Tiziano Crudeli sull’asse Toro – Milan: “Pazzini perfetto per il Torino”

Tiziano Crudeli sull’asse Toro – Milan: “Pazzini perfetto per il Torino”

Il noto giornalista di fede rossonera a TN: “Cerci perfetto per Inzaghi, e a Milanello potrebbero fare qualche sacrificio importante per averlo”

di Roberto Maccario

Nelle scorse giornate si è parlato molto di alcuni possibili scambi sull’asse Milan – Torino. Per parlarne abbiamo contattato il giornalista Tiziano Crudeli, che segue quotidianamente la squadra rossonera.

Ciao Tiziano, per avere Cerci il Milan è davvero disposto ad un grosso sacrificio, inserendo nella trattativa anche giocatori di spessore come Pazzini o Robinho?

Indubbiamente Alessio Cerci sarebbe un giocatore utilissimo a questa squadra, uno che segna con regolarità e serve anche molti assist ai compagni (11 nell’ultima stagione). Sarebbe inoltre importantissimo nel nuovo Milan di Inzaghi, in quanto perfetto per il gioco del tecnico rossonero. Dubito, francamente, che la società metterà sul piatto delle contropartite, soprattutto uno come Pazzini, che ha fatto benissimo nella prima uscita stagionale; tuttavia, considerato il valore dell’esterno d’attacco granata, in Via Turati potrebbero anche essere disposti a fare qualche sacrificio privandosi di qualche pedina importante: vedremo.

Pazzini potrebbe essere utile alla squadra di Ventura, visto il vuoto che c’è al momento in attacco?

E’ un giocatore molto diverso, ovviamente, da Cerci, con caratteristiche un po’ più simili a quelle di Immobile. A differenza del bomber napoletano non ha più 24 anni ma ha una grande voglia di riscatto dopo una stagione che lo ha visto quasi sempre alle prese con un lungo e brutto infortunio. E’ un elemento molto utile per il campionato italiano e credo che chiunque lo prenda, anche il Milan, se resterà, farà un buon affare. Al Torino poi la sua presenza sarebbe doppiamente importante, alla luce della partecipazione dei granata alla prossima Europa League: Giampaolo ha una buona esperienza anche in campo internazionale.

Quale potrebbe essere, invece, il futuro di Robinho?

Non so, sinceramente, quanto spazio potrà avere Robinho nel nuovo Milan. Il brasiliano, negli ultimi due campionati, è apparso leggermente sottotono, dopo le 14 reti segnate durante la sua prima stagione in Italia. E’ chiaro che, se ritorna su quei livelli, può essere uno in grado di fare la differenza.

Senza contare che sarebbe forse più adatto di Pazzini al gioco di Ventura, non è così?

Senza dubbio, perché Pazzini è più forte nel gioco aereo, mentre Robinho è brevilineo, rapido e abile nello stretto ma, ripeto, deve essere il miglior Robinho: allora il Torino farebbe davvero un acquisto importante.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy