El Shaarawy, ennesima conferma

El Shaarawy, ennesima conferma

di Davide Agazzi – In un weekend cadetto pieno di risultati a sorpresa, la top 11 mette in mostra i suoi nomi più conosciuti. Dalle conferme di El Shaarawy a quelle di Doni, si passa per le parate di Colombo della Triestina, buone per portare a casa i tre punti.

Colombo (Triestina): la Triestina vince con il Sassuolo e compie un insperato passo verso la salvezza. Nonostante il gol subito nel finale…

di Redazione Toro News

di Davide Agazzi – In un weekend cadetto pieno di risultati a sorpresa, la top 11 mette in mostra i suoi nomi più conosciuti. Dalle conferme di El Shaarawy a quelle di Doni, si passa per le parate di Colombo della Triestina, buone per portare a casa i tre punti.

Colombo (Triestina): la Triestina vince con il Sassuolo e compie un insperato passo verso la salvezza. Nonostante il gol subito nel finale di gara, l’estremo difensore alabardato si esalta quando neutralizza il calcio di rigore a De Falco. Fondamentale anche il suo intervento a pochi minuti dalla fine, sul colpo di testa di Piccioni.

Acerbi (Reggina): se la Reggina non prende gol è merito, ovviamente, dei suoi difensori. Il giocatore di Atzori, ancora una volta, comanda la difesa calabrese, capace di uscire indenne dagli attacchi, seppur sporadici, del Novara di Tesser.

Regonesi (Albinoleffe): a tempo ormai scaduto, il difensore bergamasco fa gioire Emiliano Mondonico. Il suo magistrale gol su calcio di punizione pareggia i conti con il Grosseto di Serena, andato precedentemente in vantaggio grazie a Caridi.

Miglionico (Livorno): il fragile Livorno di Novellino cerca solidi appigli a cui aggrapparsi. Se De Lucia si mette a parare i rigori, dall’altra è il difensore amaranto a cercare di mettere ordine nella retroguardia toscana. Puntuale e preciso negli interventi, è autore di una buona prestazione.

El Sharaawy (Padova): nella bella vittoria del Padova, emerge, ancora una volta, la personalità di El Sharaawy. Il “faraone”, autore di un gol ed un assist è uno dei giocatori più in forma della squadra di Dal Canto. Senza stupire più nessuno, il talentuoso centrocampista sembra già pronto per il salto di categoria.

Carrozza (Varese): con una rovesciata difficile da realizzare persino nei videogiochi, Carrozza merita la copertina di questo turno pasquale. Coordinazione perfetta per il centrocampista di Sannino, cardine di questa macchina perfetta pronta per i play-off. Stop di petto e bicicletta in pochi secondi deliziano tutti gli amanti del bel calcio.

Doni (Atalanta): l’Atalanta non brilla e ad aggiustare le cose ci pensa sempre lui. Il capitano nerazzurro mostra nuovamente il mento ai suoi tifosi, che ringraziano ed apprezzano il bel gesto tecnico del numero 72. La sua punizione all’incrocio dei pali vale il pareggio contro il Crotone di Menichini.

Testini (Triestina): nel successo della Triestina sul Sassuolo, oltre ai meriti per il portiere Colombo, è giusto evidenziare la prova del capitano alabardato. Dopo aver portato in vantaggio la propria squadra, trasformando un calcio di rigore, nel secondo tempo confeziona l’assist per il colpo di testa di Godeas.

De Paula (Padova): fino a qualche settimana fa era uno degli oggetti misteriosi di questa squadra. Ora è il vero terminale offensivo, il degno sostituto di Davide Succi. Senza i gol di Ardemagni, De Paula incanta i suoi tifosi con un bel tiro al volo, su assist di El Shaarawi, e chiudendo i conti in contropiede. Potrà essere l’arma in più per la volata play-off.

Piovaccari (Cittadella): continua l’incredibile feeling che lega gli attaccanti con la maglia del Cittadella. Quest’anno è la volta di Piovaccari, capocannoniere di Serie B ed allo stesso tempo attaccante di una squadra a rischio retrocessione. La sua doppietta gli permette di lasciarsi alle spalle i gol di Cacia e di arrivare a quota 19.

Cutolo (Crotone): a Crotone ci hanno fatto l’abitudine. L’attaccante, in forza ai calabresi, non si accontenta mai della giocata banale. Così, dopo la tripletta al Frosinone, ecco la doppietta ad un avversario di tutt’altro rango. L’Atalanta di Colantuono si piega di fronte all’eurogol dell’attaccante di Menichini, capace di sorprendere Consigli con un potente sinistro da fuori area.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy