Calciomercato Torino, un occhio su Iturbe: situazione intricata

Calciomercato Torino, un occhio su Iturbe: situazione intricata

Mercato di gennaio / La squadra granata è interessata ad un attaccante esterno, e il giocatore della Roma è un’opzione plausibile: l’ingaggio dell’ex Verona è alto

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino, dopo questa prima parte di stagione che sta lentamente volgendo al termine, sta pensando al mercato di riparazione come opportunità per puntellare la squadra, che ha bisogno di qualche innesto per essere ancora più completa. Le ipotesi della dirigenza granata erano quelle di pensare ad un attaccante esterno, senza avere l’obbligo o la necessità di acquistare proprio a gennaio: di conseguenza si sono fatti diversi nomi, uno dei quali è quello di Juan Manuel Iturbe, attaccante in forza nella Roma di Spalletti, che sta vivendo una situazione singolare.

POCO SPAZIO – Difficile la situazione di Iturbe alla Roma: dopo essere tornato dal poco felice prestito al Bournemouth, il giocatore si è unito in estate alla truppa di Spalletti, essendo consapevole di essere chiuso da giocatori come Salah, Perotti, Dzeko, El Shaarawy. La sua situazione attuale (nella stagione corrente), in quanto a presenze, è ferma a 11 presenze tra Serie A, Champions League (qualificazioni) ed Europa League. In Italia, però, ha speso soltanto 38 minuti nelle 4 presenze avute a disposizione: ma la situazione diventa ancora più critica guardando le statistiche. Sono zero, nel complesso, i gol e gli assist messi a segno in questa prima parte di stagione da Iturbe, in tutte le competizioni. La Roma non è entusiasta, il giocatore nemmeno, naturale che si pensi al paraguaiano classe 1993 – che in Italia ha dimostrato di poter essere giocatore determinante nella stagione 2014-2015, con la maglia del Verona – come a un giocatore che a gennaio può essere messo sul mercato. E così diventa un’opzione anche per il Torino, che ha fissato in un attaccante esterno un target per il mercato di riparazione.

AS Roma v FC Astra Giurgiu - UEFA Europa League

CONTRATTO – La situazione di partenza, però, si presenta come intricata. Il Torino si trovadi fronte un giocatore il cui ingaggio è superiore al tetto massimo previsto dalla società granata. Il giocatore paraguaiano, infatti, percepisce un pagamento annuale di 2.3 milioni di euro (bonus esclusi), che si allontana parecchio dal seppur in crescita tetto ingaggi del Torino. Ad oggi, sembra più percorribile la strada di un prestito, anche con eventuale diritto di riscatto. Ma il Torino dovrebbe penare ad un ulteriore fattore, oltre a quello strettamente economico: il paletto dalla lista di 25 nomi a cui deve conformarsi ogni rosa di Serie A. Il Toro attualmente è costretto a tenere fuori dalla lista un esubero, Danilo Avelar. Insomma, pare chiaro che a un’eventuale entrata nel pacchetto offensivo deve corrispondere un’uscita di un giocatore Over 21. La situazione generale, come si può ben intendere, è molto intricata: per Iturbe i granata avrebbero effettuato un sondaggio che è ancora di là dal tramutarsi in un’ “offensiva” di mercato vera e propria.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro42 - 4 anni fa

    Anche per me Iturbe e’ sopravalutato.Insisto sulle priorita’:prima di tutto un centrale alla Glik ed un centrocampista alla Kuko

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alberto Fava - 4 anni fa

    Secondo me l’attacco così com’è sembra perfetto.
    Iturbe? Mah sicuramente sopravvalutato, e forse anche lui una meteora in fase calante certamente non un campione.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ospunda - 4 anni fa

    Iturbe? Riporterei Parigini alla base, così non si tocca il monte di Over 21. Serve qualcosa in difesa, quello sì!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 4 anni fa

      Pienamente d’accordo su Parigini.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. andalu' - 4 anni fa

    Io l’occhio lo metterei su un bravo allenatore, Mihajlovic é un presuntuoso e come allenatore un perdente nato. Se rammenti il suo nome ai fiorentini, ai bolognesi, ai milanisti vengono loro gli incubi notturni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guido - 4 anni fa

      mihajlivic un perdente… invece loggarsi per scrivere certe cazzate è da intelligente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 4 anni fa

        Ciao Guido, leggo il tuo post e sono d’accordo sul contenuto.
        Mi spiace non esista una regola che preveda iscrizione con nome e cognome, penso che servirebbe quanto meno a limitare lo scrivere qualsiasi cosa, protetti da un nickname.
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ddavide69 - 4 anni fa

    Nono ho capito che cazzo ce ne facciamo di Iturbe , dopo che abbiamo falque e boye.

    Mentre abbiamo bisogno come il pane di 2 centrali di difesa coi controcazzi e anche un centrocampista forte fisicamente e coi piedi.

    A meno che non si tratti di mettere le mani avanti per una eventuale cessione eccellente …

    Ad oggi mi piace pensare che l’eventuale entrata di Iturbe sia per sostituire martinez

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. The Mtrxx - 4 anni fa

    Sul serio? O sono baggianate giornalistiche?
    Perche’ anche se ho scritto mille volte che Martinez e Boye non sono alternative all’altezza mi pare che i problemi siano piu’ evidenti nella difesa (dove i titolari non sono all’altezza)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy