Edera, un arrivederci inevitabile: alla Reggina per trovare continuità

Calciomercato / L’esterno classe ’97 ceduto in prestito secco alla Reggina: l’obiettivo è trovare più spazio in questa seconda metà di stagione

di Nicolò Muggianu

Un arrivederci inevitabile. Potremmo riassumerla così la decisione del Torino, che nella giornata di ieri ha ufficializzato il passaggio di Simone Edera alla Reggina con la formula del prestito secco. Ripartirà dunque dalla Serie B la seconda metà di stagione 2020/2021 classe 1997, che dal suo ritorno in pianta stabile alla “casa base” nell’estate 2017 non è mai riuscito a ritagliarsi uno spazio degno di nota.

TURIN, ITALY – JUNE 23: Simone Edera (L) of Torino FC competes with Ilija Nestorovski of Udinese Calcio during the Serie A match between Torino FC and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on June 23, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

EDERA – Con Mihajlovic e Mazzarri prima, con Longo, Giampaolo e Nicola poi, Edera non è mai riuscito a ritagliarsi uno spazio importante all’interno del Torino. E se agli esordi nel 2017 il canterano granata aveva dato l’impressione di potersi affermare a questi livelli, con il passare degli anni il minutaggio per lui è diminuito sempre di più fino a diventare un vero e proprio esubero. Sarebbe stato dunque un peccato per il club trattenere ulteriormente in panchina un giocatore che fino a questo momento aveva disputato appena 4 partite (2 in Coppa Italia e due in campionato), giocando complessivamente soltanto 156′ stagionali.

LECCE, ITALY – FEBRUARY 02: Simone Edera of Torino FC during the Serie A match between US Lecce and Torino FC at Stadio Via del Mare on February 02, 2020 in Lecce, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

FUTURO – Pochi, davvero troppo pochi per un ragazzo come Edera che, a 24 anni compiuti lo scorso 9 gennaio, ha bisogno di giocare con maggiore continuità per dimostrare di poter giocare ai massimi livelli. In questo modo, infatti, il Torino potrà vedere all’opera il giocatore cresciuto nel proprio settore giovanile e legato ai granata da un contratto che scadrà nel 2023 per valutarne meglio il futuro al termine della stagione.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bastone e Carota - 3 settimane fa

    Arrivederci?
    Ma, come cantava Baglioni, non dovevamo non vederci più?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mp63 - 3 settimane fa

    Inevitabile forse esageri. Tu che sei amico di Cairo digli di levarci dai coglioni Zaza e Verdi. Due incapaci. Risparmia sugli ingaggi. Il vivaio va male e la società sta facendo sparire tutti i giovani dalla prima squadra, tenendo le cariatidi o i bolliti. Bravo ottimo articolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. drino-san - 3 settimane fa

    Vai Edera, metti la calzamaglia e sali sul palco…ehm…scendi in campo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Torocomesempre - 3 settimane fa

    Simone metti la testa a posto. Per i fondamentali… Pazienza!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. al_aksa_831 - 3 settimane fa

    Edera rimarrà sempre un mezzo giocatore per via della testa di vitello che si ritrova. Per me, può rimanere a Reggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. maxx72 - 3 settimane fa

    Miha
    Mazzarri
    Longo
    Giampaolo

    La cricca dei cerberi esterofili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 settimane fa

      Eccolo qui lo svelto 🙂 con Maria avrebbe il posto assicurato, non credi ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 settimane fa

        Ciao Granata, vedi ero in coda in posta e non avevo niente da fare….con Maria il Mbappedera sarebbe il re assoluto, mi immagino i due troni anche con Parigini.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. FORZA TORO - 3 settimane fa

    forza Simone,arrivederci SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy