Vesovic e il Toro: si attende una risposta in settimana

Vesovic e il Toro: si attende una risposta in settimana

Calciomercato / Il giovane serbo del Torino potrebbe liberare il posto da extracomunitario a Bruno Peres. Ma attenzione alla re-compra

di Roberto Maccario

La vicenda di Marko Vesovic, il terzino destro prelevato lo scorso gennaio dalla Stella Rossa Belgrado, desta non poche perplessità nell’ambiente granata. Il giovane serbo, con la maglia del Torino, ha sempre avuto poco spazio e, quando è stato chiamato in causa, non ha mai convinto.

Dopo il durissimo battesimo avvenuto nella scorsa stagione in occasione del match perso per 1-0 a San Siro contro l’Inter, in una giornata in cui gli uomini di Ventura avevano una difesa completamente rivoluzionata, Vesovic ha avuto poche possibilità di mettersi in mostra, ma è sempre sembrato piuttosto in difficoltà nel recepire gli schemi del tecnico genovese e nell’adattarsi alle caratteristiche del calcio italiano. All’inizio del ritiro il Toro ha voluto dargli ancora fiducia, puntando su di lui, e Ventura lo ha mandato in campo in Svezia contro il Brommapojkarna (a dire il vero più per la mancanza di alternative che per altro), ma già nel ritorno gli è stato preferito il rientrante Darmian, in grado di dare più garanzie, e ora la sua avventura sotto la Mole sembra al capolinea, anche se i granata potrebbero cederlo con diritto di re-compra.

Serve infatti qualcuno che liberi al brasiliano ex Santos Bruno Peres un posto da extracomunitario, e Vesovic è in lizza con il portiere Avramov. Il difensore verdeoro ricopre però lo stesso ruolo del giovane serbo, un motivo in più per vederlo con le valigie in mano. Si tratta di vicende che ormai, nel calcio moderno dove non esistono più bandiere (e neanche mezze bandiere), dove ogni squadra è un porto di mare e dove le leggi del mercato la fanno da padrone, sono all’ordine del giorno. Nessun giudizio morale, il mondo del pallone è cambiato, e per alcuni versi lo ha fatto anche in meglio, non vogliamo fare i nostalgici, restano comunque la perplessità e la curiosità sopita per un giocatore che forse avrebbe meritato qualche altra chance. Che sia soltanto rinviata l’occasione alla prossima stagione, grazie all’ormai nota clausola di re-compra?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy