Parigini, una giovane stella brilla a Perugia. Verdi pronto per la Serie A

Parigini, una giovane stella brilla a Perugia. Verdi pronto per la Serie A

Italia Granata / Alfred Gomis croce e delizia ad Avellino, Chiosa gioca con la serenità del veterano. Esordio tra i Pro per Barreca, ancora a secco Gyasi. Comentale fa il suo a Marassi

di Diego Fornero, @diegofornero

Torna, come ogni lunedì, su TN “Italia Granata”, la rubrica dedicata ai giovani del Torino sparsi per i campionati professionistici in prestito o (sempre meno) in comproprietà. Oggi, ovviamente, è protagonista la Tim Cup (o meglio, per i nostalgici, la Coppa Italia), competizione che ha visto impegnati, finalmente, anche i club di Serie A, oltre a numerose società di Serie B e Lega Pro, che vedono, tra i protagonisti, anche giovani talenti del Torino. Andiamo ad analizzare nel dettaglio le loro prestazioni.

BARRECA – SCAGLIA – Nell’anticipo di Coppa Italia del giovedì sera al Mapei Stadium di Reggio Emilia il Sassuolo di mister De Francesco strapazza 4-1 il Cittadella di Foscarini, che, per l’occasione, risparmia il difensore di scuola Toro, oggi in comproprietà, Filippo Scaglia (’92). Titolare, invece, Antonio Barreca (’95), terzino sinistro che esordisce così tra i professionisti, dopo la panchina contro il Pontedera, pur senza lasciare il segno, ma trasmettendo buone sensazioni per il proseguio della stagione in Serie B.

COMENTALE – Gioca titolare nella prestigiosa cornice di Marassi il regista “tascabile” in prestito dal Torino al Como, Alessandro Comentale (’95). La Sampdoria strapazza 4-1 i lariani, pur con qualche difficoltà più del previsto nella prima frazione di gioco, proprio quella nella quale il giovane di Ciriè resta in campo, prima di cedere il posto ad Ardito. Una prova, comunque, sufficiente, che conferma il talento del giocatore anche in vista della lunga stagione tra i professionisti che l’attende, dopo le prove convincenti, già archiviate, contro Matelica e Frosinone.

DIOP – Non inizia da protagonista la stagione dell’attaccante in prestito dal Torino alla Ternana, Abou Diop (’93). Gli umbri vengono travolti dall’Udinese del solito Totò Di Natale per 5-1, con il bomber campano che si concede addirittura un poker: solo panchina per il giovane senegalese, che spera di conquistare la fiducia di mister Attilio Tesser almeno per il campionato.

VERDI – Si candida ad una stagione da protagonista Simone Verdi (’92), esterno offensivo in comproprietà tra Torino e Milan, in prestito anche quest’anno all’Empoli. Bastano 10 minuti al talento di scuola rossonera per gonfiare la rete nella rotonda vittoria per 3-0 dei suoi sul L’Aquila, offrendo una prestazione più che convincente, consegnando anche a Tavano l’assist del momentaneo 2-0. Una partenza decisamente con il piede giusto.

GYASI – Ancora panchina per Emmanuel Gyasi (’94), attaccante in prestito dal Torino al Pisa. I nerazzurri di mister Braglia escono di scena sconfitti per 2-0 dall’Atalanta, ma preoccupa il fatto che il giovane prodotto del settore giovanile granata non abbia trovato spazio neanche stavolta, in un prestito che, invece, dovrebbe concedere al bomber ghanese il maggior spazio possibile.

GOMIS – CHIOSA – STEVANOVIC – Importante vittoria dell’Avellino, che supera 2-1 il Bari al “San Nicola” in una sfida che si riproporrà anche in campionato. Titolari entrambi i giovani in prestito dal Torino: il portiere Alfred Gomis (’93) ed il difensore Marco Chiosa (’93). Per l’estremo difensore di origine senegalese, qualche responsabilità nel momentaneo vantaggio barese, con un intervento non perfetto, poi riscattato nel finale con una gran parata salva-risultato su Sciaudone. Ottima, invece, la prova del difensore, schierato centrale mancino nel 3-5-2 di mister Rastelli, stessa posizione nella quale, del resto, aveva già positivamente impressionato in ritiro con il Torino. Tra i Galletti ancora out Alen Stevanovic (’91), in prestito dal Torino e fermo ai box per un problema muscolare.

PARIGINI – E’ il più giovane della truppa di “Italia Granata”, ma anche quest’anno si candida ad esserne spesso il protagonista più in vista: parliamo di Vittorio Parigini (’96), esterno offensivo in prestito dal Torino al Perugia, decisivo nella vittoria del Grifo per 2-1 sullo Spezia, conquistata proprio grazie a una rete del giovane prodotto del vivaio granata. Subentrato al 22′ della ripresa, si intende perfettamente con l’ex romanista Rodrigo Taddei e mette a segno, nel più dolce dei modi, la sua prima rete tra i professionisti, conducendo un magistrale contropiede al 3′ del primo tempo supplementare, battendo il portiere spezzino Chichizola con freddezza sul primo palo. Poco dopo, proprio grazie a un suggerimento del compagno brasiliano, sfiora addirittura la doppietta: ad appena 18 anni, un talento puro e cristallino. Del resto, non si passa in un anno dagli Allievi Nazionali alla Serie B per caso…

ALLENATORI – Si interrompe al quarto turno il sogno di Antonino Asta, ex giocatore del Torino ed ex allenatore di Allievi e Primavera granata: il suo Bassano Virtus, dopo la vittoria da sogno contro il Livorno, impatta sull’uragano Lazio, travolto addirittura 7-0. Niente di cui drammatizzare, ora c’è un intero campionato di Lega Pro a disposizione di Turbo-Tonino per mostrare le proprie qualità, e quelle del proprio organico. La Lazio ora se la vedrà col Varese, e la vincentra tra biancocelesti e biancorossi troverà agli Ottavi di finale proprio il Torino di Giampiero Ventura.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy