registrare un prepotente inserimento del Genoa per il giocatore visto che con la cessione di Pinilla anche la squadra di Preziosi ha bisogno di rinforzi in quella zona del campo. Il francese é in comproprietà tra Parma e Cesena e i granata gradirebbero un “colpo” simile a quello che portò Tachisidis sotto la Mole, ossia un prestito assicurandosi una prelazione sull’acquisto, in estate. Un modo per valutare con attenzione il giocatore, senza correre particolari rischi. 

GAZZI, GILLET E PADELLI – Ripartono i colloqui per i rinnovi di Gazzi e Gillet. Il clima tra le parti appare disteso, ma la firma ancora non c’é. Questa non dovrebbe tardare ad arrivare e per entrambi si tratterebbe di un prolungamento annuale. Il condizionale in questi casi é d’obbligo, perché é proprio sugli anni di contratto che non é stata ancora raggiunta l’intesa. E Padelli? Il portiere granata sarebbe pronto a restare, a dispetto delle indiscrezioni circolate nelle scorse settimane. 

Diverse situazione da monitorare con attenzione, il calciomercato aprirà soltanto a gennaio e il gruppo si godrà gli ultimi giorni di riposo. Nel frattempo i lavori dietro le scrivanie sono già ripresi a pieno regime.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy